"Nei prossimi 5 anni bilancio partecipato e adozione del bilancio di genere" - 50 sfumature di delusione arancione: 33 di 50


Milano - 


partecipazione.jpg

Hitparade di promesse disattese dalla maggioranza milanese a guida Pd: 33di50

"nei prossimi 5 anni bilancio partecipato e adozione del bilancio di genere"

- la promessa in dettaglio: dal programma ufficiale del candidato sindaco Giuliano Pisapia e delle liste che lo sostengono http://bit.ly/VB4c4z:

pag. 4: "la partecipazione deve essere uno strumento reale per decidere e governare, dal bilancio partecipato alle scelte di insediamento, di infrastrutture, ecc.".

pag. 3: adozione del bilancio di genere per cambiare nel profondo le strutture della politica e della cosa pubblica:

- come è stata disattesa:

troviamo ancora una volta nelle parole di un componente della stessa maggioranza (in questo caso Anita Sonego - Federazione della Sinistra-Sinistra per Pisapia), la migliore testimonianza del mancato rispetto dell'impegno elettorale: "oltre alla mancanza di un bilancio partecipato, che era uno dei pilastri del programma di Pisapia, in questo bilancio non si fa nemmeno cenno al bilancio di genere, che pure trovava grande spazio nel programma suddetto" (qui il video integrale dell'intervento: http://on.fb.me/YjgeSC)

- come sarebbe andata col #M5S al governo cittadino?

la complessità di una realtà come Milano, le eredità delle amministrazioni precedenti, e naturalmente le solite "urgenze", non possono essere giustificazioni ripetute all'infinito da ogni nuova amministrazione che si insedia al governo cittadino, in modo che si possa continuare a decidere il bilancio nello splendido isolamento delle segrete stanze della Giunta.

Il MoVimento 5 Stelle intendeva e intende realizzare un percorso di partecipazione effettiva dei cittadini, non solo raccogliendo proposte e osservazioni, ma con consultazione diretta per condividere praticamente le decisioni di bilancio; non servono bacchette magiche, ma solo la volontà di cominciare a utilizzare strumenti che già ci sono e si evolvono e diffondono ogni giorno di più; esattamente quella volontà politica che manca all'attuale governo della città, che non ha mai mostrato la minima intenzione di aprirsi al riguardo - addirittura con varie componenti della propria maggioranza: per non correre il rischio di dover fermare progetti di spesa invisi ai cittadini, ma graditi alla partitocrazia.   

Qui il riepilogo di tutte le promesse non mantenute pubblicate: http://movimen.to/1sqfAqV aggiornato ad ogni nuova entrata.