Aprile 2015 Archives

Grande soddisfazione dell'attuale maggioranza per l'approvazione del bilancio consuntivo 2014 con addirittura 13 voti favorevoli! Questo è quanto declamato dal comunicato stampa dell'Amministrazione Terzulli. Peccato che erano presenti 11 consiglieri della maggioranza (su 16) più il sindaco e il presidente del consiglio!! Beh a nostro avviso una maggioranza fiera avrebbe partecipato compatta all'approvazione.

Noi abbiamo ascoltato la presentazione del rendiconto, abbiamo cercato di trovare qualcosa di significativo nell'illustrazione del rendiconto 2014 ma niente! Questo ha rappresentato un mèro esercizio matematico:
Freddo, come la maggioranza quando vota per il Superghino.
Freddo, come il modo in cui si sbrigano a deliberare un atto conflittuale.
Freddo, come il modo in cui ti dicono che è una procedura standard.
Freddo, come il modo in cui ti dicono...che qui si è sempre fatto così!

I conti della serva li sanno fare tutti cari amici. Far quadrare i conti non è cosa ardua. Non si può andar fieri di un'avanzo di gestione di € 12.568,08 rientrando nel patto di stabilità per € 4000! Mentre abbiamo come esempio un comune di Pomezia che fa € 4.000.000 di avanzo di gestione dopo gestioni con € 12.000.000 di passivo!

È vero signori questo consuntivo è stato chiuso nei termini! Anche il cittadino paga le tasse entro i termini ma non per questo si sente un'eroe!
Noi, invece, ci sentiamo presi in giro quando i bagni della scuola dei nostri figli sono impraticabili; quando al parco non ci possiamo andare perché allagato dopo un'acquazzone estivo; quando dobbiamo andare dal meccanico perché abbiamo rotto la macchina per colpa dell'ennesima buca; quando corriamo in ospedale (non di Ciampino perché non lo abbiamo più da decenni) perché un nostro caro è caduto per colpa di un marciapiede impraticabile.
Noi ci sentiamo presi in giro quando vediamo defraudare il nostro territorio dei valori storici che il tempo ci ha conservato mentre vediamo assecondare degli imprenditori senza scrupoli travestiti da buoni samaritani!
Ci sentiamo presi in giro quando la maggioranza ci boccia un registro dei tumori promosso dalla regione Lazio oppure quando ci bocciano una mozione per rendere le commissioni aperte, o ancora quando ci vogliono far credere di voler fare un parco pubblico su di un'area per la quale si fa ricorso al TAR per annullare un vincolo a tutela del paesaggio e di un patrimonio storico per realizzare nuove costruzioni quando al contempo il mercato immobiliare è in profonda crisi e l'offerta supera la richiesta.

Questo bilancio doveva essere accompagnato da una illustrazione delle attività svolte dall'amministrazione e sopratutto con riferimento al PEG del Sindaco Terzulli presentato al momento del suo insediamento. Ci vuole tempo ma il rispetto per i cittadini (non sudditi!) si dimostra anche così e in quanto "finanziatori" vanno informati su come questo comune utilizza i soldi che versano come tasse con fatica, visti i tempi di crisi, e come vengono redistribuiti alla collettività finanziando attività anche sociali.
I numeri è vero a volte parlano come le parole, ma devono rappresentare qualcosa di concreto altrimenti rappresentano un'analisi fredda senza sapore dove "i conti tornano!".

L'approvazione del bilancio consuntivo di oggi non ha avuto nulla di cui vantarsi. Se la sono cantata e suonata tra di loro e nemmeno erano tutti! Quando i servizi di base funzioneranno, quando le strade ed i marciapiedi saranno in uno stato dignitoso, quando i parchi saranno curati, le manutenzioni saranno costanti e non si agevolerà più nessuno a discapito di altri o beni della collettività, quando avremo un'indirizzo politico che vada a favore di tutti i cittadini, allora avranno qualcosa di cui vantarsi.

Non ce ne voglia il Sindaco Terzulli ma al momento siamo ancora lontani dalle sue proposte e vorremmo che dicesse a che punto è l'attuazione del suo programma, e oltretutto siamo ancora lontani da quell'idea di partecipazione e condivisione che in diverse occasioni è stata pronunciata.
Noi abbiamo un chiodo fisso: il cittadino al centro e dentro le istituzioni, coinvolto e parte attiva!

23 aprile 2015-Comunicato n. 2015-007
Un'altra intensa sessione del Consiglio Comunale di Ciampino si è chiusa ieri, 22 Aprile ad un orario ben più consono delle 03:34 dell'ultima seduta (quella relativa alla vicenda Superghino per intenderci) e persino in anticipo tanto da non far discutere diversi dei numerosi atti presentati. Il gruppo consiliare M5S porta a casa qualche buon risultato su alcune mozioni presentate ma poche risposte rispetto all'unica interrogazione di questa tornata di atti. Di seguito facciamo il punto sugli atti M5S presentati e il loro esito in questo ultimo consiglio.

Interrogazione avente per oggetto 'Richiesta avvio partecipazione ai tavoli volti al progressivo superamento del Villaggio attrezzato la 'Barbuta'
Ricorderete che con una mozione presentata dal M5S ed approvata a novembre 2015, il Sindaco e la Giunta si erano formalmente impegnati ad attivarsi presso il Sindaco di Roma affinché nell'immediato si fosse aperto un tavolo di confronto tra Roma Capitale, VII Municipio e il Comune di Ciampino con il coinvolgimento di tutti gli attori interessati per trovare una soluzione per il progressivo superamento del Villaggio attrezzato "la Barbuta". La situazione di emergenza continua ad aggravarsi e i nostri portavoce hanno ritenuto opportuno interrogare Sindaco e Giunta per chiarire se e quali azioni fossero state prese a seguito di quell'impegno sottoscritto con l'approvazione della nostra mozione: nessuna risposta alle richieste presentate al tavolo di lavoro. Questa latitanza delle istituzioni (aggravata dalle recenti indagini che hanno portato alla luce i fatti di mafia capitale) sta esasperando tutti i cittadini e creando allarmanti segnali di intolleranza che certo non giocheranno a favore di un processo di vera integrazione auspicabile per tutta la comunità. Ribadiamo la necessità per Ciampino di avere un ruolo forte in questa vicenda e da soli, come opposizione, le nostre risorse sono limitate. Torneremo pertanto a premere sulla maggioranza per rispondere all'impegno preso con noi e con tutti voi.

Mozione per rendere pubbliche le 'Commissioni permanenti'
La partecipazione attiva è un diritto ed un dovere di ogni cittadino. Partecipare ai processi decisionali all'interno delle istituzioni è fondamentale affinché si affermi una reale vita democratica. Pertanto si è chiesto al Sindaco e alle commissioni preposte la modifica del regolamento comunale in modo tale da rendere le commissioni consiliari permanenti normalmente aperte al pubblico. Neanche a dirlo, Mozione bocciata! Commissioni permanenti chiuse, consigli nel cuore della notte e la cosa pubblica la continua a gestire solo un manipolo di persone. Siamo ancora disposti ad accettare che i nostri soldi e le nostre risorse vengano gestite a nostra insaputa?

Mozione per 'avvio processi di ripubblicizzazione dell'acqua'
Almeno una buona notizia - o quanto meno una notizia che sia coerente tra volere dei cittadini e implementazione da parte delle istituzioni - possiamo riportarla: nonostante l'acqua sia considerata un bene pubblico, inviolabile e inalienabile (concetto reiterato anche dal 90% dei cittadini italiani tramite referendum) che deve esulare, dunque, da ogni logica di profitto da parte delle società che ne garantiscono i servizi per la fruizione, siamo testimoni di operazioni di distacco della fornitura per incolpevole morosità che stanno vessando numerosi cittadini, molti dei quali appartenenti alle fasce più deboli della società. Con questa Mozione, in parte emendata, sottoscritta dal consigliere del gruppo di SEL e poi approvata all'unanimità, il Comune di Ciampino si impegna a garantire l'acqua come bene pubblico primario andando anche a modificare l'articolo 2 dello Statuto Comunale.

Mozione avente per oggetto 'Passi carrabili' e la Mozione per 'riorganizzazione del traffico di Via Angelina Mauro -- proposta modifica viabilità'
Entrambe le mozioni sono state ritirate per essere re-indirizzate all'attenzione di una commissione specifica.

Mozione avente per oggetto 'Adozione progetto per l'installazione di attraversamenti pedonali rialzati'
Questo è un atto che la chiusura anticipata della seduta del consiglio non ha permesso di discutere ma a cui teniamo particolarmente visti i problemi di sicurezza stradale che interessano il nostro territorio. A prepararlo sono stati i cittadini stessi attraverso l'associazione Culturale ''Cittadini in Movimento''. Si tratta di una proposta di adozione di un progetto preliminare per l'installazione di 14 attraversamenti pedonali all'interno del territorio comunale in zona centrale dove, considerati gli incidenti delle ultime settimane si sente la necessità di porre maggior attenzione alla sicurezza dei pedoni. Gli attraversamenti pedonali, infatti, oltre a garantire una maggior sicurezza passiva ai pedoni, cambierebbe radicalmente il grado di percezione del pericolo e la sicurezza di chi percorre le strade cittadine: in presenza di questi dispositivi, si garantisce al percorso pedonale una continuazione che al contempo, invece, interrompe quello carrabile con il risultato di obbligare l'automobilista ad un maggior rispetto dei pedoni.
Vi segnaliamo il link alla raccolta di tutti gli atti finora presentati dal gruppo consiliare M5S di Ciampino ed una loro breve descrizione.
Il gruppo consiliare M5S e gli attivisti tutti

La legalità, la giustizia e il rispetto delle norme sono concetti che dovrebbero albergare naturalmente nell'animo di ogni cittadino e a maggior ragione negli animi di chi, eletto dal popolo, lavora affinché vengano mantenuti e portati avanti.

Durante l'ultimo consiglio comunale, tenutosi mercoledì 15 aprile, questi concetti sembrano invece esser stati riposti in un angolo, facendo spazio all'omertà, alla silenziosa minaccia, che qualche vile occhiata lascia intuire, alla falsa inconsapevolezza del fatto che per parecchio tempo qualcuno ha operato nella piena irregolarità, in barba alle istituzioni e a quei cittadini e commercianti che ogni giorno affrontano una dura lotta per arrivare alla fine del mese o per rimanere in attività.

Così lo scorso mercoledì, dopo tante ore passate a discutere gli emendamenti (sessanta) riguardanti l'approvazione del regolamento dei comitati di quartiere, si è giunti finalmente ad affrontare l'annoso e complesso punto all'odg "Presa d'atto di appartenenza al patrimonio comunale, di un immobile sito presso il centro Sportivo di Via Superga e affidamento", spina nel fianco dell'amministrazione comunale che per incompetenza o noncuranza tormenta i politicanti della nostra città.

È mezzanotte passata, Ciampino è immersa nella nebbia, sembra essere entrata anche in consiglio; tutti i consiglieri dell'opposizione abbandonano l'aula dopo due timide richieste di sospensiva di cui una presentata da un membro della maggioranza e rimane solo il M5S a far fronte all'ostinazione di licenziare una delibera di dubbia regolarità. Il portavoce Marco Bartolucci fa proprie le due richieste facendo presente che la vicenda dovrebbe essere riesaminata in commissione rivalutando la possibilità per l'amministrazione di agire in autotutela nei confronti delle DIA grazie alle quali il concessionario ha realizzato l'immobile in oggetto senza titolo a costruire. Autotutela consigliata, tra l'altro, dallo stesso giudice del TAR che ha emesso la sentenza a nostro sfavore, il cui effetto renderebbe inequivocabile l'abusività dell'immobile salvando l'amministrazione dalle richieste di risarcimento danni avanzate dal concessionario.

Nulla di fatto, la maggioranza vota contro la richiesta di sospensione e va avanti nella discussione, il sipario si è alzato. L'assessore Perandini va subito al sodo: assegnare alla polisportiva la concessione d'uso dell'immobile per cinque anni con un canone ridicolo agli occhi di chiunque abbia in affitto dei locali a uso ristorazione. Eh sì, si premia l'edilizia e l'attività "creativa". A seguito delle domande del portavoce Bartolucci, l'Assessore ammette che il giorno seguente - a nostra insaputa - si sarebbe discussa presso il tribunale del TAR la richiesta di risarcimento danni, avanzata dalla polisportiva, dal valore milionario. La maggioranza non considera che le ragioni dell'amministrazione sarebbero sufficienti a mettere la stessa al riparo da ogni addebito.

Per noi del Movimento, l'unica strada da seguire a tal riguardo doveva essere quella di non affidare la struttura abusiva a chi l'ha realizzata e per più di due anni vi ha svolto attività di ristorazione non autorizzata e di dare, invece, giustamente in concessione la struttura attraverso un bando di gara pubblico così come previsto dal regolamento comunale.
Alla fine, la maggioranza ha votato compatta (e paradossalmente forte di importanti defezioni come quella del presidente del consiglio), esprimendo il proprio consenso al rinnovo della concessione in barba alla giustizia, all'onestà, al rispetto delle regole, alla tutela dei beni comuni, alla tutela dei cittadini: nella notte, il legale rappresentante del Superghino è stato chiamato a firmare la rinuncia al contenzioso, brillante escamotage utile a convincere gli ultimi dubbiosi della maggioranza, proprio mentre voi cittadini tutti dormivate sonni tranquilli con l'idea e la convinzione che le istituzioni vi avrebbero sempre tutelati.

Noi eravamo lì, abbiamo visto e sentito tutto, l'epoca in cui i cittadini dormivano e voi potevate stringere discutibili accordi è finita. Portavoce e attivisti hanno combattuto e presenziato fino all'ultimo istante e così sarà sempre, la gente non dorme più, noi non dormiamo più e non per insonnia.

Il gruppo consiliare M5S e gli attivisti tutti

Ciampino, 3 aprile 2015

Un altro credito è possibile: noi ci abbiamo sempre creduto e oggi con l'accesso ai fondi MISE (Ministero dello Sviluppo Economico) finalmente i cittadini possono accedere ad un fondo di garanzia concepito come strumento per lottare contro la povertà di tutti coloro (le cosiddette 'fasce deboli') tagliati fuoridal sistema creditizio tradizionale per assenza di idonee garanzie.

Stiamo parlando dei famosi fondi per il Microcredito dove si mette a disposizione un prestito - senza garanzie - fino ad un massimo di 25.000 euro. Su questo fondo, Il Ministero dello Sviluppo Economico si è impegnato a versare, alla data del 1° gennaio di ogni anno, un importo annuo massimo di 30 milioni ai quali, quest'anno il Movimento 5 Stelle ha aggiunto altri 10 milioni di euro ottenuti dai tagli degli stipendi, indennità, diarie, rimborsi percepiti dai portavoce e restituiti di diritto a tutti i cittadini.

Ma gli attivisti a 5 stelle non si sono limitati a rimpinguare le casse del MISE: il M5S ha creato una rete virtuosa aggiuntiva di consulenti del Lavoro per l'accompagnamento e l'assistenza alla compilazione della domanda sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico (la regolamentazione del Microcredito prevede i servizi di assistenza e monitoraggio con supporto e formazione all'attività imprenditoriale solo dalla fase istruttoria in poi) e, in barba a tutti coloro che accusano il MoVimento di coprire solo un mero ruolo di 'bastian contrario' della politica, gli attivisti di Ciampino e Morena hanno ulteriormente raffinato questo servizio individuando professionisti (dott.ssa Monica Paolucci, presente nella Lista Consulenti del Lavoro Lazio) che forniranno consulenza GRATUITA - con esclusione del pagamento di bolli, fotocopie e simili a carico di coloro che presentano la domanda - fino al fatidico CLICK DAY!

Raccogliete tutte le informazioni utili su come accedere al fondo sul sito del Ministero o su quello dedicato del M5S, mettete insieme la Documentazione necessaria alla fase 1 - copia carta d'identità e codice fiscale del richiedente, certificazione attribuzione partiva IVA, certificato di iscrizione CCIAA o certificato iscrizione ordine professionale, libro unico del lavoro, ultimi tre bilanci -e nel frattempo cominciate a preparare un progetto fattibile: verso la metà di Aprile, durante il CLICK DAY (data ancora da confermare) sarà possibile inoltrare online le domande sul sito del Ministero.

Le risorse economiche stanno pian piano tornando ai legittimi proprietari: le tasse dei cittadini serviranno allo scopo per cui sono state create, a far ripartire il commercio, a far ripartire le PMI, a dare a queste piccole e medie imprese un po' di respiro. E' un piccolo passo verso un futuro migliore e ne siamo orgogliosi.

Il gruppo consigliare M5S e gli attivisti tutti

Maggiori informazioni

Come accedere: video - https://www.youtube.com/watch?v=rXRPHTKrisY&feature=youtu.be

Leggi il Decreto: http://www.sviluppoeconomico.gov.it/images/stories/normativa/Decreto_18_marzo_2015_Microcredito.pdf

Microcredito M5S: http://www.beppegrillo.it/movimento/parlamento/microcredito/

Scheda Tecnica: http://www.beppegrillo.it/movimento/parlamento/pdf/m5s-scheda-tecnica-microcredito.pdf

Lista Consulenti del Lavoro Lazio: http://www.consulentidellavoro.it/files/PDF/2015/Microcredito/Roma_MICROCREDITO.pdf

Vuoi essere sempre aggiornato sulle novità relative al microcredito? Iscriviti alla mailing list M5S per il microcredito: http://www.beppegrillo.it/movimento/parlamento/microcredito/

About this Archive

This page is an archive of entries from Aprile 2015 listed from newest to oldest.

Marzo 2015 is the previous archive.

Maggio 2015 is the next archive.

Find recent content on the main index or look in the archives to find all content.