Luglio 2011

Continua il balletto della riduzione dei costi della politica, ogni anno se ne parla e non succede nulla, la tirano lunga fino a quando diventerà obbligatorio ridurre qualche punto percentuale e allora si sprecheranno le parole su quanto sono responsabili, quanto tengono al paese.
Molti politici già se lo riducono lo stipendio, l'hanno sempre fatto per finanziare il partito, pagano il pizzo fino al 50%, dicono che la politica costa e allora i partiti incassano anche i rimborsi elettorali forfettari, sempre un finanziamento pubblico, quello bocciato dal referendum, eppure M5S ha dimostrato senza ombra di dubbio che la politica non costa soldi ma costa partecipazione, quella che i partiti devono pagare e che il moV riceve gratuitamente dai cittadini che credono nel progetto politico. Questo è il bilancio della campagna elettorale 5S a Milano (http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/milano/2011/07/noi-in-rete-facciamo-cosi.html) e questo il bilancio della campagna di Pisapia (http://www.pisapiaxmilano.com/wp-content/uploads/2011/06/Rendiconto-Sito.pdf) cento volte tanto. Il bilancio di SEL non è disponibile in rete ma tengono a scrivere che non gli bastano i rimborsi elettorali, quelli che M5S invece ha rifiutato e rispedito al mittente lo scorso anno (1,6 milioni).
In Lombardia non abbiamo consiglieri regionali ma il moV5Stelle è attivo lo stesso, tra le altre abbiamo scritto una Legge di iniziativa popolare regionale per tagliare gli stipendi dei consiglieri; il progetto si chiama zeroprivilegi.org, è democrazia diretta e abbiamo già raccolto ben oltre le 5mila firme minime necessarie in soli 2 mesi.
Intanto il PD ha presentato in regione l'ennesima mozione dai toni generali e con IDV Lega e PDL si sono accordati per tagliare il vitalizio (quando??) e magari il solito 10% ma noi cittadini abbiamo sottoscritto quello che che vogliamo; via il 50% della diaria via il vitalizio via le spese forfettarie. Da altre regioni ci chiedono informazioni, il virus si diffonde.
Per firmare ci dobbiamo attivare, solo chi vota in Lombardia! diamo forza alla proposta di legge! nel sito trovate i comuni in cui abbiamo depositato i moduli e i banchetti che vengono organizzati man mano.
Grazie di cuore a tutte le persone che hanno sostenuto questo progetto.
zeroprivilegi.org MoVimento 5 stelle Lombardia

Milano - Primi passi del MoVimento 5 Stelle a Milano e primo emendamento approvato all'unanimità.

Nella seduta del 4 Luglio è stata accolta una delle nostre prime proposte: l'aggiunta di "agenda digitale" alle competenze della commissione numero 14, che ora tratterà: referendum approvati, iniziative popolari, digitalizzazione, trasparenza e agenda digitale.
Il consiglio comunale ha accettato l'emendamento all'unanimità.

Diamo a Milano una strategia digitale,
con questa competenza specifica è ora possibile sviluppare una reale agenda digitale, considerando quindi in modo unitario gli sviluppi dell'infrastruttura a sostegno di internet, dei servizi in rete e del rilancio dell'economia grazie al web.

Per maggiori informazioni su agenda digitale http://www.agendadigitale.org/
Per vedere i progetti presentati dal MoVimento 5 stelle Milano all'assemblea di agenda digitale italiana: Alex Curti M5S@ Agenda Digitale Italiana