MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista
Privacy*: Dichiaro di autorizzare il trattamento dei miei dati personali, anche sensibili, all’associazione avente denominazione “MoVimento 5 Stelle”, con sede legale in Roma, Via Nomentana n. 257, ai sensi dell'art. 12, 13 del Regolamento Europeo sulla Privacy n. 679/2016 reperibile al seguente link.

MoVimento 5 Stelle

Atti politici M5S


Trentino - 

Avete mai provato a fare o a rinnovare il passaporto? La procedura è abbastanza costosa (42,40 euro più altri 73,50 euro per la marca da bollo) e bisogna aspettare mesi per ottenerlo. Eppure ci sarebbe una soluzione semplice semplice per ridurre i tempi: permettere a tutti gli uffici anagrafe dei Comuni di raccogliere dati e richieste, visto che ormai sono attrezzati per farlo. È una proposta che ho avanzato in un recente ordine del giorno e che è stata approvata dal Consiglio provinciale, nell'ottica di semplificare le procedure burocratiche a favore dei cittadini. Ora biosgna solo sperare che la Giunta le dia corso.

Il problema dei tempi lunghi per rilascio e rinnovo del passaporto vale un po' per tutti, non solo per chi vuole andare a farsi le vacanze fuori dalla UE ma anche e soprattutto per chi lavora e magari ha la necessità improvvisa dio partire per un Paese straniero. Purtroppo gli sportelli abilitati sono pochi, e ciò, unito alla domanda elevata, causa il rallentamento delle procedure.

La soluzione è lapallissiana: aumentare gli sportelli e, guarda caso, abbiamo già tutto quello che serve per farlo a costo 0. Come? Tramite gli uffici anagrafe dei nostri Comuni che di recente si sono aggiornati per il rilascio delle carte di identità elettroniche, una procedura assai simile a quella necessaria per raccogliere i dati per il passaporto.

Se i Comuni potessero raccogliere i dati, invece di costringere i cittadini ad aspettare mesi per un appuntamento oppure a correre da una parte all'altra del Trentino (a spese proprie, ovviamente), le cose migliorerebbero decisamente. Ecco quindi la soluzione che ho proposto col mio ordine del giorno e che è stata approvata dal Consiglio. Adesso spetta alla Giunta dargli seguito, sperando che procedano spediti, venendo così incontro ad uno dei tanti piccoli ma fastidiosi problemi che assillano i cittadini e che con un minimo di volontà ed inventiva sarebbero facilmente risolvibili.

Qui il contenuto della proposta di ordine del giorno che è stata approvata in aula nelle settimane scorse:
https://alexmarini.com/2019/06/24/passaporto-facile-e-veloce-la-mia-proposta/


Trentino - 

Quasi 600 caprioli e più di 200 cervi investiti ogni anno sulle strade trentine. Una vera ecatombe con conseguenze sulla sicurezza, sull'ambiente e sul portafoglio dei cittadini dopo che la Provincia autonoma ha deciso di cancellare la copertura assicurativa per questo genere di sinistri.
Da qui la nostra proposta di predisporre uno studio per individuare e realizzare i necessari corridoi faunistici (quelli per esempio giá previsti dal mai applicato piano di gestione dell'orso) di cui dotare il nostro territorio per mettere in collegamento sicuro spazi naturali oggi isolati da ogni genere di infrastruttura.

Mentre gli altri si impegnano per catturare e eliminare il patrimonio faunistico noi ci muoviamo per salvaguardarlo, insieme alla sicurezza dei cittadini.

I dettagli (anche degli investimenti 2014-2018) qui.
Partecipa alla discussione e leggi il post qui.


Trentino - 

Un rompicapo che pare irrisolvibile tra nomine, rinnovi, pareri e soldi (tanti) che passano dalle casse pubbliche a quelle di soggetti privati. Questo il secondo passo (al primo hanno già pensato i portavoce comunali Andrea Maschio, Paolo Negroni, Marco Santini, ne seguiranno altri nella speranza che servano a dissolvere la nebbia che da tempo tutto avvolge.
Leggi il post

Nel link qui l'interrogazione e qualche ulteriore riflessione.


Trentino - 

Fin dal 2015, anno della prima riforma della legge sul governo del territorio ci siamo impegnati per migliorare la norma (vedi per esempio "Legge di riforma urbanistica: ecco i risultati del M5S").
Abbiamo approfittato del DDL 18 per proporre altri passi in avanti sul fronte della trasparenza e della meritocrazia. Come prevedibile l'approccio della nuova maggioranza su temi caldi (vedi la presenza dei politici nelle commissioni edilizie, ormai spariti nel resto d'Italia) è rimasto identico a quello dei predecessori (è il #cambianiente). Siamo riusciti però a far approvare l'emendamento riprodotto nella fotografia. A prima vista potrebbe assomigliare ad un rompicapo....in realtà prevede che anche i tecnici delle commissioni edilizie delle gestioni associate siano scelti attraverso procedure di evidenza pubblica che valutino il merito delle candidature e, oltre ad esplicitare i criteri adottati, concludano la selezione con la pubblicazione di una graduatoria.
Più merito & più trasparenza, noi rispettiamo gli impegni.
Leggi qui l'emendamento


Trentino - 

Ecco tradotto questo principio sbandierato dalla Giunta Fugatti come applicato sull'Alpe di Pampeago a 2200 metri di quota.

Qui le foto e l'interrogazione presentata questa mattina

Partecipa alla discussione qui


Trentino - 

La pulizia e manutenzione dei tanti invasi che costellano il nostro territorio possono essere fonte di rischi ambientali sottovalutati da sempre. I prossimi interventi in Val di Fiemme sono l'occasione per fare chiarezza.

Per questo ho depositato un'apposita interrogazione che trovate nell'articolo allegato. Buona lettura.

Qui il post dedicato: leggi e condividi.

DEGASPERI: I RIECCOLI


Trentino - 

Protagonisti della vita politica e amministrativa e soprattutto dei rovesci del Comune di Levico (ricordiamo le vicende urbanistiche ma chi volesse farsi un giro lungo il lago capirebbe senza esempi a cosa mi riferisco) che riappaiono "mondati" dei simboli e sotto la spoglia del "nuovo".

Indro Montanelli li avrebbe definiti "i rieccoli".

A Maurizio Dal Bianco e alla sua squadra il compito di assicurare ai cittadini di Levico l'alternativa al vecchio e al finto cambiamento.

Vai all'articolo


Trentino - 

Apprendiamo con soddisfazione la decisione con cui la Corte Costituzionale ha rigettato i rilievi di consiglieri e ex consiglieri relativamente alla limatura dei maxi anticipi riconosciuti loro da una legge regionale del 2012.
E' una presa di posizione importante perché di fatto chiarisce che la vicenda non riguarda diritti acquisiti ma privilegi auto-riconosciuti da un'intera classe politica.
Stupisce leggere i commenti entusiastici di rappresentanti appartenenti a partiti che non hanno offerto alcun sostegno alla causa e che anzi, oltre ad aver approvato la legge con cui sono stati distribuiti 96 milioni di euro a circa 150 colleghi ed ex, hanno mantenuto il segreto più rigoroso per quasi due anni sul pagamento degli assegni d'oro.
Solo l'avvento del M5S, con un'interrogazione a mia prima firma, ha scoperchiato il pentolone della legge Vergogna 1 (2012), approvata per acclamazione e senza riserve dal Consiglio regionale.
Rimane il rammarico per il tempo perso a causa di politici poco coraggiosi che hanno inutilmente eluso per quasi 5 anni l'applicazione della legge da loro stessi voluta, nella parte relativa ai recuperi forzosi (che avrebbero dovuto partire 90 giorni dopo....).
Rimane il rammarico (reso ancora più aspro dalla novità di oggi) per la misura dei tagli previsti dalla "riforma della riforma" (la legge Vergogna 2, 2014), tagli che, magari con il sostegno (assente) dei partiti che oggi si sbracciano e tentano di appropriarsi di ciò a cui non hanno minimamente contribuito, avrebbero potuti essere ben più incisivi.
Ben venga quindi l'intervento del Governo a trazione 5 Stelle che imporrà ciò che nel 2014 non si è voluto fare, ovvero il ricalcolo degli assegni su base contributiva, in attesa che il lento processo in corso a Bolzano per truffa ai danni della Regione, in cui sono (unica) parte civile in rappresentanza di trentini e altoatesini arrivi alla conclusione.

Estratto della Corte Costituzionale, "Dispositivo: non fondatezza - inammissibilità.


Trentino - 

Importante presa di posizione dell'Autorità garante della concorrenza e del mercato intervenuta chiarendo che, a tutela dei tanti liberi professionisti, la Fondazione Mach dovrà scorporare l'attività di consulenza in una apposità societá in modo da evitare sovrapposizioni tra gli strumenti e le strutture messi a disposizione dalla Provincia per l'attività istituzionale e le attivitá svolte con fine di lucro.

Al link maggiori informazioni ed il testo dell'interrogazione depositata in data odierna.

Pagine

Archivio

Questa pagina è l'archivio dei post nella categoria Atti politici M5S.

Appalti è la categoria precedente.

Attività commerciali è la categoria seguente.

Partecipa ai nostri eventi


   © 2010 www.movimento5stelle.it - I contenuti di questo sito sono rilasciati sotto licenza Creative Commons  Creative Commons
   Il DPO dell'Associazione MoVimento 5 Stelle può essere contattato a dpo@movimento5stelle.it