Maggio 2014 Archives

L'universo delle imprese funebri è in fermento dopo la presentazione della proposta di legge del M5S Lazio (n.165 del 28/04/2014) sulla trasparenza del settore funerario e la pubblicazione di alcuni articoli giornalistici (Link1 e Link2)

caroestinto.jpg
L'inchiesta, ancora in corso, coinvolge alcuni esponenti politici regionali, figure apicali dell'amministrazione e del Sistema Sanitario Regionale ed altri uomini di malaffare.

Sterpa, uno dei più stretti collaboratori di Zingaretti, che ha cercato di gestire la questione, è in crisi ed ha rimandato di un mese il testo che voleva proporre con urgenza. Si sta prendendo e perdendo tempo per fare cosa?

Quale è il ruolo di Zingaretti?

Da voci dell'ambiente sembra che il Presidente 18 maggio inaugurerà una funeral house di proprietà di una nota impresa, insieme alla Polverini, Alemanno e altri personaggi di "alto profilo". Speriamo che arrivi una smentita, mai come questa volta, sarebbe gradita...

Zingaretti è da tempo a conoscenza dei dettagli dello scandalo della gestione degli appalti nelle camere mortuarie, avendo ricevuto a novembre 2013 una nostra interrogazione su quanto accadeva nelle strutture di competenza della ASL RM/B.

Ieri è stata depositata una petizione firmata da oltre 40 operatori del settore a sostegno della proposta di legge del M5S Lazio ed un'associazione di categoria ha avanzato una richiesta formale per un incontro urgente con Zingaretti, da realizzare prima del 20 maggio, affermando che se continuerà a non rispondere (come fa dal 16 luglio 2013, data cui risale la prima comunicazione) le imprese funebri manifesteranno sotto la sede della Regione Lazio.

Scandalo intramoenia

user-pic
 

A seguito di un'azione che ha visto coinvolti attivisti, consiglieri regionali del Lazio e Parlamentari, lo scorso dicembre sono state presentate una mozione e un'interrogazione in Senato a prima firma Elena Fattori e una risoluzione alla Regione Lazio a firma Davide Barillari, che denunciavano "lo scandalo dell'intramoenia", ovvero l'erogazione insufficiente di un servizio pubblico a favore di prestazioni private.

intramoenia.jpg

Barillari, a seguito dell'operazione della Guardia di Finanza che ha portato alla denuncia di 83 medici in tutta Italia per violazioni all'attività intramoenia ha dichiarato:

"Nonostante la nostra risoluzione sia stata approvata dal Consiglio non è cambiato molto, ancora non è stato istituito un Audit in ogni ASL per controllare l'attività e gli abusi dell'intramoenia. Ora attendiamo che l'obbligo venga esteso a tutto il territorio nazionale come previsto nella mozione Fattori presentata in Senato a dicembre e ancora non calendarizzata cosi come auspichiamo un Servizio Sanitario che sia realmente pubblico e non che distolga l'attenzione dai cittadini per rivolgerlo a soggetti privati."

La senatrice Elena Fattori in merito ha affermato:

"L'intramoenia rappresenta uno dei tanti buchi neri della sanità, non solo laziale, nonostante l'indignazione dei dirigenti delle ASL che sempre accompagna le nostre fondate richieste di accesso agli atti. Chissà se oggi questa indignazione è ancora viva o è stata sostituita nell'animo dei dirigenti dalla consapevolezza del fatto che esiste chi, come il Movimento 5 stelle, lavora davvero a fianco dei cittadini. Spero che la mia mozione venga calendarizzata al più presto per poter continuare, a livello nazionale, questo percorso fatto di ricerca di trasparenza e legalità nella gestione della salute pubblica."

RIUNIONE ORGANIZZATIVA RAPPRESENTANTI DI LISTA M5S LAZIO - MASSIMA DIFFUSIONE E URGENZA!!!!!!!
Giovedì 8 maggio 2014 alle ore 17
è convocata presso il Consiglio Regionale del Lazio, Via della Pisana 1301 - Sala Etruschi- la riunione organizzativa rappresentanti di lista - LAZIO per le elezioni europee ed amministrative. Verranno distribuite le subdeleghe e fornite tutte le informazioni relative.

Devono assolutamente partecipare
- I consiglieri portavoce municipali subdelegati
- I responsabili rdl locali
- Chiunque sia interessato

Consigliamo la presenza di un rappresentante/portavoce per ogni meetup.
Grazie

#Vinciamonoi Tour Europee 2014
https://mapsengine.google.com/map/edit?mid=zMS_wqH-1f9M.kBvzFuOpEoOs

Riportiamo qui la sintesi dell'attivita' legislativa del movimento 5 stelle fino ad oggi (tutti i dettagli su http://www.lazio5stelle.it/

sezione RISULTATI). INTERROGAZIONI (di cui 27 urgenti a risposta orale, su casi di emergenza fra cui Cerroni, pompe funebri e nomina dirigenti): su 141 presentate sono arrivate solo 49 risposte... Zingaretti risponde al 34% delle nostre interrogazioni. MOZIONI (fra cui la soluzione per risolvere l'emergenza pronto soccorso, la soluzione per evitare nuovi allagamenti, e affrontare le tante emergenze sui trasporti, sull'ambiente e sulla sanita') su 63 mozioni solo 5!!! sono state portate in aula in UN INTERO ANNO: Leodori (Pd) decide di discutere solo l'8% delle mozioni presentate dal MoVimento 5 Stelle. LETTERE (fra cui richieste a Zingaretti e Leodori su trasparenza, webcam, funzionamento commissioni, ecc) su 11... nessuna risposta. Per finire in bellezza...le PROPOSTE DI LEGGE del movimento 5 stelle...su 13 presentate (fra cui quella sul registro tumori che salverebbe migliaia di vite, la legge sull' abolizione dei vitalizi che ci costano 20 milioni di euro l'anno, la legge urgente per istituire una commissione inchiesta sulla malasanita', la legge sul software libero che farebbe risparmiare una cifra molto alta di licenze micro$oft, una legge sulla trasparenza nella nomina dei direttori generali che eviterebbe, come ha fatto il Pd, di nominare dei condannati..e una legge sugli appalti nel settore funebre che toglierebbe alla mafia il business del caro estinto)...NESSUNA...ripeto NESSUNA... e' stata discussa in un intero anno di legislatura. ORDINE DEL PD: BOICOTTARE OGNI INIZIATIVA DEL MOVIMENTO 5 STELLE PER DIMOSTRARE CHE NON FACCIAMO NULLA. L'ASSASSINO E' DANIELE LEODORI (presidente del consiglio regionale, che dovrebbe rappresentare istituzionalmente tutte le forza politiche, ma vergognosamente e spudoratamente fa SOLO gli interessi del Partito "Democratico" e violando statuto, regolamento e la stessa costituzione italiana, boicotta volontariamente l'opposizione) e il MANDANTE E' NICOLA ZINGARETTI (presidente della regione, che dovrebbe rappresentare istituzionalmente tutte le forza politiche, ma vergognosamente e spudoratamente fa SOLO gli interessi del Partito "Democratico" e violando statuto, regolamento e la stessa costituzione italiana, boicotta volontariamente l'opposizione).

CHE FARE?

Potete decidere VOI il destino politico di queste persone: la loro condanna e' una semplice X sul simbolo M5S sulla scheda elettorale del 25 MAGGIO 2014. Il loro futuro, qui in regione Lazio, dipende da quel segno sulla scheda elettorale.



Rimani in Contatto

Iscrivimi agli avvisi del blog M5S Lazio

Inserisci la tua email per rimanere informato sulle nostre attività




Tenetemi aggiornato