Bruxelles-latte-trattori-quote-russia.jpg


L'Unione Europea utilizza una sola strategia politica: l'esasperazione. È un colosso incapace di risolvere problemi, come un elefante in un negozio di cristalli, distrugge tutto appena muove una zampa.
L'esasperazione è il sentimento che oltre seimila allevatori e agricoltori europei hanno deciso di portare nel centro di Bruxelles e nei quartieri delle istituzioni. Con i loro trattori hanno deciso d'invadere le strade nel giorno del Consiglio europeo straordinario dell'Agricoltura, convocato dalla presidenza di turno lussemburghese, mandando in tilt la capitale belga.
Il tentativo, alquanto tardivo come da prassi UE, è dare risposte alla crisi dei settori lattiero-caseario, della carne suina e bovina e dell'ortofrutta. Sono stati loro a soffrire più di altri dell'assurdo embargo russo. Inoltre, l'addio delle "quote latte" ha provocato una sovrapproduzione, con la naturale conseguenza di un crollo del prezzo del latte.

Per saperne di più vi rimandiamo a questo articolo del portavoce M5S Marco Zullo.

"Un litro di latte costa un terzo di una tazzina di caffè o di una bottiglietta d'acqua. Le politiche agricole europee sostenute dal Governo ‪Renzi‬ tolgono agli agricoltori ruolo e dignità. Il settore vive una tremenda crisi, anche per colpa dell'embargo imposto all'Europa dagli Stati Uniti nei confronti della Russia. Gli agricoltori che manifestano oggi a Bruxelles di fronte al Consiglio dei ministri dell'Agricoltuta Ue vogliono un prezzo equo, che copra almeno i costi di produzione. E' chiedere troppo? Noi del M5S crediamo di no".
Marco Zullo, portavoce M5S in Europa

Le immagini della Bruxelles di oggi:
bru_01.jpg
__________
bru_02.jpg
__________
bru_03.jpg
__________
bru_04.jpg

Guarda anche ...


Ultimi video

Titolo