MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista

MoVimento 5 Stelle

Programma

N.B. Questo programma è stato elaborato dai cittadini di Raddusa e rimane aperto a modifiche. Programma non soggetto a copyright, perché il bene del nostro paese non ha padroni!

1. Riequilibrio di bilancio ed efficienza amministrativa
La Situazione del Bilancio è indubbiamente molto seria e delicata, l'obiettivo principale per prossimi anni è ripianare il debito accumulato. La prossima amministrazione, nella prima fase, dovrà lavorare e concentrarsi su quest'opera di risanamento indispensabile per poter amministrare con serenità ed efficienza. In particolare abbiamo individuato vari passaggi fondamentali e settori di lavoro per iniziare a risanare il bilancio


1.1) recuperare tutti i tributi e le tasse comunali non riscosse, che creano un ammanco significativo per il bilancio e generano anche forti disparità tra i cittadini;

1.2) revisionare i contratti con gli intermediari di riscossione dei tributi e del servizio di tesoreria;

1.3) creazione di un ufficio per la gestione e la riscossione dei canoni e/o affitti degli immobili di proprietà dell'ente, inoltre è nostra intenzione avviare l'iter per la dismissione degli alloggi di residenza pubblica agli aventi diritto, dismissione degli immobili compresi terreni e fabbricati, al fine di utilizzare i fondi per abbattere il debito dell'ente o per investimenti;

1.4) risparmio sulle spese correnti mediante la riduzione delle consulenze e servizi esterni, attraverso l'uso e la valorizzazione delle risorse interne;

1.5) costituzione di un gruppo di lavoro dedicato all'intercettazione di fondi regionali, nazionali e comunitari, alla stesura di progetti e delle pratiche necessarie all'ottenimento e alla gestione degli stessi fondi;

1.6) organizzazione dell'autoparco comunale al fine di gestire in modo accurato l'utilizzo e la manutenzione dei mezzi di proprietà del comune;

1.7) miglioramento energetico degli edifici e dell'illuminazione comunale (passaggio a led per esempio) e passaggio a fonti di energia rinnovabile per produrre un risparmio nel lungo periodo e una maggior tutela dell'ambiente, usufruendo di appositi fondi comunitari, nazionali e regionali;

1.8) Attivare una profonda riorganizzazione degli uffici e dell'apparato comunale per produrre maggiore efficienza;

1.9) conversione degli impianti di telefonia degli uffici comunali in impianti digitali (VOIP) al fine di abbattere i canoni, i consumi e i costi di gestione;

1.10) avviare la procedura della contrattazione decentrata integrativa, a favore del personale dipendente, la stessa sarà finanziata con una gestione più attenda delle risorse umane, valorizzando ed utilizzando personale interno ed evitare di utilizzare lo strumento dello straordinario e/o integrazioni orarie aggiuntive che sono un costo non indifferente per l'ente, ove possibile.

1.11) incremento del personale della Polizia Municipale, attingendo al personale interno del Comune.


2. Acqua e Ambiente


2.1) Il servizio di approvvigionamento idrico deve rimanere a gestione pubblica, questo principio dovrà essere introdotto nello Statuto comunale;

2.2) monitoraggio costante della qualità dell'acqua e restituzione dei risultati ai cittadini via web;

2.3) definire un sistema tariffario per il consumo idrico (a consumo) che sia premiante per i comportamenti virtuosi e, viceversa, che penalizzi gli sprechi;

2.4) obbligatorietà di adozione del depuratore comunale. Monitoraggio e manutenzione periodica dei principali canali di scolo del territorio extraurbano, in collaborazione con enti pubblici e soggetti privati;

2.5) Creazione di una "Ecostazione" un luogo dove i cittadini potranno conferire, volontariamente, carta, cartone, plastica, alluminio, acciaio e vetro, cioè tutti quei "rifiuti" che possono essere valorizzati ed essere avviati a nuova vita. Materiali valorizzabili quindi che saranno pesati e ai quali, sarà assegnato un punteggio in funzione di una tabella di conversione. I punti così accumulati saranno registrati su una tessera personale e potranno poi essere "barattati" con generi di prima necessità, direttamente all'interno dell'ecostazione, o all'esterno, presso esercizi commerciali in corso di convenzionamento. L'obiettivo da raggiungere è la raccolta differenziata, con la raccolta porta a porta. L'ecostazione è un ottimo metodo per iniziare ad abituarci alla raccolta differenziata.


3. Urbanistica, viabilità e vivibilità (libro dei sogni)


3.1) Isole verdi attrezzate e realizzazione di aree verdi cittadine equamente distribuite in tutto il territorio comunale, lo scopo di tale aree è quello di creare un punto di raccolta per la socializzazione dei cittadini, quindi tali aree devono essere attrezzate di panchine, strutture da relax e attrezzature ludico-ricreative allo scopo di avere degli spazi sicuri per i bambini;

3.2) favorire il recupero del patrimonio edilizio di base nel centro storico e il decoro urbano, volto a tutelare e a promuovere la bellezza e la pulizia degli spazi pubblici. Creare un regolamento comunale volto a promuovere una gestione collaborativa della cosa comune che coinvolga i cittadini nella salvaguardia della «salute del territorio»;

3.3) restyling della Piazza Umberto I, della Piazza Vittorio Emanuele II e progettazione di una nuova Piazza ubicata presso il vicolo Professor Francesco di Salvo, zona panoramica e molto bella del paese.

3.4) Sollecitazione agli organi competenti di uno studio di fattibilità per la costruzione di un tronco stradale che colleghi Raddusa all'autostrada A/19, svincolo di Agira, al fine di agevolare il collegamento autostradale oltre a favorire il raggiungimento del posto di lavoro dei numerosi dipendenti dell'outlet Sicilia Village di Agira;


3.5) creazione di un ufficio, composto da dipendenti comunali e con la collaborazione di professionisti interni ed esterni, che si occupi della progettazione di un nuovo Piano Regolatore Generale della formulazione dei Piani di recupero del centro storico e delle vecchie abitazioni (rifacimento delle facciate) con agevolazioni fiscali per la ristrutturazione degli immobili;

3.6) studio e valutazione della possibilità di realizzare in via scalo e fino al Cimitero, uno spazio destinato alla circolazione delle biciclette e dei pedoni. Gli interventi potranno essere messi in atto tramite l'apertura di "Cantieri di servizi" e/o l'intercettazione di fondi regionali, nazionali e comunitari;

3.7) riassetto dei flussi di traffico, progettazione di una tangenziale esterna al paese, già esistente ma da completare, al fine di agevolare in particolare modo i mezzi pesanti che percorrono la via Statale in modo da ridurre l'inquinamento acustico, ambientale e le situazioni di pericolo per i pedoni che percorrono frequentemente la strada, oltre a permettere di chiudere la via Regina Margherita creando un isola pedonale;

3.8) revisione e controllo delle telecamere comunali di videosorveglianza;

3.9) apertura dei servizi igienici presso la bambinopoli;

3.10) sistemazione di buche e dissestamenti sul manto stradale;

3.11) revisione ed ottimizzazione del servizio di trasporto scolastico (urbano ed extraurbano) attraverso tagli mirati alle spese superflue in bilancio e tramite contratti e convenzioni con privati;

3.12) cura del cimitero comunale;

3.13) ristrutturazione della segnaletica stradale e dell'urbanistica;

3.14) Con i fondi PAC, sono state sbloccate per oltre 40 comuni soldi destinati per la riqualificazione urbane e impiantistica sportiva, il nostro comune è stato inserito tra i beneficiari (2.000.000,00 di euro). E' nostra intenzione valutare la costruzione di un centro sportivo polifunzionale con annesso impianto natatorio (piscina comunale) ed altri interventi per il decoro urbano.


4. Sviluppo economico, lavoro, agricoltura, artigianato, turismo ed innovazione


4.1 Concessione a titolo gratuito dei capannoni della zona artigianale alle aziende che investano sul territorio e che assumano personale dipendente secondo il regolamento che sarà presentato e votato nei primi sei mesi della nostra amministrazione;

4.2 mercatino bio: il mercato bio sarà attuato nel giorno di venerdì. L'area idonea a tale scopo sarà la piazza del bersagliere. I prodotti che potranno essere venduti saranno solo ed esclusivamente biologici e, possibilmente, provenienti da produzione artigianale locale. Le tipologie di prodotti da poter commerciare saranno: prodotti provenienti dalla campagna ( verdure, ortaggi, frutta, legumi, sementi, piantine da semina), prodotti provenienti da allevamenti (latte, ricotta, formaggi, salumi, uova), prodotti provenienti dall'apicoltura (miele, pappa reale, propoli, polline, cera, veleno), prodotti di altro genere sempre correlazionati col biologico. Al fine di evitare infiltrazioni di prodotti non conformi al regolamento, saranno effettuati dei controlli constanti e a campione, gli eventuali trasgressori saranno puniti secondo le normative del regolamento;

4.3 attivazione di tutte le azioni necessarie per l'ottenimento delle certificazioni di qualità (IGP, DOC, DECO, DOP...) dei prodotti agricoli locali e delle tipicità enogastronomiche;

4.4 insieme ad associazioni/gruppi di interesse di agricoltori e artigiani: applicazione di strategie utili alla promozione delle produzioni locali;

4.5 promozione dell'associazionismo e della cooperazione tra i piccoli produttori agricoli al fine di rafforzare l'imprenditoria agricola raddusana;

4.6 incentivi per l'apertura o lo spostamento di piccole attività artigianali (in particolare gli antichi mestieri) in determinate aree del centro storico, individuate attraverso uno studio di fattibilità;

4.7 realizzazione di un percorso minerario-naturalistico inerente alle risorse storico-ambientali del paese;

4.8 insieme alle associazioni ambientaliste e culturali: promozione dello sviluppo degli «orti sociali» utilizzando terreni comunali;

4.9 creazione di canali mediatici (es. pagine sui social network, blog, ecc.) al fine di gestire e potenziare la promozione turistica della Città;

4.10 riorganizzazione e ottimizzazione degli uffici di riferimento per il turista (Pro Loco);

4.11 creazione di una rete, insieme agli altri comuni del calatino, al fine di creare un'offerta turistica integrata;

4.12 realizzazione di una pista ciclabile da MBK che toccherà le miniere di contrada Destricella, il castello di "Gresti" e la miniera a cielo aperto di contrada calderone. Un altro aspetto molto interessante di questo percorso parlerà della storia di un minerale molto prezioso presente SOLO a Raddusa (Hauerite).


5. Cultura, politiche per l'educazione e lo sport.


5.1 Potenziamento della Biblioteca Comunale;

5.2 introduzione di attività di sensibilizzazione e di educazione civica (workshop, laboratori, iniziativa «un giorno con il sindaco»);

5.3 controllo ed affidamento degli impianti sportivi alle associazione presenti sul territorio, nel rispetto delle norme contenute nelle concessioni d'uso e dei regolamenti di gestione degli impianti, che saranno revisionati ed emanati nei primi sei mesi della nostra amministrazione;

5.4 trasparenza, legalità e democrazia partecipata;

5.5 tutte le controversie giudiziarie nelle quali il Comune di Raddusa è parte in causa dovranno essere esaustivamente ricapitolate in una pagina web, per dare contezza ai cittadini interessati di informarsi;

5.6 consiglio comunale e commissioni consiliari trasmesse in streaming in rete;

5.7 definizione di un incontro pubblico annuale per la presentazione e la spiegazione ai cittadini del bilancio e del rendiconto del Comune;

5.8 diffusione delle informazioni utili alla cittadinanza (delibere, bandi, concorsi, notizie, allerte, etc.) tramite l'istituzione di moderni canali di comunicazione come i social network;

5.9 controllo dell'operato dell'amministrazione uscente e tempestiva segnalazione alle autorità competenti di fatti che possano integrare notizia di reato o illecito amministrativo con conseguente richiesta di risarcimento danni;

5.10 assegnazione di incarico a dei certificatori di bilancio al fine di avere un quadro chiaro per la cittadinanza e la nuova amministrazione relativamente al debito complessivo e reale del Comune di Raddusa;

5.11 emanazione di un regolamento che imponga ad ogni consultazione elettorale il sorteggio degli scrutatori utilizzando esclusivamente le liste di disoccupati previste presso il centro per l'impiego.


6. Servizi Sociali, diritti pari opportunità e emigrazione


6.1 Coordinazione di azioni di sostegno ai meno abbienti, come la raccolta di alimenti e abiti donati da cittadini, aziende ed enti istituzionali;

6.2 proposta di convenzione a privati ed aziende al fine di ridurre al minimo, per le famiglie meno abbienti, i costi relativi al trasporto e alla mensa scolastica;

6.3 promozione di convenzioni con enti pubblici, privati, associazioni per attivare corsi base di lingua italiana e permettere l'integrazione degli stranieri, con l'ausilio di appositi fondi dell'UE;

6.4 Istituzione del registro delle unioni civili al fine di garantire anche alle coppie di fatto l'accesso a tutti i benefici in ambito socio-sanitario concessi dal comune (es. graduatoria per l'accesso alla case popolari, agevolazioni fiscali, ecc.);

6.5 istituzione di una Sala del commiato: destinazione di un ambiente pubblico alla celebrazione di cerimonie funebri a confessionali o appartenenti a confessioni diverse da quella cristiano-cattolica.

7. SUGGERITE DA VOI "I DAY"

I seguenti punti sono stati suggeriti dai cittadini di Raddusa


7.1 indipendenza scolastica totale facendo in modo di non dipendere da Castel di Iudica, sfruttando in oltre la realizzazione della nuova sede scolastica faremo in modo di portare a Raddusa una sede distaccata di istituti superiore, preferibilmente a indirizzo tecnico agrario;

7.2 orto comunale: realizzazione nell'ambito di un unico appezzamento di terreno di grosse dimensioni all'interno del quale da una strada di accesso centrale si ramificano dei piccoli orticelli attrezzati di casette porta attrezzi, singolo attacco per fornitura idrica ed elettrica. I cittadini pagheranno un canone di affitto forfettario e si sobbarcheranno anche le spese dei consumi da loro effettuati. Lo scopo dell'orto comunale è duplice in quanto potrebbe riportare persone in età pensionabile a vivere nel nostro paese, il secondo scopo potrebbe essere quello di andare ad alimentare dei mercatini a km 0 e filiera corta dove la cittadinanza potrà acquistare i prodotti coltivati, inoltre, una campagna pubblicitaria di tipo esteso (internet) potrebbe anche favorire l'affluenza domenicale di turisti nell'ambito dell' enogastronomia rurale;

7.3 tenuto conto del fatto che la popolazione di Raddusa presenta una forte presenza di anziani si devono creare le condizioni affinché la qualità della vita di queste persone sia ottimale per cui noi proponiamo l'istituzione del FATTORINO COMUNALE. Questa figura sarà rappresentata da impiegati comunali. Il fattorino comunale avrà lo scopo specifico di fare commissioni per gli anziani (es. portargli la spesa a casa, portargli a passeggio, accompagnarli dal medico, andare alla posta, ecc...);

7.4 divisione del paese in 4 quartieri con relativa elezione del capo quartiere, il quale si impegnerà a fare da "ponte" tra i cittadini e l'amministrazione. Uno dei compiti fondamentali del capo quartiere è di vigilare e sindacare sulle esigenze primarie che si verificano nel quartiere stesso (es. stato della pavimentazione stradale, presenza e segnalazione di individui che disturbano la quiete pubblica, stato dell'illuminazione pubblica, controllo capillare della raccolta dei rifiuti, eventuale segnalazione di atti di vandalismo, in pratica deve fare da garante dei diritti ma anche dei doveri dei cittadini.)

7.5 Filodiffusione permanente per tutto il periodo dell'anno, musica per il centro cittadino per il week and, creando un atmosfera di relax e di festa.

7.6 Lotta al randagismo tramite l'apertura di un canile comunale (accedendo ad appositi fondi comunitari o nazionali).

7.7 Creeremo un "ambulanza medicalizzata", cioè un ambulanza perfettamente attrezzata per il primo soccorso, con un medico dell'emergenza territoriale a bordo, per offrire un servizio immediato e tempestivo in casi di emergenza.

7.8 Avvieremo l'iter burocratico per creare un distaccamento di vigili del fuoco sul nostro territorio.


Ringraziamenti
Il MoVimento 5 stelle tiene a far presente che il presente programma è stato ideato dai cittadini di Raddusa e per tanto si impegnerà a portare avanti queste idee nella prossima tornata elettorale, cercando di coinvolgere i cittadini in ogni modo possibile per la sua attuazione. Gli attivisti del MoVimento 5 stelle Raddusa ringraziano tutta la cittadinanza per essere intervenuta numerosa per la costruzione di questo programma elettorale.

I candidati a Raddusa

Archivio

Partecipa ai nostri eventi


   © 2010 www.movimento5stelle.it - I contenuti di questo sito sono rilasciati sotto licenza Creative Commons  Creative Commons