MENO TASSE PIÙ SVILUPPO

Un Fisco giusto e sostenibile per rilanciare il nostro Paese

La pressione fiscale oggi in Italia è eccessiva. Occorrono norme che rendano più snello, equo e sostenibile il fisco in Italia. E’ necessario procedere con un alleggerimento nei confronti delle imprese e con una migliore redistribuzione dei carichi fiscali. Il fisco deve tener conto di un tema fondamentale, come quello della tutela dell’ambiente, indirizzando i cittadini verso comportamenti virtuosi. Miriamo allo snellimento della normativa fiscale e a questa iper-burocrazia che deve essere ridotta e semplificata. Il cittadino deve essere accompagnato e sostenuto. Le agenzie di riscossione, devono operare nel massimo rispetto dell’articolo 53 della Costituzione, che parla di giusta imposizione fiscale. Priorità al tema delle commissioni tributarie, che hanno un ruolo fondamentale nella composizione delle controversie all’interno di interessi contrapposti. Da un lato lo Stato, con la percezione del gettito e l’individuazione dell’imponibile inevaso, dall’altro lato la correttezza sostanziale e procedurale del prelievo sul contribuente. Il MoVimento 5 Stelle si batte per un fisco giusto, equo e sostenibile che abbia come obiettivo quello della ripresa del nostro Paese.
Hanno votato per il programma Fisco 18.352 iscritti certificati che hanno espresso 105.448 preferenze.

Scarica il programma Fisco del MoVimento 5 Stelle
File Pdf - 88 Kb

Il percorso del programma su Rousseau

Il #ProgrammaFisco del MoVimento 5 Stelle

I cittadini, davanti al fisco, hanno indubbiamente dei disagi. La pressione fiscale è eccessiva, sulle imprese, sulle famiglie, e tutto il rapporto con il fisco è molto complesso. Occorrono una serie di norme che rendano più snello, equo e sostenibile il fisco in Italia. È per questo che il Movimento 5 Stelle chiede di esprimervi su alcuni punti fondamentali che riguardano proprio la realizzazione di un alleggerimento nei confronti delle imprese, una redistribuzione dei carichi fiscali migliore e tanti altri aspetti che andiamo ad analizzare. Uno dei temi fondamentali per tutti i cittadini è quello del rispetto dell’ambiente e quindi non si può rinunciare a utilizzare il fisco per riuscire a indurre nei cittadini dei comportamenti virtuosi affinché la tutela dell’ambiente sia effettivamente attuata. E per questo abbiamo pensato, tra le nostre proposte, quella di creare un unico contributo ambientale in sostituzione di tutte quelle misure attualmente previste che purtroppo non portano a nulla. Logicamente questo contributo unico ambientale terrà conto delle specificità del settore e del tipo di produzione. Altri punti importanti nel nostro programma fisco che sarà in votazione, mi raccomando votate bene e con attenzione, sarà sicuramente uno snellimento della normativa fiscale e questa iper-burocrazia che va toccata, va ridotta, perché non è possibile che gli utenti siano, ancora oggi, nel momento in cui devono pagare una tassa o un’imposta, totalmente confusi. Quindi bisogna snellire le normative fiscali ed eliminare questa iper-burocrazia. Inoltre, le agenzie di riscossione, devono far sì che venga rispettato in pieno l’articolo 53 della Costituzione perché parla di giusta imposizione fiscale. Oggi, purtroppo, quello che ci segnalano gli utenti, è che spesso queste attività di riscossione causano maggiori oneri finanziari per l’utente che deve pagare le imposte e, in più, ingenerano uno stato psicologico, uno stato di paura, perché il contribuente si sente oppresso e pressato da continue lettere e minacce che non portano assolutamente a nulla se non a un grave peggioramento psicologico del contribuente che invece, probabilmente, vuole semplicemente pagare le proprie tasse. E poi, infine, avremo il tema delle commissioni tributarie, che hanno un ruolo fondamentale nella composizione delle controversie all’interno di interessi contrapposti. Ambedue meritevoli di adeguata tutela, abbiamo da un lato lo Stato con la percezione del gettito e l’individuazione dell’imponibile inevaso, dall’altro lato abbiamo la correttezza sostanziale e procedurale del prelievo sul contribuente.

I punti votati dagli iscritti

1.Tassazione equa e sostenibile
Il livello di pressione fiscale in Italia è troppo elevato rispetto il resto d’Europa - pari al 43,6 per cento nel 2015 per le famiglie e 65,4% per le imprese. È necessaria una riforma strutturale dell’attuale sistema fiscale. Approfondisci sul blog Hanno partecipato alle votazioni 18.352 iscritti.
Dettaglio delle preferenze:
- Riduzione pressione fiscale attraverso revisione scaglioni 9.205
- Riduzione del costo fiscale del lavoro su imprese 4.826
- Introduzione di regimi fiscali semplificati 3.127
- Revisione del sistema delle agevolazioni fiscali 1.194
2.Agenzia in Rete

L’iper-burocratica normativa fiscale italiana rappresenta un danno per le imprese e non porta benifici in termini di gettito statale e di contrasto all’evesione fiscale. E’ necessario un cambio di rotta.

Approfondisci sul blog Hanno partecipato alle votazioni 17.742 iscritti.
Dettaglio delle preferenze:
- Introduzione di un sistema telematico 11.173
- Riduzione delle imposte su determinate tipologie 3.394
- Migliorare flusso di dati 2.677
- Operatori che operano come riscossori 498
3.Agenzia partecipata

Occorre rivedere il ruolo dell’Agenzia delle entrate garantendo la piena partecipazione del e favorendo sistemi di controllo e confronto preventivo tra contribuenti ed amministrazione finanziaria.

Approfondisci sul blog Hanno partecipato alle votazioni 17.686 iscritti.
Dettaglio delle preferenze:
- Introduzione principio del contraddittorio 6.228
- Introduzione misure premiali 4.401
- Eliminazione obbligo di adeguamento ai ricavi 3.734
- Potenziamento scambio di informazioni 3.323
4.Riscossione giusta

L’attività di riscossione per essere considerata giusta deve necessariamente contemperare l’interesse del cittadino al pagamento di quanto dovuto con il minor aggravio possibile. Vogliamo riformare l’attuale sistema di riscossione.

Approfondisci sul blog Hanno partecipato alle votazioni 17.296 iscritti.
Dettaglio delle preferenze:
- Internalizzazione del servizio di riscossione 7.602
- Rafforzamento degli attuali strumenti di riduzione dell’indebitamento 5.052
- Procedure per risarcimento diretto 2.197
- Introduzione principio di responsabilità 1.988
- Potenziamento procedura di sospensione 457
5.Tutela autonoma (prima) e processo efficiente (dopo)

Le commissioni tributarie hanno un ruolo fondamentale nella composizione di rilevanti interessi contrapposti. Il miglioramento delle condizioni della giustizia tributaria, passa anche attraverso il potenziamento degli istituti deflattivi del contenzioso.

Approfondisci sul blog Hanno partecipato alle votazioni 17.075 iscritti.
Dettaglio delle preferenze:
- Potenziare l’autotutela amministrativa 9.889
- Revisione del sistema giudiziario tributario 7.186
6.Fisco A++

La tutela dell’ambiente, in quanto bene comune e patrimonio dell’intera collettività, rappresenta un obiettivo irrinunciabile. Il sistema fiscale può costituire un valido strumento per incentivare o disincentivare determinati comportamenti non sostenibili per l’ambiente.

Approfondisci sul blog Hanno partecipato alle votazioni 17.297 iscritti.
Dettaglio delle preferenze:
- Introduzione di un Tributo Unico Ambientale 10.059
- Promozione di sistemi di certificazione basata sull’analisi di ciclo di vita 3.298
- Revisione delle imposte e dei sussidi 1.998
- Incentivi fiscali alle attività a minor impatto ambientale 1.942

DIFFONDI E SUPPORTA IL PROGRAMMA
FISCO DEL MOVIMENTO 5 STELLE

Condividi sul territorio e sul social web i concetti chiave di questo programma. Queste voci verranno aggiornate man mano che il sito si arricchisce. Torna presto a trovarci per nuovi aggiornamenti.

icona-volantino-circle

Scarica, stampa e diffondi il volantino

Scarica il PDF
icona-volantino-2-circle

Condividi le card sui Social Network

Scarica il Kit