Festa (poco) Democratica

(di chiara appendino) 01.09.12 15:58

Ieri sera a Torino alla presenza del Segretario Bersani è stata inaugurata la festa del Pd. Festa tenutasi in un parco pubblico.

Come accordato e annunciato anche sul web, alcuni cittadini e attivisti del movimento 5 stelle, nonché noi due consiglieri comunali (Appendino-Bertola), si sono presentati pacificamente alla festa per consegnare a Bersani una lista di domande raccolte in rete che sono state anche volantinate all'ingresso. Dieci domande (le trovate qui) più che legittime: dalle motivazioni sottostanti la mancanza di discussione delle leggi d'iniziativa popolare al tema dell'art 18 passando per i rimborsi elettorali e i soldi ricevuti dall'Ilva.

Consegnato il foglio e terminata la distribuzione dei volantini, alcuni cittadini e attivisti hanno chiesto di entrare alla festa per sentire l'intervento di Bersani. Non si sa bene con quale criterio, nel momento in cui si accingevano a entrare, gli veniva impedito l'accesso. A fronte della richiesta di spiegazioni, si riceveva come risposta dal servizio d'ordine del Pd che erano "stati segnalati". Inutile dire che i criteri di segnalazione rimangono tutt'oggi un mistero.

Vista la situazione, abbiamo provato noi ad entrare - in qualità di consiglieri comunali - proprio per poter ascoltare tranquillamente le eventuali risposte di Bersani. In seguito ad un primo no, esibiamo i tesserini con tanto di foto che dimostravano che consiglieri comunali di Torino...nulla da fare, il servizio d'ordine ignora completamente la cosa rispondendo con la chiusura del cancello che ha di fatto completamente blindato gli accessi.

Solo dopo un'ora, a discorso quasi finito e dopo l'accorrere dei giornalisti, è arrivata l'offerta di entrare.

E' incredibile che oltre a non aver permesso a cittadini attivi di entrare, selezionati arbitrariamente dal PD, addirittura non sia stato autorizzato l'ingresso a due consiglieri comunali di ascoltare un'intervista pubblica di un esponente politico.

Ovviamente ci chiediamo se sia legittimo che a due consiglieri comunali sia impedito di assistere a un dibattito politico in un parco pubblico e non può che restare la sensazione incredibile di un partito, il PD, che si chiude in un recinto ad applaudirsi da solo, con la paura di confrontarsi con i cittadini.

Chiara Appendino e Vittorio Bertola

Categorie

Acqua (9)
Ambiente (77)
comunicatistampa (3)
Connettività (5)
Energia (16)
Servizi ai cittadini (141)
Sviluppo (60)
Trasporti (59)

Per mese

Febbraio 2017 (6)
Novembre 2016 (1)
Ottobre 2016 (1)
Giugno 2016 (2)
Maggio 2016 (4)
Aprile 2016 (4)
Marzo 2016 (6)
Febbraio 2016 (3)
Gennaio 2016 (2)
Dicembre 2015 (5)
Novembre 2015 (2)
Ottobre 2015 (4)
Settembre 2015 (10)
Agosto 2015 (1)
Luglio 2015 (10)
Giugno 2015 (11)
Maggio 2015 (7)
Aprile 2015 (4)
Marzo 2015 (4)
Febbraio 2015 (4)
Gennaio 2015 (5)
Dicembre 2014 (4)
Novembre 2014 (3)
Ottobre 2014 (11)
Settembre 2014 (4)
Luglio 2014 (1)
Giugno 2014 (3)
Maggio 2014 (4)
Aprile 2014 (5)
Marzo 2014 (5)
Febbraio 2014 (14)
Gennaio 2014 (11)
Dicembre 2013 (10)
Novembre 2013 (7)
Ottobre 2013 (15)
Settembre 2013 (12)
Agosto 2013 (5)
Luglio 2013 (6)
Giugno 2013 (10)
Maggio 2013 (12)
Aprile 2013 (11)
Marzo 2013 (12)
Febbraio 2013 (11)
Gennaio 2013 (10)
Dicembre 2012 (11)
Novembre 2012 (15)
Ottobre 2012 (12)
Settembre 2012 (11)
Agosto 2012 (5)
Luglio 2012 (11)
Giugno 2012 (14)
Maggio 2012 (11)
Aprile 2012 (9)
Marzo 2012 (24)
Febbraio 2012 (28)
Gennaio 2012 (10)
Dicembre 2011 (16)
Novembre 2011 (22)
Ottobre 2011 (18)
Settembre 2011 (27)
Agosto 2011 (8)
Luglio 2011 (24)
Giugno 2011 (24)
Maggio 2011 (24)
Aprile 2011 (18)
Marzo 2011 (21)
Febbraio 2011 (13)
Gennaio 2011 (12)
Dicembre 2010 (6)
Novembre 2010 (2)
Ottobre 2010 (2)
Settembre 2010 (10)
Agosto 2010 (2)
Luglio 2010 (3)
Giugno 2010 (5)
Aprile 2010 (1)
Marzo 2010 (3)
Febbraio 2010 (2)
Gennaio 2010 (1)
Settembre 2009 (1)
Giugno 2009 (3)
Maggio 2009 (10)
Aprile 2009 (3)
Marzo 2009 (2)
Febbraio 2009 (1)