La Vigevano-Malpensa non se ne deve fare nulla! Il M5S sin da subito si è opposto a tutti i livelli istituzionali alla costruzione di questa superstrada che sarebbe un ennesimo spreco di risorse pubbliche oltre che costituire un danno irreparabile ai nostri territori a vocazione agricola. Il territorio non la vuole, i Comitati ambientalisti e le numerose imprese agricole situate sulla tratta non la vogliono, e non per pregiudizio, ma per fondate ragioni: la superstrada comprometterebbe in maniera irreversibile le aree comprese fra Parco del Ticino e Parco Sud e non risolverebbe comunque i problemi logistici del nostro territorio. Anche per questa superstrada, come per tutte le grandi infrastrutture care a Maroni, come Pedemontana, Bre.be.mi, o Broni-Mortara, manca totalmente uno studio serio ed attuale che dimostri il rapporto costi/benefici per i territori. La Giunta Maroni deve smetterla di investire le già risicate risorse regionali che abbiamo a disposizione per il trasporto su queste infrastrutture inutili. Regione Lombardia ha già buttato dalla finestra 60milioni di Euro dei contribuenti per un'autostrada i cui costi dovevano essere integralmente a carico del privato. Quei 60milioni di euro potevano essere investiti sul raddoppio ferroviario della Mortara-Milano e per la manutenzione della viabilità esistente. Forse Maroni e Garavaglia non conoscono i nostri territori e non si è accorto che è finita l'era delle speculazioni e delle colate di cemento, ed è finito il tempo di prendere in giro i cittadini sprecando danaro pubblico in progetti che sono già falliti in partenza. Regione Lombardia si attivi piuttosto per stanziare risorse sui nostri ponti e sul trasporto pubblico e la smetta di far passare infrastrutture come la Vigevano-Malpensa come prioritarie per il territorio.

Iolanda Nanni - Capogruppo M5S in Regione Lombardia