Molo del porto a rischio crollo, Cannatella sapeva, venga rimosso!

| commenti


cannatellaIl Porto di Palermo è tra i principali porti del Mediterraneo, sia per flusso di persone che di merci, e negli ultimi mesi è al centro dell'attenzione del M5S sia per le evidenti falle nel sistema di sicurezza che per l'attività dell'autorità giudiziaria al molo Vittorio Veneto.

Infatti, la magistratura ha recentemente sequestrato il principale molo di attracco delle navi da crociera dopo aver disposto accertamenti subacquei al molo Vittorio Veneto che hanno evidenziato una situazione a dir poco allarmante: persino i piloni di sostegno del molo presentavano gravissimi criticità strutturali tali da presagire un concreto rischio di cedimento con conseguenze ambientali e umane disastrose, anche in ragione dei frequenti attracchi di navi da crociera, la cui stazza che può arrivare anche a decine e decine di migliaia di tonnellate.

Secondo la magistratura, la responsabilità sarebbe da imputare all'autorità portuale di Palermo, nella persona del Presidente, Vincenzo Cannatella, e di un funzionario quadro dell'Ufficio Tecnico, indagati per il reato di omissione di lavori in edifici o costruzioni che minacciano rovina, in quanto, nonostante fossero a conoscenza di questa situazione sin dal 2014, non avrebbero effettuato i necessari atti per mantenere in sicurezza la struttura portuale, nonostante fossero a conoscenza delle precarie condizioni in cui versava.

Come si può leggere nel dispositivo di sequestro, "deve ritenersi che il molo Vittorio Veneto nord del Porto di Palermo presenti significativi ed allarmanti indici di criticità e degrado statico-strutturale. Di tale situazione aveva conoscenza l'Autorità Portuale di Palermo fin dal 2014 [...] sussiste altresì il pericolo che la libera disponibilità della banchina lato nord del molo "Vittorio Veneto" del porto di Palermo [...] comporti la protrazione o l'aggravamento delle conseguenze del reato e, in particolare, un concreto ed attuale pericolo per la sicurezza ed incolumità degli utenti del servizio portuale".

Complimenti - dice Nuti - all'ex ministro dei Trasporti del governo Renzi, Maurizio Lupi, che nominò Cannatella, uomo che viene considerato molto vicino al senatore Schifani.
Cosa sarebbe accaduto se il molo fosse crollato durante la presenza di una nave da crociera? Per non parlare del possibile disastro ambientale e di quello economico già in atto".

Per questo abbiamo presentato un'interrogazione al governo per chiedere:

  • che Vincenzo Cannatella venga rimosso e sostituito da una persona altamente competente tramite una selezione pubblica e trasparente;
  • l'invio degli ispettori ministeriali per verificare responsabilità tra i dirigenti e funzionari per i mancati lavori di manutenzione.

Cerca

Loading

Post Recenti

#Palermo - Stasera tutti insieme: in bici sotto le stelle!
Come ultimo appuntamento per la campagna elettorale del MoVimento 5 Stelle Palermo, abbiamo scelto di fare un giro in…
#Palermo VIII Circoscrizione: i nostri candidati
Oggi vi presentiamo i candidati alla lista di VIII Circoscrizione per il MoVimento 5 Stelle Palermo: Roberto Cecala (Presidente)…
#Palermo VII Circoscrizione: i nostri candidati
Oggi vi presentiamo i candidati alla lista di VII Circoscrizione per il Movimento 5 Stelle Palermo: Maria Razzanelli (Presidente)…