Una nuova economia? E a Torino si impazzisce per la tricoterie

(di Viviana Ferrero (detta Vivi Rosso)) 29.01.12 23:29

La crisi c'è, è reale , i consumi o diminuiscono di quantità o lo devono fare per qualità rivolgendosi ,per quanto riguarda l'abbigliamento, esclusivamente al mercato asiatico.

Ma in netta contrapposizzione a un'economia globalizzata, dove non sappiamo più dove, cosa e come compriamo, che non ci dà nessuna possibilità di valutare anche solo la possibilità che il lavoro sia svolto da adulti piuttosto che da bambini, ecco che a Torino nasce spontaneamente una nuova forma di economia.

Inizialmente alcuni gruppi di mamme allestiscono, per la raccolta annuale fondi per la scuola Tommaseo ,un banchetto con tanti oggetti , collane, cappellini, sciarpe , realizzati con l'uncinetto o i ferri nei momenti di svago, chiaccherando tra amiche. E' un successo di vendita e di pubblico.

Ma la passione non si ferma e la sorella di una mamma della stessa scuola , incomincia a realizzare colli e sciarpe in pura lana italiana e la passione dilaga.

I prezzi sono buoni la qualità dei materiali ottimi, così rinunciare all'usa e getta" di un prodotto scadente è un passaggio più facile.

Anche per le graziose vie del centro prendono vita piccoli punti vendita di lana e in via San Massimo puoi trovare un negozio dove vendono cappottini per cani realizzati dalla proprietaria che li sferruzza proprio dietro al bancone.

E se proprio Ghandi, mentre parlava alle folle, filava e indossava gli abiti tradizionali indiani per salvare l'economia del suo paese, anche un gesto come autoprodurci qualcosa dell'abbigliamento o favorire lo sviluppo diun'economia locale, ha un grandissimo valore.

Se poi questi lavori diventassero corsi da seguire a scuola , come succede in questo periodoLavoro-a-maglia.jpg negli Stati Uniti, certo sarebbero più produttivi di quei videogiochi, che isolano, che tengono occupati per ore, senza vedere mai un risultato concreto, come invece può essere invece una calda sciarpa intorno al collo.

8 Comments

user-pic

Sono una tricoteuse da tempo. Consiglio a tutti il sito di Ravelry, la comunità di magliai più interessante e utile del mondo. Per chi conosce un po' le lingue straniere.

Ravelry.com

Buona maglia a tutti!

user-pic

Finalmente...incominceremo anche a produrci gli ortaggi e i legumi, e fintanto che rimarrano danari in circolazione compreremo formaggi, latte e salumi, come le carni, direttamente dal produttore al giusto prezzo, produrremo energia elettrica con gruppi elettrogeni alimentati da "Ortoidrogeno" prodotto dal gruppo elettrogeno stesso, a noi Italiani non ci manca ne la forza ne la voglia e nemmeno la capacità per realizzare certe cose..Salute e saluti a tutti...

user-pic

un po' per scherzo e un po' seriamente si parla della profezia dei maya, io voglio crederci, come? così: questo mondo sta per finire, non c'è futuro in un'economia basata sui consumi, sul pil sulla finanza sul dover fare ricchezza a tutti costi, si deve tornare a valori più veri, alla ricerca di una vita sana anche se più povera e più frugale, si deve e forse lo stiamo già facendo imparare a essere più poveri per goderci più il nostro tempo il nostro spazio.. tempo fa in un telefilm sentii questa frase "ho scoperto che più le piscine sono grandi più i loro proprietari hanno meno tempo per godersele", sembrava una stupida frase in un stupido telefilm, ma su tutto c'è sempre da riflettere

user-pic

e se qualcuno si opporrà...useremo i forconi, non per protestare naturalmente...

user-pic

Sono anni che faccio la maglia. Ho addirittura la macchina comprata quando avevo appena 23 anni. Ho cercato anche di insegnare alle figlie che per ora non hanno molta voglia tranne che in qualche piccola occasione. Cerco quando posso di spiegarla o insegnare anche ad altri. Ci lavoro soprattutto la sera (il giorno lavoro) guardando la TV evitando così di perdere del tempo, anche perchè a sentire i soliti politici il latte arriva alle ginocchia. Meglio qualche film, documentario o trasmissione di approfondimento (es. Report)

user-pic

AVTARCHIA! (http://digilander.libero.it/lacorsainfinita/guerra2/schede/autarchia1.jpg un manifesto di regime proprio su torino!)

È un discorso che andrebbe preso a livello ancora più generale rispetto all'abbigliamento, in generale in tutta la catena produttiva.

Chiamiamola come ci pare, alla fine l'autarchia o autosufficienza produttiva non è stata così male e sebbene io sia tutt'altro che un nostalgico del regime, è un fatto storico che l'autarchia ebbe il risultato positivo di far progredire il settore tecnologico italiano.

Oggi i motivi per tendere a una maggiore autosufficienza produttiva sarebbero (per fortuna) ben diversi, ma aumentare la percentuale di indipendenza dal mercato globale non ci farebbe altro che bene, sia come individui che come collettività!

user-pic

Bravissimi per questa idea,io ho iniziato 4 anni fa',ho cominciato con qualche pollo, l'orto l'abbiamo coltivato da sempre,poi qualche coniglio e cosi via mangiamo le cose che produciamo,poi l'olio marmellate miele e cosi ho messo su una piccola az. agricola e vendo a chi vuole prodotti sani e buonissimi faccio mercatini e mi sono associata al territorio di frattula per un'eccellenza maggiore che riguarda il controllo del territorio ,non sono tutte rose e fiori ma vado avanti9www.terredifrattula.it)

user-pic

... l'importante è che la nostra Agenzia delle Entrate non ci veda un reddito altrimenti tasserà anche questo...

Lascia un commento

Categorie

Acqua (9)
Ambiente (77)
comunicatistampa (3)
Connettività (5)
Energia (16)
Servizi ai cittadini (141)
Sviluppo (60)
Trasporti (59)

Per mese

Febbraio 2017 (6)
Novembre 2016 (1)
Ottobre 2016 (1)
Giugno 2016 (2)
Maggio 2016 (4)
Aprile 2016 (4)
Marzo 2016 (6)
Febbraio 2016 (3)
Gennaio 2016 (2)
Dicembre 2015 (5)
Novembre 2015 (2)
Ottobre 2015 (4)
Settembre 2015 (10)
Agosto 2015 (1)
Luglio 2015 (10)
Giugno 2015 (11)
Maggio 2015 (7)
Aprile 2015 (4)
Marzo 2015 (4)
Febbraio 2015 (4)
Gennaio 2015 (5)
Dicembre 2014 (4)
Novembre 2014 (3)
Ottobre 2014 (11)
Settembre 2014 (4)
Luglio 2014 (1)
Giugno 2014 (3)
Maggio 2014 (4)
Aprile 2014 (5)
Marzo 2014 (5)
Febbraio 2014 (14)
Gennaio 2014 (11)
Dicembre 2013 (10)
Novembre 2013 (7)
Ottobre 2013 (15)
Settembre 2013 (12)
Agosto 2013 (5)
Luglio 2013 (6)
Giugno 2013 (10)
Maggio 2013 (12)
Aprile 2013 (11)
Marzo 2013 (12)
Febbraio 2013 (11)
Gennaio 2013 (10)
Dicembre 2012 (11)
Novembre 2012 (15)
Ottobre 2012 (12)
Settembre 2012 (11)
Agosto 2012 (5)
Luglio 2012 (11)
Giugno 2012 (14)
Maggio 2012 (11)
Aprile 2012 (9)
Marzo 2012 (24)
Febbraio 2012 (28)
Gennaio 2012 (10)
Dicembre 2011 (16)
Novembre 2011 (22)
Ottobre 2011 (18)
Settembre 2011 (27)
Agosto 2011 (8)
Luglio 2011 (24)
Giugno 2011 (24)
Maggio 2011 (24)
Aprile 2011 (18)
Marzo 2011 (21)
Febbraio 2011 (13)
Gennaio 2011 (12)
Dicembre 2010 (6)
Novembre 2010 (2)
Ottobre 2010 (2)
Settembre 2010 (10)
Agosto 2010 (2)
Luglio 2010 (3)
Giugno 2010 (5)
Aprile 2010 (1)
Marzo 2010 (3)
Febbraio 2010 (2)
Gennaio 2010 (1)
Settembre 2009 (1)
Giugno 2009 (3)
Maggio 2009 (10)
Aprile 2009 (3)
Marzo 2009 (2)
Febbraio 2009 (1)