MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista

MoVimento 5 Stelle

Gennaio 2015

Presto in Prefettura con i parlamentari pentastellati per depositare la richiesta di scioglimento del Consiglio comunale

<non abdicheremo mai alla nostra funzione di consiglieri che ci vedrà attivi fino a quando le autorità competenti non scioglieranno il consiglio stesso come da nostra precisa e solitaria richiesta. L'abbandono dell'aula, come era evidente dalle nostre dichiarazioni pubbliche, è stato un atto politico di dura critica al sistema che stiamo combattendo>>.n-MOVIMENTO-5-STELLE-large570.jpg

Queste sono le chiare intenzioni di Sebastiano Cubeddu e Giuliano Santoboni, i due consiglieri pentastellati che durante l'ultimo Consiglio hanno chiesto con atto formale al Presidente del Consiglio e al Sindaco, di avviare le procedure presso il prefetto per sciogliere il Consiglio Comunale per gravi irregolarità nello svolgimento dell'ordinaria amministrazione. Scioglimento che sta per essere richiesto, comunque, direttamente dai consiglieri M5S supportati dai portavoce in Parlamento.
Gran parte degli atti dirigenziali che attengono la funzione amministrative (determine sui servizi di tesoreria, servizi cimiteriali e tanto altro), sono nulli ed è necessario quindi ripristinare prima di tutto il pieno funzionamento dell'ente.

<> ha affermato il capogruppo Cubeddu.

Cadono nel vuoto gli attacchi del Partito Democratico susseguitesi in questi giorni per sostenere la falsa tesi che la proposta di mozione bocciata in consiglio è naufragata a causa delle assenze dei consiglieri M5S: nella votazione avvenuta ben due ore dopo il forte gesto di Cubeddu e Santoboni, la maggioranza avrebbe potuto far mancare il numero legale in ogni momento per non far passare il provvediment, ocome avviene sempre in casi del genere.


Rammentiamo a tutti, poi, che Il Movimento 5 Stelle PER LA TERZA VOLTA CON ATTO FORMALE E NON CON CHIACCHIERE invita questa amministrazione a prendere preprovvedimenti importanti e coraggiosi che sono mancati clamorosamente in precedenza da parte di chi, nelle ultime legislature, sedeva tra i banchi dell'assise.

<<Richiediamo al presidente del Consiglio che si attivi presso le autorità competenti perché provvedano allo scioglimento del Consiglio comunale per gravi irregolarità che compromettono lo svolgimento dell'ordinaria amministrazione della città.>> Questo è l'atto che stamattina i capogruppo del M5S al Comune di Guidonia Sebastiano Cubeddu e Giuliano Santoboni hanno presentato al presidente Bertucci.

La presa di posizione del Movimento Cinque Stelle deriva dalla richiesta già presentata nello scorso consiglio comunale nella quale si evidenziava l'incompatibilità di mantenere ruoli apicali nell'amministrazione pubblica per coloro che avessero avuto guai con la giustizia. In particolare, l'articolo 3 del decreto legislativo 39/2013 stabilisce che ai soggetti condannati per reati contro la pubblica amministrazione non possono essere attribuiti incarichi dirigenziali, interni ed esterni nelle pubbliche amministrazioni...." e l'art. 7 del Regolamento Comunale anti corruzione nel quale si legge che "tutti coloro che sono stati condannati , anche con sentenza non passata in giudicato, non possono far parte di commissioni per affidamento lavori, forniture di beni e servizi.

La gravità della situazione che ha determinato l'uscita dall'aula dei portavoce è anche dovuta al fatto che tutti gli atti firmati in violazione della normativa sull'inconferibilità sono nulli per legge, come sanziona l'art. 17 del D.lgs. 39/2013 e che viene di conseguenza compromesso il normale e corretto svolgimento della funzione amministrativa. Basti pensare ad assegnazioni come il servizio di tesoreria o anche quello sulle migliaia di pratiche di abusivismo.

"Il paradosso che si è venuto a trovare è ancor più incredibile se si pensa che stiamo parlando di provvedimenti giudiziari del luglio del 2013 ai quali avrebbero dovuto seguire azioni immediate dell'amministrazione e del Responsabile alla Trasparenza e Anti-corruzione. E' chiaro che trasmetteremo la richiesta al prefetto e ci aspettiamo che anche la presidenza del Consiglio, che abbiamo appositamente coinvolto come massimo esponente dell'assise Comunale, voglia farlo proprio per tutelare il corretto funzionamento della macchina amministrativa".

I principi del Movimento 5 Stelle non consentiranno mai a nessuna amministrazione di operare in maniera stridente rispetto alle leggi vigenti e in palese violazione della legalità.

comunicato.jpg

Archivio

Questa pagina è l'archivio dei post del mese di Gennaio 2015.

Dicembre 2014 è l'archivio precedente.

Febbraio 2015 è l'archivio seguente.