Programma - esteso

Lista Civica Movimento 5 Stelle Milano 2011
Programma per la nostra città

Progetti in ordine di priorità
Bozza aperta alla discussione e ai contributi di tutti - 15 Novembre 2010


Indice Capitoli Clicca sul Capitolo per scorrere velocemente


1. Progetto "Basta con la casta"

2. Progetto "Più connettività, più informazione, più trasparenza"

3. Progetto "Rifiuti zero"

4. Progetto "Acqua pubblica"

5. Progetto "Milano sostenibile"

6. Progetto "Mobilità sostenibile"

7. Progetto "Qualità della vita e salute"

1. Progetto "Basta con la casta"

· Divieto della nomina di persone condannate in via definitiva come amministratori in società partecipate o controllate dal Comune;
· Eliminazione di tutte le "auto blu" e auto di servizio in dotazione all'Amministrazione, con riconversione ad altre mansioni degli autisti. Tutti i dipendenti, dirigenti, i consiglieri, gli assessori ed il sindaco usano esclusivamente i mezzi pubblici per i propri spostamenti in città.
· Cessazione del ricorso a dirigenti esterni e valorizzazione di tutto il personale interno con la riqualificazione continua delle professionalità e motivazione di quanti prestano un servizio pubblico.
· Effettiva responsabilizzazione dei dirigenti e dei responsabili di attività dell'Amministrazione con piano degli obiettivi valutato in termini di efficienza ed efficacia delle prestazioni da una funzione esterna e non dai dirigenti stessi come oggi avviene.
· Revisione organizzativa con valutazioni sulla efficienza ed efficacia della organizzazione e delle allocazioni di risorse per ottenere un migliore impiego dei soldi dei contribuenti ed eliminando situazioni di privilegio e sacche di inefficienza.
· Valutazione oggettiva delle prestazioni dell'Amministrazione su alcune aree a maggiore impatto sui cittadini svolta da parte di associazioni di consumatori e utenti sulla base di metodologie e standard internazionali.
· Pubblicazione di un bilancio leggibile da chiunque per il consuntivo e di un bilancio di previsione triennale con indicazione dei diversi capitoli di spesa in dettaglio, distinzione tra spese e investimenti, dettaglio sulle spese per servizi dall'esterno, dettaglio sulle entrate evidenziando trasferimenti dello stato, tasse e oneri locali, denari rivenienti a vario titolo da privati con dettaglio dei maggiori contribuenti.
· Pubblicazione sul sito web del Comune di tutte le Delibere della Giunta e delle Determine Dirigenziali approvate e di tutti i documenti prodotto di consulenze per dare trasparenza a tutti gli atti e i comportamenti dell'Amministrazione.
· Pubblicazione sul sito web del Comune dell'elenco di tutte le forniture di prodotti e servizi all'Amministrazione con i relativi contratti e fornitori.
· Istituzione di un Servizio di relazioni con la cittadinanza con funzionari esperti che supportino i cittadini interessati con diversi mezzi (internet, mail, sportello) a conoscere meglio meccanismi, normative, strumenti e regolamenti dell'Amministrazione.
· Istituzione del Volontariato Civico: un concorso di idee permanente che coinvolga tutti i cittadini gratuitamente per la proposta di progetti e iniziative per il miglioramento dell'efficienza ed efficacia dell'amministrazione e per progetti sulla città, con visibilità sul sito del Comune; lavoro gratuito per settori dell'amministrazione con carenze di competenze o risorse (in aggiunta al Servizio Civile nazionale).
· Trasmissione in streaming, via internet o televisione locale, delle sedute del consiglio comunale e delle commissioni.
· Aste online per gli appalti comunali;
· Divieto di cumulo delle cariche pubbliche per i consiglieri;
· Introduzione di un tetto per gli stipendi del management sia del Comune sia delle aziende controllate dal Comune;

2. Progetto "Più connettività, più informazione, più trasparenza"

· Piano per la connettività gratuita per i residenti nel Comune con utilizzo della banda larga per la città, che utilizzerà tecnologie sia in fibra ottica sia wireless consentendo così di ottenere economie sui costi per le telecomunicazioni e di estendere la connettività per un uso mobile sul territorio;
· Cittadinanza Digitale: ad ogni residente sarà associato un codice ed una PEC (e-mail certificata) per l'accesso gratuito ai sistemi informatici cittadini e a Internet:
· Partecipazione diretta a ogni incontro pubblico da parte dei cittadini via web;
· Delibere rese pubbliche on line almeno tre mesi prima delle loro approvazione per ricevere i commenti dei cittadini;
· Forti interventi sui costi del Comune con il taglio degli sprechi e delle consulenze d'oro e con l'introduzione di nuove tecnologie per consentire al cittadino l'accesso alle informazioni e ai servizi senza bisogno di intermediari;
· Impegno del Comune ad utilizzare software "open source" in alternativa ai costosi software in licenza, ogniqualvolta una valida alternativa "open source" sia disponibile.
· Istituzione di una smart-card per i turisti con agevolazioni per la visita della città, maggiori per coloro che soggiorneranno più a lungo, con la possibilità dell'accesso anche al sistema informatico cittadino e alla rete internet del comune.

3. Progetto "Rifiuti zero"

· Piano per la gestione dei rifiuti zero nel territorio comunale;
· Blocco alla costruzione di inceneritori sul suolo comunale e riconversione di quelli previsti o esistenti.
· Modifica radicale del sistema raccolta rifiuti con la progressiva diffusione del "porta a porta" in tutti i quartieri e le frazioni del Comune;
· Tariffazione puntuale, non presunta come attualmente, secondo il principio "meno rifiuti indifferenziati meno paghi" quale incentivo alla raccolta differenziata e alla diminuzione dei rifiuti solidi urbani.
· Sconti sulla TARSU per gli esercizi che aboliscano l'usa e getta.
· Piano per l'installazione di raccoglitori automatici del vuoto a rendere e per la sostituzione dei cestini pubblici con modelli specifici per la differenziata;
· Incentivi alla creazione di attività per il recupero delle materie prime secondarie da ricollocare nel ciclo produttivo;
· Incentivi all'installazione di distributori alla spina per tutti i prodotti possibili (acqua, latte, detersivi, cereali...);
· Attivazione di nuovi impianti di TMB (trattamento meccanico biologico modello Centro Riciclo di Vedelago);

4. Progetto "Acqua pubblica"

  • Modifica dello Statuto Comunale di Milano al fine di:

  • affermare l'accesso all'acqua come diritto umano universale (in quanto precondizione del diritto alla vita affermato nella Dichiarazione Universale del '48) indivisibile, inalienabile e lo status dell'acqua come bene comune pubblico;

  • confermare il principio della totale proprietà e gestione pubblica del servizio idrico integrato e che tutte le acque, superficiali e sotterranee, anche se non estratte dal sottosuolo, sono pubbliche e costituiscono una risorsa da utilizzare secondo criteri di solidarietà;

  • riconoscere che la gestione del servizio idrico integrato è un servizio pubblico locale privo di rilevanza economica, in quanto servizio pubblico essenziale per garantire l'accesso all'acqua per tutti e pari dignità umana a tutti i cittadini, e quindi la cui gestione va attuata attraverso gli Art. 31 e 114 del d. lgas n. 267/2000;

  • Ripubblicizzazione completa ed effettiva del servizio idrico integrato, oggi in gestione alla controllata MM SpA, con il rientro dello stesso all’ente pubblico Comune di Milano.

  • Incremento del numero delle "fontanelle pubbliche”.

  • Recupero acque piovane per doppio circuito ad uso non potabile, negli edifici della pubblica amministrazione anzitutto.

  • Campagne per l'utilizzo dell'acqua di rete al posto dell'acqua minerale.

  • Pubblicazione delle analisi delle acque ad uso umano (analisi ARPA e gestori), come da normativa vigente , al fine di incentivare il consumo dell'acqua potabile di rubinetto a discapito di quella in bottiglia, anche per ridurre l'utilizzo della plastica che grava sul ciclo dei rifiuti.

  • Definizione di una quantità pro-capite giornaliera minima gratuita, 50 litri al giorno.

  • Pagamento del surplus a costi crescenti in relazione alla crescita dei consumi pro capite;

  • Incentivazione, ovunque sia possibile, degli impianti di fitodepurazione.

  • Ristrutturazione della rete idrica per ridurne le perdite, con gare d'appalto che consentano di trasformare i risparmi sui costi di gestione in quote d'ammortamento degli investimenti.

  • Allestimento di distributori automatici di acqua dell'acquedotto, naturale e gassata, nei locali pubblici (pubblica amministrazione, università, scuole, luoghi di lavoro, supermercati).

  • Promozione dei detersivi a basso livello di inquinamento.



5. Progetto "Milano sostenibile"

· Concessioni di licenze edilizie solo per demolizioni e ricostruzioni di edifici civili o per cambi di destinazione d'uso di aree industriali dismesse (stop al consumo del territorio);
· Incentivi all'uso di materiali locali nell'edilizia per quanto possibile e riciclo dei materiali provenienti dalle demolizioni.
· Piano di sviluppo del solare termico e fotovoltaico con contributi/finanziamenti comunali;
· Piano di sviluppo dell'efficienza energetica in tutti gli edifici di proprietà comunale;
· Obbligo della certificazione energetica di livello massimo per tutte le nuove costruzioni e riconversione progressiva dell'esistente.
· Piano progressivo di acquisti eco-compatibili da parte del Comune;
· Piano per la promozione delle produzioni agro-alimentari locali e del commercio equo e solidale a partire dalle forniture del Comune (principalmente Milano Ristorazione).
· Incentivi alla creazione di Gruppi di Acquisto Solidale per lo sviluppo di un'economia a Km Zero.
· Piano di sostegno alle società no profit con sede e/o attività nel Comune di Milano.

6. Progetto "Mobilità sostenibile"

· Piano di trasporti pubblici non inquinanti e rete di piste ciclabili cittadine;
· Piano di mobilità per i disabili;
· Sviluppo di reti di piste ciclabili protette estese a tutta l'area urbana ed extra urbana;
· Istituzione di spazi condominiali per il parcheggio delle biciclette;
· Istituzione dei parcheggi per le biciclette;
· Introduzione di una forte tassazione per l'ingresso nel centro storico di automobili private con un solo occupante a bordo;
· Potenziamento dei mezzi pubblici a uso collettivo e dei mezzi pubblici a uso individuale (car sharing) con motori elettrici alimentati da reti;
· Blocco alla costruzione di nuovi parcheggi nel territorio comunale;
· Creazione di punti pubblici di telelavoro; incentivazione per le imprese che utilizzano il telelavoro;
· Potenziamento delle corsie riservate per i mezzi pubblici nelle aree urbane;
· Promozione con la Regione, le Ferrovie dello Stato e le Ferrovie Nord dello sviluppo delle tratte ferroviarie legate al pendolarismo;
· Riutilizzo dei binari dismessi per creazione di linee di metropolitana leggera;

7. Progetto "Qualità della vita e salute"


· Piano di espansione del verde urbano; ripresa del piano "Alberiamo Milano";
· Impianti di depurazione obbligatori per ogni abitazione non collegabile ad un impianto fognario, contributi/finanziamenti comunali per impianti di depurazione privati;
· Piano di promozione per l'uso di farmaci generici e fuori brevetto, equivalenti e meno costosi rispetto ai farmaci "di marca" (che in Italia costano spesso di più che all'estero) e più sicuri rispetto ai prodotti di recente approvazione;
· Promozione a livello comunale di un programma di educazione sanitaria indipendente e permanente sul corretto uso dei farmaci, sui loro rischi e benefici;
· Promozione di una politica sanitaria nel territorio comunale di tipo culturale per promuovere stili di vita salutari e scelte di consumo consapevoli per sviluppare l'autogestione della salute (operando sui fattori di rischio e di protezione delle malattie) e l'automedicazione semplice;
· Piano di informazione sulla prevenzione primaria (alimentazione sana, attività fisica, astensione dal fumo) e sui limiti della prevenzione secondaria (screening, diagnosi precoce, medicina predittiva), ridimensionandone la portata, perché spesso risponde a logiche commerciali;

Se vuoi contattare la segreteria della Lista Civica Milano MOvimento 5 Stelle scrivi un commento o manda una mail: segreteria5stellemilano@gmail.com