MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista

MoVimento 5 Stelle

Dimissioni di massa in Consiglio: DA OGGI SI RIPARTE


Vignola - 

Il giorno di oggi è stato un giorno davvero difficile, tanto più per il MoVimento 5 stelle che già all'inizio dell'esperienza in consiglio comunale aveva sostenuto che il metro di valutazione sarebbe stato esclusivamente il merito: ciò è significato che non abbiamo esitato a sostenere e a lavorare insieme agli altri componenti del consiglio per realizzare nel migliore dei modi quelle proposte in cui ci sia riconosciuti. Abbiamo, dunque, collaborato anche con quella che è stata la maggioranza di governo, ma, nonostante ciò, il M5S non ha potuto esimersi dall'esprimere il proprio parere in merito alle decisioni assunte in questi due anni e mezzo dall'amministrazione.
Quella che si è vissuta oggi è stata una crisi della maggioranza di governo, una crisi che altri hanno deciso e della quale abbiamo solo potuto prendere atto.
Certo è che, come MoVimento, non potevamo pretendere, essendo all'opposizione, che venissero portate avanti da quella che ormai è l'ex giunta le nostre idee, ma, il compito che i cittadini ci avevano affidato, era quello di controllare l'operato dell'amministrazione. Amministrazione votata per portare avanti il proprio programma elettorale, programma che in più punti è stato totalmente rinnegato.
L'Amministrazione attuale, infatti, non ha mantenuto fede allo stop al consumo di territorio non compresso. Pur sostenendo il valore della tutela del territorio, non ha mai presentato un progetto per ripristinare il tratto di Percorso Sole eroso dal fiume Panaro, ma nel contempo ha continuato a mantenere in vita un contratto con la provincia che nulla è servito a migliorarne la condizione.
Non ha assicurato qualità accettabili di sicurezza dei cittadini e non richiedendo l'aumento dell'organico della Polizia Municipale dell'UTC, richiesta avanzata anche dal M5S stesso tramite mozione che la stessa maggioranza ci chiese di ritirare, non ha nemmeno provato ad incrementarne la qualità. Sicurezza dei cittadini che è un diritto primario sul quale si fonda una comunità.
Ha portato avanti, in tutta fretta, il progetto della fusione dei comuni presentando soluzioni come l'aggregamento di Savignano, Marano e Vignola, su cui nessun cittadino aveva mai espresso un parere.
Non è stata capace di fornici informazioni alle nostre richieste in merito alla situazione profughi nella nostra città e interrogazioni presentate più di un anno fa non hanno mai avuto risposte.
Ha portato avanti un progetto di rielaborazione delle statuto comunale volto alla partecipazione diretta dei cittadini, progetto mai completato mancando totalmente i regolamenti che ne permettono l'attuazione. E, se possibile, ha fatto anche peggio: su progetti importanti come la riorganizzazione della Polizia Municipale dell'UTC, la fusione dei comuni e il progetto COOP non ha mai voluto coinvolgere ed ascoltare i cittadini.
L'Amministrazione attuale è rimasta muta di fronte ad esposti di cittadini in merito a controlli dell'emissioni delle antenne e a controlli inerenti l'entità dei rumori.
Infine, soltanto ultimo in ordine di tempo, non ha mai ascoltato i cittadini in merito al progetto COOP. Progetto che andava già di per se contro alle linee programmatiche esposte nel loro programma elettorale. Progetto per il quale il MoVimento 5 Stelle già nell'Aprile del 2016 aveva sollevato moltissimi dubbi. Progetto legato ad un terreno già interessato da vicende giudiziarie di cui la COOP stessa era stata già protagonista. Progetto che è stata proprio l'atto che ha aperto il vaso di Pandora tra le fila della maggioranza.
Tali ragioni, ritenute di estrema importanza dal M5S, ci hanno messo nella condizione di prendere atto delle decisioni che la maggioranza di governo stessa ha preso: quella di mandare a casa se stessa. Avremmo preferito le dimissioni del Sindaco o una mozione di sfiducia. Tuttavia, non volendo che la nostra città fosse commissariata per più di un anno, abbiamo rassegnato, assieme ad altri 9 componenti del consiglio comunale, le dimissioni invocate da una parte della maggioranza stessa, difficilissimo ultimo atto per chi come noi ha creduto fino all'ultimo che davvero ci potessero essere altre strade da percorrere.
Da oggi si riparte.

I candidati a Vignola


   © 2010 www.movimento5stelle.it - I contenuti di questo sito sono rilasciati sotto licenza Creative Commons  Creative Commons