Novembre 2015 Archives

- Home Vigilanza Rai -

Rai: perché Maggioni e Dall'Orto non danno esempio su stipendi?

user-pic
 

maggioni rai.jpg


Avevamo proposto al presidente e il direttore generale della Rai di ridursi lo stipendio fino ai 240mila euro previsti dalla legge. Una legge che la Rai ha aggirato emettendo delle obbligazioni e permettendo così a 15 fra dirigenti e giornalisti di percepire più di quanto previsto.


Maggioni e Dall'Orto avrebbero potuto dare il buon esempio, anche perché la Vigilanza ha approvato pochi giorni fa all'unanimità un parere per la revisione dello statuto in modo da evitare l'aggiramento della norma sul limite alle retribuzioni.

Quello degli stipendi dei vertici non è l'unico argomento trattato oggi in audizione dal direttore e dal dg della Rai. Abbiamo apprezzato il via libera a quella che è anche una nostra proposta contenuta nel contratto di servizio, ovvero lo stop alla pubblicità nei canali per i bambini e in quelli culturali. Dal primo maggio non ci saranno più spot su Rai Yo-Yo, Rai5 e RaiStoria. Adesso l'auspicio è quello dell'approvazione di tutto il contratto di servizio, a partire dal divieto di pubblicità del gioco d'azzardo. Cosa aspettano?

Abbiamo chiesto pure notizie sugli appalti, che la nuova riforma Rai rende sempre più opachi. Volevamo più informazioni in merito alla nebulosa degli appalti: non solo sui comportamenti dell'audit davanti la magistratura ma anche della cattiva prassi delle gare al massimo ribasso.


Categorie

Ultimi video Camera

Titolo

Ultimi video Senato

Titolo

Il portale ufficiale del Parlamento 5 Stelle con tutte le notizie, gli articoli, le attività e i video
Copia e incolla il codice nel tuo sito:



Newsletter Parlamento 5 Stelle

Iscriviti per rimanere aggiornato
  * campi obbligatori
* Email:
* Città:
Privacy: Ho preso visione della nota informativa.
Do il consenso al trattamento dei dati.