Mozione di censura a Juncker #SfiduciamolEuropa

commissioneeuropea-inquinamento-beppegrillo-m5s-5stelleeuropa-veleno-biocidi-sfiduciajuncker.jpg


Basta avvelenare i cittadini. Il Movimento 5 Stelle ha presentato una mozione di sfiducia alla Commissione europea perché non rispetta le regole sull'uso dei biocidi, sostanze chimiche usate per disinfettare i dispositivi medici, l'acqua delle piscine, i gabinetti chimici. I biocidi si trovano, inoltre, nei liquidi per il bucato, candeggine, insetticidi, vernici, additivi disinfettanti e pesticidi agricoli.

Queste sostanze alterano le funzioni del sistema endocrino e la regolazione ormonale provocando disturbi al comportamento e alla riproduzione. L'esposizione a sostanze che agiscono sul sistema endocrino durante le fasi critiche dello sviluppo (concepimento, gravidanza, prima infanzia, infanzia e pubertà) può aumentare la probabilità dell'insorgere di patologie di diversa gravità, sia a breve che a lungo termine. Può provocare il cancro e difetti congeniti nel feto. La salute umana è a rischio. La Commissione europea sa tutto, è stata persino condannata dalla Corte di Giustizia europea, eppure non fa nulla. Si arrampica sugli specchi per giustificare il suo colpevole disinteresse. E intanto milioni di persone sono a rischio.

Il capo delegazione del Movimento 5 Stelle, Piernicola Pedicini, ha raccolto le firme di un decimo dei deputati del Parlamento europeo e ha presentato una mozione di censura alla Commissione europea. Ecco la sua denuncia:

"La Commissione europea ha violato il regolamento biocidi e non ha ancora osservato la sentenza di condanna della Corte di giustizia del Lussemburgo. Ci sono due regolamenti (n.1107/2009 sui prodotti fitosanitari e n.528/2012 sui biocidi pesticidi non agricoli) che OBBLIGANO LA COMMISSIONE AD AGIRE. I rappresentanti dei cittadini avevano decretato il divieto in tutta Europa all'uso di pesticidi che abbiano l'effetto di interferenti endocrini e la Commissione è stata chiamata a prendere tutte le misure necessarie attraverso atti delegati per proteggere la salute pubblica. Secondo questi regolamenti la Commissione europea doveva adottare entro il dicembre 2013 criteri scientifici da utilizzare per poi definire i prodotti attivi da inserire in una lista di interferenti endocrini al fine di limitarne l'accesso al mercato e la presenza nelle nostre vite. Cosi non è stato. Contro questo comportamento omissivo della Commissione, il governo svedese nel 2015 ha presentato un ricorso alla Corte di Giustizia. Nella Commissione Ambiente del Parlamento europeo il Movimento 5 Stelle ha appoggiato la decisione svedese proprio perché l'elusione di questo divieto ha già avuto una ricaduta certa sulla fertilità di tanti giovani ragazzi e ragazze. Anche altri Paesi, come la Danimarca, la Francia e l'Olanda hanno appoggiato la richiesta della Svezia in Corte di giustizia. Il Commissario alla Salute Andriukaitis e lo stesso Presidente della Commissione Jean-Claude Junker non fanno altro che violare i regolamenti e una sentenze della Corte. Perché la Commissione non adotta questi criteri scientifici? Chi difende?" (Piernicola Pedicini)

TWITTA ANCHE TU L'HASHTAG: #SfiduciamolEuropa

Guarda anche ...


Ultimi video

Titolo