Milano Ovest: focus delle battaglie M5S in Zona 7


Milano - 



Facciamo un punto sul lavoro dei portavoce in Zona 7

 

Discariche abusive e scarica barile

I portavoce di zona 7, Tiziano Creola e Paolo Conconi, insieme all'attivista Matteo e ai portavoce, alla Regione Lombardia, Eugenio Casalino e, alla Camera dei Deputati, Massimo De Rosa, a metà dicembre hanno effettuato diversi sopralluoghi presso le discariche abusive presenti in Quinto Romano (zona 7).

Hanno così potuto rilevare la gravità delle differenti situazioni, a causa del conferimento improprio di rifiuti pericolosi (come l'amianto) e constatare che, anche in questo caso, in virtù della sentenza 40528/2014 della Corte di Cassazione, i cittadini proprietari delle strade private a uso pubblico, sulle quali erano state depositati da ignoti i rifiuti in questione, sono sollevati da ogni responsabilità e che gli oneri di bonifica andrebbero attribuiti al Comune.


Per approfondire:

http://milanoinmovimento.blogspot.it/2014/12/sopralluogo-alle-discariche-abusive-in.html?m=0

 

Riqualificazione fa rima con partecipazione

Nella zona di Baggio insistono gli spazi relativi alla piazza d'armi (inclusi  i magazzini di Baggio) della Casema Perrucchetti, di cui è in atto la cessione tramite una società costituita ad hoc (Sgr) di proprietà del MEF.

Queste aree sembra siano destinate a passare interamente al Comune di Milano che ne ha già acquisiti 250000 mq dei complessivi 450000, anche se non conosciamo ancora i dettagli della trattativa (compresi quelli sulla bonifica dei terreni ed eventuale amianto); ricordiamo comunque che, a norma di legge, il Comune avrebbe potuto acquistarli in via preferenziale prima che i beni passassero sotto il controllo del Ministero dell'Economia e delle Finanze (MEF), quindi, senza intermediazione (leggi, potenzialmente a un costo inferiore).

Tralasciando un attimo la questione a monte, per la riqualificazione di queste aree dalla zona 7 il Comune ha ricevuto 15 proposte da parte di cittadini e associazioni di zona 7 che, nel corso dell'ultimo incontro con il vice sindaco De Cesaris dello scorso 13 gennaio, è stato garantito verranno prese in considerazione, prima però si raccoglieranno ulteriori proposte di progetto, allargando la platea dei soggetti proponenti a tutta la cittadinanza milanese.

Restiamo in attesa di sapere quale destinazione verrà scelta, di conoscere i dettagli della transazione relativa alla prima parte dei terreni e di aggiornamenti sugli ulteriori 200.000 mq.


Per approfondire:

http://milanoinmovimento.blogspot.it/2014/12/commissione-edilizia-e-urbanistica.html?m=0

 

Expo: l'approssimazione è universale

A pochissimi mesi dall'apertura dell'esposizione universale ancora si discute di progetti e lo si fa in maniera approssimativa.

In zona 7, in commissione Istruttoria Expo, Lavori Pubblici ed E.R.P. a termine, è infatti approdata a metà dicembre la "Variante delle Vie d'Acqua, Stralcio 1", il parere che veniva chiesto era relativo esclusivamente alla pista ciclabile che dovrebbe insisteresulla zona, peccato che, da una rapidissima lettura, è emerso che il documento prevedeva una serie di altre opere.
Grazie all'intervento del nostro consigliere Tiziano Creola, è stata riscontrata l'impossibilità dei commissari di analizzare nel brevissimo tempo a disposizione tutta la documentazione relativa per poter esprimere un parere. Il Presidente della commissione, rilevata la corretta osservazione, ha scelto di non andare in delibera.


Per approfondire:
http://milanoinmovimento.blogspot.it/2014/12/commissione-expo-variante-della-via.html?m=0