Roma

11 passi per portare a Roma il cambiamento di cui ha bisogno


  • URBANISTICA E PERIFERIE

    Il territorio della città di Roma è un bene comune, per questa ragione l’interesse collettivo deve prevalere su quello privato, ed in più, lo sviluppo e la modernizzazione della città sono processi che non possono trascendere dalle reali e concrete esigenze dei cittadini. il M5S Roma ritiene che qualsiasi intervento urbanistico debba essere realizzato all’interno di un Piano organico, partecipato dai cittadini, che tenga conto della tutela delle aree a rischio idrogeologico e quelle a vocazione agricola. Occorre, vista l’importanza della Capitale che ospita patrimoni storici tutelati dall’UNESCO, assicurare una gestione efficiente del centro storico esteso anche ad ambiti esterni, di valore archeologo, storico­monumentale e paesaggistico. Il completamento del censimento del patrimonio immobiliare comunale e del suo uso è essenziale per poter garantire maggiori risorse per la città. Infatti, solo conoscendo nel dettaglio le proprietà del comune è possibile dare seguito a una riqualificazione e gestione efficiente degli immobili comunali stessi, che non potrà prescindere da un’azione di controllo e revisione delle concessioni, locazioni, assegnazioni utili per ottenere ulteriori risorse per l’adeguamento e messa in sicurezza statica ed impiantistica degli edifici, pubblici e privati. Infine, con la reintroduzione del Fascicolo del Fabbricato, del Catasto Energetico dei Fabbricati e degli Impianti Termici, si intende promuovere misure trasparenti ed efficaci per una concreta azione volta a favorire un’edilizia ambientale sostenibile ed una concreta azione di risparmio energetico in ambito civile.


    LINEE DI AZIONE

    ● Moratoria delle previsioni di nuove espansioni per verificarne le reali necessità e blocco delle edificazioni su aree a rischio idrogeologico e su quelle agricole.

    ● Garantire la prevalenza dell’interesse collettivo su quello privato, mediante la definizione di una reale normativa perequativa che limiti il plusvalore della rendita fondiaria e recuperi immobili all’uso pubblico per servizi.

    ● Le trasformazioni urbanistiche devono essere solo quelle dettate dalla pianificazione pubblica. Revisione della normativa tecnica, semplificazione e trasparenza delle procedure.

    ● Maggiore ed effettivo spazio alla partecipazione dei cittadini nelle scelte urbanistiche.

    ● Completamento dell’inventariazione del patrimonio comunale e del suo uso. Trasparenza dei dati. Regolarità e legalità nelle concessioni, locazioni, assegnazioni. Rivisitazione dei canoni d’affitto attivi e passivi.

    ● Incentivazione ad interventi di adeguamento e messa in sicurezza statica ed impiantistica degli edifici, pubblici e privati. Reintroduzione del Fascicolo del Fabbricato.

    ● Redazione del Piano di Gestione del Centro Storico patrimonio UNESCO esteso all’Agro Romano.

    ● Parco dell’Agro romano: tra tutela e innovazione, corridoi verdi e orti urbani. Incentivazione alle attività agricole e della loro valenza sociale, per la preservazione del paesaggio, il presidio delle aree minacciate dal cemento, nuovi sbocchi occupazionali.

    ● Controlli interni, revisione e verifica delle convenzioni e delle sovvenzioni, degli atti d’obbligo, per verificarne il rispetto da parte dei costruttori e recuperare risorse economiche.

    ● Eliminazione dell’arretrato dell’Ufficio Condono.


    LE TRE PRIORITÀ

    ● Moratoria delle previsioni di nuove espansioni per verificarne le reali necessità e blocco delle edificazioni su aree a rischio idrogeologico e su quelle agricole.

    ● Revisione della normativa tecnica, semplificazione e trasparenza delle procedure.

    ● Definizione in tempi rapidi e certi delle pratiche giacenti presso l’Ufficio Condono

SCARICA E DIFFONDI
GLI 11 PUNTI PER ROMA

 

DONA



Per far uscire Roma da questa situazione di stallo non ci accontentiamo più delle promesse, c’è bisogno di legalità e trasparenza ma soprattutto c'è bisogno di te. Il Movimento 5 Stelle non riceve alcun finanziamento pubblico e ha rinunciato ai rimborsi elettorali anche per l’attuale legislatura, si sostiene con l’autofinanziamento e il supporto di tutti gli Italiani convinti che la nuova politica non debba avere niente in comune con le pessime abitudini della vecchia. Contribuisci con una donazione su questo sito o durante una delle nostre manifestazioni, è importante che tu ci sia, perché la tua partecipazione attiva è per noi l’aiuto più grande. Ogni spesa sostenuta per questa campagna sarà rendicontata su questo sito e l'eventuale residuo sarà utilizzato per finanziare le prossime iniziative del M5S.
Grazie del tuo supporto.


CARTA DI CREDITO


La raccolta delle donazioni tramite il mandatario si e' conclusa. Grazie a tutti per il supporto che ci avete dato.


BONIFICO




Il MoVimento 5 Stelle non riceve alcun finanziamento pubblico e ha rinunciato a 42 milioni di euro di rimborsi elettorali per l'attuale legislatura. La campagna per Virginia Raggi sindaco di Roma viene interamente finanziata dalle libere donazioni dei sostenitori del M5S, come avvenuto per tutti gli eventi precedenti. Ogni spesa sarà rendicontata e l'eventuale residuo sarà utilizzato per finanziare le prossime iniziative del M5S. Grazie del tuo supporto.


Donazioni raccolte

€ 170.400,66


Donatori

9410

 
Spese sostenute

€ 177.012,77