#IoSostengoRousseau anche al Parlamento europeo

iosostengorousseau-isabellaadinolfi-m5s-5stelleeuropa-parlamentoeuropeo-democraziadiretta.jpg


Il Movimento 5 Stelle porta Rousseau al Parlamento europeo. Grazie alla Rete i cittadini possono partecipare alla vita politica del proprio Paese, proporre e scrivere le leggi, votare per la scelta delle liste elettorali e per dirimere le più controverse posizioni politiche. Basta deleghe in bianco ai politici! Il Movimento 5 Stelle ha proposto e ottenuto la redazione di un rapporto sulla democrazia elettronica in Europa. La portavoce Isabella Adinolfi è la relatrice in Commissione Cultura e ha proposto di inserire le funzioni e le idee di Rousseau nel rapporto.

VIDEO. Ecco l'impegno del Movimento 5 Stelle per rifondare la democrazia in Europa




di Isabella Adinolfi

"I cittadini non si accontentano più di andare a votare ogni cinque anni delegando a qualcun altro la propria rappresentanza, ma chiedono più trasparenza e maggiore partecipazione nei processi decisionali. Per questo, la democrazia rappresentativa va coadiuvata, integrata e rafforzata tramite strumenti di democrazia diretta, il cui esercizio è oggi facilitato per l'appunto dai nuovi media e le nuove tecnologie.

Il legislatore deve essere in grado di capire i cambiamenti in atto, padroneggiarli e saperli indirizzare in modo da garantire che le nuove tecnologie e i nuovi strumenti siano impiegati al servizio della democrazia, dei più deboli e degli emarginati e non a favore del mantenimento dello status quo, delle lobby e di interessi corporativi particolari. Per questa ragione è nata la piattaforma "Rousseau": consentire a tutti gli iscritti di interagire con i rappresentanti eletti e partecipare alla redazione degli atti legislativi. Bisogna, adesso, far partire specifici progetti pilota per poter valutare in concreto gli aspetti positivi e i potenziali rischi, al fine di ridurli al minimo, di tutti questi strumenti.

Per arrivare a questo traguardo l'accesso a internet deve essere considerato un diritto fondamentale e costituzionale (è riconosciuto solo in Estonia). Tutti i cittadini devono ricevere, inoltre, un'adeguata educazione digitale così da eliminare le diseguaglianze sociali ed economiche e, al contempo, garantire il pieno sviluppo della persona umana, l'uguaglianza, la libertà. Specifici programmi di apprendimento pertanto dovrebbero essere messi in piedi, avendo particolare riguardo per tutte quelle categorie più svantaggiate di cittadini e per i cittadini affetti da disabilità. Con il Movimento 5 Stelle questo sogno è a portata di mano".

Guarda anche ...


Ultimi video

Titolo