MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista

MoVimento 5 Stelle

Quarrata - 

L'ipotesi programmatica del Movimento 5 Stelle non è un elenco di buone intenzioni e di intenti, né dobbiamo con questa allettare il maggior numero di elettori. Le nostre scelte dovranno portare Quarrata a essere nuovamente viva.

Il programma del Movimento 5 Stelle tiene conto delle risorse del Comune, sia quelle umane che quelle strumentali, tiene conto delle risorse finanziarie e della capacità che ha il Comune di sostenere le spese perché si avverino e realizzino le idee del programma.

La parola ai cittadini.

Una volta all'anno su iniziativa dell'amministrazione o su richiesta di 200 aventi diritto al voto referendario, entro un mese dal deposito delle firme, verrà convocata un'assemblea aperta al pubblico. Tutti i cittadini residenti avranno facoltà di avanzare proposte che verranno messe a votazione dai presenti.

La proposta più votata verrà approfondita, discussa e votata nel primo consiglio comunale utile.
La partecipazione attiva è determinante per il Consiglio comunale che ascolta, trae basi informative sulle necessità della cittadinanza nel frattempo sopraggiunte, fornisce nuovi spunti che completano il programma elettorale durante il mandato.
Inoltre, sul sito del Comune, i cittadini potranno avere accesso in maniera semplice e schematica ai dati inerenti gli appalti, le ditte che ne eseguono l'incarico, le spese sostenute dall'amministrazione.
Per contenere i costi verrà preferito, per le attività dell'amministrazione, il software libero (c.d. open source).


Quarrata - 

L'ipotesi programmatica del Movimento 5 Stelle non è un elenco di buone intenzioni e di intenti, né dobbiamo con questa allettare il maggior numero di elettori. Le nostre scelte dovranno portare Quarrata a essere nuovamente viva.

Il programma del Movimento 5 Stelle tiene conto delle risorse del Comune, sia quelle umane che quelle strumentali, tiene conto delle risorse finanziarie e della capacità che ha il Comune di sostenere le spese perché si avverino e realizzino le idee del programma.

La parola ai cittadini.

Una volta all'anno su iniziativa dell'amministrazione o su richiesta di 200 aventi diritto al voto referendario, entro un mese dal deposito delle firme, verrà convocata un'assemblea aperta al pubblico. Tutti i cittadini residenti avranno facoltà di avanzare proposte che verranno messe a votazione dai presenti.

La proposta più votata verrà approfondita, discussa e votata nel primo consiglio comunale utile.
La partecipazione attiva è determinante per il Consiglio comunale che ascolta, trae basi informative sulle necessità della cittadinanza nel frattempo sopraggiunte, fornisce nuovi spunti che completano il programma elettorale durante il mandato.
Inoltre, sul sito del Comune, i cittadini potranno avere accesso in maniera semplice e schematica ai dati inerenti gli appalti, le ditte che ne eseguono l'incarico, le spese sostenute dall'amministrazione.
Per contenere i costi verrà preferito, per le attività dell'amministrazione, il software libero (c.d. open source).


Quarrata - 

Il Movimento 5 Stelle si impegnerà per la creazione di un festival musicale, la cui tipologia e il periodo verrà discusso con i giovani, sempre molto attenti a eventi di questo genere.

Riteniamo inoltre utile la creazione di un'Università Civica con lo scopo di diffondere la cultura, lo studio e l'educazione fra i cittadini. Sarà data la possibilità di accedere a varie forme di apprendimento e di coinvolgimento alle persone di qualsiasi età, tramite corsi, viaggi, conferenze, concerti e visite di stampo culturale con la partecipazione delle Associazioni Culturali del territorio alle quali il Comune destinerà fondi per lo svolgimento di tali compiti.

La costruzione della piscina comunale, dopo i ripetuti fallimenti degli ultimi anni, è un evento ormai non più rimandabile. Pertanto abbiamo in progetto la realizzazione di un impianto natatorio contestualizzato nel centro cittadino, al quale affiancare un parco cittadino degno della città di Quarrata, con pista da running e un "percorso verde" per le famiglie, dove genitori e figli possano giocare e rilassarsi.
Il reperimento di fondi dovrà essere proiettato anche alla costruzione di una struttura idonea alle "ragazze della pallavolo" di Quarrata che sono costrette ad allenarsi e giocare in ambienti ormai "limitati" per i loro successi.

I fondi comunali verranno ripartiti in maniera equa e giusta tra le varie associazioni, essendo il Movimento 5 Stelle scollegato da interessi personali e/o politici.
Verranno realizzate coperture di protezione dalle intemperie negli accessi agli istituti scolastici, con priorità per le scuole dell'infanzia e primarie poiché gli alunni sono meno indipendenti e devono essere consegnati ai genitori all'uscita da scuola.


Quarrata - 

Il Movimento 5 Stelle di Quarrata intende applicare un controllo efficace e continuo sulle società partecipate di cui fa parte: controllo assoluto sulle modalità di assunzione del personale al fine di evitare moltiplicazione dei ruoli, luoghi di potere e/o rappresentanza, controllo sull'utilizzo di aziende esterne alla partecipata, controllo sulle attività e i rapporti finanziari onde evitare il depauperamento delle risorse.

Inoltre si chiederào a Far.Com. s.p.a., la società partecipata che gestisce le farmacie comunali, l'apertura notturna della farmacia, bisogno essenziale per i cittadini.

Frazioni comunali

Abbiamo modo di appurare che molti disservizi lamentati dai cittadini delle frazioni del comune di Quarrata derivano da rapporti con le società partecipate del comune affidatarie dei servizi.

Ne è un esempio la mancanza d'acqua causata da bassa pressione a Buriano, Lucciano e Tizzana o in zone dove l'acqua non arriva proprio.
Nel 2017 abbiamo zone di Quarrata dove non arriva l'acqua potabile e la cittadinanza deve utilizzare dei pozzi privati.
Manca una rete fognaria e di depurazione, nonostante venga fatta pagare la quota nella bolletta agli utenti.
Il depuratore della frazione Catena riceve, attualmente, un carico idraulico ed organico superiore e non adeguato alla relativa potenzialità dello stesso, e necessiterebbe di un intervento di potenziamento.

La rete del metano delle frazioni collinari è troppo cara per gli utenti tanto che molti hanno preferito procedere ad una fonte di riscaldamento autonomo.

A questo si aggiunge la trascuratezza delle odierne amministrazioni che dopo tante promesse durante i periodi di campagna elettorale si ricordano unicamente del centro cittadino.
Il Movimento 5 Stelle si propone di risolvere molte di queste problematiche intervenendo in maniera incisiva.


Quarrata - 

Risparmio energetico

Per raggiungere un notevole risparmio è necessario dotarsi di un Piano Regolatore dell'Illuminazione Comunale (PRIC), per fissare una volta per tutte il fabbisogno energetico del comune. Anche se non ancora obbligatorio, è uno strumento urbanistico in grado di evidenziare le principali soluzioni che permettono di razionalizzare i consumi per l'illuminazione del territorio e quindi di conseguire i maggiori risultati possibili in termini di risparmio energetico e manutentivo favorendo il rientro dei costi di investimento nel minor tempo possibile.
Per questo motivo si valuterà il contatto con le Energy Service Company (E.S.Co.), società che effettuano interventi finalizzati a migliorare l'efficienza energetica, assumendo su di sé il rischio dell'iniziativa e liberando il cliente finale (nel nostro caso il Comune) da ogni onere organizzativo e di investimento.

Piano Urbanistico

La pianificazione urbanistica di Quarrata deve avere una visione strategica di come la città va plasmandosi. Riconoscere a terreni e zone urbane capacità edificatorie che non incidono né tantomeno tengono conto delle politiche di sviluppo di un territorio, ma sono meramente collegate ad esigenze di bilancio comunale, non favoriscono la sussistenza di condizioni necessarie ad una crescita armonica dell'area urbana.
Il Regolamento Urbanistico e la viabilità urbana devono basarsi sulle capacità di investimento locali e delle potenzialità che ha il territorio di attrarre risorse dall'esterno.

Si procederà alla discussione partecipata della modifica del Piano Strutturale per la ristrutturazione, messa in sicurezza degli edifici e miglioramento energetico, compresi quelli delle zone collinari.
È necessario emanare normative comunali che possano favorire la suddivisione degli immobili commerciali nonché il cambio di destinazione d'uso affinché possano tornare ad essere appetibili sul mercato.
Si emaneranno norme correlate ad un contenimento degli oneri di urbanizzazione.

Verrà modificata la viabilità cittadina di concerto con le forze economiche e le attività commerciali della nostra realtà locale; una programmazione condivisa tra tutti gli attori della comunità sia per creare nuovi sbocchi viari tra le zone industriali di viale Europa, Via Bocca di Gora e Tinaia e via Firenze sia per favorire una circolazione più fluida del traffico urbano.

Rischio idraulico

La manutenzione dei ruscelli minori e dei fossi (comunali e privati) non può essere rimandata. La capacità di drenaggio delle acque del territorio quarratino è notevolmente diminuita e il ripristino del regolare funzionamento e pulizia dei canali è operazione necessaria e non più rimandabile al di là delle competenze amministrative e dei nodi burocratici.

A questo bisogna affiancare "un'educazione al rischio" della popolazione con l'aiuto dei presidi territoriali delle associazioni oltre che della macchina comunale, scambiare informazioni e preparare la cittadinanza all'evento in modo che, soprattutto per la persona anziana, non venga percepito quel senso di abbandono da parte delle istituzioni proprio nel momento del bisogno.
L'approccio di mitigazione del rischio deve avvenire attraverso una normativa strutturale e non con un blocco edilizio totale.
Il Movimento 5 Stelle, essendo scollegato dalle logiche di sudditanza partitica per fare carriera, può intraprendere un discorso paritario e non subordinato con le altre amministrazioni e far valere le necessità della cittadinanza.


Rifiuti

Verrà progettato un più efficiente sistema di raccolta rifiuti attraverso il porta a porta su tutto il territorio, con conseguente puntuale tariffazione all'utenza in rapporto al rifiuto conferito. Il cittadino virtuoso e attento deve pagare meno.
Allo stesso tempo verrà elaborato un piano dettagliato sul compostaggio domestico e di comunità che comporterà una riduzione dell'impatto ambientale dei prodotti utilizzati dai servizi di manutenzione del verde;
Verrà adottata la politica del Green Public Procurement, gli "acquisti verdi", cioè con attenzione per l'ambiente, negli appalti pubblici.

Siamo contrari alla creazione della società unica dei rifiuti e soprattutto al conferimento nelle quote sociali dell'inceneritore di CIS S.p.a. che, dopo essere stato pagato con i soldi degli abitanti della Piana, verrà "regalato" a Firenze. Ci troveremo in una società con una quota dell'1,5% dove non avremo voce e porteremo i rifiuti di mezza Toscana a bruciare da noi, con tutte le conseguenze sulla salute.

Verrà favorita l'apertura di "Centri del Riuso": ogni isola ecologica deve avere un luogo dove vestiario, mobili, elettrodomestici e quant'altro possano avere una "seconda vita" trovando nuovi padroni. In direzione possono essere attivati laboratori di recupero, dove pc dismessi possano trovare nuova vita con l'installazione di sistemi operativi e software open source per poi essere utilizzati presso scuole ed associazioni per l'attività ludico/didattica.


Quarrata - 

Stabiliti i principi di salvaguardia sociale delle categorie in difficoltà (famiglie, disabili o anziani) una dei principali e più sentiti problemi sociali dei nostri Comuni sono l'accoglienza e l'integrazione dei migranti.
C'è un limite che deve essere sottoposto alle valutazioni di un'amministrazione, valutazioni che devono proiettarsi nel prossimo futuro.

Non sappiamo ancora se ai nostri ospiti verrà concesso asilo politico, permesso di soggiorno, ricongiungimento familiare e, nel caso succedesse, a quante persone dovremo fornire casa, scuola, sanità, mense, trasporti, elettricità ed acqua a tariffe agevolate.
Sono queste prestazioni sociali che non devono creare diseguaglianze tra i cittadini.
Sicurezza

Il Movimento 5 Stelle di Quarrata ritiene opportuna l'installazione di videocamere di sorveglianza lungo le principali direttrici di accesso alla città e nelle zone di particolare criticità a tutela della sicurezza urbana. L'impianto permetterà la salvaguardia degli spazi pubblici, sarà un deterrente ai fatti criminosi e, nel caso, ne favorirà la repressione. L'accesso all'utilizzo dell'impianto sarà ovviamente consentito alle sole forze di polizia.

Decoro Urbano - uno strumento gratuito per le Pubbliche Amministrazioni.

Un "Comune Attivo" utilizza l'applicazione gratuita Decoro Urbano, una grande banca dati che mostra in modo completamente trasparente quello che i cittadini vogliono portare all'attenzione dell'amministrazione, servendosi degli strumenti offerti gratuitamente dalle moderne tecnologie
Direttamente dallo smartphone i cittadini possono inviare foto tramite l'applicazione, il personale del Comune riceve la segnalazione in maniera diretta con le coordinate del luogo e si favorisce un intervento rapido dell'amministrazione nel risolvere problemi come abbandono rifiuti, vandalismo e incuria, dissesto stradale, zone verdi, segnaletica, affissioni abusive.
Polizia Locale

La Polizia Locale è la rappresentanza del Comune agli occhi dei cittadini.
Verranno effettuati corsi di aggiornamento sulle procedure amministrative e penali al fine di garantire una capacità di intervento autonoma ed una profonda conoscenza normativa.
La maggior parte dell'attività "cartolare" verrà demandata ad altri uffici comunali affinché aumenti in maniera significativa la presenza sul territorio e la pronta risposta alle richieste della popolazione.
Verrà valutato il trasferimento del Corpo di Polizia Municipale in una struttura idonea al tipo di attività svolta sul territorio.

Assistenza anziani

Si realizzerà un servizio di assistenza e sostegno agli anziani delle frazioni, per favorire l'accesso ai servizi sociali e sanitari dopo un'analisi dei bisogni socio-assistenziali delle persone disabili ed anziane sole.
Questo sia attraverso il contatto personale con gli utenti che tramite la realizzazione di momenti di socializzazione aperti ai residenti delle varie frazioni e con l'aiuto delle associazioni.

Il MoVimento 5 Stelle è portavoce e testimone dei diritti e delle esigenze di quelle fasce di popolazione più sofferenti, per questo sosteniamo da sempre i principi di dignità, pari opportunità ed equità per chi soffre di disabilità.
Qualsiasi cittadino deve avvertire la propria indipendenza, muoversi liberamente: eppure non è così!
Sono ancora tante le criticità da affrontare per rendere facile l'accesso ai servizi poiché persino curarsi è in alcuni casi complicato, emblematico il caso di ASL Distretto di via Marco Polo.


Quarrata - 

Parimenti alla detassazione, che permette la rianimazione delle attività, è necessario sviluppare nuove tipologie di attività lavorative che vadano a compensare le perdite in altri settori, dovute alla crisi produttiva.

Il Movimento 5 Stelle crede nella ruralità quale motore di sviluppo sostenibile che non si limita alla sola "coltivazione" di prodotti alimentari, ma alla creazione di un progetto molto più ampio che interessi una moltitudine di categorie agricole emergenti e di qualità.

Una delle poche attività che non ha risentito della crisi è il settore turistico che attrae nella provincia di Pistoia, oltre al turismo "d'arte", anche un turismo enogastronomico che ha avuto trend di crescita molto rilevanti negli ultimi anni.

Il nostro territorio può sfruttare in maniera incisiva la vicinanza del patrimonio artistico di Firenze, la produzione agroalimentare tipica dei nostri luoghi, la tranquillità delle nostre colline e, con l'opportuno aiuto alle realtà già esistenti sul territorio come i Gruppi di Acquisto Solidale, i mercati biologici e la nascita del Bio-distretto del Montalbano, fortemente voluto dai cittadini e dai coltivatori locali. La realizzazione di una pluralità di servizi e d'interventi specifici sul territorio tendono alla creazione di una realtà imprenditoriale che va dall'attività ricettiva alla produzione locale e alla presentazione dei nostri prodotti.
Verrà attuato un regolamento condiviso con gli operatori agricoli e vivaistici per il controllo e la regolamentazione nell'utilizzo di fitofarmaci nel rispetto delle pluralità imprenditoriali.

Villa La Màgia "un gioiello muto"

Villa La Màgia fino ad oggi non è stata sfruttata per le sue potenzialità, eterna incompiuta che, fregiandosi del titolo di "patrimonio dell'UNESCO", necessita di un comitato scientifico che si occupi della programmazione e gestione della villa stessa, della Rocca di Tizzana e di Buriano.
Si favorirà la realizzazione di laboratori-officina per artisti emergenti contribuendo ad un confronto con le realtà esterne al territorio quarratino ed attirando un turismo culturale.
Dobbiamo rendere la villa fruibile ad una molteplicità di interlocutori, superando questo periodo di trascuratezza del quale è stata vittima, presentando progetti creati da chi ne ha la competenza professionale sotto la supervisione attenta del Comune.
Villa La Màgia non deve essere un peso per la cittadinanza, ma una ricchezza.

Va inoltre rafforzata la comunicazione (marketing turistico) poiché un comune può accedere a fondi specifici e canali privilegiati per diffondere notizie del suo territorio e promuovere Quarrata, la sua cultura.

Tramite i tour operator e con la partecipazione dei Comuni che hanno la fortuna di possedere una Villa Medicea, dobbiamo creare un pacchetto all inclusive che in un fine settimana faccia conoscere al turista le Ville (con un biglietto unico), offrendo la possibilità di pernottare e di usufruire di ristoranti e negozi convenzionati in cui far conoscere il prodotto locale e quindi creare un legame turista-luogo.

Il Montalbano e il territorio collinare

La scarsa attenzione prestata al territorio collinare quarratino, da parte di chi ha amministrato il Comune, ha portato il cittadino a considerare senza la dovuta attenzione il panorama che lo circonda.
Valorizzare il territorio, per il Movimento 5 Stelle, equivale alla promozione delle attività agricole e del loro rapporto con gli operatori degli altri settori, siano essi commercio, turismo o ristorazione.
La condivisione di obbiettivi deve accomunare anche le amministrazioni circostanti affinché i contrasti politici non causino criticità sugli intenti di sviluppo del territorio.
Va costruito un "marchio", un logo che renda esclusivo e identificabile il territorio, la sua arte e i suoi prodotti. Il turista deve essere invogliato a rimanere sul territorio, ma senza un richiamo adatto rimarremo ancorati al "mordi e fuggi".
Per raggiungere lo scopo è necessaria la realizzazione di un progetto unico che descriva in maniera inequivocabile la direzione da prendere (sviluppo territoriale equilibrato, creazione e mantenimento di posti di lavoro) e quindi accedere ai fondi del Programma di Sviluppo Rurale, risorse che provengono dal Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale.

Con l'aiuto di scuola, amministrazione ed associazioni è doveroso consegnare un messaggio di consapevolezza, formazione ed educazione sulla bellezza e sulle bontà del territorio e di conseguenza il rispetto per esso.


Quarrata - 

La stagnazione economica è ormai consolidata e gli interventi dalla politica nazionale non sono incisivi, per questo motivo il Movimento 5 Stelle di Quarrata ritiene requisito imprescindibile, affinché il nostro territorio ritorni ad essere appetibile per le attività d'impresa e di conseguenza ricreare un tessuto economico idoneo alla nascita di nuove attività e posti di lavoro, procedere alle modifiche delle aliquote dei tributi locali nei limiti stabiliti dalla legge.

Detassazione

Un contributo all'imprenditore e al cittadino, applicabile nelle possibilità dell'Ente comunale, è dato dall'intervento sulle aliquote TASI, TARI, IMU e Addizionale Comunale IRPEF e sulla classificazione degli immobili e dei terreni. Quest'ultima è stata utilizzata, con le famigerate APD, dalle amministrazioni che si sono succedute fino ad oggi come bancomat per rimpinguare le casse comunali, non garantendo nel contempo una corrispondente qualità dei servizi.
Gli imprenditori e le famiglie che sono stati impossibilitati a far fronte agli impegni fiscali nei confronti del Comune potranno accedere a procedure agevolate e concordate per regolarizzare la propria posizione.

Fondo di garanzia per il microcredito

Sarà favorita l'informazione e l'accesso al fondo di garanzia che ha la finalità di finanziare lavoratori autonomi o microimprese rientranti nelle cosiddette fasce deboli ovvero non in condizione di rivolgersi al sistema creditizio tradizionale per assenza di idonee garanzie.

Principali Caratteristiche

1. L'assenza di garanzie reali in capo all'utente finale;
2. Il Fondo del Microcredito in sostituzione delle "garanzie reali" copre l'80% delle somme finanziate;
3. Il Fondo del Microcredito garantisce le somme erogate senza la valutazione economico-finanziaria del gestore del Fondo;
4. La garanzia del Fondo è rilasciata a titolo gratuito;
5. In virtù di queste caratteristiche ci sarà un iter procedurale molto snello;
6. Presenza di servizi ausiliari di assistenza e monitoraggio per tutta la durata del finanziamento.

Possono accedere al microcredito i lavoratori autonomi titolari di partita IVA da meno di cinque anni e con massimo 5 dipendenti; le imprese individuali titolari di partita IVA da meno di cinque anni e con massimo 5 dipendenti;
Società di persone, società a responsabilità limitata semplificata o società cooperative titolari di partita IVA da meno di cinque anni e con massimo 10 dipendenti.

Difesa dal sovra indebitamento

Sarà favorito il contatto con le associazioni che si occupano di sovra indebitamento, un fenomeno che colpisce la parte più debole della società (lavoratori, pensionati, artigiani e piccole attività anche agricole).
La Legge n. 3 del 2012, conosciuta come "Legge Salva Suicidi", introduce una novità rivoluzionaria per tutti i soggetti che, secondo la legislazione italiana, non rientrano nei casi contemplati dalla legge fallimentare: è diritto del debitore liberarsi dalla pressione di debiti diventati insostenibili riportandoli a quanto effettivamente può essere pagato nella situazione economica attuale.

I candidati a Quarrata