MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista
Privacy*: Dichiaro di autorizzare il trattamento dei miei dati personali, anche sensibili, all’associazione avente denominazione “MoVimento 5 Stelle”, con sede legale in Roma, Via Nomentana n. 257, ai sensi dell'art. 12, 13 del Regolamento Europeo sulla Privacy n. 679/2016 reperibile al seguente link.

MoVimento 5 Stelle

Democrazia diretta


Trentino - 

In Trentino stiamo sperimentando forme "nuove" di democrazia. I nostri governanti sono così avanti che hanno fatto il giro e sono tornati diretamente al punto di partenza.
Sono anche molto democratici, infatti ti lasciano il pieno diritto di adeguarti ai loro desideri, altrimenti sono "legnate", metaforciamente parlando.
È una visione "innovativa" insomma. Io l'ho chiamata democrazia della clava.

Nel link qualche spunto in più:
https://alexmarini.com/2019/06/21/ddl-democrazia-diretta-la-maggioranza-pratica-la-democrazia-della-clava/


Trentino - 

Giovedì in consiglio (guarda il video) abbiamo assistito ad una strana "mediazione": il CDX decide e impone una modifica al disegno di legge PD sul quorum referendario che stravolge il senso della proposta originaria e i proponenti si adeguano. Scelta pienamente legittima ma diventa difficile per me considerarla una MEDIAZIONE. Surreali le ragioni della scelta del Centrodestra, soprattutto perché (un altro sorprendente esempio del #cambianiente) sono IDENTICHE a quelle che aveva addotto il Centrosinistra per cassare il disegno di legge di iniziativa popolare. Ringrazio Alex Marini per la competenza e la caparbietà con cui ha cercato di rapportarsi con un'aula sorda. I dettagli nel breve intervento con cui motivo la non partecipazione al voto.


Trentino - 

Dopo un lungo e faticoso travaglio, mercoledì 27 febbraio è finalmente venuta alla luce la Giunta regionale del Trentino-Alto Adige/Sudtirol.

Per quanto mi riguarda ho fatto un intervento esprimendo alcune considerazioni sulla relazione del presidente Arno Kompatscher. Ho sottolineato il ritardo con cui sono partiti i lavori dell'esecutivo e la totale assenza di dibattito riguardo agli obiettivi che dovrebbero essere perseguiti dalla Regione. In pratica si è parlato quasi esclusivamente della spartizione delle cariche e su quanti assessorati istituire... In questo modo fra l'altro finendo per danneggiare l'immagine già men che splendente dell'istituzione regionale.

Di seguito ho proposto un commento alla dichiarazione di governo per la legislatura 2018-2023, soffermandomi su tutta una serie di sfide ed opportunità poste di fronte a noi:


  • La trasformazione della Regione in un soggetto per la tutela e la promozione dei diritti politici e in particolare del diritto di partecipazione alla vita pubblica.

  • Lo sviluppo di una visione di insieme per contrastare le grandi sfide della globalizzazione, dei cambiamenti climatici e del sovrappopolamento.

  • Il riordino dell'ordinamento degli enti locali riguardo alla predisposizione dei bilanci pubblici e la normativa elettorale.

  • La misurazione puntuale della burocrazia come condizione imprescindibile per combatterla.

  • La separazione dei poteri nel controllo e nella gestione della giustizia e delle agenzie fiscali.

  • L'assegnazione di competenze in materia di trasporti in capo alla Regione per poter giustificare l'acquisizione di quote nella società dovrebbe gestire l'asse autostradale del Brennero.

Qui il video integrale dell'intervento (circa 19-20 minuti)


Trentino - 

Sicuro che il messaggio della presidente dell'associazione di promozione sociale "Più Democrazia in Trentino" sia solo il risultato del disappunto per cui per l'ennesima volta il Consiglio provinciale ha ritenuto non assumersi la responsabilità di portare in aula l'iniziativa popolare sulla democrazia diretta, tengo a precisare che il sottoscritto ha sempre espresso parere favorevole a inserire il ddl all'ordine del giorno della seduta concordata del 27 agosto.

Senza un accordo tra proponenti e giunta, riportare il ddl in aula non aveva alcun senso visti gli emendamenti già depositati per stravolgerne il contenuto. Trovata la quadra con chi gode della maggioranza in Piazza Dante, i margini temporali per una nuova seduta dei presidenti di gruppo ci sono. Fino al 5 agosto c'è tempo per incontrarsi e calendarizzare la discussione in Aula per il 27 agosto.

È giunto il momento di "andare a vedere le carte"; male che vada il ddl verrà bocciato definitivamente ma almeno i consiglieri dovranno dedicarsi alla preparazione dei promessi emendamenti anziché vincere la mano con un bluff e riuscire anche a godersi le ferie estive o mettersi in congedo.

Pagine

Archivio

Questa pagina è l'archivio dei post nella categoria Democrazia diretta.

Degrado è la categoria precedente.

Diritti è la categoria seguente.

Partecipa ai nostri eventi


   © 2010 www.movimento5stelle.it - I contenuti di questo sito sono rilasciati sotto licenza Creative Commons  Creative Commons
   Il DPO dell'Associazione MoVimento 5 Stelle può essere contattato a dpo@movimento5stelle.it