Non è detta l'ultima parola sull'oscuramento delle mummie del Museo Egizio .

(di Viviana Ferrero (detta Vivi Rosso)) 25.01.13 11:35

E' di questi giorni la notizia, rimbalzata su tutte le testate giornalistiche, che la direttrice Elleni Vassalika abbia intenzione di elimare dalla vista le famose mummie del Museo Egizio.

L'espressione utilizzata dalla direttrice che ha scatenato la pubblica querelle è stata :
„"Non ci interessa il macabro, non è dignitoso, non siamo un museo antropologico o etnologico, ma trattiamo arte antica".

E se nel nuovo allestimento pensato per il 2015 sarebbe certo auspicabile una più opportuna esposizione delle mummie all'interno dei loro sarcofagi, con un'adeguata coreografia di luci e suoni come già è successo per lo statuario, , non è certo piaciuta l'espressione di "macabro" applicata ad un reperto scientifico che è testimonianza di una capacità eccezionale degli antichi Egizi di conservare attraverso il natron i corpi dei defunti per 4000 anni.


Sarebbe un po' come se di colpo ci si accorgesse che è poco dignitoso mostrare le reliquie dei Santi o celare la vista dei corpi di Pompei che per fortuna sono solo calchi.

Inoltre nessuno reclama i corpi contenuti tra le bende, gli egiziani da molto tempo reclamano gli obelischi, ma non i corpi dei loro, spesso ignoti, antenati.


C'è da dire che il Museo è una fondazione partecipata dal Comune, dalla Regione, dalla Provincia e di Fondazioni bancarie e si avvale di una commissione scientifica di livello internazionale e ogni decisione sarà vagliata con cura.

Nelle intenzioni della direttrice Vassilika c'era nel raddoppio dell'esposizione l'intenzione di non aggiungere mummie a quelle già presenti lasciando però la possibilità di intravederle nel loculo aperto.Ma questo non cambia in realtà la dignità della mummia se viene ammirata con attenzione o sbirciata dentro al suo sarcofago, rimanendo il dubbio delle mummie senza sarcofago che sarebbero mandate in cantina, luogo certo ancor meno dignitoso.


Comunque l'opinione pubblica ha già dato il proprio parere e l'80 % di coloro che hanno partecipato al sondaggio indetto dal quotidiano La Stampa si sono pronunciati a favore dell'esposizione.

Si spera infatti si tratti solo di una trovata pubblicitaria per attirare l'attenzione su un Museo di egittologia secondo solo a quello del Cairo dove comunque gli allestimenti, nonostante lo spettacolo offerto dalla tomba di Tutankamon, non sono all'altezza di quelli di Torino e dove tra l'altro per vedere le mummie devi pagare un biglietto aggiuntivo.

Categorie

Acqua (9)
Ambiente (77)
comunicatistampa (3)
Connettività (5)
Energia (16)
Servizi ai cittadini (141)
Sviluppo (60)
Trasporti (59)

Per mese

Febbraio 2017 (6)
Novembre 2016 (1)
Ottobre 2016 (1)
Giugno 2016 (2)
Maggio 2016 (4)
Aprile 2016 (4)
Marzo 2016 (6)
Febbraio 2016 (3)
Gennaio 2016 (2)
Dicembre 2015 (5)
Novembre 2015 (2)
Ottobre 2015 (4)
Settembre 2015 (10)
Agosto 2015 (1)
Luglio 2015 (10)
Giugno 2015 (11)
Maggio 2015 (7)
Aprile 2015 (4)
Marzo 2015 (4)
Febbraio 2015 (4)
Gennaio 2015 (5)
Dicembre 2014 (4)
Novembre 2014 (3)
Ottobre 2014 (11)
Settembre 2014 (4)
Luglio 2014 (1)
Giugno 2014 (3)
Maggio 2014 (4)
Aprile 2014 (5)
Marzo 2014 (5)
Febbraio 2014 (14)
Gennaio 2014 (11)
Dicembre 2013 (10)
Novembre 2013 (7)
Ottobre 2013 (15)
Settembre 2013 (12)
Agosto 2013 (5)
Luglio 2013 (6)
Giugno 2013 (10)
Maggio 2013 (12)
Aprile 2013 (11)
Marzo 2013 (12)
Febbraio 2013 (11)
Gennaio 2013 (10)
Dicembre 2012 (11)
Novembre 2012 (15)
Ottobre 2012 (12)
Settembre 2012 (11)
Agosto 2012 (5)
Luglio 2012 (11)
Giugno 2012 (14)
Maggio 2012 (11)
Aprile 2012 (9)
Marzo 2012 (24)
Febbraio 2012 (28)
Gennaio 2012 (10)
Dicembre 2011 (16)
Novembre 2011 (22)
Ottobre 2011 (18)
Settembre 2011 (27)
Agosto 2011 (8)
Luglio 2011 (24)
Giugno 2011 (24)
Maggio 2011 (24)
Aprile 2011 (18)
Marzo 2011 (21)
Febbraio 2011 (13)
Gennaio 2011 (12)
Dicembre 2010 (6)
Novembre 2010 (2)
Ottobre 2010 (2)
Settembre 2010 (10)
Agosto 2010 (2)
Luglio 2010 (3)
Giugno 2010 (5)
Aprile 2010 (1)
Marzo 2010 (3)
Febbraio 2010 (2)
Gennaio 2010 (1)
Settembre 2009 (1)
Giugno 2009 (3)
Maggio 2009 (10)
Aprile 2009 (3)
Marzo 2009 (2)
Febbraio 2009 (1)