"Difesa dei servizi a rete pubblici" - 50 sfumature di delusione arancione: 13 di 50


Milano - 


Aéroport_de_Milan(Milano).jpgHitparade di promesse disattese dalla maggioranza milanese a guida Pd: 13di50

"difesa dei servizi a rete pubblici / 1: trasporto"

- la promessa in dettaglio: dal programma ufficiale del candidato sindaco Giuliano Pisapia e delle liste che lo sostengono http://bit.ly/VB4c4z ):

pag 2: Milano più libera. Una città che ripropone come pubblici, cioè ricchezza collettiva che produce valore e lavoro, i servizi a rete: acqua, energia, trasporto, wi-fi.

- come è stata disattesa:

con la disponibilità a mettere in vendita le proprie quote azionarie di SEA, scendendo così sotto la maggioranza assoluta che deteneva, il Comune di Milano ha di fatto deciso di rinunciare alla certezza del controllo della società e conseguentemente degli aeroporti di Linate e Malpensa. La società aeroportuale milanese è ovviamente un tassello chiave nel sistema dei trasporti che interessano la città, e tra l'altro quello che ha generato il maggior ritorno economico alle casse comunali.

Indipendentemente dalle considerazioni di carattere finanziario, per le quali dopo il fallimento del collocamento in Borsa non è ancora spendibile un giudizio definitivo, la cosa certa resta la determinazione assunta dalla maggioranza arancione, per privatizzare questa preziosa componente del trasporto pubblico, le condizioni della Borsa lo consentiranno.

- come sarebbe andata col #M5S al governo cittadino?

SEA sarebbe rimasta pubblica, punto. Il MoVimento 5 Stelle persegue infatti la difesa dei Beni Comuni dalle privatizzazioni "all'italiana", finalizzate all'arricchimento dei soliti noti a scapito della collettività - che finisce col rimetterci sia come costi che qualità dei servizi.

Da questo link http://bit.ly/VcM01i si accede una piccola collezione video degli interventi contro la vendita di SEA effettuati da parte del MoVimento 5 Stelle Milano.