Un marchio per le imprese che rispettano i diritti umani

LOBBY-multinazionali-m5s-beppegrillo-corrao.jpg


La Commissione Affari Esteri del Parlamento europeo ha approvato con 65 voti a favore e 5 contrari un rapporto del Movimento 5 Stelle sulle "responsabilità delle multinazionali nelle violazioni dei diritti umani nei Paesi terzi". Questo voto è un importante successo politico perché per la prima volta in Europa si avvia un percorso per responsabilizzare le imprese multinazionali che calpestano i diritti dei cittadini approfittando della povertà e dell'arretratezza culturale di alcuni Paesi africani, asiatici e sudamericani.

Grazie a questo rapporto, il Movimento 5 Stelle getta le basi per la rimozione delle cause che provocano i flussi migratori non controllati. Ci sono, infatti, essenzialmente due ragioni che portano un uomo a lasciare la propria terra: scappare dalle bombe e/o dalla fame. Ripudiare le guerre e pretendere uno sviluppo economico senza sfruttamento è un primo passo per prevenire le cause indirette dei flussi migratori.

L'Europa deve esportare i diritti umani nel mondo e lo deve fare a partire dalle proprie imprese, ecco perché l'adozione di un marchio europeo "abuse free" rappresenta un grande cambiamento nella cultura di impresa. I consumatori saranno in grado di scegliere consapevolmente.

Il rapporto, scritto e negoziato con gli altri gruppi politici dal portavoce Ignazio Corrao, era stato caricato su Rousseau, discusso ed emendato dai cittadini. La grande maggioranza con il quale è stato approvato premia un lavoro concreto, senza ideologie di parte, un lavoro che oggi solo Il Movimento 5 Stelle può fare.


VIDEO. Le multinazionali che non rispettano i diritti umani vanno fermate! Ecco la strategia del Movimento 5 Stelle.




"Oggi sono davvero entusiasta! Dopo un grande lavoro fatto insieme a voi su Lex, ho portato in Europa il progetto di relazione sulla responsabilità delle imprese per gravi violazioni dei diritti umani nei Paesi terzi. Il nostro report vuole mettere con coraggio la parola fine all'ipocrisia di chi non si preoccupa delle cause che provocano i flussi migratori non controllati. Le nostro sono proposte chiare e coraggiose:
- introduzione di norme che obbligano le multinazionali a rispettare i diritti umani.
- possibile apertura dei Tribunali europei alle richieste dei cittadini dei Paesi terzi.
- obbligo per le multinazionali a comunicare pubblicamente la provenienza e l'utilizzo delle materie prime.
- creazione del marchio "abuse-free" per valorizzare solo quei produttori che si impegnano a non volare i diritti umani.

Oggi tutti insieme abbiamo scritto una piccola pagina di storia. Il Movimento 5 Stelle vuole esportare diritti." (di Ignazio Corrao)

Guarda anche ...


Ultimi video

Titolo