Archivio

Sono di ritorno dal Consiglio, ho bloccato il parere sulla Tasi chiedendo la verifica del numero legale e grazie alla minoranza il Consiglio è caduto.

Ce ne andiamo a casa soddisfatti perchè l'attuale maggioranza non aveva nessuna intenzione di votare i nostri emendamenti o almeno prenderli minimamente in considerazione e come al solito il parere sarebbe stato positivo come SEMPRE: un formale atto politico dove la circoscrizione non ci mette nulla di proprio.

Ora vorrei condividere con voi alcune riflessioni sul significato che una tassa specifica come la tassa rifiuti può avere.


Intanto deve tenere conto del ciclo integrato dei rifiuti, delle sue criticità, dell'importanza del trattamento e della corretta differenziazione dei materiali.Si deve tassare il cittadino ma prima di tutto detassarlo per pratiche virtuose, incentivandolo a migliorare quella parte importantissima che è la qualità del materiale differenziato , incentivarlo a ridurre la produzione di rifiuti.

La tassa non può esere semplicemente una pesca miracolosa che pesca chi pesca per metri quadrati o numero di residenti ma deve avere uno scopo educativo.


Si può anche aumentare del 50%la tassazione sui dehors dei locali ma date la possibilità al gestore di avere uno sconto se si differenzia da solo bottiglie di vetro e lattine per esempio, mentre in centro città spesso finisce nel tal quale quel "tutto insieme" che è uno spreco enorme di materiali ed energie.

Per non parlare del compostaggio domestico dove esiste un vero vuoto normativo ma che riveste nella concezione di Paul Connet il pioniere dei Rifiuti Zero il materiale più difficile e oneroso da riciclare.

Chiunque attui il compostaggio domestico va premiato perchè favorisce la trasformazione dell'umido in compost quel ritorno alla terra dei prodotti della terra stessa.


Ci vuole tempo e pazienza per fare una buona raccolta differenziando coi 5 bidoni, e diventerà un ciclo virtuoso solo quando i cittadini ne prenderanno coscienza come una pratica di grande civiltà.

Ma almeno all'inizio diamogli un sostegno economico o almeno non vantiamoci come maggioranza, come fate, di aver realizzato sul versante ambientale una importante operazione come l'inceneritore.
Perchè l'inceneritore, con una ricaduta delle polveri su tre ospedali e due università rappresenta il peggior inquinamento della città e gli studi epidemiologici che porteremo avanti ci daranno ragione , la storia ci darà ragione, ma sarà , come sempre, troppo tardi.

Categorie

Acqua (9)
Ambiente (77)
comunicatistampa (3)
Connettività (5)
Energia (16)
Servizi ai cittadini (141)
Sviluppo (60)
Trasporti (60)

Per mese

Febbraio 2017 (6)
Novembre 2016 (2)
Ottobre 2016 (1)
Giugno 2016 (2)
Maggio 2016 (4)
Aprile 2016 (4)
Marzo 2016 (6)
Febbraio 2016 (3)
Gennaio 2016 (2)
Dicembre 2015 (5)
Novembre 2015 (2)
Ottobre 2015 (4)
Settembre 2015 (10)
Agosto 2015 (1)
Luglio 2015 (10)
Giugno 2015 (11)
Maggio 2015 (7)
Aprile 2015 (4)
Marzo 2015 (4)
Febbraio 2015 (4)
Gennaio 2015 (5)
Dicembre 2014 (4)
Novembre 2014 (3)
Ottobre 2014 (11)
Settembre 2014 (4)
Luglio 2014 (1)
Giugno 2014 (3)
Maggio 2014 (4)
Aprile 2014 (5)
Marzo 2014 (5)
Febbraio 2014 (14)
Gennaio 2014 (11)
Dicembre 2013 (10)
Novembre 2013 (7)
Ottobre 2013 (15)
Settembre 2013 (12)
Agosto 2013 (5)
Luglio 2013 (6)
Giugno 2013 (10)
Maggio 2013 (12)
Aprile 2013 (11)
Marzo 2013 (12)
Febbraio 2013 (11)
Gennaio 2013 (10)
Dicembre 2012 (11)
Novembre 2012 (15)
Ottobre 2012 (12)
Settembre 2012 (11)
Agosto 2012 (5)
Luglio 2012 (11)
Giugno 2012 (14)
Maggio 2012 (11)
Aprile 2012 (9)
Marzo 2012 (24)
Febbraio 2012 (28)
Gennaio 2012 (10)
Dicembre 2011 (16)
Novembre 2011 (22)
Ottobre 2011 (18)
Settembre 2011 (27)
Agosto 2011 (8)
Luglio 2011 (24)
Giugno 2011 (24)
Maggio 2011 (24)
Aprile 2011 (18)
Marzo 2011 (21)
Febbraio 2011 (13)
Gennaio 2011 (12)
Dicembre 2010 (6)
Novembre 2010 (2)
Ottobre 2010 (2)
Settembre 2010 (10)
Agosto 2010 (2)
Luglio 2010 (3)
Giugno 2010 (5)
Aprile 2010 (1)
Marzo 2010 (3)
Febbraio 2010 (2)
Gennaio 2010 (1)
Settembre 2009 (1)
Giugno 2009 (3)
Maggio 2009 (10)
Aprile 2009 (3)
Marzo 2009 (2)
Febbraio 2009 (1)

Contatti

E-mail: info@movimentotorino.it
Phone: 011 011 22845
Fax: 011 011 23118

Indirizzo

Gruppo consiliare Movimento 5 Stelle c/o Municipio
Piazza Palazzo di Città 1
10121 Torino

Scrivici