Pesca: difendiamo insieme il mar Mediterraneo su #Rousseau

lex-rousseau-democraziadiretta-m5s-5stelleeuropa-beppegrillo-parlamentoeuropeo.png


di Marco Affronte
, Efdd - Movimento 5 Stelle Europa.

Il Movimento 5 Stelle vuole salvare il Mar Mediterraneo e per farlo ha bisogno di tutti voi. Al Parlamento europeo è stato assegnato al Movimento 5 Stelle un rapporto sullo stato degli stock ittici e la situazione economico-sociale nel settore della pesca nel Mar Mediterraneo. Il portavoce Marco Affronte ha scritto una bozza che è stata caricata sul portale Rousseau. Un cittadino che partecipa è un un cittadino che può cambiare davvero il nostro Paese: questo è il concetto di democrazia che pratica il Movimento 5 Stelle.

VIDEO. Ecco come il Movimento 5 Stelle vuole difendere il mar Mediterraneo. Condividi il video di Marco Affronte




di Marco Affronte

"Il Mar Mediterraneo, con le sue 17.000 specie marine, è una delle zone al mondo con la maggiore biodiversità. Eppure, il livello complessivo delle risorse ittiche sovra-pescate è ampiamente il doppio o il triplo del livello del Massimo Rendimento. Rischiamo di trasformare il Mar mediterraneo in un deserto. Oltre alla pesca eccessiva, il Mar Mediterraneo è soggetto ad altre forti minacce: eccesso di nutrienti/fertilizzanti, inquinamento, modifiche della costa e dell'habitat, traffico marittimo, estrazioni di petrolio e gas. Il Mediterraneo è, inoltre, molto sensibile ai cambiamenti climatici. Bisogna proteggerlo.

Ecco alcuni punti chiave del rapporto:

- gestione pluriennale delle risorse per una maggiore sostenibilità grazie anche ad attrezzi di pesca più selettivi.

- cooperazione con i paesi terzi che operano nel Mar Mediterraneo.

- fermo biologico basato sulle caratteristiche biologiche delle specie.

- chiusura di alcune aree per nursery o ripopolamento dello stock sovra pescato.

- accesso alla risorsa preferenziale per la Pesca Artigianale

- maggiore controllo sulle attività di pesca illegale, accompagnate da misure speciali per chi infrange le regole e non possiede la licenza.

- eventuale introduzione di quote su alcune specie sovra sfruttate.

- rispetto taglia minima e definizione della taglia basato su criteri scientifici.

- maggiore controllo della filiera fino al mercato ittico con informazioni al consumatore più esaustive.

- maggiore coinvolgimento delle organizzazioni di pesca regionali nel processo decisionale in linea con la Regionalizzazione menzionata nella Politica di pesca comune.

Con il Movimento 5 Stelle siete voi i legislatori in Europa. Ci vediamo su Rousseau con le vostre proposte!"

Guarda anche ...


Ultimi video

Titolo