MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista

MoVimento 5 Stelle

Jesi - 

M5S JESI: DITO PUNTATO SUL REPARTO DI PNEUMOLOGIA DEL "CARLO URBANI"


Tagli Sanità_2.jpg

Siamo agli sgoccioli di questo 2017 ma ancora non è momento di bilanci. Tante battaglie e tanti riflettori abbiamo acceso su argomenti scottanti e di interesse pubblico ed ancora oggi siamo qui a portare all'attenzione di tutti una materia che scotta per la politica locale e regionale: parliamo nuovamente della questione Broncopneumologia del "Carlo Urbani" di Jesi.

Come già noto a tutti, l'eccellenza medica del nostro territorio, in questi giorni di dicembre soffre e tenta di sopravvivere ai tagli effettuati che hanno ridotto a soli 8 posti le degenze per pazienti affetti da malattie dell'apparato respiratorio.

Come sia potuto accadere ciò è di facile spiegazione.
Il numero esiguo di medici per quel reparto (2) ha costretto la Direzione a chiudere parte del reparto per rispettare i diritti contrattuali nazionali ed europei dei sanitari da una parte e per l'impossibilità di dare una assistenza adeguata ai pazienti dall'altra.
Il MoVimento 5 Stelle da mesi, sia a livello locale che in sede regionale, aveva alzato l'attenzione su questa carenza cronica di risorse umane specializzate ma da parte della governance non si sono visti chiari segnali di apertura alla risoluzione di questo grave problema che sta portando all'asfissia il reparto di Broncopneumologia Jesino.

E' stato indetto in data 7/12/2016 un avviso pubblico per Dirigenti Medici specializzati in malattie dell'apparato respiratorio che ha portato in data 29/03/2017 (determina 471 AV2) alla formulazione di una graduatoria di merito.
Già in quella data la dotazione organica del reparto era ridotta all'osso ma inspiegabilmente fino a settembre 2017 non si è provveduto all'assunzione di Medici, tant'è che per tenere aperto il reparto nei mesi estivi ci risulta si sia dovuto ricorrere a "prestiti di personale " provenienti da Osimo.
Attenzionando la situazione e l'evoluzione dei fatti, ci siamo accorti di una strana circostanza nell'assunzione avvenuta in data 05/09/2017 (determina 1289 AV2). Leggendo bene gli atti si evince che ad essere stato assunto è stato il 5°ed 'ultimo medico classificatosi mentre il primo utilmente piazzato non è stato assunto nonostante la disponibilità data (come si legge da documento istruttorio). Il neo assunto Medico per la Pneumologia jesina è rimasto in servizio nel Reparto per poco più di due mesi.

Da allora nulla di nuovo in fatto di assunzioni, nonostante 4 medici in graduatoria pronti ad accettare l'incarico; anzi , il 1° Dicembre 2017 si è arrivati a quanto aveva preannunciato il Dottor Bravi in data 8 novembre (con un intervento fortemente critico non solo sulle sorti della Broncopneumologia ma di tutto il Carlo Urbani in occasione dell'incontro a palazzo dei Convegni in cui sindaco Massimo Bacci e assessori avevano presentato ufficialmente il programma di mandato) cioè il ridimensionamento del reparto nel quale aveva lavorato per anni.

La pressione mediatica su tale situazione ha portato l'Area Vasta 2 ad indire in fretta e furia un nuovo avviso pubblico per pneumologia (determina 1607 / 1643 AV2) ma ci chiediamo: per quale motivo si spendono nuovamente soldi pubblici per indire un nuovo concorso quando ancora vi è in essere una graduatoria che mai è stata dichiarata formalmente scaduta (l'art. 35, co. 5ter, D.Lgs. 165/2001 prevede che «Le graduatorie dei concorsi per il reclutamento del personale presso le amministrazioni pubbliche rimangono vigenti per un termine di tre anni dalla data di pubblicazione)?

Abbiamo inotre rilevato dall'analisi del curriculum del presidente della commissione esaminatrice che non si evicono proprie competenze specialistiche in materia. Al di là pertanto della correttezza formale della nomina, ci auguriamo che venga garantita la certezza dell'individuazione del miglior professionista possibile in materia per la miglior efficienza del reparto, esprimendo a riguardo le nostre perplessità. La Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della Funzione Pubblica afferma infatti che le commissioni esaminatrici di concorso devono essere composte da tecnici esperti nelle materie oggetto del concorso, scelti tra funzionari delle amministrazioni e non possono farne parte (ai sensi dell'art.6 del DLgs. 23/12/93 n°546) i componenti dell'organo di direzione politica dell'amministrazione interessata.

Quello che ci auguriamo per la popolazione della Vallesina e che il Reparto di Pneumologia torni ad essere un'eccellenza del Nostro territorio e che tutti i pazienti che necessitano di cure specialistiche abbiano a disposizione Medici preparati e con dotazioni strutturali e strumentali idonee allo svolgimento della loro attività.
La presenza di uno Pneumologo è fondamentale e necessaria !
La Broncopneumologia e tutto l'Ospedale non sono di proprietà dei politici di turno , ma di tutta la comunità !
Vigiliamo sui nostri diritti.

Jesi, 18.12.2017

MoVimento 5 Stelle - Jesi

email: movimento5stellejesi@gmail.com
web: http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/jesi/
http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/jesi2012/

Tel. 329.4574172; 338.4674945
facebook: Lista Civica Cinque Stelle Jesi; Movimento Cinque Stelle Jesi


Jesi - 


SGARBI vs DI MATTEO: IL M5S JESI PRESENTA UN ODG DI SOSTEGNO AL MAGISTRATO PALERMITANO, CITTADINO BENEMERITO DI JESI.

sgarbi-vs-di-matteo.jpg

Dopo le recenti gravissime affermazioni del neo assessore siciliano Vittorio Sgarbi (nonché assessore presso la Giunta di Urbino) con le quali ha pesantemente attaccato il PM della Procura di Palermo Antonino di Matteo, da sempre impegnato in importantissime indagini contro la Mafia, abbiamo deciso di presentare un Ordine del Giorno per il prossimo Consiglio Comunale di lunedì 18.12.2017. Nel nostro atto, si impegna il Consiglio ad esprimere piena solidarietà al PM Antonino di Matteo per questo ennesimo attacco alla sua persona e sostegno per il suo impegno contro la mafia, nonché a manifestare sdegno e censura nei confronti delle affermazioni dell'Assessore Vittorio Sgarbi, ritenendole inappropriate ed inopportune per un amministratore pubblico.

Nel giugno del 2016 il Comune di Jesi ha riconosciuto la civica benemerenza e la cittadinanza onoraria al PM Nino di Matteo proprio a seguito delle gravi minacce di morte emerse in alcune intercettazioni del boss Riina. Abbiamo perciò ritenuto doveroso, a fronte dell'inaudto attacco pubblico di Sgarbi, far esprimere e confermare in Aula dal Consiglio jesino nuovamente, senza se e senza ma, solidarietà al magistrato.

Poiché riteniamo che la lotta alla mafia non può essere terreno di scontro politico o di battaglie strumentali tra partiti, liste o movimenti politici, abbiamo proposto anche a tutti gli altri capigruppo di sottoscrivere l'ordine del giorno, augurandoci che possa avere la massima condivisione possibile.

Jesi, 16.12.2017

MoVimento 5 Stelle - Jesi

email: movimento5stellejesi@gmail.com
web: http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/jesi/
http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/jesi2012/

Tel. 329.4574172; 338.4674945
facebook: Lista Civica Cinque Stelle Jesi; Movimento Cinque Stelle Jesi

_________________________


All'Ill.mo Sig. Sindaco
della Città di Jesi
All'Ill.mo Sig. Presidente del Consiglio Comunale
di Jesi
e p.c.
Ai Capigruppo Consiliari del Comune di Jesi

OGGETTO: Solidarietà al magistrato Antonino di Matteo e censura delle parole dell'Assessore Vittorio Sgarbi.


La sottoscritta CLAUDIA LANCIONI, Consigliera Comunale del Gruppo "MoVimento 5 Stelle", presenta il seguente

Ordine del giorno ex art.38 del Regolamento del Consiglio Comunale.


PREMESSO CHE
- il magistrato Antonino Di Matteo ha indagato sulle stragi in cui sono stati uccisi i magistrati Giovanni Falcone e Paolo Borsellino e le loro scorte, oltre che sugli omicidi di Rocco Chinnici e Antonino Saetta;
- attualmente è pubblico ministero in numerosi processi a carico di mafiosi e si sta occupando dei casi riguardanti i rapporti tra mafia, politica e istituzioni, come una delle pagine più oscure della storia repubblicana: "la trattativa Stato/Mafia";
- sono terribili e agghiaccianti le parole intercettate nel novembre 2013 al boss corleonese Totò Riina, nel cortile del carcere milanese di Opera: "Lo dissi che lo faccio finire peggio del giudice Falcone, perché questo Di Matteo non se ne va, ci hanno chiesto di rinforzare, gli hanno rinforzato la scorta. E allora se fosse possibile a ucciderlo, un'esecuzione come eravamo a quel tempo a Palermo";
- numerosi pentiti hanno confermato che il superlatitante Matteo Messina Denaro ha ordinato da tempo l'assassinio del magistrato;
- i pentiti Vito Galatolo, Antonio Zarcone e Carmelo D'Amico annunciano che il tritolo per Di Matteo è già arrivato a Palermo;
- a settembre 2015 è uscito su "La Repubblica" un articolo in cui si racconta che un altro pentito di mafia, ovvero l'ex boss di Borgo Vecchio Francesco Chiarello, ha confermato che il tritolo per Di Matteo è arrivato a Palermo e che è stato nascosto in un posto sicuro. Egli dichiara che la sua fonte altri non è che Camillo Graziano, figlio del boss dell'Acquasanta Vincenzo Graziano, uomo incaricato di custodire i centocinquanta chili di esplosivo;

PREMESSO INOLTRE CHE
- in data 27.06.2017 il comune di jesi ha conferito la civica benemerenza sotto forma di attestato di Cittadino Onorario al dott. Antonino Di Matteo, con la motivazione di seguito riportata:
"Magistrato da anni in prima linea contro la mafia, ottenendo successi decisivi nelle indagini sull'uccisione di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino e degli agenti delle rispettive scorte e sugli omicidi di Rocco Chinnici ed Antonino Saetta, più volte minacciato di morte, ha proseguito nel suo impegno senza arretramenti, suscitando nella sua città e nel Paese un vasto movimento di consapevolezza civile contro le mafie, figura che certamente incarna quei valori di legalità e giustizia che la città di Jesi ha fatto propri e che intende rimarcare sottolineando il limpido esempio di questo coraggioso servitore dello Stato";
- in data 06.10.2015 il Consiglio Regionale ha approvato all'unanimità una mozione (n.24/2015) nella quale
"ESPRIME
piena e totale solidarietà al magistrato Antonino Di Matteo e a tutti i magistrati che lottano quotidianamente contro tutte le mafie e le reti della criminalità organizzata, oltre che a tutti gli agenti di polizia e alle forze dell'ordine che, lontani dai riflettori, rischiano tutti i giorni la vita, spesso in condizioni di lavoro precarie, per affermare la legalità e la giustizia;
APPOGGIA
tutte le manifestazioni pubbliche di lotta alla mafia, soprattutto per la sensibilizzazione delle giovani generazioni e per la solidarietà alle vittime della violenza mafiosa,
";

CONSIDERATO CHE
- in data 05.12.2017 duante una trasmissione televisiva, il Sig.Vittorio Sgarbi, appena nominato assessore ai Beni Culturali in Sicilia dal neogovernatore Nello Musumeci, ha espresso un forte quanto inaccettabile attacco al magistrato Antonino di Matteo, sostenendo che il PM palermitano avrebbe avuto un "Beneficio da minacce di morte di Riina";
- in particolare, il neo assessore della Giunta siciliana (nonché assessore presso la Giunta Municipale di Urbino) ha dichiarato "...Una minaccia di Riina al nostro Di Matteo... lo hanno reso un eroe nazionale... L'azione di Di Matteo è un'azione di utilizzo della Mafia a vantaggio del suo eroismo" " [Di Matteo] non è un martire, tanto è vero che Riina è morto e lui è stravivo." "Quindi mi si consenta di dire... che è stato per lui un vantaggio."..."io non dico che lui l'abbia voluta, ma certo ne ha tratto beneficio..." (cfr. Nota [1] parte integrante del presente OdG);

VISTE
le sopra citate notizie sui tentativi di organizzare attentati contro il pubblico ministero della Procura di Palermo, Antonino Di Matteo;

VISTA
la necessità di tenere sempre alta la guardia nella lotta alle mafie;

CONSIDERATO CHE
la lotta alla mafia non può essere terreno di scontro politico o di battaglie strumentali tra partiti, liste o movimenti politici;


TUTTO CIO' PREMESSO, VISTO E CONSIDERATO
IL CONSIGLIO COMUNALE
ESPRIME
- piena solidarietà al PM Antonino di Matteo per questo ennesimo attacco alla sua persona e sostegno per il suo impegno contro la mafia;
- sdegno e censura nei confornti delle affermazioni dell'Assessore Vittorio Sgarbi, ritenendole inappropriate ed inopportune per un amministratore pubblico;

RINNOVA INOLTRE
- la solidarietà a tutti i magistrati che lottano quotidianamente contro tutte le mafie e le reti della criminalità organizzata, oltre che a tutti gli agenti di polizia e alle forze dell'ordine che, lontani dai riflettori, rischiano tutti i giorni la vita, spesso in condizioni di lavoro precarie, per affermare la legalità e la giustizia;
- l'appoggio a tutte le manifestazioni pubbliche di lotta alla mafia, soprattutto per la sensibilizzazione delle giovani generazioni e per la solidarietà alle vittime della violenza mafiosa;

INVITA
l'Amministrazione ad intraprendere azioni ed iniziative a sostegno del PM di Matteo, dei magistrati in prima linea contro la mafia e, più in generale, della lotta alla criminalità organizzata.


Si richiede l'iscrizione del presente Ordine del Giorno alla prossima seduta del Consiglio Comunale.


Jesi, 11.12.2017

La Consigliera Comunale
CLAUDIA LANCIONI

Nota [1]
Trascrizione intervento di Vittorio Sgarbi ad Agorà (Rai 3) il 05.12.2017:
"...Una minaccia di Riina al nostro Di Matteo... lo hanno reso un eroe nazionale... Credo che l'abbia invece cavalcata.... Voglio dire quello che mi pare... L'azione di Di Matteo è un'azione di utilizzo della Mafia a vantaggio del suo eroismo. E' un parere preciso.... Ogni volta gli danno una cittadinanza onoraria... Non è un martire. Tant'è vero che Riina è morto e lui è stravivo.
Quando però Riina ha denunciato le pale eoliche come frutto dell'operazione criminale di Matteo Messina Denaro, i magistrati sono stati zitti... nella stessa intercettazione... Quindi mi si consenta di dire... che è stato per lui un vantaggio... L'hanno diffusa ovunque... Perché l'intercettazione... Perché non la tieni nascosta una cosa come quella? C'è bisogno che faccia sapere al mondo ...?
Quindi... io non dico che lui l'abbia voluta, ma certo ne ha tratto beneficio... Per cui questa è la mia interpretazione e mi si consenta di dirla.
Per quello che riguarda la giornalista... sembra che io dica delle stxxxxxte perché oso dire che Di Matteo è un magistrato che ha dato... Parliamo di cose serie: Fiammetta Borsellino lo ha denunciato per aver depistato nel processo a suo padre. Cose che sono molto importanti! Quindi la mitizzazione di questo Di Matteo è un processo che io non voglio discutere, ma c'è! E non corrisponde alla verità. E' una cosa molto seria... Io non voglio che nessun magistrato che non sia Falcone o Borsellino venga indicato come un eroe senza aver fatto nulla di eroico. Nulla! E' chiaro?!
"


Jesi - 


SPOSTAMENTO MONUMENTO A PERGOLESI, M5S JESI:
I GARANTI RIVEDANO IL PARERE E IL COMUNE FERMI L'AFFIDAMENTO DEI LAVORI.


pergolesi_particolare.jpg
Da una lettura del parere dei garanti, nel quale viene dichiarato inammissibile il referendum sul progetto di restyling di piazza Pergolesi, riteniamo vi siano forti motivi di perplessità di merito.

Tali perplessità riguardano, a nostro giudizio, l'aver confuso un progetto (ovvero l'oggetto del referendum), per un "piano di riqualificazione urbana", cosa che ha portato a dichiararne l'inammissibilità. Ricordiamo, infatti, che il parere espresso dal Comitato si basa, nel merito, su un punto del Regolamento degli Istituti di Partecipazione che vieta i referendum riguardanti "I piani territoriali ed urbanistici, i piani per la loro attuazione e le relative variazioni;". Sebbene un piano si avvalga di progetti, nulla sembrerebbe vietare un referendum su di un progetto, anche laddove esistesse un piano.

Ricordiamo inoltre che, da regolamento comunale, quando le richieste di referendum non sono accolte, la motivazione dei garanti deve contenere il riferimento normativo che ne impedisce l'accoglimento. Nel parere recentemente rilasciato, invece, vengono riportati un generico accenno alla Legge Regionale 16/2005 e, altrettanto generici, "richiami normativi contenuti nella stessa delibera 107/2016". Oltre a questi riferimenti incompleti, che proprio per la loro incompletezza non permettono di capire puntualmente quali sarebbero le disposizioni che impedirebbero l'accoglimento del referendum, riteniamo che la stessa L.R. non sia pienamente attinente al caso di specie e che, addirittura, in alcuni passaggi confermi la nostra perplessità sulla attinenza del quesito ad un progetto e non ad un atto pianificatorio.

Ricordiamo che i cosiddetti "garanti" non sono figure intoccabili e al di sopra di qualsiasi possibile osservazione nel merito degli atti che redigono; al contrario, devono rispondere del loro operato alla città ed alla comunità. Per tale ragione, poiché a seguito del loro parere viene negata ai cittadini la possibilità di esprimersi su di un progetto che impegna una marea di soldi pubblici e relativo ad una delle piazze più frequentate del nostro centro storico, riteniamo DOVEROSO E NECESSARIO, almeno in prima istanza, presentare una richiesta di revisione del parere al fine di verificarne la piena correttezza nel merito e rispondenza al regolamento comunale ed alle norme vigenti. In questa richiesta verranno dettagliate tutte le criticità che riteniamo di aver rilevato, alcune delle quali sopra brevemente accennate.

Vale la pena ricordare, infine, che sulla questione del posizionamento del monumento la Soprintendenza per i beni architettonici e paesaggistici delle Marche, nel parere del 18.02.2016, NON HA DATO UN PIENO OK PREVENTIVO AL NUOVO RIPOSIZIONAMENTO DELLA STATUA. Al contrario, ha riportato una precisa prescrizione con la quale si riserva di valutare la nuova posizione del monumento durante l'esecuzione dei lavori. Appare del tutto evidente che tale prescrizione possa comportare effetti potenzialmente anche ostativi o comunque fortemente modificativi ai fini della realizzazione del progetto ed al completamento dei lavori: non esiste infatti un nulla osta certo né al posizionamento previsto nell'attuale progetto licenziato dalla Giunta Comunale né a nessun altro posizionamento. Il rimando generico ad una valutazione a lavori avviati, inoltre, rende evidentemente ipotizzabile una modifica anche sostanziale del progetto a cantiere avviato. Non viene inoltre esclusa l'eventualità che in sede di tale valutazione, venga imposto di lasciare il monumento nella posizione attuale, compromettendo totalmente la linea di restyling prevista dal progetto in questione, fino forse a pregiudicarne la "logica" e gli equilibri architettonici.

A tutto ciò si aggiungono le perplessità in merito alla fragilità della statua ed ai danni che potrebbero derivare dal suo spostamento, come evidenziato nelle dichiarazioni dello scultore e restauratore Massimo Ippoliti, che nel 2010 ha curato il restauro filologico del monumento.

Tale assenza di certezze e contemporanea sussistenza di rischi, sia per la collettività sia per il monumento stesso, ci spingono a inviare a Sindaco, Assesore ed a tutti i soggetti decisori ed attuatori coinvolti nell'iter autorizzativo, un richiamo alle proprie responsabilità personali, al fine di accertare la piena procedibilità di affidamento ed avvio dei lavori in mancanza di riscontro e piena risoluzione delle criticità sopra esposte.



Jesi, 17.11.2017

MoVimento 5 Stelle - Jesi

email: movimento5stellejesi@gmail.com
web: http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/jesi/
http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/jesi2012/

Tel. 329.4574172; 338.4674945
facebook: Lista Civica Cinque Stelle Jesi; Movimento Cinque Stelle Jesi


Jesi - 


CONSIGLIO COMUNALE 27.10.2017
dalle ore 15
Qui di seguito, le pratiche che andranno in discussione e votazione

Punto n. 1
INTERPELLANZA PRESENTATA DALLA CONSIGLIERA MARGUCCIO EMANUELA DEL
PARTITO DEMOCRATICO, AD OGGETTO: LAVORI STRAORDINARI DI MANUTENZIONE DELLA RETE SCOLASTICA COMUNALE
https://app.box.com/s/x9yktg7xq4x0ysirc334eeyy8dg1xnsy

Punto n.2
INTERROGAZIONE CONGIUNTA PRESENTATA DAI GRUPPI PD, JESI IN COMUNELABORATORIO SINISTRA, AD OGGETTO: PROGETTO EDILIZIA AGEVOLATA VIA SAN GIUSEPPE - RILASCIO PERMESSO
https://app.box.com/s/49pgl4pp9ua36qirf9m3fx17kzv4lqe7

Punto n. 3
INTERPELLANZA PRESENTATA DALLA CONSIGLIERA GREGORI SILVIA DEL GRUPPO CONSILIARE LEGA NORD, AD OGGETTO: RECUPERO E POSSIBILE RIAPERTURA DEGLI STORICI CINEMA JESINI, OLIMPIA, POLITEAMA E DIANA
https://app.box.com/s/n7j4nue1ttrgg5x7xg56mh9ejpoyulzd

Punto n. 4
INTERPELLANZA PRESENTATA DALLA CONSIGLIERA LANCIONI CLAUDIA DEL GRUPPO
CONSILIARE MOVIMENTO 5 STELLE, AD OGGETTO: UTILIZZO PROVENTI DELLE SANZIONI
AMMINISTRATIVE PECUNIARIE ANNI 2013, 2014, 2015 E 2016
https://app.box.com/s/kj1b1azf1gt45sn0vofzl4kgfsxmfju2

Punto n. 5
INTERPELLANZA PRESENTATA DALLA CONSIGLIERA SANTARELLI AGNESE DEL GRUPPO CONSILIARE JESI IN COMUNE-LABORATORIO SINISTRA, AD OGGETTO: RECESSO DEL COMUNE DI JESI DALL'ISTITUTO CERVI
https://app.box.com/s/wxb3kdh6dnc4q3qwtc3x1thl73d78f36


Punto n. 6
INTERROGAZIONE PRESENTATA DAI CONSIGLIERI COLTORTI FRANCESCO DEL GRUPPO CONSILIARE JESI IN COMUNE-LABORATORIO SINISTRA E FIORDELMONDO LORENZO DEL GRUPPO CONSILIARE PARTITO DEMOCRATICO, AD OGGETTO: AUTORIZZAZIONE AL BANCHETTO DI FORZA NUOVA LUNGO CORSO MATTEOTTI
https://app.box.com/s/z9crw0bdazsv55kpg1maa0el99gduugj


Punto n. 7
INTERROGAZIONE PRESENTATA DAL CONSIGLIERE COLTORTI FRANCESCO DEL GRUPPO CONSILIARE JESI IN COMUNE-LABORATORIO SINISTRA, AD OGGETTO: SERVIZIO DI BIKE SHARING
https://app.box.com/s/g0qhgjm3e5ta2ponjdu7ji9pobcn9dlz
07 Allegato Interrogazione Coltorti Bike Sharing: https://app.box.com/s/j9enf0quxxjm9wu5q05bd55k648h6us3

Punto n. 8
INTERPELLANZA PRESENTATA DAL CONSIGLIERE ANIMALI SAMUELE DEL GRUPPO CONSILIARE JESI IN COMUNE-LABORATORIO SINISTRA, AD OGGETTO: PULIZIA DEI FOSSI, SISTEMAZIONE IDRAULICA ED AGRO-AMBIENTALE ACQUATICCIO
https://app.box.com/s/7elpxh36nrdnyfzq9iut78rjwg3dl2ml


Punto n. 9
INTERPELLANZA PRESENTATA DAL CONSIGLIERE ANIMALI SAMUELE DEL GRUPPO CONSILIARE JESI IN COMUNE-LABORATORIO SINISTRA, AD OGGETTO: POLITICHE TURISTICHE DEL COMUNE DI JESI
https://app.box.com/s/q3bkra6lsvme4j1237aiom60kj2ou5xp


Punto n. 12
MOZIONE PRESENTATA DAI CONSIGLIERI ANIMALI SAMUELE, COLTORTI FRANCESCO E SANTARELLI AGNESE DI JESI IN COMUNE-LABORATORIO SINISTRA, AD OGGETTO: PROGETTO TRASPARENZA E ADESIONE AL PROGETTO "OPEN MUNICIPIO"
https://app.box.com/s/by5tu4t301o5vkwqovnmi3462xy0zpza


Punto n. 13
MOZIONE PRESENTATA DAL CONSIGLIERE MASSACCESI DANIELE DEL GRUPPO
JESIAMO, AD OGGETTO: JESI CITTA' REGIA
https://app.box.com/s/nsrjo3tc52aebcgvbsc420j0de176upl

Punto n. 14
MOZIONE PRESENTATA DALLA CONSIGLIERA GREGORI SILVIA DEL GRUPPO
CONSILIARE LEGA NORD, AD OGGETTO: SORVEGLIANZA CON TELECAMERE E
PRESIDIO FORZE DELL'ORDINE STAZIONE FERROVIARIA DI JESI
https://app.box.com/s/wualwb3j9bxguz3jax8rnkug4he8hxee

Punto n. 15
MOZIONE PRESENTATA DAL CONSIGLIERE FIORDELMONDO LORENZO DEL GRUPPO
CONSILIARE PARTITO DEMOCRATICO, AD OGGETTO: RIPRISTINO DELLA PARTECIPAZIONE DEL COMUNE DI JESI ALL'ISTITUTO CERVI E IMPEGNO AL VERSAMENTO DI UN SUSSIDIO DI IDENTICO VALORE A FAVORE DELLA CONSULTA PER LA PACE DI JESI
https://app.box.com/s/upd729v2k45a2bnxspy4ebd66au2zxss

Punto n. 16
MOZIONE PRESENTATA DAI CONSIGLIERI ANIMALI SAMUELE, COLTORTI FRANCESCO E
SANTARELLI AGNESE DEL GRUPPO CONSILIARE JESI IN COMUNE-LABORATORIO SINISTRA, AD OGGETTO: PIANO DI RECUPERO QUARTIERE SAN GIUSEPPE E COSTRUZIONE DI UNA TORRE EDILIZIA IN VIA TESSITORI
https://app.box.com/s/3iv05hbadn9igxgdvjlf52eh633qq6h0

Punto n. 17
MOZIONE PRESENTATA DALLA CONSIGLIERA LANCIONI CLAUDIA DEL GRUPPO CONSILIARE MOVIMENTO 5 STELLE, AD OGGETTO: PUBBLICAZIONE BANDO PUBBLICO DI
MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER L'ASSEGNAZIONE DEI LOCALI COMUNALI ALLE
ASSOCIAZIONI CITTADINE
https://app.box.com/s/9la5dth0jomhxkap188m4ja7i6sr28sa

Punto n. 18
OGGETTO: APPROVAZIONE "REGOLAMENTO IN MATERIA DI MODIFICHE TEMPORANEE DELLA CIRCOLAZIONE E DELLA SOSTA"
https://app.box.com/s/j9n89hxpfzg3i4qwcyd8l8iqh5bhq8q9
18 Allegato - RegolamentoModificaTemporaneaCircolazione: https://app.box.com/s/jmu1ryrsbdi8kwp1r09kmuwt7sctzrb7


Punto n. 19
OGGETTO: PROGETTO COMPORTANTE VARIANTE URBANISTICA SUAP AI SENSI DELL'ART.8 DEL DPR 160/2010 PER LA REALIZZAZIONE DI UN NUOVO IMPIANTO DI DISTRIBUZIONE CARBURANTI PER AUTOTRAZIONE AD USO PUBBLICO CON ANNESSO CHIOSCO NEL COMUNE DI JESI, VIA BERLINGUER - DITTA SCAVI E CONDOTTE SRL - APPROVAZIONE
https://app.box.com/s/h8gt25odl9xrz3rbb33tqdkbwf5j23h5
19 ALLEGATO_VerbaleScaviCodotte: https://app.box.com/s/cbmel7f65vwtfuv49mxd4ymadps13tsz

Punto n. 20
LINEE PROGRAMMATICHE RELATIVE ALLE AZIONI ED AI PROGETTI DA
REALIZZARE NEL CORSO DEL MANDATO POLITICO-AMMINISTRATIVO 2017-2022
- ILLUSTRAZIONE
https://app.box.com/s/1f446ym6ksr8buupl0fhwjru6j7gwm3w


Punto n. 21
OGGETTO: APPROVAZIONE DOCUMENTO UNICO DI PROGRAMMAZIONE (DUP)
2018-2020
https://app.box.com/s/cemq44nj92bmbi7o4r5371ng5047cmgo
21 Allegato Documento Unico Programmazione 2018-2020: https://app.box.com/s/8wkk489mgmj5h8637pim4b85wy1q1bpa


Jesi - 


IL M5S JESI CHIEDE UN BANDO
PER L'ASSEGNAZIONE DI LOCALI ALLE ASSOCIAZIONI

Mani.jpg

Nel prossimo Consiglio comunale, il M5S Jesi presenterà una mozione per chiedere all'Amministrazione la pubblicazione di un bando di manifestazione d'interesse per l'assegnazione dei locali comunali alle Associazioni cittadine.
Questo "storico" tema rimane sempre d'attualità, visto il gran numero di Associazioni presenti ed attive in città, e torna sempre fuori con forza alla vigilia di ogni elezione. Anche il sindaco Bacci ci si è riempito parecchio la bocca durante la scorsa campagna elettorale... E come dimenticare la "Casa delle Associazioni" promessa da Jesiamo già nel 2012? Doveva essere realizzata nel complesso San Martino che poi invece è stato magicamente destinato alla costruzione di appartamenti.
Con questa mozione vorremmo ricordare al Sindaco che nel 2014 una Delibera di Giunta (la sua Giunta!) ha previsto la pubblicazione di un bando per l'assegnazione dei locali, determinandone anche i criteri.
Ci piacerebbe che anche queste buone intenzioni non rimanessero, come accade purtroppo spesso in "Casa Bacci" lettera morta...magari abbandonate in qualche polveroso cassetto e messe da parte a vantaggio di qualche altra "regia" genialata.



Jesi, 25.10.2017

MoVimento 5 Stelle - Jesi

email: movimento5stellejesi@gmail.com
web: http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/jesi/
http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/jesi2012/

Tel. 329.4574172; 338.4674945
facebook: Lista Civica Cinque Stelle Jesi; Movimento Cinque Stelle Jesi


Jesi - 


COMUNICATO STAMPA
M5S JESI: DOVE VANNO A FINIRE I SOLDI DELLE MULTE PAGATE DAI CITTADINI?


vigile.jpg

Forse non tutti sanno che quando si paga una multa per violazione del Codice della Strada rilevata dai vigili urbani, metà dell'importo deve essere obbligatoriamente utilizzata dal Comune, ai sensi dell'articolo 208 del medesimo Codice della Strada, per l'ammodernamento e la manutenzione della segnaletica delle strade di proprietà dell'ente, per il potenziamento delle attività di controllo e di accertamento delle violazioni in materia di circolazione stradale, per finalità connesse al miglioramento della sicurezza ed alla tutela degli utenti deboli, quali bambini, anziani, disabili, pedoni e ciclisti, nonchè per lo svolgimento di corsi didattici da parte degli organi di polizia locale, nelle scuole di ogni ordine e grado, finalizzati all'educazione stradale.

Una parte dei proventi può anche essere destinata ad assunzioni stagionali a progetto nelle forme di contratti a tempo determinato e a forme flessibili di lavoro, al finanziamento di progetti di potenziamento dei servizi di controllo finalizzati alla sicurezza urbana e alla sicurezza stradale, nonche' a progetti di potenziamento dei servizi notturni, all'acquisto di automezzi, mezzi e attrezzature dei Corpi di polizia municipale destinati al potenziamento dei servizi di controllo finalizzati alla sicurezza urbana e alla sicurezza stradale.

Abbiamo perciò presentato una interpellanza al Sindaco di Jesi al fine di ottenere un elaborato che permetta ai Cittadini di Jesi di conoscere l'entità delle risorse economiche messe a disposizione per gli scopi di cui sopra e per valutare il pieno rispetto di quanto previsto dal citato art.208 del Codice della Strada.

In particolare, con la nostra interpellanza, che sarà inserita all'OdG del prossimo Consiglio Comunale, si chiede:
- a quanto ammontano i proventi delle sanzioni pecuniarie incassati dal Comune di Jesi negli anni 2013, 2014, 2015 e 2016;
- a quanto ammontano, per ogni anno, i fondi reinvestiti per sicurezza stradale, manutenzione delle strade e della cartellonistica, prevenzione delle violazioni e per le altre finalità di cui all' art.208 del CdS. Si richiede il dettaglio della ripartizione dei fondi reinvestiti, sulla base delle specifiche finalità indicate dall'art.208;
- se sono stati redatti piani di riutilizzo di tali proventi per la sicurezza stradale;
- se sono stati previsti corsi didattici finalizzati all'educazione stradale nelle scuole;
- se è stato redatto un piano di assunzione per agenti di polizia municipale.

Il rispetto del Codice della Strada è fondamentale al fine di ridurre l'incidentalità stradale, oltreché per contrastare il crescente malumore della cittadinanza nei confronti di chi non rispetta le più elementari regole di convivenza civile. E' altrettanto importante, però, che vengano rispettate le norme che impongono ai Comuni di far ritornare ai cittadini i proventi delle multe che pagano, in termini di sicurezza e prevenzione.


Jesi, 18.10.2017

MoVimento 5 Stelle - Jesi

email: movimento5stellejesi@gmail.com
web: http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/jesi/
http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/jesi2012/

Tel. 329.4574172; 338.4674945
facebook: Lista Civica Cinque Stelle Jesi; Movimento Cinque Stelle Jesi


Jesi - 


ASSISTENZA DOMICILIARE INDIRETTA
La Giunta Bacci non dà seguito ai dettati del Consiglio. Niente soldi per disabili gravi.

disabili-300x192.jpg

A dicembre 2016 su iniziativa del M5S Jesi, il Consiglio Comunale di Jesi ha approvato una risoluzione (n.130/2016) che impegnava l'Amministrazione a individuare delle risorse del Comune per integrare l'assegno che viene devoluto dalla Regione (assolutamente inadeguato e sotto dimensionato rispetto a quello che spetterebbe alle persone con gravi disabilità che ne hanno diritto).

Oggi a seguito della nostra interpellanza, fra un tentativo di scaricabarile e l'altro, l'assessore Quaglieri ha dovuto ammettere che l'Amministrazione non ha dato seguito agli indirizzi del consiglio e non ha apportato alcuna variazione di bilancio per integrare con soldi del comune l'assegno per l'Assistenza Domiciliare Indiretta alle persone in difficolta' che ne hanno bisogno.

Ci dispiace prendere atto di come Bacci e la sua compagine sedicente civica prima hanno approvato la risoluzione del fine 2016, forse anche per accattivarsi le simpatie ed i voti per le amministrative che ci sarebbero state a giugno, poi non hanno dato seguito a quello che hanno votato.

Il tutto mentre, ricordiamolo, la Regione a guida PD non assegna cifre congrue ad aiutare realmente le persone con grande difficoltà ed a garantire realmente l'importante servizio dell'Assistenza Domiciliare Indiretta.

Davvero una brutta pagina quella chiarita oggi in Aula.

Ribadiamo che la solita risposta "non ci sono soldi" non regge più, giuridicamente e politicamente, quando si parla di diritti e servizi sociali importantissimi per disabili gravi e persone in grave difficoltà.

Le persone diversamente abili hanno bisogno di aiuto e assistenza reali, non di sterile propaganda politica.


Jesi, 28.09.2017

MoVimento 5 Stelle - Jesi

email: movimento5stellejesi@gmail.com
web: http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/jesi/
http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/jesi2012/

Tel. 329.4574172; 338.4674945
facebook: Lista Civica Cinque Stelle Jesi; Movimento Cinque Stelle Jesi


Jesi - 

ASUR,CONCORSO PER LA PNEUMOLOGIA DEL CARLO URBANI CON "ASSUNZIONE OPACA A RISCHIO RICORSI"

concoros asur.jpg

Dopo le numerose segnalazioni del M5S evidenziate a livello regionale in merito alla opacità in diverse procedure di reclutamento del personale, noi del Movimento 5 Stelle di Jesi siamo a porre l'attenzione su una nuova vicenda, che riguarda l'assunzione di un dirigente medico specializzato in malattie dell'apparato respiratorio presso l'0spedale Carlo Urbani di Jesi

Leggendo attentamente la determina n.1289 dell'Area Vasta 2 del 05/09/2017 si evince che è stato stipulato un contratto a tempo determinato per mesi sei al medico posizionatosi all'ultimo posto della graduatoria di merito stilata a seguito di selezione pubblica.

Ci risulta che, salvo errori, tutti i partecipanti classificatisi utilmente nella graduatoria avevano comunicato la propria disponibilità all'accettazione di un eventuale incarico messo a disposizione dall'Area Vasta. Tuttavia nel documento istruttorio dell'atto di assunzione la stessa Area Vasta motiva l'esclusione dei candidati asserendo che, essendo questi dipendenti assunti a tempo indeterminato presso i servizi dell'Emergenza/urgenza, il loro Direttore Dr. Enzo Frati non avrebbe concesso Loro l'aspettativa per assumere incarico in diversa disciplina (come da nota del 13/07/2017) a causa delle gravi carenze di personale dei quattro pronto soccorso dell'Area Vasta 2.
In pratica, l'Area Vasta avrebbe deciso a priori e per conto dei candidati che questi non avrebbero accettato l'incarico essendo già dipendenti presso il servizio dell'Emergenza/Urgenza.

E' a nostro parere incomprensibile come ai medici del Pronto Socorso venga di fatto impedito d'ufficio l'esercizio di un diritto per il semplice fatto che, evidentemente, non si sarebbe proceduto ad organizzare la possibilità di rimpiazzarli ad esempio tramite personale chiamato da eventuali graduatorie, per un tempo pari a quello dell'aspettativa.

Non vorremmo che quanto asserito dal Dr. Massimo Esposito e dal Dr Bruno Valentini, firmatari dell'atto di assunzione per la broncopneumatoliga del 5 settembre, si configuri come lesivo di diritti degli ideonei in graduatoria esclusi a priori dall'assunzione unicamente con atto discrezionale dell'AV.
Cosa ci dobbiamo attendere ora? Probabilmente si daranno avvio a dei ricorsi che potrebbero portare ad un ingente utilizzo di ulteriori soldi pubblici?

Ma soprattutto, noi del Movimento 5 Stelle ci chiediamo come sia possibile che dei candidati idonei inseriti in graduatoria di un concorso vengano esclusi aprioristicamente e l'incarico venga dato a l'ultimo candidato classificato?
L'Area Vasta 2 si è forse chiesta se i 4 candidati esclusi magari si sarebbero potuti licenziare dall'attuale posto di lavoro per accettare questa nuova esperienza lavorativa?

Ci auguriamo che il Sindaco Massimo Bacci e l'Assessore Marialuisa Quaglieri chiedano immediate spiegazioni al Direttore Maurizio Bevilacqua perchè la nostra Broncopneumologia, bistrattata da lungo tempo, torni ad essere un fiore all'occhiello della sanità Jesina, partendo proprio dalla piena chiarezza e trasparenza delle procedure di reclutamento.

Il Movimento 5 Stelle di Jesi vigilerà affinchè vengano pienamente rispettati i diritti ed i principi di legalità, economicità, equità e trasparenza cui tutte le pubbliche amministrazioni debbono ovviamente conformarsi.


Jesi, 19.09.2017

MoVimento 5 Stelle - Jesi

email: movimento5stellejesi@gmail.com
web: http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/jesi/
http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/jesi2012/

Tel. 329.4574172; 338.4674945
facebook: Lista Civica Cinque Stelle Jesi; Movimento Cinque Stelle Jesi


Jesi - 


IL M5S JESI CHIEDE TRASPARENZA SULLA SICUREZZA DELLE SCUOLE

formazione-sicurezza-scuola-300x300.jpg


Le famiglie con bambini frequentanti gli edifici scolastici debbono avere il diritto di conoscere quali sono le condizioni di sicurezza degli stessi e lo stato di attuazione delle procedure obbligatorie alle quali dovranno essee sottoposti. Lo stesso diritto deve essere riconosciuto a quei lavoratori e quei cittadini che frequentano gli edifici comunali con funzione strategica.
Serve trasparenza massima su un tema cosi delicato.

All'inizio del 2017, grazie ad alcune interpellanze presentate in Consiglio Comunale dal MoVimento 5 Stelle Jesi, emerse una situazione molto grave in merito alla sicurezza di scuole ed edifici pubblici ed all'avvenuto svolgimento di certe procedure previste per legge (certificato di agibilità, CPI, verifica della vulnerabilità sismica).

Dai dati forniti dal Comune, risultava che su 40 istituti scolastici presenti nel territorio comunale, solamente per la metà di essi veniva indicata la sussistenza del certificato di agibilità. Tra i restanti, alcuni dei quali costruiti prima della data del 1 settembre 1967, spiccavano situazioni dove addirittura il rilascio del certificato di agibilità risultava "in corso" e altre per le quali non risultava indicata l'esistenza di un certificato di agibilità, o del certificato di collaudo o del Certificato Prevenzione Incendi-CPI (v.qui).

Inoltre, su oltre 50 edifici per i quali sussiste l'obbligo di sottoposizione a valutazione della vulnerabilità sismica, solamente per la casa di riposo e per 5 scuole risultava che tale procedura fosse stata effettuata (v.qui).

Con delibera n.176 del 11 Luglio 2017 la Giunta di Jesi ha approvato i criteri in base ai quali dovrà essere valutata la priorità dei singoli interventi e quindi definito nel dettaglio il secondo programma di verifica sismica degli edifici scolastici, dando mandato agli uffici di elaborare un programma di interventi che riguardi, oltre agli edifici scolastici, anche gli edifici comunali con funzione strategica, applicando i medesimi criteri di priorità definiti nello stesso atto.

Per dare agli jesini la massima trasparenza su una questione così delicata, presenteremo per la prossima seduta del Consiglio Comunale una mozione per realizzare un'apposita pagina sul sito del Comune di Jesi, aggiornata ogni 6 mesi, in cui:

- si possa evincere, per ogni edificio scolastico e comunale preso in considerazione, la valutazione che concorrerà a formare la priorità dei singoli interventi;
- vengano indicate le procedure effettuate e quelle ancora da effettuare (es certificato di agibilità, CPI, Valutazione della Vulnerabilità Sismica, ecc...);
- vengano elencati gli interventi ai quali lo stesso dovrà essere sottoposto;
- venga pubblicato il programma degli interventi, comprensivo di calendario, ordinato per la priorità degli stessi, come da criteri approvati nella delibera di Giunta 176/2017.



Jesi, 17.09.2017

MoVimento 5 Stelle - Jesi

email: movimento5stellejesi@gmail.com
web: http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/jesi/
http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/jesi2012/

Tel. 329.4574172; 338.4674945
facebook: Lista Civica Cinque Stelle Jesi; Movimento Cinque Stelle Jesi


Jesi - 


M5S JESI:
LE FAMIGLIE DEI DISABILI ALLO STREMO

disegno_pastello.jpg

Nelle ultime settimane la portavoce consigliera comunale del M5S Jesi Claudia Lancioni ha partecipato a due incontri sul tema della disabilità che hanno visto coinvolti il Comune di Jesi, l'ASP e diverse associazioni che si occupano di questo argomento.

Il primo incontro del 30 agosto presso l'ASP aveva come oggetto "Interventi a favore delle persone con disabilità e prive di sostegno familiare - Legge <>".

Un altro incontro si è svolto ieri ed aveva come oggetto la situazione del centro per l'autismo "Azzeruolo".

In entrambi gli incontri sono emerse le difficoltà dovute alla scarsità delle risorse messe a disposizione in particolare dalla Regione.

E' inammissibile che i progetti personali per i disabili siano sviluppati dando priorità non alle reali esigenze del disabile ma sulla base delle risorse disponibili, risultando perciò troppe volte insufficienti o inadeguati.

In merito al centro per l'autismo "Azzeruolo", mai attivato nonostante il progetto originario sia del 2002 e la tante promesse fatte alle famiglie, riteniamo che il Comune debba farsi valere affinché la Regione dia il via libera definitivo e stanzi le risorse necessarie.

Risuonano ancora i proclami da campagna elettorale di tante forze politiche in merito alla presunta bontà dei servizi socio assistenziali jesini: la realtà è ben diversa e le famiglie con disabili sono di fatto abbandonate, in una situazione spesso al limite della sopportazione.


Jesi, 06.09.2017

MoVimento 5 Stelle - Jesi

email: movimento5stellejesi@gmail.com
web: http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/jesi/
http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/jesi2012/

Tel. 329.4574172; 338.4674945
facebook: Lista Civica Cinque Stelle Jesi; Movimento Cinque Stelle Jesi

I candidati a Jesi

Pagine

Partecipa ai nostri eventi


   © 2010 www.movimento5stelle.it - I contenuti di questo sito sono rilasciati sotto licenza Creative Commons  Creative Commons