Archivio

MoVimento 5 Stelle Torino

Newsletter n. 25 - 26 giugno 2015

************************************************************************

Per partecipare alle votazioni sul portale nazionale M5s, alla discussione delle proposte di legge e alla scelta di candidati bisogna iscriversi online. Se non l'hai ancora fatto clicca qui e iscriviti.

************************************************************************

 Dal blog M5s-TO:

La politica demenziale: PD e SEL contro Marco Carena

(di Vittorio Bertola) "  Quando avevo quindici anni, una compagna di scuola mi duplicò una cassettina con le canzoni di Marco Carena: e la consumai a forza di ascoltarla. Era il periodo del boom del demenziale, e per qualche anno i doppi sensi più o meno volgari e l’umorismo pecoreccio la fecero da padroni; fu un boom di cui rimase poco, a parte Elio e le Storie Tese. Marco Carena ha continuato onestamente la sua carriera musicale, riproponendo per venticinque anni quei brani su tutti i palchi di Torino e altrove; e anche se a quarant’anni fanno un po’ meno ridere, a me fa sempre piacere ascoltarli." (segue...)

Letzgo, rimborsami un caffé

(di Vittorio Bertola) "Avevamo appena messo un punto fermo sulla vicenda Uber (rimando al post precedente per chi avesse ancora bisogno di essere convinto che Uber così com’è non va bene) ed ora ne arrivano i cloni: ecco Letzgo, il nuovo clone di Uber che però assolutamente non è Uber e non è un servizio taxi, eh! E’ solo un modo per condividere i propri spostamenti divertendosi." (segue...)

 

* * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * *

GIA' 4500 FIRME RACCOLTE! Forse manca solo la tua. Ultimo weekend per firmare la delibera di iniziativa popolare (video)

N.B. SI PUO' FIRMARE ANCHE NEGLI UFFICI DELLE CIRCOSCRIZIONI E AI BANCHETTI INFORMATIVI M5S (vedi appuntamenti sotto)

* * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * *

CONSIGLIO COMUNALE DEL 15 GIUGNO

(vedi QUI i principali atti discussi)

INTERPELLANZA 2015-02355

"L'EPIFANIA SI PORTA VIA ANCHE IL SOSTEGNO ALL'AFFITTO PER I POVERI" PRESENTATA DAI CONSIGLIERI BERTOLA ED APPENDINO IN DATA 29 MAGGIO 2015.

SCHEDA   TESTO     film(56K) - film(ADSL)   

INTERVENTI: Tisi, Bertola, Magliano

INTERPELLANZA 2015-02423

"ATC, L'OCCUPANTE È ABUSIVO MA LA BOLLETTA È REGOLARE?" PRESENTATA DAI CONSIGLIERI BERTOLA ED APPENDINO IN DATA 4 GIUGNO 2015.

SCHEDA   TESTO     film(56K) - film(ADSL)   

INTERVENTI: Tisi, Bertola

INTERPELLANZA 2015-02263

"TASSA RIFIUTI PER GLI OPERATORI MERCATALI, QUANTO CI MARCIA IL COMUNE?" PRESENTATA DAI CONSIGLIERI BERTOLA ED APPENDINO IN DATA 25 MAGGIO 2015.

SCHEDA   TESTO     film(56K) - film(ADSL)   

INTERVENTI: Passoni, Bertola

ATTI PRESENTATI - Interpellanze, Mozioni, Odg (vedi qui)

 

******************

Iniziative a Torino e dintorni

Circoscrizione 4: banchetto informativo MoVimento5stelle e raccolta firme Sabato 27 dalle 9.30 alle 12.30 in corso Svizzera angolo via Buronzo. Info qui: https://www.facebook.com/events/467139786792855/

Circoscrizione 5: banchetto informativo MoVimento5stelle e raccolta firme Sabato 27 dalle 9.30 alle 12.00 presso il Mercato rionale di Corso Cincinnato, angolo corso Toscana. Info qui: https://www.facebook.com/events/460099717485365/

Circoscrizione 6: banchetto informativo MoVimento5stelle e raccolta firme Sabato 27 dalle 9.30 alle 12.30 inPiazza Astengo (quartiere Falchera). Info qui: https://www.facebook.com/events/484028848420958/

Circoscrizione 9: banchetto informativo MoVimento5stelle e raccolta firme Sabato 27 dalle 9.30 alle 13.30 in P.za Carducci (lato GTT). Info qui: https://www.facebook.com/events/1583755645230989/

Circoscrizione 10: banchetto informativo MoVimento5stelle e raccolta firme Sabato 27 dalle 10 alle 18 in via ONORATO VIGLIANI ang VIA PIO VII. Info qui: https://www.facebook.com/events/1658233337721858/

PICNIC NEL PARCODomenica 28 dalle 17 alle 19 picnic nel parco Rubbertex con il Comitato Ambiente Torino Nord. Due ore con i vostri bambini e i vostri dolci da condividere parlando e giocando.

MARCIA NOTAV: Domenica 28 giugno ore 10 con partenza dal Forte di Exilles. Info qui: https://www.facebook.com/events/1596258453967373/

 

**********************

Non accettiamo finanziamenti pubblici.

SOSTIENI IL MOVIMENTO 5 STELLE TORINO:

FAI UNA DONAZIONE!

************************************************************

MoVimento 5 Stelle TORINO


Sito:                  www.movimentotorino.it
Facebook:        http://www.facebook.com/MoVimentoCinqueStelle.Torino
email:               info@movimentotorino.it

Gruppo Consiliare: 011.01122074 – 011.01121915 - 011.01125760      fax: 011.01123118

 

***************************************************

 Circoscrizione I: Centro - Crocetta
VIVIANA: circ1@movimentotorino.it
Seguici anche su Facebook

Circoscrizione II: Santa Rita - Mirafiori Nord
SERENA: circ2@movimentotorino.it
 Seguici anche su Facebook

Circoscrizione III: San Paolo - Cenisia - Pozzo Strada - Cit Turin - Borgata Lesna
MAURA: circ3@movimentotorino.it
 Seguici anche su Facebook

Circoscrizione IV: San Donato - Campidoglio - Parella
NICOLA: circ4@movimentotorino.it
 Seguici anche su Facebook

Circoscrizione V: Borgo Vittoria - Madonna di Campagna - Lucento - Vallette
ANTONINO: circ5@movimentotorino.it
Seguici anche su Facebook

Circoscrizione VI: Barriera di Milano - Regio Parco - Barca - Bertolla - Falchera - Rebaudengo - Villaretto
PAOLO: circ6@movimentotorino.it
Seguici anche su Facebook   
 
Circoscrizione VII: Aurora - Vanchiglia - Sassi - Madonna del Pilone
FABIO: circ7@movimentotorino.it
Seguici anche su Facebook
 
Circoscrizione VIII: San Salvario - Cavoretto - Borgo Po
CLAUDIO: circ8@movimentotorino.it
Seguici anche su Facebook

Circoscrizione IX: Nizza Millefonti - Lingotto - Filadelfia
 MONICA: circ9@movimentotorino.it
Seguici anche su Facebook

Circoscrizione X: Mirafiori Sud
LUIGI: circ10@movimentotorino.it
Seguici anche su Facebook

 

Per non ricevere più questa newsletter clicca su questo link:
http://www2.movimentotorino.it/newsletter/newsletter.php?cdel=%%unscode%%

 

La politica demenziale: PD e SEL contro Marco Carena

| commenti

Quando avevo quindici anni, una compagna di scuola mi duplicò una cassettina con le canzoni di Marco Carena: e la consumai a forza di ascoltarla. Era il periodo del boom del demenziale, e per qualche anno i doppi sensi più o meno volgari e l’umorismo pecoreccio la fecero da padroni; fu un boom di cui rimase poco, a parte Elio e le Storie Tese (altro livello però). Marco Carena ha continuato onestamente la sua carriera musicale, riproponendo per venticinque anni quei brani su tutti i palchi di Torino e altrove; e anche se a quarant’anni fanno un po’ meno ridere, a me fa sempre piacere ascoltarli.

Per questo, quando stamattina ho aperto Facebook e ho visto la consigliera comunale del PD Laura Onofri, rappresentante del movimento femminista Se non ora quando, pubblicare il suo sdegno contro l’esibizione di Carena ieri alla festa di San Giovanni, mi son messo a ridere. Poi ho cliccato sul link, ho letto il comunicato delle femministe e ho pensato che fossero impazzite tutte.

E’ vero, ci sono due canzoni di Carena (le conosco a memoria) che contengono le frasi citate. Una si chiama Che bella estate ed è il racconto di una estate terribile in cui il povero vacanziero assiste a disgrazie e misfatti di tutti i colori: oltre alla ragazza violentata, ci sono un vicino di ombrellone sbranato dai granchi, un bambino corroso dall’acqua inquinata del mare, uno che si suicida nel porto… e però, in un ritornello comico e menefreghista, il protagonista conclude “che bella estate amore mio, ci sei tu ci sono io, ma che c’importa dell’altra gente, ci siamo noi non c’è più niente”. E’ palese a chiunque sia dotato di un briciolo di intelligenza che si tratta di satira, proprio a proposito delle persone che vanno in vacanza fregandosene delle disgrazie di tutti gli altri, salvo poi scoprire che a forza di egoismo non rimane più niente.

Idem per la seconda canzone incriminata, Io ti amo. Che è, appunto, la storia di uno stronzo che si riempie la bocca di “ti amo” per la sua fidanzata e poi la maltratta in ogni modo. Basta leggere il testo per intero, ed è perfettamente chiaro che la canzone prende per il culo i maschi violenti e, anzi, denuncia l’ipocrisia con cui ci si dice “ti amo” per poi dimostrare tutto l’opposto nei fatti. E’ un gran pezzo di satira che comprende diverse battute fulminanti, tra cui “ti amo perché sei diversa / infatti ti confondo spesso”, o anche “io ti amo perché se no ti avrebbe amato un altro / ma ti amo, sono arrivato prima io”, che mette a nudo con spietatezza la vera dinamica sociale con cui si formano moltissime coppie.

E se ancora qualcuno avesse il dubbio che Marco Carena è un buzzurro maschilista, basta citare un’altra canzone che evidentemente le femministe non hanno sentito. Si chiama Bongustata e in essa è l’uomo a essere molto innamorato, mentre la donna lo maltratta in ogni modo, fino a chiuderlo a cuocere nel forno in mezzo alle patate – e lui, da dentro il forno, la avverte gentilmente che si è dimenticata il sale. Secondo la stessa logica, questo sarebbe un incitamento al maschicidio, che non rispetta la sensibilità dei maschi vittima di violenza domestica…

La consigliera Onofri e le sue compagne femministe, in questo thread su Facebook, si sono lanciate in pacati commenti: si sono lamentate ad esempio che l’assessore Gallo non sia salito sul palco per staccare la spina personalmente a metà dell’esibizione, chiedendo che l’eventuale compenso di Carena sia sequestrato e dato (chissà a chi) per “progetti contro la violenza sulle donne”. Poi hanno aggiunto frasi come “prima di esibirsi non ha dovuto presentare una scaletta? È prassi consolidata” e “vergognoso che Carena ha potuto cantare quelle frase CONTRO le donne, nessuna le aveva lette prima della spettacolo per impedirle di cantare!!” (certo, è prassi consolidata che un artista debba dire prima ai politici parola per parola cosa dirà dal palco: nella Romania di Ceausescu, presumo) e persino “I suoi testi sono su YOUTUBE. Vanno rimossi dalla rete. Li ho citati dopo purtroppo averli ascoltati quindi non riascoltateli altrimenti il soggetto per sa di incrementare la sua audience.” (sono senza parole).

Solo qualcuna, con un po’ di buon senso, spiega che sono canzoni vecchie di venticinque anni e aggiunge “forse all’epoca non lanciava un messaggio così negativo come adesso che la violenza sulle donne è così manifesta” (non direi, se mai è che venticinque anni fa la politica mangiava uguale, ma almeno non era piena di censori bacchettoni e di sentinelle in piedi e/o con la tastiera in mano).

La cosa più preoccupante, però, è che sono subito apparsi i vigili politici anti-satira. Il capogruppo del PD Michele Paolino si è limitato a un “mi piace”, ma il capogruppo di SEL Michele Curto ha subito promesso vendetta: “oggi stesso verifico con un atto interpellativo: interpellanza/richiesta di comunicazioni”. L’assessora di SEL Mariagrazia Pellerino si è lanciata in una lirica condanna di Carena: “quelle parole sono un’apologia di reato, un inno alla violenza contro le donne, come se qualcuno cantasse l’emozione provata a fare del male al prossimo”. L’assessora PD Ilda Curti è scatenata: “Siamo un’amministrazione in prima fila sul contrasto alla violenza e ‘sto qui sul palco di San Giovanni davanti a decine di migliaia di persone lancia questo messaggio? Mi viene caldo alla testa” (ok, che il caldo abbia dato alla testa a molti è palese), e prosegue: “i peggiori stereotipi machisti e buzzurri”, “quelle strofe offendono e mi fanno infuriare”.

A questo punto la cosa si fa seria, anche perché tutte queste persone erano in piazza a manifestare gridando “Je suis Charlie”, per cui ne consegue che per loro fare satira anche offensiva sul profeta dell’Islam è legittimo, ma non lo è fare satira sul rapporto di coppia denunciandone l’ipocrisia e la violenza (concetto, peraltro, che mi è appena stato ribadito di persona da un’altra consigliera della maggioranza).

Eppure queste sono le persone che governano Torino, ed è preoccupante scoprire che mancano di tante qualità fondamentali, a partire dalla capacità di comprendere il registro di un testo e di distinguere satira e sarcasmo dall’apologia di reato. Non manca loro solo il senso dell’umorismo, ma anche il senso delle proporzioni (questo sì che è il primo problema di Torino e/o delle donne che subiscono violenza: le canzoni di Carena), e la stima per l’intelligenza dei torinesi, dato che evidentemente pensano che una strofa di una canzone satirica che menziona uno stupro spinga le persone a stuprare, proprio come chi gioca ai videogiochi sparatutto poi va in giro ad ammazzare tutti. E, soprattutto, manca il rispetto per la libertà di espressione: Carena può non piacere, si può anche pensare che per San Giovanni fosse meglio un altro tipo di spettacolo, ma da lì a chiederne la crocifissione in Sala Rossa e il bando da tutti i palchi cittadini passa parecchio.

Per fortuna che Freak Antoni è morto e non può vedere questo scempio…

Letzgo, rimborsami un caffé

| commenti

Avevamo appena messo un punto fermo sulla vicenda Uber (rimando al post precedente per chi avesse ancora bisogno di essere convinto che Uber così com’è non va bene) ed ora ne arrivano i cloni: ecco Letzgo, il nuovo clone di Uber che però assolutamente non è Uber e non è un servizio taxi, eh! E’ solo un modo per condividere i propri spostamenti divertendosi.

Io vi consiglio infatti di leggere le FAQ di questo servizio, perché sono ricche di equilibrismi verbali che talvolta sfociano un po’ nel ridicolo; e se le cose, per poter essere scritte, devono venire raccontate in maniera inverosimile, vuol dire che qualcosa che non torna c’è davvero.

Letzgo non è un servizio taxi ma una comunità, dicono loro: difatti è il passeggero che sceglie quanto “rimborsare” all’autista, in piena libertà e amicizia, fatto salvo che l’app ti suggerisce lei il “rimborso” sulla base dei chilometri, che comunque il “rimborso” non ha limiti concreti e può anche essere di 30 euro per un viaggio di due chilometri, che se non “rimborsi” abbastanza l’autista ti può rifiutare il passaggio e anzi Letzgo ti caccia dal servizio, e che c’è persino quella che nei taxi si chiama “bandiera”, ovvero solo per farti salire in macchina il “non-tassametro” dell’app segna già un “rimborso” minimo di 1,90 euro. Ma il trasporto è a titolo gratuito, eh! Però devi sempre “rimborsare” almeno 1,90 euro per corsa.

E se vuoi fare il driver? Devi dichiarare nel contratto di “non essere un trasportatore professionale”, quindi non soggetto a orpelli del passato tipo tasse e contributi previdenziali; d’altronde è noto che chiunque può fare il dentista o l’avvocato a titolo di “non professionista”, e in tal caso non ha bisogno di titoli e può non pagare le tasse, basta dire che “non è una professione”. Se poi invece si scopre che lo fai per guadagnare sono tutti cavoli tuoi, noi di Letzgo non ti conosciamo proprio. E devi anche avere tu una assicurazione che copra i terzi trasportati “in amicizia”, noi di Letzgo non ne vogliamo sapere niente, se poi hai un incidente e l’assicurazione ti fa storie sono problemi tuoi e del poveretto che trasportavi.

Ah, e te l’ho detto che, in amicizia, devi darci il 20% dei “rimborsi” che ricevi?

E c’è di più: c’è un periodo di prova iniziale (non si sa prova di cosa, visto che “non è una attività professionale” e quindi non ha requisiti minimi), durante il quale noi non ti giriamo i “rimborsi” dei tuoi clienti, e se prima della fine della prova non ci vai bene ti cacciamo e ci tratteniamo “a titolo di penale amministrativa” il 100% dei “rimborsi” pagati dai tuoi clienti. E arrivederci e grazie eh!

Ora, io mi premurerò di parlare con questa azienda e magari mi convinceranno che veramente non vogliono fare un servizio di trasporto a pagamento su chiamata, ma una semplice piattaforma di condivisione delle spese per viaggi già programmati. Se questa è l’intenzione, però, c’è un modo molto semplice di chiarirla: mettano nell’app un limite massimo al “rimborso” fissandolo pari al 50% del costo chilometrico del viaggio, visto che si tratta di condividere le spese e non di farsi pagare per trasportare qualcuno sperando di guadagnarci; e aggiungano anche un bel pulsantone per segnalare rapidamente i driver che dovessero chiedere un extra in nero.

In questo modo potrò credere nella buona fede di Letzgo e sostenere il loro diritto ad esistere; altrimenti, mi spiace, ci stiamo solo facendo prendere tutti in giro un’altra volta.

DECIDI TU con il Referendum Propositivo - Newsletter 24

| commenti



MoVimento 5 Stelle Torino


Newsletter n. 24 - 19 giugno 2015


************************************************************************


Per partecipare alle votazioni sul portale nazionale M5s, alla discussione delle proposte di legge e alla scelta di candidati bisogna iscriversi online. Se non l'hai ancora fatto clicca qui e iscriviti.


************************************************************************


 Dal blog M5s-TO:




(di MoVimento Torino)  A distanza ormai di sei anni dalla presentazione del progetto di ammodernamento della struttura che doveva migliorare la qualità dei servizi offerti ai cittadini e apportare modifiche valutate positivamente dall'Amministrazione, la piscina Pellerina è ancora un cantiere... (segue...


************************************************************************




VIENI A FIRMARE per la delibera di iniziativa popolare: 5000 firme per dare più voce ai torinesi (video)



Ultimi giorni di raccolta firme per dare voce ai cittadini. Hai già firmato? Puoi farlo qui:


- Venerdi 19 al GIANDUIA REGGAE EXPLOSION presso il Foro Boario di Moncalieri (TO) a partire dalle 18.30 fino a tarda serata (https://www.facebook.com/events/1465352207088952/)


- Sabato 20 in Corso Sebastopoli (Piazza d'Armi) dalle 12:30 alle 21


- Sabato 20 dalle 16 alle 22 in Via Cesana angolo Via Moretta, davanti all'ex DIATTO (https://www.facebook.com/events/384735945056621/)


- Sabato 20 al GIANDUIA REGGAE EXPLOSION presso il Foro Boario di Moncalieri (TO) a partire dalle 15 fino a tarda serata (https://www.facebook.com/events/1465352207088952/)


- Domenica 21 dalle ore 10 al Parco della Pellerina Viale Centrale ingresso Appio Claudio. Alle 16 ci sarà poi l'evento PELLERINA OPERA INCOMPIUTA (https://www.facebook.com/events/1109057922441300/) organizzato dal MoVimento 5 Stelle.


- Domenica 21 al GIANDUIA REGGAE EXPLOSION presso il Foro Boario di Moncalieri (TO) a partire dalle 15 fino a tarda serata (https://www.facebook.com/events/1465352207088952/)


INOLTRE...


Circoscrizione 2: banchetto informativo MoVimento5stelle e raccolta firme Sabato 20 dalle 10 alle 13 in Corso Agnelli angolo Corso Sebastopoli (Mercato lato pesce). Banchetto raccolta firme per Quorum Zero sul lato opposto di corso Agnelli (Lato stadio) dalle ore 12,30 alle 21. Info qui: https://www.facebook.com/events/1448100455509066/


Circoscrizione 5: banchetto informativo MoVimento5stelle e raccolta firme Sabato 20 - Borgo Vittoria - Piazza della vittoria ang. Via Villar dalle 9,30 alle 12.


Circoscrizione 4: banchetto informativo MoVimento5stelle e raccolta firme Sabato 20 in piazza Campanella 9.30/12.30 e Domenica 21 alla Pellerina 9.30/18.30.


Circoscrizione 6: banchetto informativo MoVimento5stelle e raccolta firme Sabato 20 ore 09,30/12,30 in Corso Taranto 169, mercato coperto di fianco al bar . Info qui: https://www.facebook.com/events/484028848420958/


Circoscrizione 9: banchetto informativo MoVimento5stelle e raccolta firme Sabato 20 ore 09,00/13,00 in Via Montevideo angolo corso Unione Sovietica (petizioni e distribuzione lettere rimborso integrale pensione) . Info qui: https://www.facebook.com/events/865529866873211/


N.B. SI PUO' FIRMARE ANCHE NEGLI UFFICI DELLE CIRCOSCRIZIONI


* * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * *


Confronto sul Ddl SCUOLA: QUALI PROPOSTE ALTERNATIVE?


Incontro con i parlamentari M5s e il mondo della scuola. Sabato 20 giugno dalle ore 21,00 presso il Teatro Grande della Cavallerizza in Via Verdi n.9 a Torino.



* * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * *


CONSIGLIO COMUNALE DEL 15 GIUGNO


(vedi QUI i principali atti discussi)









INTERPELLANZA 2015-01996


"MAO: UNA STORIA INFINITA" PRESENTATA DAI CONSIGLIERI APPENDINO E BERTOLA IN DATA 11 MAGGIO 2015.


SCHEDA   TESTO     film(56K) - film(ADSL)   



 


*******************


Iniziative a Torino e dintorni


ABITARE IL QUARTIERE: Sabato 20 nel quartiere Cenisia dalle 16 alle 20 . Info qui: https://www.facebook.com/events/384735945056621/


MoVifest 5 stelle a Volpiano: “Festa dell'Informazione” Domenica 21 dalle ore 14.30 alle ore 22.30. Info qui: https://www.facebook.com/events/292774360908830/


Piscina PELLERINA - Torino: PELLERINA: OPERA INCOMPIUTA. Oltre 700.000 euro lasciati marcire alle intemperie.... Domenica 21 dalle 16 alle 18. Info qui:https://www.facebook.com/events/1109057922441300/


 


**********************


Non accettiamo finanziamenti pubblici.


SOSTIENI IL MOVIMENTO 5 STELLE TORINO:


FAI UNA DONAZIONE!


************************************************************


MoVimento 5 Stelle TORINO



Sito:                  www.movimentotorino.it
Facebook:        http://www.facebook.com/MoVimentoCinqueStelle.Torino
email:               info@movimentotorino.it


Gruppo Consiliare: 011.01122074 – 011.01121915 - 011.01125760      fax: 011.01123118


 


***************************************************



 Circoscrizione I: Centro - Crocetta
VIVIANA: circ1@movimentotorino.it
Seguici anche su Facebook

Circoscrizione II: Santa Rita - Mirafiori Nord
SERENA: circ2@movimentotorino.it
 Seguici anche su Facebook


Circoscrizione III: San Paolo - Cenisia - Pozzo Strada - Cit Turin - Borgata Lesna
MAURA: circ3@movimentotorino.it
 Seguici anche su Facebook

Circoscrizione IV: San Donato - Campidoglio - Parella
NICOLA: circ4@movimentotorino.it
 Seguici anche su Facebook

Circoscrizione V: Borgo Vittoria - Madonna di Campagna - Lucento - Vallette
ANTONINO: circ5@movimentotorino.it
Seguici anche su Facebook

Circoscrizione VI: Barriera di Milano - Regio Parco - Barca - Bertolla - Falchera - Rebaudengo - Villaretto
PAOLO: circ6@movimentotorino.it
Seguici anche su Facebook   
 
Circoscrizione VII: Aurora - Vanchiglia - Sassi - Madonna del Pilone
FABIO: circ7@movimentotorino.it
Seguici anche su Facebook
 
Circoscrizione VIII: San Salvario - Cavoretto - Borgo Po
CLAUDIO: circ8@movimentotorino.it
Seguici anche su Facebook

Circoscrizione IX: Nizza Millefonti - Lingotto - Filadelfia
 MONICA: circ9@movimentotorino.it
Seguici anche su Facebook

Circoscrizione X: Mirafiori Sud
LUIGI: circ10@movimentotorino.it
Seguici anche su Facebook


 


Per non ricevere più questa newsletter clicca su questo link:
http://www2.movimentotorino.it/newsletter/newsletter.php?cdel=%%unscode%%


 


Quel pasticciaccio brutto della Pellerina

| commenti

di Movimento 5 Stelle Circoscrizione IV

pellerina2.jpg
A distanza ormai di sei anni dalla presentazione del progetto di ammodernamento della struttura che doveva migliorare la qualità dei servizi offerti ai cittadini e apportare modifiche valutate positivamente dall'Amministrazione, la piscina Pellerina è ancora un cantiere. La Città si è impegnata con la Libertas Nuoto, rilasciando la fideiussione per il prestito da quest'ultima richiesto al credito sportivo, per la realizzazione di quanto previsto nei progetti approvati. I lavori sono fermi da parecchio tempo e non sono state individuate strade che diano una qualche possibilità di uscita senza danni da questo pasticcio inenarrabile. Bruttissima storia. Le vie di uscita ipotizzate dalla Città sembrano destinate, al più, a produrre ulteriore dilatazione dei già ampissimi tempi di fine lavori. Inoltre la situazione economica dell'associazione che ha in concessione la piscina non sembrerebbe affatto rassicurante, viste anche le notizie che giungono da Mondovì, città nella quale ESL ha in concessione la piscina comunale che rischia la chiusura a causa della fragilità dei conti della stessa ESL.
ESL ha messo in un "cul de sac" l'Amministrazione torinese. Un'impasse da cui si fatica a venire fuori; e le soluzioni individuate potrebbero sortire effetti indesiderati.
Infatti, in un primo momento si pensava di revocare la concessione. Questa azione non avrebbe, però, risolto il problema del blocco dei lavori e non avrebbe migliorato in alcun modo la situazione. Il credito sportivo ha concesso un mutuo all'attuale concessionario; a quest'ultimo il Comune ha rilasciato una prima fideiussione per un mutuo di circa 700.000 €. Successivamente, la società concessionaria ha chiesto alla Città il rilascio di una seconda fideiussione per l'apertura di altro mutuo da un milione e mezzo di euro, che permettesse di portare a termine i vari lotti previsti. Ma il Comune non ha ritenuto di procedere. Dal 2013, dunque, tutto in stallo. L'Assessore Gallo si impegnò in Consiglio Comunale per individuare soluzioni adeguate. Soluzioni che evidentemente non arrivano. Nessuna credibile proposta è stata partorita dalla Giunta, visto quanto è sotto gli occhi di tutti. Gli uffici, ai quali l'Assessore avrebbe demandato il compito di trovare soluzioni perseguibili, a quanto è dato sapere non sono ancora stati in grado di proporre qualcosa di credibile.
Di fatto uno scheletro di cemento staziona nel cuore della Pellerina (grande polmone Verde di Torino). La piscina non è pienamente fruibile dai cittadini, come originariamente deliberato dall'Amministrazione comunale e previsto nella concessione all' Ente Sportivo nuoto Libertas Torino. Più di 700 Mila euro sono stati spesi senza risultati apprezzabili. L'unico fatto incontrovertibile, allo stato attuale, è un triste manufatto incompleto, nel contesto di quel verde pubblico, che ancora vive, nonostante i ripetuti attacchi dell' incoscienza comunale. A fronte di tale situazione il Movimento 5 Stelle della IV Circoscrizione si fa promotore di un'iniziativa di protesta che vuole da un lato sollecitare l'Amministrazione comunale affinché si impegni nella ricerca di soluzioni rapide, dall'altro intende coinvolgere i cittadini perché siano protagonisti della difesa di uno dei parchi più amati dai torinesi.

Il gruppo di lavoro del MoVimento Torino "Quorum Zero" si occupa di proporre miglioramenti per gli Istituti di Partecipazione del proprio Comune e ha lavorato per diversi mesi sull'elaborazione di una proposta di delibera di iniziativa popolare volta a:
- l'introduzione nello Statuto del referendum propositivo di iniziativa popolare, con valore deliberativo vincolante;
- l'abbassamento del quorum, dall'attuale 50% del totale aventi diritto al 5% calcolato sul totale dei votanti nell'ultima tornata elettorale comunale, escludendo quindi dal computo la quota di astensionismo;
- l'abbassamento del numero di firme necessarie per l'indizione dei referenda, dalle attuali 20000 a 10000.
A corollario di queste importanti modifiche si richiede anche un impegno da parte della Città a provvedere un'adeguata informazione sui quesiti referendari proposti dai cittadini e a sperimentare forme di partecipazione elettronica certificata.
La raccolta firme (minimo 5000 per le modifiche statutarie) è partita ad inizio marzo 2015 e si concluderà il 3 luglio. Si è preferita questa strada rispetto a quella della delibera consiliare per dare più forza alla proposta e contemporaneamente dare il via ad un'opera di sensibilizzazione sui cittadini rispetto al tema della democrazia diretta. In questa ottica il gruppo di attivisti del MoVimento si è unito ad altri comitati cittadini, dando vita al comitato Partecipazione Attiva (www.partecipazioneattiva.com) che sta lavorando sul territorio per promuovere la proposta di delibera e continuerà a lavorare per diffondere e allargare i diritti di partecipazione della cittadinanza.
L'iniziativa torinese è stata ispirata e supportata dal gruppo del M5S Milano, che dopo due anni di iter consiliare a fine 2014 ha visto approvare la proposta di delibera di iniziativa popolare promossa dagli attivisti e sostenuta in Consiglio Comunale da Mattia Calise.
La loro richiesta (introduzione dei referenda propositivo e abrogativo vincolanti a quorum zero) è stata approvata con qualche emendamento, in particolare la definizione di un quorum del 50% calcolato sul numero dei votanti alle ultime elezioni comunali.
Sono diversi i Comuni italiani che hanno introdotto o stanno lavorando sull'introduzione di forme di partecipazione efficaci, come il referendum propositivo deliberativo, nella quasi totalità dei casi grazie al lavoro propulsivo dei gruppi M5S impegnati sul territorio.
Anche Parma, Comune 5Stelle, ha varato un nuovo Statuto che prevede l'introduzione del propositivo ad iniziativa popolare e del quorum zero per tutti i referenda. Il propositivo di Parma però non ha valore deliberativo vincolante, mantenendo per l'Amministrazione la cautela di impegnarsi a deliberare "tenendo conto della partecipazione e dell'esito referendario".
Tutto considerato e a seguito di un'attenta riflessione, il gruppo di Torino ha preferito, in accordo con gli altri comitati promotori, dare priorità allo scopo irrinunciabile di fornire potere deliberativo ai cittadini, mantenendo un quorum molto basso e ragionevole, che garantisca nell'esito referendario la rappresentatività della cittadinanza, rimandando l'introduzione del quorum zero ad una fase successiva, quanto i tempi saranno maturi.
Dove firmare: a tutti i banchetti del M5S e degli altri comitati, presso le sedi circoscrizionali e all'Urp di piazza Palazzo di Città. Il 14 giugno tutti i comitati aderenti scendono in piazza per un FIRMA DAY con l'obiettivo di raccogliere le ultime firme necessarie per poter portare la proposta di delibera in Consiglio Comunale. Il M5S Torino sarà presente con due banchetti al Parco del Valentino, a partire dalle ore 10.
C'è bisogno dell'aiuto di tutti i torinesi che vogliano avere voce nelle questioni amministrative della propria città. Torino...questa domenica vai al parco e mettici la firma!!!

MoVimento 5 Stelle Torino

Newsletter n. 23 - 12 giugno 2015

************************************************************************

Per partecipare alle votazioni sul portale nazionale M5s, alla discussione delle proposte di legge e alla scelta di candidati bisogna iscriversi online. Se non l'hai ancora fatto clicca qui e iscriviti.

************************************************************************

 Dal blog M5s-TO:

Sul reddito di cittadinanza

(di chiara appendino) Queste le parole del nostro premier: il reddito di cittadinanza per lui è cosa da furbi, incostituzionale e assistenzialismo.

Caro Matteo Renzi, per te, evidentemente, essere poveri è una colpa e non una condizione sociale, altrimenti non si capirebbero le tue esternazioni sul reddito di cittadinanza. Per te la povertà (e i poveri in Italia sono in costante aumento) è una scelta di vita e non una disgrazia in cui ci si può ritrovare anche dall'oggi al domani.... (segue)

************************************************************************

Filippo NOGARIN (sindaco M5s di Livorno) oggi alle 18.00 a Venaria Reale

Evento FB qui

************************************************************************

VIENI A FIRMARE per la delibera di iniziativa popolare: 5000 firme per dare più voce ai torinesi (video)

A partire dalle 10 di domenica si potrà firmare al parco del Valentino (Viale Virgilio/Viale Mattioli e Viale Virgilio/Viale Millo) e al parco Ruffini (Viale Bistolfi/Corso Trapani e Viale Bistolfi/Viale Hugues).

N.B. SI PUO' FIRMARE ANCHE NEGLI UFFICI DELLE CIRCOSCRIZIONI

* * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * *

CONSIGLI COMUNALI DEL 4 e 8 GIUGNO

(vedi QUI i principali atti discussi)

MOZIONE 2015-02422 - "IMMEDIATA SOSPENSIONE DEI LAVORI PER LA COSTRUZIONE DEL POSTEGGIO SOTTERRANEO DI CORSO GALILEO FERRARIS E TUTELA DELLA MEMORIA CITTADINA".

INTERPELLANZA 2015-02144 - "PIAZZA BALDISSERA E CORSO MORTARA, UN NODO TRASPORTISTICO IRRISOLTO"

INTERPELLANZA 2015-02142 - "STADIO OLIMPICO, ANCORA NESSUN SEGNO DI VITA DA CAIRO E DA FASSINO"

INTERPELLANZA 2015-02088 - "CARTA DI IDENTITÀ ELETTRONICA. A QUANDO LA RIPRESA DEL SERVIZIO?"

INTERPELLANZA 2015-01609 - "RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA, TORINO TORNA INDIETRO?"

INTERPELLANZA 2015-02003 - "DEGRADO E PERICOLI NEL PARCO DELLA PELLERINA"

INTERPELLANZA 2015-02364 - "TUTELA DEI RESTI ROMANI IN CORSO GALILEO FERRARIS"

* * * * *

ATTI PRESENTATI dai consiglieri M5s: Vittorio BERTOLA e Chiara APPENDINO

Interpellanza  2015-02548/ 002  - "UN PREMIO DI PRODUZIONE CHE NON RAGGIUNGE LA META" PRESENTATA DALLA CONSIGLIERA APPENDINO.
SCHEDA    TESTO  

Interpellanza  2015-02538/ 002
"SCUOLA CIVICA DI FORMAZIONE MUSICALE: ISCRIZIONI A RISCHIO?" PRESENTATA DALLA CONSIGLIERA APPENDINO.
SCHEDA    TESTO  

********************

Iniziative a Torino e dintorni

Regione Piemonte - M5s: "F-35 - Finmeccanica: quali conseguenze per l'occupazione?" - Venerdi 12 giugno a Palazzo Lascaris in Via Alfieri n.15 dalle 16.30 alle 19.30 . Info qui: https://www.facebook.com/events/1624235707822204/

Venaria Reale: Festa di fine campagna elettorale con i candidati M5s di Venaria e il sindaco di Livorno FILIPPO NOGARIN , Venerdi 12 alle ore 18.00. Info qui: https://www.facebook.com/events/1579361045660468/

Circoscrizione 5: banchetto informativo e raccolta firme Sabato 13 dalle 9 alle 12 presso il mercato rionale di Corso Cincinnato (c.so Toscana angolo c.so Cincinnato). Info qui: https://www.facebook.com/events/1665828350297370/

Circoscrizione 6: banchetto informativo e raccolta firme Sabato 13 dalle 9.30 alle 12 in Via Baltea angolo Via Montanaro. Info qui: https://www.facebook.com/events/1593979004202609/

Circoscrizione 9: banchetto informativo e raccolta firme Sabato 13 ore 9,00-13,30 in piazza Carducci n.3 . Info qui: https://www.facebook.com/events/880250528715467/

Circoscrizione 3-10: banchetto informativo e raccolta firme Sabato 13 ore al parco Ruffini in Viale Bistolfi ang C.so Trapani dalle 15 alle 19 . Info qui: https://www.facebook.com/events/1659573980944436/

FIRMA DAY domenica 14 giugno: banchetto informativo e raccolta firme domenica 14 giugno al parco Ruffini dalle 10 alle 21. Info qui: https://www.facebook.com/events/1638322959724310/

 

**********************

Non accettiamo finanziamenti pubblici.

SOSTIENI IL MOVIMENTO 5 STELLE TORINO:

FAI UNA DONAZIONE!

************************************************************

MoVimento 5 Stelle TORINO


Sito:                  www.movimentotorino.it
Facebook:        http://www.facebook.com/MoVimentoCinqueStelle.Torino
email:               info@movimentotorino.it

Gruppo Consiliare: 011.01122074 – 011.01121915 - 011.01125760      fax: 011.01123118

 

***************************************************

 Circoscrizione I: Centro - Crocetta
VIVIANA: circ1@movimentotorino.it
Seguici anche su Facebook

Circoscrizione II: Santa Rita - Mirafiori Nord
SERENA: circ2@movimentotorino.it
 Seguici anche su Facebook

Circoscrizione III: San Paolo - Cenisia - Pozzo Strada - Cit Turin - Borgata Lesna
MAURA: circ3@movimentotorino.it
 Seguici anche su Facebook

Circoscrizione IV: San Donato - Campidoglio - Parella
NICOLA: circ4@movimentotorino.it
 Seguici anche su Facebook

Circoscrizione V: Borgo Vittoria - Madonna di Campagna - Lucento - Vallette
ANTONINO: circ5@movimentotorino.it
Seguici anche su Facebook

Circoscrizione VI: Barriera di Milano - Regio Parco - Barca - Bertolla - Falchera - Rebaudengo - Villaretto
PAOLO: circ6@movimentotorino.it
Seguici anche su Facebook   
 
Circoscrizione VII: Aurora - Vanchiglia - Sassi - Madonna del Pilone
FABIO: circ7@movimentotorino.it
Seguici anche su Facebook
 
Circoscrizione VIII: San Salvario - Cavoretto - Borgo Po
CLAUDIO: circ8@movimentotorino.it
Seguici anche su Facebook

Circoscrizione IX: Nizza Millefonti - Lingotto - Filadelfia
 MONICA: circ9@movimentotorino.it
Seguici anche su Facebook

Circoscrizione X: Mirafiori Sud
LUIGI: circ10@movimentotorino.it
Seguici anche su Facebook

 

Per non ricevere più questa newsletter clicca su questo link:
http://www2.movimentotorino.it/newsletter/newsletter.php?cdel=%%unscode%%

 

Sul reddito di cittadinanza

| commenti

FOTO PER POST.jpg

Queste le parole del nostro premier: il reddito di cittadinanza per lui è cosa da furbi, incostituzionale e assistenzialismo.

Caro Matteo Renzi,

per te, evidentemente, essere poveri è una colpa e non una condizione sociale, altrimenti non si capirebbero le tue esternazioni sul reddito di cittadinanza.

Per te la povertà (e i poveri in Italia sono in costante aumento) è una scelta di vita e non una disgrazia in cui ci si può ritrovare anche dall'oggi al domani.

Per te è meglio distribuire 80€ o detrazioni fiscali a chi un lavoro e un reddito ce l'ha già, anziché attuare una misura a favore di chi un reddito non ce l'ha o ce l'ha talmente basso da essere in povertà e magari non può nemmeno godere delle detrazioni fiscali.

Per te è assitenzialismo implementare delle politiche di tutela che sono presenti in tutti i paesi europei, compreso il Portogallo(!) tranne che in Grecia.

Per te sarebbe addirittura incostituzionale, ma come può esserlo se in realtà si tratta proprio di applicare dei principi fondamentali sanciti dall'art. 34 della Carta dei diritti fondamentali dell'Unione Europea nonché i principi di cui agli articoli 2, 3, 4, 29, 30, 31, 32, 33, 34, 38 della Costituzione?

Per te creare posti di lavoro è l'unica soluzione alla povertà ma molto furbescamente (e questo sì che è da furbi) non presti attenzione alla qualità del lavoro creato e alla tipologia di lavoratori che vengono occupati. All'aumento dell'occupazione, infatti, spesso, non corrisponde una diminuzione della povertà delle fasce più deboli.

Caro Matteo, attuare uno strumento per abbattere le diseguaglianze - in un paese dove chi è ricco diventa sempre più ricco e chi è povero diventa sempre più povero - garantendo dignità e possibilità di mobilità sociale a coloro che vivono una situazione drammatica è semplicemente il nostro DOVERE di amministratori, non assistenzialismo.

MoVimento 5 Stelle Torino

Newsletter n. 22 - 5 giugno 2015

************************************************************************

Per partecipare alle votazioni sul portale nazionale M5s, alla discussione delle proposte di legge e alla scelta di candidati bisogna iscriversi online. Se non l'hai ancora fatto clicca qui e iscriviti.

************************************************************************

 Dal blog M5s-TO:

Se la politica sale in bicicletta

(di Vittorio Bertola) Negli ultimi anni, soprattutto per effetto della crisi, la mobilità dei torinesi è cambiata moltissimo; in primo luogo, le persone si spostano di meno (-15% in tre anni). Se negli “anni zero” aveva continuato a crescere la mobilità motorizzata, pubblica e privata, dal 2010 al 2013 è aumentata invece la mobilità ecologica, dal 28 al 34 per cento; il grosso sono gli spostamenti a piedi, ma la bicicletta rappresenta ormai circa il 4,5% degli spostamenti complessivi, contro il 48% dell’auto privata e il 18% dei mezzi pubblici.... (segue)

 

Impianto sportivo Sisport: una gestione da rivedere?

(di Monica Amore (consigliera Circ 9), Andrea Russi e Damiano Carretto) Il centro sportivo di via Olivero è costituito da una grande area di circa 9000 mq, che comprende due piscine olimpioniche, una estiva e una invernale, e relativi servizi. La concessione dell'impianto è stata affidata, dal 2003, alla Sisport Fiat SPA SSD, dopo che il Comune di Torino l'aveva acquisita dalla società stessa. (segue

 

************************************************************************

Alessandro DI BATTISTA, i parlamentari e i consiglieri M5s a Venaria domenica 7 giugno

Evento FB qui

DIBFALCVEN.JPG

*******************

CONSIGLIO COMUNALE DEL 28 MAGGIO

(vedi QUI i principali atti discussi)

 

* * * * *

ATTI PRESENTATI dai consiglieri M5s: Vittorio BERTOLA e Chiara APPENDINO

Oggetto
Interpellanza  2015-02424/ 002
"CACCIARE GLI ABUSIVI DA PIAZZA MADAMA CRISTINA" .
SCHEDA    TESTO  

Interpellanza  2015-02423/ 002
"ATC, L'OCCUPANTE È ABUSIVO MA LA BOLLETTA È REGOLARE?" .
SCHEDA    TESTO  

Mozione  2015-02422/ 002
"IMMEDIATA SOSPENSIONE DEI LAVORI PER LA COSTRUZIONE DEL POSTEGGIO SOTTERRANEO DI CORSO GALILEO FERRARIS E TUTELA DELLA MEMORIA CITTADINA" .
SCHEDA   

Interpellanza  2015-02364/ 002
(QUESTION TIME) "TUTELA DEI RESTI ROMANI IN CORSO GALILEO FERRARIS" .
SCHEDA    TESTO  

Interpellanza  2015-02356/ 002
(RISPOSTA SCRITTA) "IL BILANCIO CHE NON APPARE MAI" .
SCHEDA    TESTO  

Interpellanza  2015-02355/ 002
"L'EPIFANIA SI PORTA VIA ANCHE IL SOSTEGNO ALL'AFFITTO PER I POVERI" .
SCHEDA    TESTO  

*********************

CONTINUANO LE RACCOLTE FIRME

Proposta di delibera di iniziativa popolare del Comitato Partecipazione Attiva per intodurre il REFERENDUM PROPOSITIVO VINCOLANTE nello Statuto di Torino

SI PUO' FIRMARE NEGLI UFFICI DELLE CIRCOSCRIZIONI E PRESSO:

- Venerdì 5 giugno ore 18.00 all'evento DEMOKRATIA OFF: il controcanto di Assemblea Cavallerizza 14:45 alla Biennale Democrazia. Presentazione del libro "8 mq al secondo" di Domenico Finiguerra con Maurizio Pagliassotti e Mauro Ravarino

- Sabato 6 giugno pomeriggio e sera all'Ex-Caserma Lamarmora di Asti 22, Torino. Fiera del Vino. (In serata: proiezione della partita Juventus-Barcellona)

- Domenica 7 Giugno dalle 18 alle 20. Manifestazione del MoVimento 5 Stelle a Venaria in Piazza Pettiti.

- Mercoledi 10 Giugno ore 10-12 a Torino al Mercato di Santa Rita

* * * * *

PETIZIONE Stop TTIP: fermiamo il Trattato Internazionale di Libero Scambio tra Europa e Usa (Puoi firmare anche online : http://stop-ttip.org/ firma/ )

PETIZIONE POPOLARE - Proteggiamo Gli Alberi Del Palazzo Del Lavoro. Info: PAGINA FACEBOOK

* * * * *

Iniziative a Torino e dintorni

Circoscrizione 4: banchetto informativo Sabato 6 dalle 9.30 alle 12.30 in corso Brunelleschi angolo corso Peschiera. Info qui: https://www.facebook.com/events/945071935544222/

Circoscrizione 9: banchetto informativo Sabato 6 ore 09,00/13,30 corso Unione Sovietica angolo corso Traiano, tre petizioni e distribuzione lettere rimborso integrale PENSIONE. Inoltre riunione attivisti e simpatizzanti Domenica 7 Giugno dalle ore 21.00 alle ore 23.00 al Barrito Via Tepice 23/C. Info qui: https://www.facebook.com/events/496965433797098/

Circoscrizione 10: banchetto informativo Sabato 6 dalle 15 alle 18 in Via Onorato Vigliani angolo Via Pio VII. RACCOLTA FIRME QUORUM ZERO - CONTRO ABBATTIMENTO ALBERI PALAZZO DEL LAVORO -CONTRO TTIP. Info qui: https://www.facebook.com/events/957602094259889/

 

Venaria Reale: Sabato dalle 9.00 alle 12.30 a Venaria in Piazza Annunziata https://www.facebook.com/events/1579540355645016/ e domenica 7 dalle 18.00 insieme ad Alessandro DI BATTISTA e i parlamentari M5s. Evento FB qui

**********************

Non accettiamo finanziamenti pubblici.

SOSTIENI IL MOVIMENTO 5 STELLE TORINO:

FAI UNA DONAZIONE!

************************************************************

MoVimento 5 Stelle TORINO


Sito:                  www.movimentotorino.it
Facebook:        http://www.facebook.com/MoVimentoCinqueStelle.Torino
email:               info@movimentotorino.it

Gruppo Consiliare: 011.01122074 – 011.01121915 - 011.01125760      fax: 011.01123118

 

***************************************************

 Circoscrizione I: Centro - Crocetta
VIVIANA: circ1@movimentotorino.it
Seguici anche su Facebook

Circoscrizione II: Santa Rita - Mirafiori Nord
SERENA: circ2@movimentotorino.it
 Seguici anche su Facebook

Circoscrizione III: San Paolo - Cenisia - Pozzo Strada - Cit Turin - Borgata Lesna
MAURA: circ3@movimentotorino.it
 Seguici anche su Facebook

Circoscrizione IV: San Donato - Campidoglio - Parella
NICOLA: circ4@movimentotorino.it
 Seguici anche su Facebook

Circoscrizione V: Borgo Vittoria - Madonna di Campagna - Lucento - Vallette
ANTONINO: circ5@movimentotorino.it
Seguici anche su Facebook

Circoscrizione VI: Barriera di Milano - Regio Parco - Barca - Bertolla - Falchera - Rebaudengo - Villaretto
PAOLO: circ6@movimentotorino.it
Seguici anche su Facebook   
 
Circoscrizione VII: Aurora - Vanchiglia - Sassi - Madonna del Pilone
FABIO: circ7@movimentotorino.it
Seguici anche su Facebook
 
Circoscrizione VIII: San Salvario - Cavoretto - Borgo Po
CLAUDIO: circ8@movimentotorino.it
Seguici anche su Facebook

Circoscrizione IX: Nizza Millefonti - Lingotto - Filadelfia
 MONICA: circ9@movimentotorino.it
Seguici anche su Facebook

Circoscrizione X: Mirafiori Sud
LUIGI: circ10@movimentotorino.it
Seguici anche su Facebook

 

Per non ricevere più questa newsletter clicca su questo link:
http://www2.movimentotorino.it/newsletter/newsletter.php?cdel=%%unscode%%

 

Se la politica sale in bicicletta

| commenti

Negli ultimi anni, soprattutto per effetto della crisi, la mobilità dei torinesi è cambiata moltissimo; in primo luogo, le persone si spostano di meno (-15% in tre anni). Se negli “anni zero” aveva continuato a crescere la mobilità motorizzata, pubblica e privata, dal 2010 al 2013 è aumentata invece la mobilità ecologica, dal 28 al 34 per cento; il grosso sono gli spostamenti a piedi, ma la bicicletta rappresenta ormai circa il 4,5% degli spostamenti complessivi, contro il 48% dell’auto privata e il 18% dei mezzi pubblici.

E’ cambiata, soprattutto, la percezione pubblica della bicicletta. Se fino ad alcuni anni fa la bici era un mezzo da prendere solo per divertirsi la domenica coi bambini, e chi la usava per i normali spostamenti era considerato un pazzoide, oggi la bici è diventata, specie per le giovani generazioni, un mezzo di spostamento normalissimo. A questa diversa percezione pubblica hanno contribuito soprattutto i torinesi; non ci sono state campagne pubblicitarie e sovvenzioni per la bici privata, anche se sicuramente ha contribuito l’investimento pubblico nel bike sharing, ma la bici si è affermata per il passaparola sulle sue “tre E virtuose”: ecologica, economica, efficiente.

Ha contato certamente anche una manifestazione nata dal basso: il Bike Pride, che ogni primavera ha portato per le strade torinesi sempre più biciclette, a decine di migliaia, per chiedere il rispetto e l’attenzione che la nostra città, da sempre basata sull’automobile, ha sempre negato ai ciclisti.

Una simile mobilitazione non poteva certo passare inosservata alla politica. Domenica, infatti, si terrà la nuova edizione del bike pride, ma in maniera completamente nuova. La manifestazione, difatti, è stata inglobata dai Bike Days, una due giorni promossa dall’amministrazione comunale e generosamente sponsorizzata dalla Coop, con un ampio programma per grandi e piccini, interviste, ospiti famosi; ed è facile prevedere le paginate dei giornali torinesi con bagni di folla e foto sorridenti di assessori in bicicletta, e magari una nuova edizione del famoso video di Fassino terrorizzato che pedala per non più di duecento metri da Palazzo Civico.

Questa “istituzionalizzazione” del bike pride è un bene o un male? Beh, è sicuramente un bene che chi amministra la città dia un maggiore riconoscimento al mondo della bicicletta; il problema è se lo fa soltanto due giorni l’anno per propaganda, continuando a fregarsene nei fatti. Il bike pride è sempre stato un evento contro il potere, pieno di orgoglio e di rivendicazioni anche dure verso l’amministrazione comunale; non è che siano sparite, ma quest’anno la rivendicazione del bike pride è “un tavolo di discussione interassessorile sull’avanzamento dei lavori”, non esattamente un duro atto di accusa verso chi governa la città.

Negli anni, difatti, di promesse ai ciclisti ne sono state fatte moltissime, ma ne sono state mantenute ben poche; e lo dice un consigliere che sulla mobilità ciclabile lavora tutto l’anno (qui una recente interpellanza sugli attraversamenti delle piazze Rivoli e Bernini).

A fine 2013, con quasi quattro anni di ritardo sul piano della mobilità, è stato approvato dal consiglio comunale il “bici plan”, un documento che doveva rivoluzionare l’approccio dell’amministrazione comunale alle infrastrutture ciclabili. Grazie anche a una serie di nostri emendamenti, a pagina 21 del piano furono inserite delle linee guida che dovevano impedire la costruzione di nuove piste ciclabili “alla torinese”: quelle che, pur di non eliminare nemmeno un posto auto, consistono in una riga di vernice che divide a metà il marciapiede coi pedoni, che iniziano e finiscono nel nulla, che a ogni semaforo fanno uno zig-zag che richiede almeno tre fasi semaforiche, che hanno nel bel mezzo pali, edicole, benzinai, ostacoli di ogni genere. Inoltre, nel piano (pag. 142) fu inserito l’impegno a destinare alla mobilità ciclabile il 15% delle entrate dalle multe stradali, che vorrebbe dire tra i 5 e i 10 milioni di euro ogni anno, fino a completare il piano.

Di tutto questo, pur messo nero su bianco e approvato dal consiglio comunale, poco o nulla è stato mantenuto. I soldi non si sono visti; qualche intervento è stato fatto, ma per cifre molto minori, spesso grazie a finanziamenti preesistenti di altro genere; ad esempio la pista ciclabile di via Anselmetti, 750.000 euro per 1300 metri di pista nel nulla su un vialone di estrema periferia, è stata pagata da TRM come compensazione per l’inceneritore (ti avvelenano l’aria, però puoi respirarla meglio andando in bicicletta).

E’ stata fatta la pista in corso Novara, in maniera assurda, violando molti dei criteri di buona progettazione che ci si erano dati; però si è tolta quella in corso Galileo Ferraris per istituire nuovi parcheggi blu per le auto. Persino la famosa fermata del pullman installata nel bel mezzo della pista di lungo Dora Firenze, nonostante le promesse di pronto intervento, dopo due anni è ancora lì; la soluzione è stata di mettere un cartello per dire ai ciclisti di condividere il marciapiede coi pedoni.

Non molto meglio va su altri aspetti; insieme al bici plan siamo riusciti a far approvare una nostra mozione per realizzare un piano parcheggi per le biciclette, oggi spesso abbandonate a caso su pali e ringhiere; non si è ancora visto praticamente niente, nemmeno il parcheggio coperto alla stazione di Porta Susa più volte promesso.

Un sostenitore della mobilità ciclabile a fronte di tutto questo non può che sentirsi preso in giro; altro che patrocini e sponsorizzazioni. Non a caso, questa svolta ha spaccato il mondo associazionistico torinese. La maggiore associazione cittadina di ciclisti, Bici e dintorni, si è chiamata fuori con un duro comunicato, parlando di “parata con i finanziamenti pubblici”, e facendo notare che in tutte le altre città italiane le amministrazioni fanno “meno parate, e molti più fatti”.

Probabilmente domenica decine di migliaia di torinesi pedaleranno felici e inconsapevoli per le vie cittadine, e in fondo è giusto così. Certamente, questa storia è un bell’esempio di cosa sia la politica torinese di oggi: una macchina da propaganda, pronta ad attirare e inglobare al proprio interno qualsiasi istanza ma solo in superficie, pur di allinearla al potere e di far sì che, nella sostanza, tutto possa sempre continuare esattamente come prima.

Impianto sportivo Sisport: una gestione da rivedere?

| commenti

di Monica Amore (consigliera Circ 9), Andrea Russi e Damiano Carretto.

Il centro sportivo di via Olivero è costituito da una grande area di circa 9000 mq, che comprende due piscine olimpioniche, una estiva e una invernale, e relativi servizi.
La concessione dell'impianto è stata affidata, dal 2003, alla Sisport Fiat SPA SSD, dopo che il Comune di Torino l'aveva acquisita dalla società stessa.
La convenzione decennale tra Comune di Torino e Sisport Fiat prevedeva un trattamento economico particolarmente conveniente per il concessionario:
- Sisport si impegnava a versare un canone annuo di 1900 euro, iva inclusa;
- il Comune si faceva carico delle spese relative alle utenze, per un ammontare del 100% per i primi 4 anni della concessione, e dell'80% per gli anni successivi;
- inoltre la Città si faceva carico della messa a norma dell'impianto, per una spesa complessiva che al termine dei lavori è risultata ammontare a quasi 900.000 Euro.

L'importo del canone annuale, di certo non elevato, era stato fissato a tale cifra in quanto l'impianto risultava sprovvisto di attività commerciali. Nella deliberazione del consiglio comunale del 14 aprile 2013, infatti, si legge: "Il canone annuo di Euro 1.900,00 IVA inclusa [...] è stato così fissato in quanto trattasi di un impianto sportivo principalmente adibito ad attività natatoria e in assenza totale di locali rivolti ad attività commerciali [...]"

Essendo scaduta la concessione, comunque prorogata a Sisport fino a nuova assegnazione, abbiamo interpellato la Giunta Circoscrizionale riguardo allo stato della nuova procedura di affidamento dell'impianto, alla congruità del canone di 1.900,00 Euro e alla presenza di attività commerciali nell'impianto. Abbiamo chiesto inoltre se fossero stati rispettati tutti i termini della convenzione tra la Città di Torino e Sisport, e se la gestione dell'impianto fosse stata tale da avere una valenza sportiva e una ricaduta sul territorio predominanti, rispetto alla gestione a fini commerciali.

In risposta alla nostra interpellanza ci è stata allegata la determinazione dirigenziale relativa alla nuova concessione dell'area. Leggiamo che l'impianto di via Olivero è stato assegnato nuovamente alla Sisport, tramite procedura negoziata di gara. Il canone annuo è stato ridefinito, e adesso ammonta a Euro 30.012, cifra più alta rispetto ai 1.900 Euro precedenti, ma che corrisponde comunque a un abbattimento dell'80% del valore patrimoniale dell'impianto. Il Comune si farà inoltre carico del 70% delle spese relative alle utenze, e soltanto il 30% resterà a carico del concessionario.

Ci viene comunicato che "il progetto sociale presentato dall'offerente attesta la valenza sportiva e la ricaduta sul territorio della gestione del servizio". Senza mettere in dubbio la qualità dei servizi offerti, di cui riconosciamo l'assoluta validità sportiva e che non è in alcun modo l'oggetto della nostra critica, riteniamo però che questa risposta non chiarisca affatto se la ricaduta sul territorio dell'attività svolta da Sisport sia predominante rispetto invece alla ricaduta commerciale della concessione, in quanto non ci è stato fornito alcun parametro oggettivo di valutazione economica.

Inoltre la Giunta Circoscrizionale ci risponde che "nella consistenza del bando [...] non è indicata la presenza di attività commerciale". Ovvero: nell'area di proprietà del Comune, concessa a Sisport, non sono presenti locali adibiti ad attività commerciali. Nella determina allegata, però, si legge che "restano interamente a carico del concessionario gli oneri delle utenze riferite a parte commerciale e sale riunioni".
L'esito dell'interpellanza ci dà quindi un'importantissima conferma scritta: nell'impianto sono presenti attività commerciali. Se è vero che, formalmente, i locali adibiti ad attività commerciale presenti all'interno del complesso Sisport sono di proprietà della società stessa, e non del Comune, è anche vero che Sisport percepisce un canone mensile dal locale commerciale di sua proprietà, a sua volta dato in concessione a terzi, le cui entrate sono strettamente connesse all'esistenza dell'impianto sportivo e il cui canone, probabilmente, supera di molto sia i 1.900 Euro annuali che Sisport ha versato al Comune dal 2003 al 2015, sia l'importo del canone attuale.

Rimangono dunque i dubbi relativi alla congruità del trattamento economico concesso per più di dieci anni a Sisport Fiat, così come ne permangono sulla congruità di quello attuale.


Categorie

Acqua (9)
Ambiente (77)
comunicatistampa (3)
Connettività (5)
Energia (16)
Servizi ai cittadini (141)
Sviluppo (60)
Trasporti (60)

Per mese

Febbraio 2017 (6)
Novembre 2016 (2)
Ottobre 2016 (1)
Giugno 2016 (2)
Maggio 2016 (4)
Aprile 2016 (4)
Marzo 2016 (6)
Febbraio 2016 (3)
Gennaio 2016 (2)
Dicembre 2015 (5)
Novembre 2015 (2)
Ottobre 2015 (4)
Settembre 2015 (10)
Agosto 2015 (1)
Luglio 2015 (10)
Giugno 2015 (11)
Maggio 2015 (7)
Aprile 2015 (4)
Marzo 2015 (4)
Febbraio 2015 (4)
Gennaio 2015 (5)
Dicembre 2014 (4)
Novembre 2014 (3)
Ottobre 2014 (11)
Settembre 2014 (4)
Luglio 2014 (1)
Giugno 2014 (3)
Maggio 2014 (4)
Aprile 2014 (5)
Marzo 2014 (5)
Febbraio 2014 (14)
Gennaio 2014 (11)
Dicembre 2013 (10)
Novembre 2013 (7)
Ottobre 2013 (15)
Settembre 2013 (12)
Agosto 2013 (5)
Luglio 2013 (6)
Giugno 2013 (10)
Maggio 2013 (12)
Aprile 2013 (11)
Marzo 2013 (12)
Febbraio 2013 (11)
Gennaio 2013 (10)
Dicembre 2012 (11)
Novembre 2012 (15)
Ottobre 2012 (12)
Settembre 2012 (11)
Agosto 2012 (5)
Luglio 2012 (11)
Giugno 2012 (14)
Maggio 2012 (11)
Aprile 2012 (9)
Marzo 2012 (24)
Febbraio 2012 (28)
Gennaio 2012 (10)
Dicembre 2011 (16)
Novembre 2011 (22)
Ottobre 2011 (18)
Settembre 2011 (27)
Agosto 2011 (8)
Luglio 2011 (24)
Giugno 2011 (24)
Maggio 2011 (24)
Aprile 2011 (18)
Marzo 2011 (21)
Febbraio 2011 (13)
Gennaio 2011 (12)
Dicembre 2010 (6)
Novembre 2010 (2)
Ottobre 2010 (2)
Settembre 2010 (10)
Agosto 2010 (2)
Luglio 2010 (3)
Giugno 2010 (5)
Aprile 2010 (1)
Marzo 2010 (3)
Febbraio 2010 (2)
Gennaio 2010 (1)
Settembre 2009 (1)
Giugno 2009 (3)
Maggio 2009 (10)
Aprile 2009 (3)
Marzo 2009 (2)
Febbraio 2009 (1)

Contatti

E-mail: info@movimentotorino.it
Phone: 011 011 22845
Fax: 011 011 23118

Indirizzo

Gruppo consiliare Movimento 5 Stelle c/o Municipio
Piazza Palazzo di Città 1
10121 Torino

Scrivici