Verità per Giulio Regeni al Parlamento europeo

regeni.jpg


L'Unione europea deve fare piena luce sull'omicidio barbaro e atroce di uno dei suoi cittadini, Giulio Regeni. I tentativi di depistaggio a poche ore dal ritrovamento del cadavere e le ambiguità finora emerse nelle indagini gettano ombre inquietanti sulla condotta delle autorità egiziane. Per questa ragione i portavoce del Movimento 5 Stelle Europa sostengono una risoluzione del Parlamento europeo in cui si chiede all'Egitto di collaborare. Solo una indagine indipendente internazionale può ristabilire la verità.

Il Movimento 5 Stelle si aspetta una collaborazione totale e sincera da parte degli altri Stati europei, in modo da fugare ogni sospetto di eventuali pressioni e coinvolgimenti esterni. Il Governo egiziano deve comprendere che né l'importanza geopolitica del Paese né i problemi di sicurezza interni possono giustificare le gravi violazioni dei diritti umani che vengono da più parti documentate. Purtroppo le voci che si levano per censurarle restano inascoltate, anche per l'atteggiamento dei governi europei, tra cui quello Renzi, che come al solito si distingue per il proprio servilismo acritico.

Fabio Massimo Castaldo, Ignazio Corrao, Isabella Adinolfi, Eleonora Evi, Piernicola Pedicini e Daniela Aiuto hanno presentato una interrogazione all'Alto Rappresentante dell'Unione europea Federica Mogherini chiedendo "come intende intervenire presso le autorità egiziane al fine di ottenere piena luce sulla vicenda". Federica Mogherini deve chiarire i rapporti fra l'Unione europea e il regime del generale al-Sisi, responsabile di pesanti violazioni dei diritti umani. L'accordo di associazione Ue-Egitto del 2001 pone il loro rispetto quale elemento essenziale del rapporto bilaterale.

Il regime del generale al-Sisi, che nel 2013 depose il presidente islamista Morsi, è oggetto di molteplici denunce di violazione dei diritti umani. Human Rights Watch l'ha identificato come il più repressivo mai conosciuto dal Paese, Amnesty International afferma che l'Egitto vive oggi una delle peggiori crisi dei diritti umani a livello mondiale e l'Egyptian Commission for Rights and Freedoms lo scorso dicembre denunciava 340 casi di sparizione di attivisti e dissidenti nei due mesi precedenti.

Il Movimento 5 Stelle vuole giustizia per Giulio e diritti per il popolo egiziano.

VIDEO. L'intervento in plenario di Ignazio Corrao




VIDEO. L'intervento in plenaria di Fabio Massimo Castaldo

Guarda anche ...


Ultimi video

Titolo