Finanziamenti alle corride, cosa farà la Commissione?

no-corrida-stop-finanziamenti-2.jpg


Nel corso dell'ultimo scandaloso voto al Parlamento europeo sul taglio agli sprechi - voto che seguiva il teatrino del PD a Roma sulla riduzione degli stipendi -, il Movimento 5 Stelle è riuscito a portare a casa una piccola ma importante vittoria: gli assurdi finanziamenti alle corride sono stati stoppati. L'emendamento firmato EFDD-M5S elimina la scappatoia con cui la Commissione europea e il Consiglio avrebbero voluto scavalcare il volere degli eurodeputati, inserendo una nota a piè di pagina al testo sul bilancio. In pratica, si tratta della riconferma del voto dello scorso giugno che l'esecutivo europeo pensava di aver "aggirato".

Il testo dell'emendamento:
"Si ribadisce che gli stanziamenti a titolo della PAC non dovrebbero essere utilizzati per sostenere la riproduzione o l'allevamento di tori impiegati in combattimenti letali; esorta la Commissione a presentare senza ulteriore indugio le modifiche legislative necessarie per dare attuazione a tale richiesta, già formulata nel quadro del bilancio generale dell'Unione europea per l'esercizio 2016".

Qualora la Commissione decidesse di mantenere i finanziamenti alle corride si macchierà dell'ennesima forzatura antidemocratica. La corrida è una pratica crudele e medievale che viene spesso spacciata per "attività culturale". Non attira il turismo e uccide ogni anno circa 30 mila tori. Finora l'Europa è stata complice di questo massacro, i tori condannati a morire per puro spettacolo venivano allevati con i soldi dei contribuenti, grazie ai fondi della PAC (Politica agricola comune). Le stime, non ufficiali, parlano di circa 130 milioni di Euro. È il momento di dire basta.

Video archivio. Il primo voto di giugno 2016:

Guarda anche ...


Ultimi video

Titolo