MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista

MoVimento 5 Stelle

Consiglio Comunale 22 Luglio 2014

RESOCONTO CONSIGLIO COMUNALE 22 LUGLIO 2014

Nell'ultimo Consiglio Comunale l'ODG era incentrato essenzialmente sull'adozione del Piano d'Azione per l'Energia Sostenibile (PAES).
Prima di far partire la discussione, il Sindaco ha notato la telecamera da noi portata per documentare lo svolgimento della serata. Il Sindaco ha chiesto di chi fosse e a che scopo fosse presente, ed ha fatto votare per la possibilità delle riprese, concedendo così l'autorizzazione. A noi tale possibilità sembrava scontata, visto che le sedute sono pubbliche e già sussiste lo streaming, ma tant'è, ben venga un consenso esplicito. Comunque, visto che la cosa ha fatto tanto scalpore, facciamo notare che le riprese video realizzate per lo streaming ufficiale sono parziali ed escludono i consiglieri alle estremità destra e sinistra dei banchi, impedendo la visione dei nostri Consiglieri. Ciò è stato evidenziato anche da alcuni utenti. Sembra quindi naturale che, qualora non supportati dai mezzi istituzionali, ci si attivi per gestire in proprio le mancanze tecniche dell'Amministrazione. Chiederemo comunque che nel prossimo futuro che tale "disguido" sia rimosso.

Entrando nel vivo del discorso, parliamo del punto più rilevante: il PAES (Piano Energetico Comunale).
Il PAES è stato adottato da Pieve di Cento nell'ambito del protocollo "Il Sole in Comune" stipulato dall'Unione Reno Galliera.
Noi abbiamo votato CONTRO la sua approvazione (troverete le nostre dichiarazioni di voto nel video allegato, e nel documento scritto inserito fra i commenti). Qui vorremmo sottolineare invece un particolare aspetto evidenziato dalla presentazione del Prof. Setti dell'Università di Bologna, curatore incaricato per la redazione del piano, e della discussione successiva.
Curiosamente il Prof. Setti ha orientato una gran parte del suo discorso su una tecnologia specifica, il solare fotovoltaico. Questa ha avuto una esplosione negli scorsi anni dovuta esclusivamente ad incentivi (Conto Energia FV) che non saranno riproposti. Dopo il 2011, anno in cui la diffusione è stata massima anche grazie alla speculazione dei grandi e grandissimi impianti, il settore ha avuto un vero e proprio crollo, con il fallimento di numerose imprese che avevano puntato tutto su questa tecnologia. (vedi immagine)
Nessun tecnico del settore ritiene quindi che il fotovoltaico possa avvicinarsi al ritmo di diffusione del 2011, e inoltre il governo in carica (della stessa area politica della nostra amministrazione) sembra stia ritrattando le modalità di erogazione degli incentivi, rischiando di avviare una serie di cause legali da parte di famiglie e imprese che hanno installato.
Ci chiediamo quindi come mai porre tanta enfasi su una tecnologia che avrà un tasso di diffusione irrisorio, e su un'area di consumo (quello elettrico) che incide scarsamente sulla spesa energetica della famiglia. Perché non parlare molto di più del settore gas e degli isolamenti degli edifici, che godono comunque di incentivi ancora molto elevati (sgravi fiscali) e permettono risparmi energetici ed economici a lungo e lunghissimo termine? Porremo questi interrogativi direttamente a Setti, sperando che nel suo contratto di consulenza sia inclusa anche una cifra per fornire ulteriori delucidazioni.

Venendo all'aspetto della votazione Il Sindaco e molti Consiglieri di Maggioranza hanno reagito alle nostre dichiarazioni di voto dicendo che noi dobbiamo assumerci la responsabilità politica di essere contrari all'obiettivo di ridurre l'inquinamento e l'effetto serra.
Noi, AL CONTRARIO, quella responsabilità la teniamo come priorità della nostra agenda politica. Il MoVimento 5 Stelle di Pieve in piena sintonia con il MoVimento nazionale è da sempre totalmente favorevole a pianificare l'utilizzo dell'energia, ponendo obiettivi concreti e la necessità di verifiche periodiche per l'abbattimento delle emissioni inquinanti, dei consumi e dei costi correlati. Per questo motivo abbiamo già avanzato diverse proposte, e abbiamo suggerito la presenza in aula di un nostro tecnico referenziato che avrebbe partecipato a titolo gratuito per il comune. Il Sindaco ha però rifiutato tale possibilità, dando un'interpretazione restrittiva del Regolamento Comunale (articolo 52, punto 3). Sig. Sindaco, nel Regolamento non è specificato da nessuna parte che, per essere invitato a parlare al Consiglio Comunale, un tecnico debba avere un incarico FORMALE da parte dell'Amministrazione. Quindi un tecnico di controparte può essere invitato anche con incarico verbale e non retribuito, per sostenere una discussione paritaria con il tecnico "principale".
Oltre al PAES sono stati trattati altri temi:
- L'acquisizione a titolo gratuito di un'area demaniale, corrispondente all'area su cui insiste il serbatoio idrico. Alla votazione ci siamo astenuti, non avendo elementi sufficienti per valutarne l'utilità o meno rispetto agli obiettivi del Comune.
- La lista Rinnovamento ha poi avuto risposta all'interrogazione posta durante lo scorso Consiglio, sullo spandimento della pollina dello stabilimento recentemente incendiatosi a Galliera. Rinnovamento chiedeva notizie in merito all'area di spandimento di tale pollina, e al livello di pericolosità della stessa, che poteva contenere fibra di amianto. Il Sindaco ha rassicurato tutti, dicendo che tale scarto è stato disperso in area del Comune di Pieve di Cento, ma su un terreno privato, e che i documenti degli organismi di controllo ne comprovano la regolarità anche per la salute. Il MoVimento 5 Stelle di Pieve di Cento, rimane comunque in attesa di avere maggiori informazioni.
- Per il punto Comunicazioni, un Consigliere di Maggioranza ha fatto notare che i report che il MoVimento divulga dopo le sedute delle Commissioni, ed in particolare della Commissione Affari Sociali di cui lo stesso Consigliere è Presidente, non sono approvati con votazione dei partecipanti e presentano pertanto una visione parziale dello svolgimento delle stesse commissioni. Dal nostro punto di vista, ci teniamo a precisare, che ciascun Gruppo Consiliare ha la possibilità di esprimersi come meglio crede, sulla stampa e/o sui social media, assumendosi come ovvio la responsabilità di quanto afferma: quindi a nostro avviso il problema di avere una condivisione dei contenuti non si pone. Facciamo notare inoltre che il Consigliere ha fatto rientrare queste sue considerazioni nel punto denominato Comunicazioni, impedendo così la replica da parte nostra.
- Il MoVimento ha infine presentato una interrogazione a risposta scritta, in merito al livello di manutenzione e sicurezza del Parco "L'Isola che non c'è". In particolare, a fronte della documentazione fotografica e delle norme tecniche attualmente vigenti, riteniamo che dopo svariati anni di esercizio su di esse e sul terreno su cui sono installate devano essere fatti diversi interventi di adeguamento e di manutenzione. Bisogna infine tener conto che, sempre in base alle norme tecniche per la realizzazione dei parchi giochi, le strutture non sono adeguate alla maggioranza degli utenti, più giovani e quindi potenzialmente a rischio di infortuni.

#OpenPieve
#pieve5stelle

I candidati a Pieve di Cento

  • user-pic
    antonino campione
  • user-pic
    Emilia Felli
  • user-pic
    Francesca Cocchi
  • user-pic
    Giuseppe Bargellini
  • user-pic
    Marco Bargellini
  • user-pic
    Marco Campanini
  • user-pic
    Marianna Petronelli
  • user-pic
    stefano lazzerini

   © 2010 www.movimento5stelle.it - I contenuti di questo sito sono rilasciati sotto licenza Creative Commons  Creative Commons