"Trasparenza e Partecipazione" - 50 sfumature di delusione arancione: 18 di 50


Milano - 

Giuliano_Pisapia_Sindaco_di_Milano_-_30_May_2011.jpg

Hitparade di promesse disattese dalla maggioranza milanese a guida Pd: 18di50

"Trasparenza e Partecipazione: i cittadini al centro dell'azione politica"


- la promessa in dettaglio: dal programma ufficiale del candidato sindaco Giuliano Pisapia e delle liste che lo sostengono http://bit.ly/VB4c4z.

Pag. 17: Trasparenza, Partecipazione e l'utilizzo intelligente delle tecnologie sono principi, obiettivi e strumenti di governo tra loro strettamente correlati e di grande rilevanza per mettere al centro dell'azione politica ed amministrativa i cittadini.

- come è stata disattesa:

la gestione della "questione derivati" che ha visto il Comune di Milano contrapposto alle banche che lo avevano truffato, è forse il miglior esempio possibile di impegno non mantenuto sia sotto il profilo trasparenza che di quello della partecipazione.

Nonostante sia stato sbandierato come un grosso successo dell'amministrazione Pisapia - dal momento che quasi tutti i media locali hanno preso per buone le dichiarazioni dell'ufficio stampa comunale - come MoVimento 5 Stelle milanese abbiamo contestato puntualmente e dettagliatamente un accordo che - gestito nell'esatto contrario della trasparenza e della partecipazione - a nostro parere ha finito con il favorire in modo del tutto indebito ed evitabile le banche coinvolte.

Sulla base di un'analisi riepilogata in questo documento multimediale http://bit.ly/OaxHY3, è stato emesso un Comunicato Stampa dedicato http://bit.ly/MyYz7Z, a formalizzazione della posizione del M5S Milano.

Non sono mancate critiche anche internamente alla maggioranza arancione per la gestione della vicenda, sopra a tutte indubbiamente quelle da parte del presidente del Consiglio comunale Basilio Rizzo.

- come sarebbe andata col #M5S al governo cittadino?

Come MoVimento 5 Stelle milanese avremmo proseguito senza alcun tentennamento nell'azione legale finalizzata all'ottenimento del risarcimento danni, così come avevamo anche richiesto formalmente nel corso del Consiglio comunale del 20 febbraio 2012, invitando al ritiro della delibera che consentiva l'abbandono della procedura (qui il video http://youtu.be/V6jv4obT0jA)

Riguardo alle possibili pretese di riservatezza accampate per questo specifico episodio, va sottolineato che è rimasto senza alcun esito l'invito rivolto alla Giunta a documentare i precisi meccanismi di causa ed effetto, che dimostrassero perché qualcosa di riservato potesse essere condiviso nella Giunta, ma non nel Consiglio.

Senza esito sono rimaste anche le 5 richieste di chiarimento che abbiamo rivolto a Sindaco e Giunta, e non lasciano alternative a un esposto-denuncia che presenteremo come M5S Milanese.