MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista

MoVimento 5 Stelle

Servizi ai cittadini


Osimo - 

[caption id="attachment_2665" align="aligncenter" width="632"] Le favolose proprietà immobiliari del vecchietto[/caption]

E' facile prendersela con un anziano indigente, vero Signora Bordoni?

Definire ignobile la presa di posizione delle Liste Civiche sulla vicenda umana dell'ottantenne di Passatempo che vive da tre anni dentro la sua auto è fare loro un favore. I Civici (o Cinici?) osimani  invece di criticare una strumentalizzazione mediatica della vicenda da parte del Sindaco, hanno attaccato addirittura la vittima!

L'ectoplasma Simoncini l'ha definito "furbetto". La dattilografa Bordoni (pensiero suo o di Colui che detta?) ha scritto che la sua è una "scelta di vita" perché "risulta proprietario di due immobili". A testimonianza di ciò pubblica su un noto social network nel gruppo "Osimo Speakers' Corner" la visura catastale del vecchietto stampata appositamente alle ore 15.58 del 20 novembre 2014, sbandierandola ai quattro venti. Uno sciacallo non sarebbe giunto a tanto. La paladina della privacy dei Morosi d'Oro, che tutelava strenuamente il principio della privacy quando era Amministratore Delegato di Astea Energia non facendo i nomi di aziende "amiche" con debiti di centinaia di migliaia di euro non pagati, ora della privacy se ne frega. Complimenti!

Gentile Sig.ra Bordoni, il Movimento 5 Stelle è andato in loco e si è documentato, come anche lei avrebbe dovuto fare. A Passatempo tutti conoscono la storia di profondo disagio sociale e familiare da cui proviene l'anziano signore. A parte il fatto che risulta proprietario solo di ¼ dell'immobile da lei astutamente individuato, abbiamo deciso di scattare qualche fotografia alla favolosa villa con piscina in cui il vecchietto si ostinava a non voler vivere, preferendo dormire in auto nelle splendide notti gelide in riva al fiume in inverno. Come si potrebbe definire questo immobile? Un rudere, forse anche pericolante, da cui fuggirebbero perfino i topi.

Gentile Signora Bordoni, dobbiamo stare attenti quando ci scagliamo contro gli anziani perché spesso negli ultimi anni della nostra vita perdiamo la salute, le capacità mentali e l'equilibrio psico-fisico e ci riduciamo in uno stato che non avremmo mai immaginato. Pensi se fosse stato un suo zio o un suo parente anziano. Non è giusto perdere la dignità e se un giorno dovesse capitare di perderla, bisogna essere compresi e aiutati, e non calunniati e abbandonati. Questo è il compito della società civile (quando è civile).

Concludiamo l'analisi di questa squallida vicenda con una riflessione rivolta al Sindaco, Simone Pugnaloni. Il suo gesto è stato bello. Però ci viene il dubbio che sia stato compiuto con un tempismo perfetto dal punto di vista mediatico, poiché della vicenda si è interessato il programma "La vita in diretta" di RAI 1 che verrà ad Osimo prossimamente per girare un servizio televisivo. Il dubbio diventa ancora più forte se pensiamo ad altre situazioni simili in cui ha promesso un suo interessamento concreto, come nel Consiglio Comunale del 23 settembre per il grave problema delle lavoratrici Plus Service, a cui sta facendo orecchie da mercante da ben due mesi!

La solidarietà ad personam non risolve il problema, ma soltanto politiche serie e sistematiche che agiscano in maniera strutturale ed estesa. Lei appartiene ad un partito, il PD, che sta facendo esattamente l'opposto. In combutta con Forza Italia sta provocando una macelleria sociale senza precedenti nel nostro Paese. Siete servi dei poteri forti europei ed internazionali, e state obbedendo alle politiche di austerity imposte dalla Troika (BCE, FMI e Commissione Europea), che stanno strangolando la nostra economia e riducendo sul lastrico la nostra società. Il suo idolo, Matteo Renzi, sta facendo a pezzi i diritti basilari dei lavoratori e se ne vanta pure! Il suo partito ha votato contro il taglio delle pensioni d'oro proposto dal Movimento 5 Stelle. Il suo partito ha votato contro il reddito di cittadinanza proposto dal Movimento 5 Stelle: un reddito minimo garantito di 600 euro mensili a persona, 1.000 euro per un nucleo familiare di due persone e così via. Sotto questi livelli di reddito nessun essere umano può vivere dignitosamente. I nostri parlamentari nel disegno di legge hanno trovato le coperture finanziarie necessarie e hanno costruito un valido progetto operativo per l'inserimento nel mondo del lavoro con le spalle coperte dal reddito di cittadinanza, grazie al quale nel frattempo chi cerca lavoro non è costretto ad accettare qualsiasi ricatto occupazionale, né a dover soffrire la disperazione e la fame, o essere costretti ad andare a rovistare tra gli ortaggi rovinati e scartati a Piazza delle Erbe. Erano idee realizzabili da subito che avrebbero aiutato tanti concittadini che vivono nella disperazione, ma il suo partito le ha bocciate con cinismo e arroganza ignobili.

Allora Gentile Sindaco se davvero vuole essere credibile, se davvero crede nella solidarietà, la smetta di descrivere la crisi come un evento naturale ineluttabile, come uno tsunami venuto da lontano, creato da nessuno, contro cui non si può fare quasi niente. Qualcosa si può fare, eccome, ma il suo partito non vuole! Agisca concretamente e non solo a parole per promuovere l'equità e la giustizia sociale; prenda posizioni chiare e coraggiose contro le politiche inique e gli errori commessi dal suo stesso partito e da quelli che lo hanno preceduto al governo.

Altrimenti il suo gesto varrà ben poco, e non sarà solo il vecchietto di Passatempo, ma saranno migliaia e migliaia i disperati da salvare.

Movimento 5 Stelle Osimo

[caption id="attachment_2666" align="aligncenter" width="1000"] Le favolose proprietà immobiliari del vecchietto[/caption]


Osimo - 

Sabato 01/11/2014 si svolgerà ad Osimo una manifestazione da noi promossa, al fine di chiedere che il Commissariato di Polizia di Osimo non venga chiuso; l'evento prevede un corteo di partecipanti con inizio alle ore 11:00 e termine alle ore 12:00 circa, e si svolgerà nel percorso che va da piazza Boccolino sino a piazza Marconi (di fronte al Teatro La Nuova Fenice) dove ci riuniremo. Nostro obiettivo è informare l'opinione pubblica sull'ennesimo taglio indiscriminato ai diritti posto in essere da questo Governo: in questo caso il diritto alla sicurezza. È assurdo che questa classe politica continui a mantenere i propri privilegi e chieda sempre a noi cittadini di fare sacrifici.

Questo evento giunge a conclusione della campagna di raccolta firme che ci ha visti impegnati per mesi nella petizione che abbiamo indirizzato al Ministero dell'Interno al fine di sensibilizzarlo e scongiurare la chiusura del Commissariato. Parteciperanno anche altri gruppi del Movimento 5 Stelle della Valmusone, interessata purtroppo al taglio del servizio, ma interverranno in supporto anche gruppi lontani geograficamente come Jesi, Tolentino e Fabriano.

La prossima settimana è prevista la consegna delle firme alla Prefettura da parte dei nostri consiglieri comunali e un colloquio con il questore di Ancona in merito alla vicenda.

Nell'epoca in cui sembra normale essere spogliati di qualsiasi diritto noi diciamo no! Scendi in piazza anche tu e vieni a manifestare: un futuro migliore è possibile, ma dipende anche da te.

Movimento 5 Stelle Osimo

Trasparenza Zero


Osimo - 

Il Sindaco Simone Pugnaloni, coi mille impegni che ha, probabilmente ha fatto un po' di confusione. Infatti ha combinato in maniera maldestra (forse per poca dimestichezza con entrambe le cose) la Trasparenza da lui tanto sbandierata in campagna elettorale con la strategia Rifiuti Zero, cavallo di battaglia del Movimento 5 Stelle su cui Pugnaloni è salito soltanto al ballottaggio per strizzare l'occhio ai nostri elettori. Il risultato è un ibrido mostruoso che non ci piace per niente: Trasparenza Zero!

Con il martellante hashtag "CambiaOsimo" aveva dichiarato agli osimani che, se avesse vinto lui, avrebbe finalmente cambiato le cose dopo 15 anni di strapotere delle Liste Civiche: il feudo di Latini & Company con lui sarebbe stato spazzato via per fare posto ad un cambiamento epocale. Pensavamo che Pugnaloni volesse emulare in buona fede il suo idolo Renzi, il cabarettista di Palazzo Chigi che continua a raccontare impunemente balle agli italiani mentre il Paese affonda. Pensavamo che - a differenza di Renzi - volesse veramente sgombrare il campo dalle porcate della vecchia politica anziché lasciarle intatte riverniciandole con qualche chiacchiera da televendita: ma se il buongiorno di vede dal mattino, il nostro meteo prevede piogge intense.

L'art. 43 del T.U.E.L. (Testo Unico degli Enti Locali) al comma 2, recita: "I consiglieri comunali e provinciali hanno diritto di ottenere dagli uffici, rispettivamente, del comune e della provincia, nonché dalle loro aziende ed enti dipendenti, tutte le notizie e le informazioni in loro possesso, utili all'espletamento del proprio mandato. Essi sono tenuti al segreto nei casi specificamente determinati dalla legge". E' dunque un diritto dei consiglieri comunali in quanto rappresentanti dei cittadini, acquisire informazioni attraverso l'accesso agli atti sia direttamente presso il Comune, sia presso le società partecipate dal Comune.

Il Movimento 5 Stelle di Osimo, proseguendo l'operazione trasparenza iniziata nell'estate del 2013 sui cosiddetti "morosi d'oro" di ASTEA, in data 26 agosto ha presentato una richiesta di accesso agli atti alla società partecipata ASTEA ENERGIA SPA, a cui - soltanto il 10 settembre - la stessa rispondeva con un rifiuto. La motivazione dell'amministratore delegato Fabrizio Micozzi, un luminare del diritto amministrativo a giudicare dalla sua risposta, è da barzelletta: siccome ASTEA ENERGIA è una branca di ASTEA SPA (proprietaria del 94% delle quote), e il Comune di Osimo non figura direttamente, ASTEA ENERGIA non si considera una società partecipata dal Comune e per questo rifiuta l'accesso agli atti ai nostri consiglieri comunali. Un comico mix tra il gioco delle scatole cinesi e quello delle tre carte.

Come se non bastasse in data 13/09/2014, sollecitati da diversi gruppi di cittadini, abbiamo presentato una richiesta di accesso agli atti relativa al progetto di edificazione ad opera della A.S.S.O. di un centro ricreativo nel giardino della Scuola Elementare Montetorto di Casenuove. Il nostro scopo era quello di fare chiarezza e di contribuire con una nostra proposta il più possibile economica, efficace, efficiente e trasparente alla soluzione della questione. Gli impiegati comunali ci hanno informati che i documenti richiesti, su disposizione del Sindaco, non potevano essere ottenuti o almeno non con la tempestività necessaria.

Non volendo strumentalizzare pubblicamente i due episodi, pensando ad un sicuro equivoco e con l'intenzione di risolvere la questione bonariamente, ci siamo rivolti al Sindaco, il quale nel più classico stile trasformista ha detto che avrebbe fatto il possibile. Come è andata a finire? Gli accessi agli atti non li abbiamo ancora ottenuti.

A che gioco sta giocando l'Amministrazione Comunale targata PD? Vuole coprire le spalle alla passata gestione di ASTEA ENERGIA targata Liste Civiche? Vuole proseguire il progetto delle Liste Civiche di costruire un centro ricreativo a Casenuove da "convertire" in scuola del costo di circa 1.200.000 euro, senza confrontarsi pubblicamente coi cittadini e senza valutarne la convenienza economica con la dovuta calma? Maggioranza e Liste Civiche stanno dando quotidianamente spettacolo con un teatrino di accuse reciproche, ma poi sotto sotto convergono sui grandi affari infischiandosene dei cittadini? Il dubbio sorge spontaneo guardando l'ammucchiata delle "grandi intese" a livello nazionale. E' proprio vero, con la vecchia politica una mano lava l'altra e alla fine la pseudo-destra di Berlusconi e la pseudo-sinistra di Renzi hanno dichiarato agli italiani il loro amore segreto: ora vanno a braccetto insieme senza pensare minimamente al bene dei cittadini, pretendendo di continuare a gestire impunemente la cosa pubblica dopo aver massacrato l'Italia.

Gentile Sindaco, non ripeta questo gioco ad Osimo: la trasparenza è un'attitudine mentale, è un comportamento quotidiano, non un insieme di normative da interpretare come fa più comodo. E' un cambiamento nel modo di fare politica, in maniera da farla insieme ai cittadini, al loro fianco (e non alle loro spalle). Non continui nei comportamenti dei suoi predecessori. Non confonda i diritti dei cittadini (e in questo caso il diritto dei consiglieri comunali ad informare in maniera trasparente e tempestiva la città) con le gentili concessioni di stampo medievale che i feudatari elargivano secondo il proprio capriccio ai loro sudditi.

I cittadini osimani e il Movimento 5 Stelle che li rappresenta, non glielo permetteranno.

Movimento 5 Stelle Osimo


Osimo - 

Nei giorni in cui:


  • l'Amministrazione Comunale si allinea alla mannaia dei tagli ai servizi essenziali imposti cinicamente dal Governo nazionale del partito unico di Renzi e Berlusconi proponendo una tariffazione iniqua del trasporto scolastico con agevolazioni irrisorie per le fasce più deboli;

  • le Liste Civiche propongono un improbabile servizio di trasporto privato alternativo a quello pubblico, che ci ricorda tanto vecchi specchietti per le allodole e trovate pubblicitarie stile "Ospedale della provvidenza", per racimolare consensi in vista delle prossime elezioni regionali del 2015;


il Movimento 5 Stelle di Osimo affronta il tema della tariffazione degli scuolabus con serietà e pragmatismo, mettendo al primo posto l'equità e la giustizia sociale.

Era ovviamente ingiusto lo sconto indifferenziato dell'80% della vecchia Amministrazione (il figlio dell'operaio pagava come il figlio del ricco benestante), che costava ai contribuenti osimani circa 70.000 euro l'anno, ma analizzando le fasce proposte dall'attuale Amministrazione Comunale introdotte con delibera del 09/08/2014 ci siamo accorti della loro assoluta inadeguatezza rispetto alle esigenze delle famiglie osimane, specie quelle con più figli. Abbiamo così provveduto a ridurre l'ampiezza delle fasce (all'interno di una stessa fascia vi erano situazioni economiche molto diverse tra loro) e abbiamo introdotto la gratuità del servizio per la 1° fascia di reddito, (ISEE inferiore a € 6.500), cioè alle famiglie estremamente povere. Per le altre fasce abbiamo ridotto notevolmente il costo aumentando il contributo comunale (80% per la 2° fascia, 60% per la 3°, 40% per la 4°, 30% per la 5° e 20% per la 6°), introducendo a partire dalla 4° fascia un ulteriore sconto del 25% per il secondo figlio e del 50% per il terzo figlio e successivi.

Abbiamo eseguito diverse simulazioni e i risultati ottenuti sono stati soddisfacenti.


  1. Ad esempio per una famiglia con 1 genitore e 2 figli, reddito € 20.000, abitazione con rendita catastale di € 450, risulta un ISEE di € 10.078 (3° fascia) che determina uno sconto del 60% per entrambi i figli, (non si applica l'ulteriore riduzione per il secondo figlio in quanto l'ISEE rientra nelle prime tre fasce). In caso di utilizzo del servizio andata e ritorno la famiglia spende per entrambi i figli € 158,40 (€ 79,20 x 2).

  2. Per una famiglia di 2 genitori con 3 figli con reddito € 32.000, abitazione con rendita catastale di € 450, risulta un ISEE di € 12.062 (4° fascia) e si determina uno sconto del 40% per il primo figlio, del 40% e ulteriore 25% per il secondo, e del 40% e ulteriore 50% per il terzo (€ 118,80 + € 103,95 + € 69,30 = € 267,30).


Di seguito riportiamo una tabella riepilogativa della nostra soluzione con le percentuali del contributo comunale e i relativi costi per le famiglie. Nei prossimi giorni la proporremo all'Amministrazione Comunale chiedendone l'adozione.

Tariffe scuolabus 2014-2015.bmp

La giustizia sociale si fa proponendo soluzioni concrete e realistiche, non con le chiacchiere.

Movimento 5 Stelle Osimo


Osimo - 

Il M5S di Osimo continua la sua battaglia in difesa del commissariato di Polizia iniziata già in campagna elettorale. Ci siamo mossi su più fronti:


  • a livello nazionale con l'interrogazione n. 4-05603 al Ministro dell'Interno depositata dalla nostra deputata Donatella Agostinelli nella seduta del 21 luglio 2014;

  • ad Osimo con un'analoga interrogazione consiliare al Sindaco a firma dei due consiglieri comunali David Monticelli e Sara Andreoli, discussa lo scorso 4 settembre in Consiglio Comunale a cui ha fatto seguito l'atto congiunto sottoscritto da tutte le forze politiche osimane contro la chiusura del Commissariato.


Ricapitoliamo un po' la vicenda: sotto la mannaia del progetto ministeriale di "razionalizzazione"dei presidi di Polizia di Stato, manco a dirlo, è finito anche il Commissariato di Osimo. Con la sua soppressione la Polizia scomparirebbe per ben43 chilometria sud di Ancona fino a Civitanova Marche, nonché48 chilometria sud-ovest di Ancona fino a Macerata. Il commissariato di Osimo gestisce un comprensorio comprendente ben 10 comuni: Osimo, Castelfidardo, Loreto, Filottrano, Camerano, Agugliano, Sirolo, Numana, Polverigi e Offagna, in un'area totale di328 kmquadrati e 102.000 residenti.

Noi del Movimento 5 stelle riteniamo che questo sia l'ennesimo taglio ad un servizio fondamentale per i cittadini, frutto di un disegno di erosione dei diritti, (altro che razionalizzazione!). Da parte del governo centrale assistiamo ancora una volta ad operazioni di "austerity" e "spending-review" (le "lacrime e sangue" di Monti e della Fornero stanno continuando impunemente col governo Renzi). La barca sta affondando e lo Stato fa cassa sulle spalle dei cittadini decidendo a tavolino di colpire i settori fondamentali per la vita delle persone: la scuola, la sanità, la sicurezza.

Il Commissariato svolge numerosi servizi (pattuglia, ordine pubblico, rilascio passaporti, permessi di soggiorno, porto d'armi, servizi di controllo amministrativo e di polizia giudiziaria). Soprattutto è fondamentale per la percezione di sicurezza che dà al cittadino e per l'effettuo dissuasione nei confronti della criminalità, specie quella organizzata, che senza la presenza della Polizia di Stato avrebbe campo libero, infiltrandosi ad Osimo e in Valmusone che potrebbero trasformarsi in potenziali "nuovi Bronx". Rimarrebbero solo i Carabinieri a svolgere il servizio di pattuglia in un territorio così vasto, di fatto dimezzando le unità operative nell'intera area.

A tutto questo il Movimento 5 stelle dice no! Insieme ai cittadini faremo sentire la nostra voce, raccogliendo le firme degli osimani che consegneremo al Ministero degli Interni! I nostri attivisti saranno presenti coi banchetti in tutto il territorio comunale, e attraverso la collaborazione degli esercizi commerciali osimani che vorranno aiutarci, riusciremo a raccogliere quante più firme possibili.  Le soluzioni concrete esistono: l'atto del Consiglio Comunale del 4 settembre 2014 votato all'unanimità da tutte le forze politiche mette a disposizione i locali comunali del San Carlo per il trasferimento del commissariato con un notevole risparmio sull'affitto. Stiamo pubblicizzando l'iniziativa attraverso un volantinaggio porta a porta in tutta Osimo, e stiamo cercando di estendere la raccolta firme anche a Castelfidardo, Loreto e Filottrano, coinvolgendo i gruppi locali del Movimento 5 Stelle. Dobbiamo rafforzare il senso di comunità e di partecipazione a difesa di un bene comune come questo per il quale abbiamo intenzione di batterci fino in fondo.

Chi non ha il coraggio di lottare, non ha il diritto di lamentarsi!

Movimento 5 Stelle Osimo


Osimo - 

Partecipazione, trasparenza e meritocrazia sono state protagoniste il 30 giugno 2014, nella serata in cui il Movimento 5 Stelle ha designato i candidati da proporre al sindaco Pugnaloni  per il C.d.A. della A.S.S.O.. L'assemblea pubblica, aperta a tutta la cittadinanza, si è tenuta alle ore 21:00 nella Sala Conferenze dell'ASTEA ed ha preso in esame le 34 candidature regolarmente pervenute entro le ore 14.00. Ai candidati, purtroppo non tutti, ma che nonostante i tempi strettissimi hanno partecipato all'assemblea, è stata data l'opportunità di presentarsi e illustrare personalmente i punti salienti del proprio curriculum e della lettera di motivazioni alla candidatura precedentemente inviati via e-mail e diffusi in tempo reale a tutti i membri del M5S Osimo.

Estremamente qualificati i profili professionali presentati: da psicologi a commercialisti e probiviri in società analoghe alla A.S.S.O.; da insegnanti di vari ordini e gradi a impiegati con esperienze pluriennali nel settore amministrativo e degli acquisti; da pensionati impegnati nel volontariato a dirigenti medici; da dottorandi e ricercatori universitari ad esperti in storia e cultura della nostra città fino ad esperti in tematiche ambientali e mobilità sostenibile.

Completata la presentazione diretta dei candidati è seguita la votazione assembleare (vedi tabella) da parte dei membri del M5S presenti, mentre contemporaneamente si è conclusa la votazione online iniziata alle ore 15:00 da parte dei membri del M5S impossibilitati a partecipare all'assemblea, che ha espresso la seguente graduatoria: Roberto Mosca (19 preferenze) esperto di storia osimana; Lucia Antellini (15 preferenze) psicologa e psicoterapeuta; Simone Bompadre (14 preferenze), insegnante e musicista. A seguire Massimiliano Gatto (9 voti) ricercatore industriale e universitario, Fabrizio Bartoli (8 voti) ex-insegnante ed esperto di storia osimana e - a pari merito con 5 voti - Laura Capodaglio (relazioni internazionali), Daniele Provinciali (avvocato) e Daniela Vincitorio (dirigente medico).

Il M5S esprime particolare soddisfazione circa l'esito della votazione e soprattutto dell'innovativa modalità con cui si è svolta, improntata alla massima trasparenza, partecipazione e meritocrazia. Sicuramente una tale attività avviata e conclusa in una manciata di giorni ha colto alla sprovvista tanti nostri sostenitori, ma lo ripeteremo sempre: seguiteci da vicino, perché questo è il nostro modo di fare politica, con i cittadini e per i cittadini. Con convinzione di aver operato al meglio segnaliamo al sindaco Pugnaloni i nostri candidati, poiché espressione di tale metodologia, ed invitiamo l'Amministrazione Comunale ad adottare analoghe modalità nelle future selezioni. Il vantaggio è indiscutibile: l'Amministrazione persegue meglio le proprie linee politiche e programmatiche (se realmente a favore dei cittadini) poiché è in grado di nominare soggetti competenti, professionali e indipendenti dalle logiche e dalle devianze della vecchia politica. Per questo motivo rimettiamo all'attenzione del Sindaco i curricula non solo dei tre candidati designati per il CdA della A.S.S.O., ma - in separata sede - anche gli altri pervenutici. Infatti essi sono espressione di alte professionalità che hanno inteso mettersi a disposizione senza tornaconti personali, ma esclusivamente nell'interesse dell'intera comunità osimana. Sicuramente tali profili sono meritevoli di essere presi in considerazione anche per altri incarichi strategici negli enti e nelle società a partecipazione comunale.

Il M5S ha concretamente dimostrato che una selezione trasparente e partecipata è possibile; ovviamente può essere ulteriormente migliorata, ma già questo risultato finale è sotto gli occhi di tutti e costituisce indubbiamente un salto evolutivo verso un futuro dove onestà, capacità e competenza saranno di moda.

Movimento 5 Stelle Osimo

GRADUATORIA CANDIDATI PER IL CDA DELLA A.S.S.O.


CV ROBERTO MOSCA                     CV LUCIA ANTELLINI                       CV SIMONE BOMPADRE

Osimo - 

Il Sindaco ha invitato ogni gruppo consiliare a proporre tre nominativi quali nuovi consiglieri d'Amministrazione dell'Azienda Speciale ASSO, che comunque poi sceglierà a sua esclusiva discrezione.

Il Movimento 5 Stelle Osimo ha ricevuto in data 23 giugno questo invito e - in concreta applicazione dei propri fondamentali principi di trasparenza e partecipazione - proporrà la propria terna di nominativi sulla base delle candidature che ci perverranno direttamente dai cittadini.

Per questo abbiamo pubblicato nel nostro sito www.osimo5stelle.it un modello col quale ogni cittadino interessato può presentare la propria candidatura alle suddette cariche. E' richiesto l'inserimento dei propri dati, una lettera motivazionale e l'invio del proprio curriculum all'indirizzo e-mail info@osimo5stelle.it. Questa fase di "autocandidatura" terminerà lunedì 30 giugno alle ore 14.00. In serata tutte le candidature così pervenute saranno analizzate dall'assemblea degli attivisti del M5S che selezioneranno i tre nominativi da proporre al Sindaco sulla base di un'attenta valutazione dei curriculum, al termine della quale si procederà con una votazione democratica. Ci dispiace non aver potuto elaborare un bando più strutturato e che i tempi siano così stretti, ma come abbiamo detto l'invito ci è pervenuto solo il 23 giugno e i termini sono appunto 8 giorni dalla data dell'invio dell'invito stesso.

Oltre ovviamente a comprovare la propria esperienza e competenza professionale il candidato dovrà possedere i requisiti di cui agli art. 58, 59 del D. Lgs. 235/2012, all'art. 87 del T.U.E.L. (Testo Unico degli Enti Locali), e ovviamente al D. Lgs. n. 39/2013, (cosiddetto "anti-corruzione").

Ricordiamo che la A.S.S.O., l'Azienda Speciale Servizi Osimo è una società speciale del Comune di Osimo che ha per oggetto:


  • la gestione dei servizi sociali, scolastici, dell'handicap e del tempo libero ed affini del Comune di Osimo;

  • l'offerta di servizi sociali, educativi e del tempo libero sul territorio;

  • la gestione, la ristrutturazione e la costruzione di strutture residenziali, semiresidenziali, polifunzionali, centri per l'infanzia, l'adolescenza, disabili e soggetti svantaggiati;

  • la formazione professionale;

  • la gestione di servizi sanitari.


Invitiamo i cittadini a partecipare numerosi e a diffondere questa informazione presso amici o conoscenti che ritengano in possesso dei requisiti professionali e personali utili per ricoprire le cariche.

Non siate timidi! La trasparenza e la partecipazione devono essere azioni concrete e continue, e non parole vuote.

Soltanto così cambieremo veramente la nostra Città e il nostro Paese.

Movimento 5 Stelle Osimo


Osimo - 


Il Movimento 5 Stelle di Osimo esprime piena soddisfazione per l'esito del primo consiglio comunale della nuova legislatura, tenutosi il 19 giugno 2014. E' stato infatti approvato dall'assemblea un emendamento che abbiamo presentato al 7° ed ultimo punto all'ordine del giorno ("Definizione degli indirizzi per la nomina, la revoca e la designazione dei rappresentanti del Comune, presso Enti, Aziende e Istituzioni"), col quale abbiamo integrato il testo proposto dalla maggioranza con alcuni commi che lo hanno reso a nostro avviso più chiaro e puntuale nel definire criteri oggettivi per promuovere una reale trasparenza, democrazia e meritocrazia nelle nomine.

Coerentemente con quanto promesso in campagna elettorale abbiamo subito concretizzato il nostro impegno per rispettare il programma e i nostri elettori fino in fondo. Il cambiamento vero passa per un cambio di mentalità, che elimini i poltronifici e le logiche spartitorie finora in vigore che hanno condotto il nostro Paese nello stato disastroso in cui oggi si trova. Il nostro emendamento ha introdotto criteri che contrastano effettivamente il conflitto di interesse nelle nomine, allargano il raggio d'azione contro il rischio di eventuali "parentopoli", vietano la nomina dei condannati in primo grado per dolo e di coloro che hanno commesso reati contro la pubblica amministrazione, oltre che degli amministratori pubblici palesemente incompetenti (che abbiano riportato per 3 anni consecutivi perdite nei bilanci delle società da loro amministrate). Infine abbiamo introdotto l'importante principio dell'utilizzo del concorso pubblico come strumento principe per una selezione meritocratica oltre che il vincolo di non aver svolto due mandati in altri Enti o Aziende pubbliche.

Questi criteri, sviluppati esclusivamente nell'interesse comune di tutta la cittadinanza, pur essendo stati proposti dal Movimento 5 Stelle, non hanno nessun colore né appartenenza politica, ed è per questo che sono stati accolti favorevolmente dalla maggioranza. E' proprio sull'universalità, la giustizia e l'onestà delle proposte, (da qualsiasi parte esse vengano), che instaureremo un rapporto costruttivo con le altre forze politiche in Consiglio Comunale sinceramente interessate ad attuare un reale cambiamento.

E' tempo che parole dense di significato ritornino ad essere pronunciate nei consigli comunali, non come retorica, ma come ricostruzione di un rapporto diretto coi cittadini.

Il Movimento 5 Stelle ha iniziato a farlo il 19 giugno 2014.

Tutti coloro che sono interessati alla designazione/nomina possono inviare la propria candidatura entro le ore 13:30 di martedì 24 giugno.

http://www.comune.osimo.an.it/absolutenm/templates/?a=1028&z=6

Movimento 5 Stelle Osimo


Osimo - 

Continuano le gaffe (involontarie?) delle Liste Civiche.

Ora i cementificatori d'assalto si travestono da agnelli e annunciano in pompa magna di organizzare un incontro pubblico al Cinema Concerto con Dino Latini il 17 maggio. Avete capito bene, cari concittadini! Quello stesso Cinema Concerto che per anni hanno proibito a chiunque di utilizzare, lasciandolo marcire; che hanno tentato di demolire per costruirci dei parcheggi (che idea geniale!); che fino all'altro ieri, con un bando di gara inaudito, avevano tentato di svendere al peggior offerente privato insieme al Mercato delle Erbe, ebbene oggi le Liste Civiche lo vogliono magicamente valorizzare. Ci domandiamo con quale faccia tosta possano organizzare un incontro in un luogo simbolo del loro disinteresse verso le richieste dei cittadini, luogo tra l'altro dichiarato inagibile? E' una vergogna che Latini, che sfugge a tutti gli incontri con gli altri candidati sindaci per non rispondere alle domande scomode (che sono tante), incontri gli osimani in questo luogo. Chissà quale falsa promessa farà: che rilancerà il Cinema Concerto, per caso? Questa è una vera e propria presa in giro alla comunità osimana tutta.

Negli ultimi mesi molte associazioni culturali cittadine hanno organizzato incontri partecipati di riprogettazione e riqualificazione del Cinema Concerto, del Mercato delle Erbe e del Campetto dei Frati: noi del M5S abbiamo partecipato, mentre delle Liste Civiche non si è vista neanche l'ombra. E poi Dino Latini dice che sono i suoi avversari politici che offendono l'intelligenza dei cittadini osimani...

Infine concludiamo, informando le Liste Civiche che non è possibile utilizzare il Cinema Concerto in campagna elettorale, perché un comunicato del sindaco uscente Stefano Simoncini datato 15/4/2014 sancisce che l'unico locale di proprietà comunale idoneo ad ospitare assemblee pubbliche di partiti politici è l'Aula Magna del Palazzo Comunale.

Il Movimento 5 Stelle diffida pertanto la lista civica Osimo Democratica dall'utilizzo del Cinema Concerto il 17 maggio 2014, e annuncia che si rivolgerà alle autorità competenti per il rispetto della regole democratiche in campagna elettorale.

La legge è uguale per tutti...oppure no?

#osimostiamoarrivando

Movimento 5 Stelle Osimo

I candidati a Osimo

Archivio

Questa pagina è l'archivio dei post nella categoria Servizi ai cittadini.

Energia è la categoria precedente.

Sviluppo è la categoria seguente.

Partecipa ai nostri eventi


   © 2010 www.movimento5stelle.it - I contenuti di questo sito sono rilasciati sotto licenza Creative Commons  Creative Commons