Febbraio 2016 Archives


Grazie ad un lungo lavoro di analisi svolto grazie al contributo di associazioni, sindacati e professionisti che lavorano all'interno delle strutture ospedaliere (vedi qui l'appello), il M5S ha presentato una mozione che svela una situazione davvero fantascientifica: pressioni politiche, direttori generali cacciati illegalmente, nomine pilotate e clientelari, appalti in mano a dubbi personaggi.
Lotte per il potere che coinvolgono anche funzionari e consiglieri regionali.

L'analisi del M5S e' estremamente precisa e identifica la presenza anomala di un alto numero di rappresentanti politici all'interno della ASL di Frosinone: oltre 70 fra sindaci, assessori e consiglieri comunali infatti risultano dipendenti della asl, molti di essi svolgo l'attivita' in ruoli chiave dell'amministrazione sanitaria.

E' da sottolineare che la loro attività professionale presso la Asl e il ruolo istituzionale per il quale sono stati eletti non ha nulla di irregolare.
Ma è' possibile per lo meno ipotizzare che l'elevato numero di persone che hanno un ruolo politico possano svolgere qualche forma di pressione all'interno della Asl, soprattutto per chi ricopre una funzione di natura strategica e amministrativa ?
I sindaci dipendenti della ASL come possono valutare e votare, in conferenza dei servizi, l'atto aziendale del proprio datore di lavoro ??
Esiste un possibile conflitto di interesse fra consiglieri comunali, assessori e sindaci che svolgono attivita' istituzionale nel proprio comune ?

Ci saranno prossime elezioni a Sora, a Frosinone e in tanti altri comuni della provincia....puo' esistere il rischio che si faccia campagna elettorali o si attuino forme di pressioni all'interno della asl, soprattutto per i sindaci e i consiglieri che si ricandidano ?

Il M5S chiede a Zingaretti di chiarire tutti i dubbi, ed intervenire in una gravissima situazione che agevola solo la politica e penalizza il diritto alle cure dei pazienti ciociari.

------------------------
Ecco le 10 domande per il neo-assessore Buschini:

1) Nella consiliatura Zingaretti, tutti gli assessori erano stati scelti come tecnici esperti esterni. Il suo e l'unico caso di un consigliere regionale, che assume a meta' legislatura la delega a rifiuti e ambiente. Strano. Questa e' una nomina di natura puramente politica, e lei, Buschini, non ha alcuna competenza in ambito di rifiuti e ambiente.
Vicano sembra sia stato pesantemente spinto da lei e De Angelis quindi non e' fuori luogo pensare che questa prima incoronazione di Vicano potrebbe far parte di un piano per mettere tutte le pedine al posto giusto tra cui lei Buschini all'ambiente per avere campo libero per il 5° invaso della discarica di Roccasecca e la rimessa in funzione della prima linea dell'inceneritore di San Vittore per trasformare la ciociaria nella nuova Malagrotta e gallina d'oro dei rifiuti?
Con queste premesse, quindi, come ha potuto avallare politicamente la nomina di vicano alla presidenza Saf mentre era direttore di distretti ASL?

2) Il 26 ottobre 2015 ha partecipato alla conferenza dei sindaci di Frosinone, atto inusuale per un rappresentante politico. In piu' lo ha fatto insieme ad Abbruzzese, di Forza Italia. E' vero che ha personalmente telefonato a piu' di un sindaco del suo partito, chiedendo di esprimessero parere negativo contro l'operato dell' ex dg Mastrobuono facendo pressioni verso i sindaci piu' scettici ad un voto contrario?

3) Le vicende di Mafia Capitale l'hanno interessata direttamente per il suo ruolo di Presidente della Commissione Bilancio. Cosa può dire in merito alla gara del CUP, ma in particolare perché quando si chiese l'accesso agli atti rispose negativamente, perché nascose che gli atti richiesti erano stati sequestrati dall'Autorità Giudiziaria ?

4) Sfruttando il suo ruolo di consigliere regionale eletto in provincia di Frosinone e come presidente della commissione bilancio, puo' oggettivamente escludere di aver fatto qualsiasi tipo di richiesta o pressione diretta e indiretta in merito ad assunzioni, nomine e posizioni all'interno della asl di frosinone e all'interno delle strutture sanitarie territoriali?
Lei ammette di aver incontrato piu' volte il nuovo commissario straordinario della Asl di frosinone, Macchitella, subito dopo la sua nomina, per chiedere che ad Alatri fossero assunti dei pediatri ?

5) L'A.S.L. di Frosinone è stata commissariata per il dissesto finanziario come risulta dalla Delibera del Giunta Regionale. Lei non si è accorto dei problemi finanziari dell'A.S.L., che da una situazione di attivo è arrivata al dissesto, nonostante il taglio di servizi, proprio quando Lei era Presidente della Commissione Bilancio. L'A.S.L. di Frosinone, proprio la sua, è l'unica commissariata in tutta la Regione.
Pubblicamente ha affermato che i posti letto di Frosinone e provincia, grazie a Zingaretti sono aumentati.
Questa rappresenta una vera e propria bugia.
Come li ha calcolati questi fantomatici posti letto in più, forse inserendo nel rapporto Pl/abitanti anche quelli calcolati dal numero dei pazienti che si sono fatti curare fuori regione (abruzzo e molise)?

6) l PD in provincia dice di voler cacciare Acea ma in regione ha fatto di tutto per rallentare la legge di ripublicizzazione dell'acqua e tutt'ora latita. Questa ipocrisia del PD è forse dovuta al suo servilismo nei confronti di Acea che con la fusione tra Roma e Frosinone porterà equitalia anche in Ciociaria e segnerà il punto di svolto per far diventare Acea il gestore regionale dell'acqua vessando indisturbata i ciociari?
Nel costo dell'acqua si potrebbe pensare che sia compresa anche l'assunzione a tempo indeterminato di parenti ed amici di esponenti del PD. La preghiamo di verificare l'elenco dei dipendenti di ACEA e dirci i nomi di qualcuno che non conosce. Basta verificare gli assunti con le parentele o basta fare un giro nelle piazze dei Comuni della provincia (i figli dell'ex Sindaco di Sora Casinelli (PD) lavorano per ACEA; Il figlio dell'ex Sindaco di Boville Ernica lavora per Acea)....

7) Il risultato di esercizio della Asl di Frosinone per il 2011 risulta positivo per circa 89 mln di euro (cifra confermata dalla relazione dell'ex direttore amministrativo inoltrata per ottenere il premio produzione 2012). Per il 2012 il risultato di esercizio è a zero...dove sono finiti gli 89 mln? Nel 2013 il risultato presenta passività per circa 4 mln di euro. Quindi in tre anni sono stati persi come risultati di esercizio circa 93 mln. Lei, Buschini, in qualità di presidente della commissione bilancio sapeva di tutto questo ?

8) Che ruolo ha avuto nel "licenziamento forzato" della ex dg mastrobuono ? In particolare sulle oltre 130 unità operative da affidare compresi gli articoli 18, di cui il M5S conosce i nomi ? E perché Cirillo in pensione che la Mastrobuono non voleva come DSA e che ha predisposto una gara da 26 milioni è ora in staff al commissario?

9) Valle del Sacco, impianti a biomasse, emergenza polveri sottili, rifiuti interrati nel cassinate, Frosinone per il secondo anno di seguito città più inquinata d'Italia. In una provincia martoriata da tumori e varie patologie legate all'inquinamento, in assoluta emergenza sanitaria ed ambientale lei è stato inerte se non addirittura partecipe dello smantellamento dell'ospedale di Alatri e della Sanità Provinciale.
Nella sua Provincia il PD, del quale lei è un esponente di rilievo, sostiene l'ampliamento della discarica di Roccasecca. È un fatto noto che tutti in provincia (cittadini ed associazioni) siano a conoscenza delle malattie tumorali della popolazione residente in loco, dell'odore malsano che si sviluppa dagli impianti di Biogas e che è stata dichiarata dal N.O.E. zona con disastro ambientale. Si tratta di problemi pluriennali. Nonostante ciò da esponente del PD non ha fatto assolutamente niente.
Lei da Consigliere Regionale, Presidente della Commissione Bilancio, esponente di spicco del PD in provincia di Frosinone e garante del territorio inoltre ha permesso la realizzazione di un impianto a biomasse (altamente inquinante) a Frosinone. Ora è diventato Assessore all'Ambiente, lei ritiene di non aver alcuna responsabilita' per quanto riguarda l'aumento delle fonti di inquinamento di Frosinone e della sua provincia ?

10) Alla luce delle dichiarazioni del pentito Carmine Schiavone e delle ultime notizie apparse di recente sulla stampa riguardanti discariche di rifiuti tossici seppellite nella provincia di Frosinone, ed alla luce del crescente numero di casi di malattie tumorali e di altro genere, non sente la necessità di approntare un piano di emergenza per il censimento ed il monitoraggio di tali discariche e di prendere nel contempo tutte le precauzioni atte a garantire la salute pubblica?

Dopo aver ascoltato gli interventi dei consiglieri di maggioranza e opposizione sono certo che la nostra decisione di non partecipare ai lavori di tutte le commissioni, pur mantenendo la funzione di controllo sugli atti, sia la più corretta davanti ad una provocazione politica plateale come quella della nomina di Vincenzi. La nostra non partecipazione avrà conseguenze gravi per questa maggioranza incapace di raggiungere il numero legale anche per far passare i propri provvedimenti, come dimostrato all'approvazione odierna alla proposta di Giunta ottenuta solo grazie al voto del presidente 'assente giustificato'. Di ingiustificabile al Consiglio del Regionale ci sono troppe cose, come la condotta di una maggioranza bulla ed arrogante a cui fa eco il silenzio del resto dell'opposizione.

Devid Porrello, capogruppo M5S Lazio

Presidenza Commissione Antimafia a Favara, PD.

Quanto accaduto con la presidenza della neonata commissione sulle infiltrazioni criminali nel Lazio è paradossale ed indignante. Una commissione nata solo grazie alla nostra proposta di legge e ad una serrata battaglia in aula osteggiata da tutti, Zingaretti in primis che la liquidò come 'inutile' quando la proponemmo la prima volta, e da oggi presieduta da un membro del PD.

Zingaretti prima ha usato il generale Favara per dare un'aura di legalità alla propria legislatura inserendolo nel listino bloccato, poi l'ha fatto passare al PD per coprire le magagne di Mafia Capitale e ora lo piazza alla guida della commissione antimafia che, avendo funzioni di controllo, per prassi spetterebbe all'opposizione. Il generale Favara è una figura di alto profilo, ma è evidente che non c'è limite all'indecenza del PD che si erge a controllore di se stesso e occupa tutte le poltrone senza pensare agli interessi della regione.


Vincenzi, ex capogruppo PD, nominato Presidente commissione bilancio

Il fondo di questa legislatura si è toccato oggi con la nomina del presidente della commissione Bilancio, la provocazione conclusiva di una giornata di votazioni che non fanno onore alla maggioranza. Marco Vincenzi infatti è colui che nelle intercettazioni di Mafia Capitale ringraziava Buzzi per il sostegno politico e finanziario alcuni giorni prima di far approvare, proprio in commissione bilancio, gli emendamenti che secondo la Procura di Roma e i ROS avrebbero favorito Buzzi. Questa nomina rappresenta il punto di non ritorno del PD che ha scelto il proprio ex capogruppo, fatto dimettere proprio per i fatti di Mafia Capitale, per presiedere la commissione deputata all'assegnazione di risorse pubbliche. I motivi che portarono a quelle dimissioni sussistono ancora e per questo ho depositato subito dopo la nomina un'interrogazione per sapere da Zingaretti e dall'assessore Sartore quali azioni di controllo intendano porre in essere per garantire che i processi amministrativi degli Uffici regionali del bilancio non subiscano influenze politiche miranti a sviarne l'azione rispetto ai criteri di buon andamento e imparzialità dell'azione amministrativa.



Rimani in Contatto

Iscrivimi agli avvisi del blog M5S Lazio

Inserisci la tua email per rimanere informato sulle nostre attività




Tenetemi aggiornato