MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista

MoVimento 5 Stelle

Agosto 2014

<<Siamo in una fase di predissesto economico>>.

E' quanto hanno evidenziato consiglieri portavoce del M5S Sebastiano Cubeddu e Giuliano Santoboni dall'analisi del bilancio del comune di Comune di Guidonia Montecelio.

 

Secondo la banca dati certificata a livello europeo Aida Pa che anche attraverso strumenti di rating si occupa di verificare la stabilità finanziaria delle pubbliche amministrazioni, in una scala da A ad E, il nostro comune è passato da D1 a D2: pre-dissesto economico.

Continua il capogruppo Cubeddu : <<E' proprio dai numeri contenuti nel bilancio che si evidenzia lo stato di salute nel quale versa la nostra città e che poi si traduce inesorabilmente in mancanza di servizi, investimenti e capacità di reagire alla crisi:20 milioni di euro di crediti inesigibili, cioè persi per sempre, e 12 milioni di euro di mutui dalla  Cassa Depositi e Prestiti. Com'è possibile chiedere soldi in prestito quando l'amministrazione comunale non riesce ad esigere neanche soldi che gli spettano? Solo per fare degli esempi, non abbiamo riscosso 1 milione 651mila euro solo di evasione Ici, un misero 2% di riscossione di canoni commerciali, ben 383 giorni in media per pagare i fornitori con conseguente aumento delle difficoltà delle imprese oltre che aumento dei prezzi , e nessun ricorso agli investimenti>>.

Il gruppo M5S ha dichiarato la sua intenzione di presentare un'interrogazione sul mancato recupero di questi crediti da parte del comune, crediti che servirebbero per servizi ed opere alla cittadinanza. <<C'è un'incapacità strutturale sul recupero del credito - conclude Cubeddu - per un'evidente carenza di indirizzo politico ed errori procedurali sulla modalità di riscossione. Ci mettiamo a disposizione per cercare la soluzione migliore per uscire dal pantano>>.

Oltre alle osservazioni sul bilancio e alla dichiarazione di voto negativo sullo stesso, i portavoce hanno affrontato altri temi. Primo tra tutti la fallimentare gestione delle commissioni comunali, che non riescono neanche a riunirsi e a svolgere degnamente il loro compito istituzionale, in primis quella alle finanze. <<Proporremo rigide modifiche al regolamento per per far uscire le commissioni dal loro attuale ruolo di distributore automatico di gettoni di presenze e poltroncine di pseudo potere - afferma nel primo intervento Santoboni - e auspichiamo che quanto prima venga reso pubblico uno strumento per i cittadini per verificare le presenze dei propri rappresentanti in consiglio e in commissione>>.

E' stata poi espressa soddisfazione per il sequestro giudiziario del cantiere TMB  e conseguentemente reso pubblico dai portavoce la presentazione di un esposto alla Procura della Repubblica per verificare la legittimità dell'opera che Colari vorrebbe ultimare all'Inviolata e un altro sul cantiere che sta distruggendo via della Selciatella. <<Ai nostri esposti, seguirà la presentazione di due interrogazioni sugli stessi temi al Parlamento Europeo - concludono i consiglieri - anche per appurare come vengono spesi i fondi comunitari nel nostro territorio>>.

Noi tuteliamo il nostro territorio ed i cittadini, l'amministrazione comunale invece dov'è?



bilancio-749526.jpg

Con enorme soddisfazione apprendiamo la notizia che aspettavamo con ansia: decaduta  la sospensiva del MIBACT e malgrado già dall'acclamazione del rieletto sindaco Rubeis i lavori fossero ripresi a pieno ritmo nel tentativo di concludere l'impianto del TMB all'Inviolata, oggi la procura di Tivoli ha decretato il sequestro, avvalendosi del  Nucleo investigativo Provinciale di Polizia Ambientale e Forestale di Roma.

Le illegittimità che si sono susseguite in questi ultimi anni da parte della Regione e dello stesso proprietario dell'impianto Sig. Cerroni, condannato ad aprile scorso per falso in atto pubblico nell'ambito dell'inchiesta sulla gestione dei rifiuti nel Lazio, sono finalmente state riconosciute anche dal Tribunale di Tivoli.
<<Merito va a chi in questi anni non ha abbassato mai la guardia - afferma visibilmente soddisfatto Sebastiano Cubeddu, capogruppo consiliare M5S a piazza Matteotti - ed ha concentrato la sua azione verso questo obiettivo. In primis il Comitato per il Risanamento ambientale e tutte le associazioni firmatarie del Ricorso al Tar del 2008, di cui si attende la decisione entro un paio di mesi, che alla luce di questi ultimi eventi, fa sperare in un positivo epilogo>>.

Unico interrogativo, che rimane in sospeso in questo momento è la posizione assunta a tal proposito dal sindaco Rubeis che dovrebbe, una volta per tutte chiarire alla comunità perché ha operato pubblicamente in favore di un impianto ritenuto illegittimo da procure, ministeri e tribunali, sostituendosi addirittura a Cerroni nel suggerire azioni di risarcimento contro la Soprintendenza dell'eventuale danno subito dai Comuni!

<Siamo noi cittadini a dover chiedere i danni alle amministrazioni che hanno deturpato il nostro ambiente per decenni e consentito che si sviluppassero attività oggetto  di sequestri e indagini della magistratura!! - continua Cubeddu -Il Movimento 5 Stelle formulerà un' interrogazione sull'argomento quanto prima  e chiederemo che facciano lo stesso i nostri portavoce in Regione Lazio e in Parlamento per poter chiarire ai cittadini perché un'opera così obsoleta e ritenuta superflua persino nei piani rifiuti più recenti in un'area già massacrata dalla discarica preesistente che non ha fatto altro che inquinare le falde acquifere e far arricchire i soliti noti, sia stata  continuamente caldeggiata in questi anni anche dal Sindaco e dalla maggioranza>>.


tmb-Inviolata.jpg


Spendere mezzo milione di euro per un marciapiede nei quartieri alti del consorzio privato di Parco Azzurro a scapito dei pulmini per malati e disabili, dei buoni acquisto di libri scolastici e del supporto a disoccupati e inoccupati.


Queste sembrano essere le intenzioni del duo Bertucci-Mazza (il capostipite, quello pensionato) in in un lungo, stancante e controverso consiglio comunale che lunedì 28 luglio 2014 ha visto l'approvazione di un bilancio che sembra non tener conto delle vere esigenze della città di Guidonia Montecelio, e soprattutto dei suoi abitanti.


Il Movimento 5 stelle già dai primi interventi del capogruppo Sebastiano Cubeddu e successivamente del consigliere Giuliano Santoboni ha evidenziato l'anomalia di trovarsi ad analizzare il bilancio preventivo in mancanza dell'approvazione del consuntivo che rendesse noto l'ammontare delle spese, la loro destinazione e le effettive disponibilità di cassa. Cosa ancora più singolare, la redazione in maniera sommaria e poco chiara di un importante documento, la Relazione Previsionale e Programmatica, che richiederebbe invece essere compilata secondo un particolare modello stabilito per legge proprio per consentire una vera elaborazione di un piano di sviluppo del nostro territorio. Continua Cubeddu: <<La Relazione dovrebbe assicurare la trasparenza dell'attività dell'Amministrazione nei confronti del cittadino-contribuente offrendo l'opportunità di comprendere in modo schematico le scelte fatte con i soldi pubblici. Era lacunosa e con alcune parti addirittura in bianco>>.


Altro nodo degli interventi dei nostri portavoce è stato quello sulla reale necessità di indebitamento dell'ente attraverso mutui per oltre 11 milioni con la Cassa Depositi e Prestiti che graverà sulle casse comunali almeno fino al 2043! <<In un momento di crisi, non si fa fronte alle necessità indebitandosi con mutui trentennali che pagheranno i nostri figli, ma risparmiando sulle spese superflue - spiega Cubeddu - come ridurre le consulenze esterne e cercando di distribuire equamente ai vari settori le risorse realmente disponibili>>.


A fronte di oltre 140 emendamenti sul supporto sociale alle fasce più deboli della popolazione, il presidente del consiglio comunale come primo firmatario e l'assessore alle finanze come profondo ispiratore, hanno presentato ad un'aula stremata da oltre 12 ore di lavori, una serie di emendamenti che hanno lasciato a bocca aperta per primi i loro colleghi di maggioranza e gli altri assessori presenti, che si guardavano in faccia stupiti mentre si snocciolavano questioni di "vitale" importanza quali appunto il mezzo milione per i marciapiedi, oltre che 3 milioni di euro per un "crematorio comunale" o ben 6 milioni per la "casa funeraria". Immediate le proteste da tutta l'aula, che a fronte di interventi chiarissimi sull'inopportunità delle proposte in un momento di crisi, faceva arretrare Bertucci dal proposito iniziale che, deludendo forse gli altri pochi firmatari, annunciava pubblicamente il ritiro degli emendamenti.


<<Siamo arrivati in consiglio per capire le reali intenzioni della maggioranza - afferma il capogruppo Cubeddu - e come nostro solito non volendo esprimere un pregiudizio, la posizione era quella di astenerci dalla votazione di un bilancio menomato e impossibile da comprendere. Evidentemente il provinciale "la Provincia di Roma" che ha speso invano titoli e opinioni in merito, non ha avuto la tenacia di attendere le considerazioni successive espresse alla luce di un attenta analisi da parte nostra, quando ho esclamato "VOTIAMO CONTRO" per manifesta cecità politico amministrativa di questa maggioranza>>.

 

Archivio

Questa pagina è l'archivio dei post del mese di Agosto 2014.

Luglio 2014 è l'archivio precedente.

Settembre 2014 è l'archivio seguente.

Prossimi eventi