Marzo 2013 Archives

I portavoce del Movimento 5 Stelle intendono avviare la selezione di alcune figure tecnico professionali per il supporto della loro attività istituzionale in Regione. A tal proposito si ritiene opportuno iniziare ad assumere solo il personale strettamente indispensabile ad avviare il lavoro in Consiglio Regionale in modo da commisurare la selezione di figure tecniche in base alle effettive esigenze di lavoro. Il personale sarà assunto come dipendente del Consiglio Regionale e verra' inquadrato nelle posizioni contrattuali/economiche previste dal CCNL di settore. Il personale verrà assunto con un contratto a tempo determinato della durata di un anno con periodo di prova previsto dal CCNL e potrà essere rinnovato fino alla fine della legislatura. La selezione del personale sarà basata prioritariamente su criteri di fiducia/attivismo (avere dimostrato competenze tecniche, operative, gestionali opportune al ruolo che si vuole ricoprire all'interno del Movimento 5 Stelle) e sulla base del curriculum vitae. La selezione dei curricula verrà effettuata direttamente dal gruppo dei Portavoce a cui seguirà un colloquio per valutare definitivamente le candidature.

Il Gruppo Consiliare Regionale Lazio del MoVimento 5 Stelle ricerca:


Legale Esperto Assistente legislativo

Compiti principali:

- consulenza legale generale
- supporto tecnico-legale nel lavoro delle commissioni consiliari
- attivita' di predisposizione di proposte di legge regionale, atti normativi, emendamenti
- esame degli atti del consiglio e della giunta
- redazione di pareri legali sugli atti amministrativi e legislativi del consiglio, e sugli atti amministrativi della giunta, dei dirigenti e dei funzionari
- attivita' di studio e ricerca in materia legislativa e giurisprudenziale, con particolare riferimento al diritto regionale e amministrativo

Requisiti:
- laurea in giurisprudenza con comprovata esperienza in diritto pubblico
- profonda conoscenza del, diritto costituzionale, diritto degli enti i locali, diritto amministrativo, diritto regionale, legislazione in materia di società pubbliche e servizi pubblici.
- conoscenza del funzionamento della struttura amministrativa della Regione Lazio, con particolare riferimento al Consiglio Regionale, e alla sua organizzazione

Sede: Roma, Via della Pisana 1301, sede del Consiglio Regionale del Lazio.
Si prega di inviare il proprio curriculum con la formula "Autorizzo il Gruppo Consiliare Regionale Lazio del Movimento 5 Stelle a trattare i miei dati personali per le finalita' di cui al presente annuncio".

Inviare curriculum a entro le ore 12:00 del 8 aprile 2013 alla casella di posta staffm5slazio@gmail.com


Assistente tecnico ambiente-urbanistica

Mansioni:
- consulenza generale in materia di edilizia ed urbanistica, gestione dei beni ambientali, tutela del territorio, del paesaggio, delle acque superficiali e marino-costiere;
- supporto tecnico-legale nel lavoro delle commissioni consiliari di competenza
- attivita' di predisposizione di proposte di legge regionale, atti normativi,atti amministrativi, emendamenti nelle materie di competenza;
- esame degli atti del consiglio e della giunta;
- redazione di pareri tecnici su atti e leggi, ed in particolare atti amministrativi e legislativi del consiglio, e sugli atti amministrativi della giunta, dei dirigenti e dei funzionari;
- attività di studio e ricerca tecnica in riferimento alla materia di competenza legislativa e giurisprudenziale, con particolare riferimento al diritto regionale e amministrativo

Requisiti principali:
laurea in architettura e/o ingegneria
comprovata esperienza professionale in materia urbanistica ed edilizia e pianificazione ambientale

Sede: Roma, Via della Pisana 1301, sede del Consiglio Regionale del Lazio.
Si prega di inviare il proprio curriculum con la formula "Autorizzo il Gruppo Consiliare Regionale Lazio del Movimento 5 Stelle a trattare i miei dati personali".

Inviare curriculum a entro le ore 12.00 del 8 aprile 2013 alla casella di posta staffm5slazio@gmail.com

Si è svolto nei giorni di Lunedì 25 e Martedì 26 il primo Consiglio Regionale del Lazio.Oggetto della prima seduta è stata la costituzione dell'Ufficio di Presidenza, organismo che esercita funzioni inerenti all'autonomia organizzativa, amministrativa, finanziaria e contabile del Consiglio Regionale e che ne predispone il bilancio preventivo e il conto consuntivo. Durante la medesima seduta si sono succedute le votazioni per l'elezione del Presidente, dei due Vice presidenti e dei tre segretari, come previsto all'Art. 20 dello Statuto della Regione. Delle sei figure costituenti l'Ufficio di Presidenza, di cui due spettanti alla minoranza, nessuna di esse è stata eletta in rappresentanza del M5S. Tenendo i Consiglieri del M5S fuori dall'Ufficio di presidenza, si è deliberatamente scelto di non dare rappresentanza ad una grande fetta dell'elettorato laziale, che in esso ha riposto la propria fiducia. La Maggioranza, nelle quattro cariche a propria disposizione, ha espresso una sola donna, mentre il centro destra, come da copione, ha espresso due uomini, tra l'altro ultra cinquantenni. Pertanto nel nostro primo intervento in aula, durante la seconda seduta, abbiamo constatato che è stato palesemente violato il comma 2 dell'Art.20 dello Statuto della Regione, il quale dispone che "Nell'Ufficio di Presidenza è garantita un'equilibrata presenza delle donne", e abbiamo ricordato che sul concetto di equilibrata rappresentanza di genere si è già espresso il Tar del Lazio una prima volta con Sent. 6673/2011 e, recentemente, con Sent. 633/2013. Pertanto, coerentemente a quello che è il nostro ruolo in Consiglio, cioè quello di garanzia del rispetto di norme e regolamenti, è nostra intenzione presentare un ricorso presso i giudici amministrativi del Tar del Lazio. La seconda giornata del consiglio regionale si è conclusa nella sostanziale indifferenza del Presidente Zingaretti su alcune istanze molto forti sollevate dal Gruppo consiliare del M5S in aula durante gli interventi e il discorso di insediamento. Insufficienti i commenti sulla scarsa rappresentatività femminile al'interno dell'Ufficio di Presidenza e non una parola né sulla presenza di un condannato in primo grado, per associazione a delinquere finalizzata alla turbativa d'asta, nel Consiglio regionale del Lazio di cui Zingaretti è presidente e garante, e del quale abbiamo chiesto l'immediata sospensione ex art. 8 d.lgs 235/2012 (nonchè le dimissioni dello stesso stante la gravità del reato oggetto della condanna) né sul problema che abbiamo sollevato circa il cumulo e l'incompatibilità delle cariche. Durante un secondo intevento, infatti, abbiamo ribadito che eserciteremo una funzione rigorosissima di controllo anche sul tema delle incompatibilità dei membri della giunta e del consiglio, e abbiamo invitato coloro che versino in simili condizioni alla rimozione delle condizioni di incompatibilità al fine di poter garantire ai cittadini un governo e un'amministrazione regionale libera dal cumulo di cariche e compensi, e scevra da quegli intrecci di interessi che hanno fin'ora avvilito la politica italiana, mortificando la nostra economia, a beneficio di pochi furbi e a danno di tutti i cittadini. Verificheremo per esempio se l'assessore Refrigeri ricopra o meno la carica di sindaco di Poggio Mirteto, nonostante il combinato disposto di cui all'rt. 42 dello Statuto della Regione, dell'art. 65 del d.lgs n.267/2000 e dell'art. 4 della l. 154/1981, che prevede espressamente l'incompatibilità di tali cariche. In attesa del verdetto del Tar, che ci auspichiamo ridia legittimità all'ufficio di Presidenza, noi portavoce saremo un riflettore sempre puntato sull'operato di tale ufficio, assistendo allo svolgimento di tutti i lavori, nonché controllori e garanti del rispetto delle regole.

Il gruppo portavoce della regione Lazio ha redatto un documento descrittivo sulla struttura che intende organizzare per gestire il lavoro istituzionale. Il Piano Strategico del M5S è un documento definitivo ma suscettibile di successive integrazioni in funzione di future deliberazioni e necessità operative.
I Portavoce del M5S alla Regione Lazio

Scarica da qui il documento

immagine.jpg

881978_556049997768417_2023195400_o.jpg
Le elezioni regionali sono terminate con un grande risultato per il Movimento 5 Stelle.
Al termine del procedimento elettorale, gli uffici centrali circoscrizionali e l'ufficio centrale regionale proclamano eletti i candidati nei limiti dei seggi ai quali la lista ha diritto.
Il Movimento 5 Stelle ne ha ottenuti sette.

I consiglieri entrano nell'esercizio delle loro funzioni all'atto della proclamazione.
Trascorse due settimane da tale atto, il primo giorno non festivo, ci sarà il c.d. Insediamento.
Martedì 12 marzo si è tenuta la Proclamazione dei consiglieri regionali eletti alla recente tornata elettorale. E' stato un evento formale, breve, ma intenso dal punto di vista emozionale.

In attesa della prima seduta del Consiglio Regionale, noi sette portavoce eletti, ci stiamo preparando ad affrontare la macchina amministrativa. Ci stiamo incontrando, con regolarità, per studiare i vari regolamenti regionali e approntare gli strumenti che ci consentiranno di essere incisivi e operativi una volta avviata l'attività consiliare.
In tale ottica abbiamo fatto una prima visita alla Pisana. Il confronto con i funzionari dei vari uffici amministrativi a sostegno delle attività consiliari, si è rivelato prezioso e abbiamo riscontrato un clima positivo e il personale si è rivelato entusiasta della nostra presenza.

L'esigenza di cambiamento avvertita dal territorio è confermata dal grande risultato elettorale del Movimento 5 Stelle che ha condotto alla nostra elezione. Ma questo è solo l'inizio.
Continuate a partecipare nell'ottica propositiva e di assenza di delega che caratterizza il Movimento.
Noi consiglieri portavoce saremo uno strumento del cittadino all'interno della Regione.

Siamo pronti, entusiasti e determinati. Non lasciateci soli.

Ci vediamo in Regione..sarà un piacere!

Davide, Valentina, Devid, Gaia, Silvia, Gianluca, Silvana.

Donne2.jpg

Rete di donne... verso il cambiamento

Ormai da qualche anno, le donne di Roma e del Lazio sono protagoniste, all'interno delle reti di gruppi locali del MoVimento 5 Stelle, con la propria voce e con temi e problematiche peculiarmente femminili. Hanno partecipato ai Gruppi tematici di Programma e all'organizzazione della logistica. Hanno messo al servizio di tutti le loro speciali inclinazioni all'accoglienza, alla gestione di conflitti e crisi, e poi la manualità, la precisione, la pazienza. Si sono arrabbiate assieme agli uomini per un Paese che stava crollando pezzo dopo pezzo, e ognuna ha pensato di dover fare qualcosa. Abbiamo visto negli anni l'entusiasmo sul volto di Paola R., ci hanno spronato le parole di Maria V., ci ha stupito la professionalità di Virginia R., abbiamo riso con Kat H., seguito le direttive di Roberta L., parlato di bambini con Mariaelena L. e di ambiente con Letizia N. Tutte, indistintamente, disinteressatamente e con grande passione, ci eravamo dette che dovevamo fare qualcosa, anche solo 10 minuti al giorno, anche solo 2 giorni in un mese, perché la riuscita del progetto sarebbe dipesa anche da noi e da quel piccolo ammontare di tempo che potevamo dedicarvi.

Poi le donne a 5 stelle son partite insieme a tutti verso questo grande sogno di cambiamento: hanno partecipato alla scelta dei candidati e delle candidate portavoce regionali e nazionali, sia con il voto sia poi con la presenza nelle liste, ed hanno fortemente voluto una campagna elettorale fatta di volti, voci, abbracci. Sono entrate nelle liste, con una nutrita rappresentanza e persino più di una capolista. Ed ora, elette al Parlamento e nelle Regioni, contribuiscono a traghettare Durante l'ultima campagna elettorale abbiamo partecipato ad alcuni incontri organizzati dalla Consulta Femminile Regionale per le Pari Opportunità della Regione Lazio e dal Comitato "Se Non Ora Quando" (SNOQ). Gli incontri hanno svelato programmi e fatto conoscere candidate regionali e nazionali di vari movimenti. Facendo luce su di un punto: le donne hanno a cuore la salvaguardia dell'Umanità e del Pianeta con tutto ciò che questi inclusivi termini comportano. E non ci saranno barriere di cultura o bandiera, credi o filosofie ad impedire che il progresso si attui anche attraverso, oltre che per, la metà femminile del cielo. Variegati i temi di discussione in questi incontri: dalla cultura al lavoro, passando per il welfare, e poi ancora la violenza di genere, la salute, la democrazia, la politica... Il tutto, naturalmente, con uno sguardo speciale al mondo femminile, insieme a insegnanti, impiegate, manager, medici, assessori, e tante professionalità diverse. Noi attiviste del Lazio abbiamo raccontato i Programmi a 5 stelle regionale e nazionale, nati dall'apporto di tanti uomini e tante donne. Idee di buonsenso, innovazione e partecipazione: la cultura della non-discriminazione, fattorie sociali gestite al femminile, asili nido per tutti, informazione sui temi della salute, prevenzione della violenza di genere, inclusione delle donne nel lavoro e nella politica tramite nuove politiche meritocratiche e molto altro... Sempre pochi 5-10 minuti a testa per parlare di tutto!

Più di recente, il 4 marzo, quindi dopo le ultime elezioni, ci siamo di nuovo trovate per un bilancio delle stesse e per scambiarci idee su nuove prospettive su cui lavorare. Ecco alcuni dati che dimostrano quanto la strada verso la partecipazione delle donne alla vita politico-amministrativa di questo Paese sia ancora lunga e difficile:
− nel Consiglio Regionale della Lombardia, su 80 nuovi consiglieri solo 15 sono donne (19%)
− anche nel Consiglio Regionale del Lazio la partecipazione femminile è scarsa: su 50 nuovi consiglieri solamente 10 donne (20%)
− sempre nel Lazio, dei 40 neo-consiglieri eletti con i voti alla lista provinciale, soltanto 5 sono le donne (un misero 13% circa). Da quest'ultimo conteggio è stato naturalmente escluso il listino regionale del nuovo Presidente (che per lo schieramento vincente alle elezioni viene eletto in un solo blocco, senza bisogno di voti ad personam). La composizione del listino esprime completa parità di genere, grazie all'impegno di anni della Consulta Femminile Regionale.

Il M5S ha portato un contributo davvero innovativo alla questione:
− delle 5 donne elette con i voti alla Regione Lazio, ben 4 sono attiviste del MoVimento 5 Stelle: Gaia, Silvia, Valentina e Silvana
− la percentuale di donne alla Camera è passata dal 21% circa delle precedenti elezioni al 31%
− la proporzione di senatrici invece, dal 19% è passata al 27%
Occorre puntualizzare che per questi ultimi due dati importante è stato il contributo di altri partiti in cui si è fatta una politica di inclusione delle donne nelle liste elettorali (PD soprattutto).

Restano sul tavolo alcune proposte della Consulta Femminile del Lazio che ci auspichiamo possano ricevere la giusta rilevanza nelle discussioni a venire:
− il doppio voto di preferenza sulle schede, con rappresentanza di entrambi i generi
− pari opportunità e visibilità nelle prossime campagne elettorali
− lo sviluppo di "bilanci di genere" da parte di ogni amministrazione, per una programmazione economica più efficiente ed equa
− la ratifica da parte dell'Italia, e di tutti gli Stati, della Convenzione di Istanbul contro la violenza sulle donne (e varie altre misure per limitare questo drammatico fenomeno)
− politiche per favorire la parità nelle opportunità e nel trattamento economico (tema centrale dell'ultima conferenza del Parlamento Europeo sulla Giornata Internazionale della Donna).

...Poi, rapidamente come ci eravamo riunite, formando un bellissimo collage di mille colori, profumi e voci, così siamo tornate fuori, nel mondo reale, disperdendoci in 1000 vite e 1000 storie diverse, circondate da una scia di consapevolezza e la convinzione che le donne e gli uomini possano puntare ad un cambiamento più radicale e stabile forti delle loro molteplici qualità...

Silvana Denicolò


Consulta Femminile Regionale per le Pari Opportunità della Regione Lazio

Lista di punti regionali per il Lazio proposti da SNOQ


700 curricula inviati in pochi giorni per partecipare alla selezione degli assessori regionali. Una straordinaria partecipazione che dimostra il grande coinvolgimento dei cittadini al progetto del M5S Lazio.

assessori.jpg

In queste ultime settimane sono arrivati una marea di curriculum vitae di persone che liberamente hanno risposto al nostro appello per la ricerca di "assessori competenti per il prossimo governo del Lazio". Tanti altri continuano ancora ad arrivare, anche stamattina.

Il Movimento 5 Stelle Lazio e noi portavoce eletti intendiamo ringraziare la cittadinanza per la moltitudine di professionalità che si sono proposte. Tutte persone libere ed indipendenti dagli schemi politici. I curriculum vitae sono stati esaminati e selezionati uno per uno da uno staff 5 Stelle che con estremo stupore ha potuto constatare l'enorme mole di competenze e know-how messe a disposizione per il Movimento 5 Stelle ed il governo del Lazio.

I curricula sono stati inseriti in un prezioso database che sarà utile, all'occorrenza, per attingere quelle professionalità con cui migliorare ed integrare il nostro lavoro e le nostre competenze nel consiglio regionale.

Infine invitiamo tutti cittadini che hanno voluto partecipare a questa selezione ad attivarsi insieme a noi, partecipando alle nostre riunioni, ai tavoli tecnici di lavoro e collaborando alla vita politica e sociale delle proprie città, ognuno con le proprie competenze, affinché la volontà di cambiamento espressa nelle urne diventi la realtà di ogni giorno.

Sono terminate le elezioni regionali che hanno condotto all'elezione di 7 Portavoce del Movimento 5 Stelle nel Lazio. Davide Barillari, il nostro candidato presidente, ha ottenuto il 20,22% dei voti. La lista del M5S ha invece raggiunto il 16,64% .

I candidati del Movimento 5 Stelle eletti nel consiglio regionale sono:
Davide Barillari
Devid Porrello
Valentina Corrado
Gianluca Perilli
Silvana Denicolò
Gaia Pernarella
Silvia Blasi

boom5s.jpg

Vorremmo ringraziare tutti gli attivisti che durante la campagna elettorale hanno organizzato banchetti informativi, hanno parlato con i cittadini di contenuti e proposte, e ci hanno permesso di raggiungere questo stupendo risultato. Grazie a tutte le persone che credono nel MoVimento 5 Stelle: non deluderemo la vostra fiducia.

Non solo vi terremo informati di tutto cio' che accadra' in Consiglio Regionale, ma attiveremo strumenti per la partecipazione diretta di tutti i cittadini nelle importanti scelte che prenderemo in regione. Responsabilita', trasparenza e partecipazione: queste saranno le nostre linee guida.

Abbiamo sentito il Presidente eletto Nicola Zingaretti al telefono, per le congratulazioni. Da un primo veloce scambio di battute sono emersi i temi della trasparenza e dei costi della politica che, a quanto sembra, saranno affrontati con priorità dalla nuova giunta regionale.

Verificheremo costantemente nei fatti queste parole: chiederemo infatti a tutti i gruppi consiliari di rinunciare ai rimborsi previsti per la campagna elettorale e di ridurre i compensi dei consiglieri eletti e del presidente a 5000 € lordi al mese, così come faremo noi portavoce del Movimento 5 Stelle Lazio. Saremo molto determinati a portare avanti prima di tutto il nostro programma, frutto del lavoro partecipato di tanti cittadini e che risponde ai problemi della nostra regione.


Abbiamo tanto lavoro da svolgere e, ancor prima di entrare in Consiglio Regionale, vogliamo tornare sul territorio per affrontare insieme le difficoltà dei cittadini laziali.
Domani mattina parteciperemo al presidio e all'assemblea pubblica che si terrà presso la Discarica di Roncigliano ad Albano Laziale (Via Ardeatina Km. 24,650) per incontrare i cittadini che da anni si stanno battendo contro la costruzione dell'inceneritore e l'apertura della discarica.

Con piacere vi comunichiamo infine che abbiamo vinto il ricorso riguardo le schede elettorali dichiarate nulle in quanto recanti la preferenza nominale "Beppe Grillo". Stamani il ricorso è stato discusso davanti alla commissione elettorale, la quale lo ha accolto con la seguente motivazione: "Si assegna il voto poiché la dicitura di leader dello stesso Movimento (peraltro indicato nel simbolo) non costituisce segno di riconoscimento". Il voto è pertanto valido ex art.64 DPR 570/60.

Vogliamo ringraziare, ancora una volta, tutti coloro che con la loro partecipazione ci hanno sostenuto durante la campagna elettorale e tutti quelli che esprimendo la loro fiducia ci hanno scelti come portavoce nella regione. In questo momento siamo sommersi da centinaia e centinaia di contatti. Vi chiediamo un po' di pazienza, ci stiamo organizzando per rispondere ai suggerimenti e alle tante offerte di aiuto.

Grazie del calore e del confronto costruttivo. Saremo uno strumento nelle vostre mani e i vostri occhi in regione.

Ora più che mai non lasciateci soli!

Davide, Valentina, Devid, Gaia, Silvia, Gianluca, Silvana.


Nota: Avendo avuto segnalazioni di pagine fake del Movimento 5 Stelle Lazio, vi ricordiamo che i canali ufficiali di comunicazione del M5S Lazio sono:
Blog: http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/lazio/
Facebook: https://www.facebook.com/lazio5stelle
Twitter: @m5sLazio



Rimani in Contatto

Iscrivimi agli avvisi del blog M5S Lazio

Inserisci la tua email per rimanere informato sulle nostre attività




Tenetemi aggiornato