Dicembre 2016 Archives

Signore, signori,
con la fine del 2016 chiudiamo anche la FASE 1 del progetto Libro Bianco Sanita (dettagli qui)

La partecipazione attiva nel progetto e' stata piu' che fondamentale, e di questo ringraziamo tutti i 100 cittadini che ne hanno preso parte: abbiamo potuto estendere la nostra percezione relativa alle criticita' esistenti, e grazie alla vostra competenza colmare il gap cognitivo esistente nel gruppo regionale.
Il supporto dei meetup e dei cittadini esperti di sanità sara' ancora piu' importante nel corso del prossimo anno.
Infatti la fase 1 prevedeva un lavoro di ANALISI, per identificare i modelli sanitari di riferimento, e questa fase e' stata completata con successo....ma il passo che ci aspetta e' quello piu' significativo: durante tutto il corso del 2017 ci concentreremo sull'ELABORAZIONE del modello identificato nel 2016, lavorando nello sviluppo delle singole soluzioni e andando sempre piu' a fondo dell'attuazione (tempi, modalita', costi, criticita' previste, interventi correttivi gia' predisposti, ecc).

Vi invitiamo a verificare alla pagina http://www.lazio5stelle.it/libro-bianco-2018/ TUTTI GLI ULTIMI AGGIORNAMENTI (mappa completa v5.7, collaborazione avviata con La Sapienza, numero di partecipanti al progetto salito a 108, soluzioni gruppi 0/1/9, dettagli singoli gruppi, ecc)

Organizzeremo nel mese di gennaio una riunione plenaria, per fare il punto della situazione tutti insieme e coordinare l'attivita' di ogni gruppo di lavoro, per arrivare ad un disegno complessivo di riforma sempre piu' coordinato ed integrato nelle diverse ramificazioni della mindmap.

Vi chiediamo di portare a compimento queste 3 attivita' da oggi alla data della riunione plenaria:
- 1 Completare l'invio (per iscritto, in forma di relazione o presentazione o documento tecnico) di tutte le proprie proposte non ancora inviate alla task force sanita', non ancora discusse nel gruppo o non ancora inserite su Trello.
- 2 Continuare gli incontri ristretti fra persone competenti nello stesso ambito di sviluppo (sottotask) e le discussioni online/via mail per identificare le ultime aree di lavoro ed approfondimento non ancora coperte, cercando il piu' possibile di stabilire priorita' condivise.
- 3 Nominare all'interno del proprio gruppo un coordinatore/presentatore, che avra' lo scopo di relazionare l'attivita' del singolo tavolo alla riunione plenaria

RIUNIONE PLENARIA
Consiglio Regionale del Lazio, via della Pisana1301 Roma
Sala Mechelli
24/01/2017 dalle 10 alle 17


p.s.
continuano gli incontri "istituzionali": domani avremo il subcommissario Bissoni al piano di rientro, e nelle settimane successive ISDE, AIE, FIMMG, ARPA.
Inoltre e' nato lo SPINOFF1, progetto figlio del libro bianco: INQUINAMENTO E SALUTE(Analisi dei maggiori fattori di rischio nelle zone industrializzate, post-industriali e a maggiore concentrazione di inquinamento (discariche, inceneritori, aereoporti, grandi centri urbani)---troverete a breve i dettagli sempre su http://www.lazio5stelle.it/libro-bianco-2018/

grazie a tutti/e

Un meraviglioso risultato

user-pic
 

IL GRUPPO CONSILIARE M5S LAZIO RINGRAZIA TUTTI GLI ATTIVISTI CHE SI SONO MOBILITATI PER OTTENERE QUESTO MERAVIGLIOSO RISULTATO.
VIVA LA COSTITUZIONE! VIVA LA DEMOCRAZIA!

nozinga.png

Il quadro tracciato dai risultati del referendum nei seggi del Lazio è chiaro per tutti: c'è stata una grande partecipazione popolare in tutto il territorio e il no ha vinto con una percentuale maggiore rispetto al resto d'Italia, con punte massime nelle province di Latina e Frosinone, dati che dovrebbero far riflettere il presidente Zingaretti e tutto il PD Lazio. Noi del gruppo consiliare del M5S Lazio vogliamo ringraziare tutti i cittadini che hanno votato, soprattutto quelli che hanno deciso con un tratto di matita di continuare a difendere la costituzione e la sovranità popolare, e tutti coloro che si sono indaffarati nell'organizzare eventi in tutta la regione per spiegare le ragioni del No, un esercizio democratico che ha illuminato per mesi le piazze e gli spazi pubblici del Lazio.

Sono stati mesi durissimi per noi e per tutto il M5S, marcati da incontri continui sul territorio per informare i cittadini e metterli al riparo da quella propaganda del Si che ha messo in campo risorse incomparabili e ha goduto di uno squilibrato appoggio da parte di alcuni settori dell'informazione. Ringraziamo tutti gli attivisti e gli esperti delle diverse materie che hanno partecipato e organizzato decine e decine di incontri in ogni punto del Lazio.

Non si può non considerare il 63,32% raggiunto dal No nel Lazio come un voto contrario alle politiche del PD Lazio e Zingaretti, nonostante le sue azioni di supporto alla campagna renziana, come le terre ad uso civico svendute alla Coldiretti per le 500.000 firme per il Si con un accordo siglato nel collegato al bilancio o l'impennata di inaugurazioni che hanno contrassegnato l'ultimo mese di campagna elettorale. Dal 2013 è evidente che sono cambiati i numeri nel Lazio, la fallimentare politica sanitaria del presidente unita alla totale immobilità in tema di ambiente, trasporti, occupazione e sostegno alle PMI era già stata condannata dagli elettori laziali nelle precedenti amministrative.

Zingaretti dovrebbe capire l'antifona e invertire la rotta di questa legislatura, senza continuare a far pagare ai cittadini del Lazio il prezzo delle disastrose campagne elettorali del PD, ma viste le dichiarazioni da lui rilasciate questa mattina non sembra aver capito il rifiuto del Lazio alle sue politiche.



Rimani in Contatto

Iscrivimi agli avvisi del blog M5S Lazio

Inserisci la tua email per rimanere informato sulle nostre attività




Tenetemi aggiornato