#FUORIDALLEURO: intervista esclusiva a Bernd Lucke

lucke-m5s-fuoridalleuro-referendumeuro.png


Lo avevamo definito un "un tedesco che fa a pugni col suo subconscio". Bernd Lucke è un deputato del Parlamento Europeo appartenente al Gruppo ECR, oltre che un professore di macroeconomia all'università di Hamburg. Sostiene una teoria economica che all'interno delle istituzioni di Bruxelles sembra rivoluzionaria. In pratica, vorrebbe che la moneta Euro venisse abbandonata il più presto possibile. Non tanto per la sopravvivenza dei paesi del Sud Europa, a cui riconosce la status di "vittime del sistema", quando per la convenienza della Germania.
LEGGI QUI IL DIALOGO SULLA GOVERNANCE ECONOMICA

Lucke, come avevamo già spiegato, è convinto che gli equilibri macroeconomici attuali siano impossibili da sostenere. Sia per gli italiani, sia per i crucchi. Come dargli torto?

Lo abbiamo intervistato per voi. Nonostante alcune reticenze e alcuni passaggi "abbottonati", vi proponiamo questo documento esclusivo che spiega come anche una buona parte della Germania sia consapevole della catastrofe monetaria ed economia che si sta scientificamente attuando grazie ai trattati europei. Buona visione.


"L'Euro non è una buona valuta per tutti questi paesi, che sono molto diversi. Ci causa molti problemi nel Sud Europa, in particolare: alta disoccupazione, deficit di bilancio e debito, crescita molto lenta o assente del tutto. Anche i paesi più ricchi hanno dei problemi perché si ritrovano a pagare per tutti, le tasse vengono usate per ripianare i conti delle banche. Non stanno aiutando la popolazione del Sud Europa, stanno usando le banche da cui vantano dei crediti. Questo è molto brutto e impopolare. Per questo penso che la cosa migliore sia tornare alle valute nazionali".

Cosa rappresenta l'Euro per la popolazione?
"È semplicemente una singola valuta che è per molti peggio di un sistema di cambi fissi. Perché un sistema di cambi fissi lo puoi sempre aggiustare. È fisso per un po' di tempo e poi se non è buono puoi aggiustarlo. Nell'Euro non si può fare questo, e questo è il più grande problema dell'Euro. Perché la produttività, i salari, si sviluppano in modo diverso in questi paesi, e noi avremmo bisogno di un aggiustamento dei cambi. Ma non l'abbiamo.
È come un flusso d'acqua, bloccata da un grande muro. Ma l'acqua continua ad arrivare e prima o poi il muro si romperà e avremo una grande inondazione
".

Quali benefici ha avuto la germania dalla violazione sull'export?
"L'export è ottimo, perché la Germania è molto competitiva ora. Può vendere i suoi prodotti molto bene sugli altri mercati, attualmente sta abbattendo l'export degli altri paesi perché la sua moneta e la sua economia è molto forte. Ottiene benefit nelle esportazioni per questo. Il problema per la Germania è il carico per i contribuenti che devono pagare per sanare le bancarotte delle banche o dei governi".

Ma quali regole ha violato la Germania nel sistema export?
"Non con il sistema export, ma la Germania ha rotto le regole sulla stabilità del pacchetto crescita già nel 2000 (2005 o 2003 penso che fosse), quando avevamo alto deficit. Mentre oggi abbiamo alti debiti dei governi del 67% e invece il massimo è il 60%, abbiamo violato anche questa regola. Ma sono semplicemente ignorate dall'Unione Europea, sempre s'ignora quando qualcuno viola le regole".

Cosa possono fare i paesi del Sud per combattere questa situazione?
"I paesi del Sud dovrebbero essere ben consigliati a lasciare l'Euro. E alcuni paesi attualmente stanno combattendo per questo. In Italia il Movimento 5 Stelle sta collezionando le firme per un referendum che è una grande idea, così la gente può decidere se uscire dall'euro o restare in questa situazione di alta disoccupazione, stagnazione, alti debito del governo, alte tasse ecc... Tutte queste cose vanno avanti dalla crisi economica causata dall'Euro. Dovreste votare per questo, dovete andare avanti. Dovete abbandonare l'Euro".

Guarda anche ...


Ultimi video

Titolo