APPROVATA LA CONSULTA DELLA MOBILITÀ CICLISTICA E DELLA MODERAZIONE DEL TRAFFICO

(di MoVimento Torino) 15.03.17 12:00


Ieri in Sala Rossa è stata approvata l'istituzione della Consulta della mobilità ciclistica e della moderazione del traffico.
La Consulta risponde all' indirizzo della politica della nuova Amministrazione volta ad incentivare la mobilità attraverso il Biciplan.
"Si tratta - sottolonea il consigliere Federico Mensio- di un significativo segno di attenzione per una nuova mobilità che in ambito cittadino sta sempre più aumentando".

La Consulta è stata istituita dopo la discussione in tre Commissioni Ambiente in cui, insieme ai cittadini e alle Associazioni interessate al tema della mobilità ciclabile, è stato presentato dalla Giunta il testo della delibera per l' istituzione della Consulta.

I compiti di quest'ultima saranno: incentivare la partecipazione dei cittadini alle scelte in tema di mobilità ciclabile, portare proposte e collaborare alle decisioni del Comune in merito alle scelte sulla mobilità ciclabile e ai temi ad essa connessi.

La Consulta contribuirà, inoltre, alla redazione del piano lavori annuale del Biciplan e sara' un soggetto competente per avere rapporti con organizzazioni non governative e altre amministrazioni cittadine italiane ed europee sulla diffusione delle attività innovative sul tema del traffico a due ruote.

Il tema della mobilità, affrontato più volte in Consiglio Comunale, risponde alle politiche ambientali della nuova Amministrazione impegnata nella lotta contro l' inquinamento.
"L istituzione della Consulta sottolinea l'importanza di forme di mobilità alternative all' utilizzo dei mezzi a motore, riconosciuti all'80% come causa dell'inquinamento dell'aria della città" commenta il consigliere Federico Mensio.

Ieri sono stati, inoltre, accolti gli emendamenti di commissione e un emendamento delle minoranze che perfezionano parte del testo in particolare sull'allocazione delle risorse per gli interventi previsti nel Biciplan, fondi derivanti da parte delle sanzioni alle infrazioni del codice della strada, e sulle tempististiche di discussione relativamente al piano annuale del Piano della mobilità ciclabile.

Categorie

Acqua (9)
Ambiente (78)
comunicatistampa (11)
Connettività (5)
Energia (16)
Programma (2)
Servizi ai cittadini (141)
Sviluppo (60)
Trasporti (60)

Per mese

Marzo 2017 (6)
Febbraio 2017 (12)
Gennaio 2017 (1)
Dicembre 2016 (2)
Novembre 2016 (5)
Ottobre 2016 (1)
Giugno 2016 (2)
Maggio 2016 (4)
Aprile 2016 (4)
Marzo 2016 (6)
Febbraio 2016 (3)
Gennaio 2016 (2)
Dicembre 2015 (5)
Novembre 2015 (2)
Ottobre 2015 (4)
Settembre 2015 (10)
Agosto 2015 (1)
Luglio 2015 (10)
Giugno 2015 (11)
Maggio 2015 (7)
Aprile 2015 (4)
Marzo 2015 (4)
Febbraio 2015 (4)
Gennaio 2015 (5)
Dicembre 2014 (4)
Novembre 2014 (3)
Ottobre 2014 (11)
Settembre 2014 (4)
Luglio 2014 (1)
Giugno 2014 (3)
Maggio 2014 (4)
Aprile 2014 (5)
Marzo 2014 (5)
Febbraio 2014 (14)
Gennaio 2014 (11)
Dicembre 2013 (10)
Novembre 2013 (7)
Ottobre 2013 (15)
Settembre 2013 (12)
Agosto 2013 (5)
Luglio 2013 (6)
Giugno 2013 (10)
Maggio 2013 (12)
Aprile 2013 (11)
Marzo 2013 (12)
Febbraio 2013 (11)
Gennaio 2013 (10)
Dicembre 2012 (11)
Novembre 2012 (15)
Ottobre 2012 (12)
Settembre 2012 (11)
Agosto 2012 (5)
Luglio 2012 (11)
Giugno 2012 (14)
Maggio 2012 (11)
Aprile 2012 (9)
Marzo 2012 (24)
Febbraio 2012 (28)
Gennaio 2012 (10)
Dicembre 2011 (16)
Novembre 2011 (22)
Ottobre 2011 (18)
Settembre 2011 (27)
Agosto 2011 (8)
Luglio 2011 (24)
Giugno 2011 (24)
Maggio 2011 (24)
Aprile 2011 (18)
Marzo 2011 (21)
Febbraio 2011 (13)
Gennaio 2011 (12)
Dicembre 2010 (6)
Novembre 2010 (2)
Ottobre 2010 (2)
Settembre 2010 (10)
Agosto 2010 (2)
Luglio 2010 (3)
Giugno 2010 (5)
Aprile 2010 (1)
Marzo 2010 (3)
Febbraio 2010 (2)
Gennaio 2010 (1)
Settembre 2009 (1)
Giugno 2009 (3)
Maggio 2009 (10)
Aprile 2009 (3)
Marzo 2009 (2)
Febbraio 2009 (1)