MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista

MoVimento 5 Stelle

Comunicati stampa: Settembre 2012


Genova - 


Salve a tutti,
ricordiamo che le uniche piattaforme virtuali e siti internet del
Movimento 5 Stelle di Genova sono:


il nostro sito alternativo
http://www.genova5stelle.it/

il Meetup
http://www.meetup.com/AmicidiBeppeGrilloGenova/

le piattaforme Facebook
http://www.facebook.com/movimento5stellegenova

III Municipio - Bassa Val Bisagno
Bassa Val Bisagno

V Municpio - Valpolcevera
Valpolcevera

VII Municipio - Ponente
VII Ponente

piattaforma sulla Sanità
Forum sulla Sanità


Genova - 

A proposito delle nuove polemiche odierne (sulla trasmissione di La7 del 6 settembre 2012, ndr), ci fa piacere questo rinnovato interesse su di noi, ma non possiamo che rimanere dispiaciuti e rimarcare invece la costante apatia della stampa cittadina riguardo tutte le nostre iniziative.
E' a questo punto ancora più evidente il disagio ed il prurito di chi ci ha (mal) governato fino ad ora nei confronti del Movimento 5 Stelle e di chi lo rappresenta con impegno e dedizione.
Per rispetto di chi ci ha accordato la sua fiducia, non possiamo che evidenziare e ricordare la nostra totale autonomia e democrazia nelle scelte alla base della nostra lotta e la piena libertà nella formazione della lista per le passate elezioni amministrative.
La nostra unica volontà è lavorare con i cittadini per il bene della città, il resto sono solo sterili polemiche.
Un saluto
Paolo Putti


Genova - 


È da qualche settimana che compaiono sulla stampa nazionale gli inviti del Sindaco di Milano Giuliano Pisapia ad una maggiore integrazione (leggi fusione in una mega multi utility) tra A2a e IREN con l'alibi oramai scontato e stantio di una maggiore efficienza ovviamente a favore dei cittadini (che già tremano...).

Il Movimento 5 Stelle di Genova rimarca e sottolinea nuovamente la sua totale e assoluta contrarietà a queste operazione, capaci solo di causare ulteriori indebitamenti alle società coinvolte a scapito dei Cittadini, ai quali vengono ulteriormente sottratti i beni pubblici non disponibili.

Si rimane di ghiaccio nell'evidenziare che nascerebbe un colosso fondato su circa 8 miliardi di debiti.

Come al solito, gli unici a goderne saranno i partiti con i loro "clientes" da sistemare in qualche Consiglio di amministrazione, come il Caso "Villani" ben dimostra.

Movimento 5 Stelle di Genova


Genova - 


2 settembre 2012 - Comunicato stampa congiunto dei gruppi consiliari del Movimento 5 Stelle di Parma, Reggio Emilia, Piacenza, Torino, Genova.

forno.jpg Il ministro Clini a un bivio: ambiente o finanza privata con soldi pubblici?

Il ministro Clini è intervenuto a margine di un incontro a Montecchio (Re) esprimendo preoccupazione per i finanziamenti pubblici percepiti da Iren per la costruzione dell'inceneritore di Parma.

Noi consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle di Parma, Reggio Emilia, Piacenza, Torino e Genova ci domandiamo se un Ministro dell'Ambiente che oltretutto è anche medico, non pensi sia più opportuno occuparsi di salute pubblica e non degli incentivi che potrebbe perdere un'azienda privata che ha costruito un impianto sotto inchiesta da parte della magistratura.

Da parte nostra crediamo che non ci possano essere deroghe alla legalità e che la magistratura deve procedere nel suo lavoro per fare piena luce sui fatti.
Non è più tempo di scendere a patti con gli interessi economici a discapito della salute dei cittadini e la recente vicenda dell'Ilva di Taranto dovrebbe essere da monito a tutti noi affinché certe situazioni non si ripetano, a maggior ragione in un'area come la nostra vocata alle produzioni agro-alimentari di pregio.

Ricordiamo che gli incentivi pubblici (certificati verdi) cioè provenienti da tasse dei cittadini, percepiti da Iren di cui accenna il Ministro sono legati per lo più alla combustione di fanghi da depurazione che anziché essere bruciati e produrre emissioni inquinanti, potrebbero essere trattati in modo più ambientalmente sostenibile e impiegati per produrre biogas (anch'esso finanziabile) in fase di bioessicazione.

Tra l'altro è stato lo stesso Clini a dichiarare alla stampa come gli inceneritori rappresentino il passato. Citiamo testuali parole di Clini espresse ieri: "L'evoluzione della gestione dello smaltimento dei rifiuti a livello europeo se non internazionale dice che i termovalorizzatori hanno fatto il loro tempo, sono diventati sempre più marginali". Per aggiungere "Il sistema dei termovalorizzatori viene via via superato da sistemi più ecologici".

Il nostro territorio ora ha l'occasione di procedere con decisione verso una politica di gestione rifiuti opposta a quella dell'incenerimento che, come lo stesso Ministro ha ammesso, è una tecnologia obsoleta in via d'estinzione e superata da vie alternative più ecologiche: si chiamano dopo una serie raccolta porta a porta e piani di riduzione dei rifiuti (già calati dell'11% quest'anno con la crisi): Trattamento Meccanico Biologico e "Fabbrica dei Materiali" con estrusione e recupero del 95% del materiali post consumo. E' ora di agire. Il futuro Rifiuti Zero ci aspetta.

Movimento 5 Stelle - BeppeGrillo.it
Marco Bosi, capogruppo Comune di Parma
Matteo Olivieri, capogruppo Comune di Reggio Emilia
Mirta Quagliaroli, capogruppo Comune di Piacenza
Vittorio Bertola, capogruppo Comune di Torino
Paolo Putti, capogruppo Comune di Genova

I candidati a Genova

  • user-pic
    Fabio Ceraudo
  • user-pic
    giuseppe immordino
  • user-pic
    Luca Pirondini
  • user-pic
    MARIA TINI
  • user-pic
    stefano giordano

About this Archive

This page is an archive of entries in the Comunicati stampa category from Settembre 2012.

Comunicati stampa: Agosto 2012 is the previous archive.

Comunicati stampa: Ottobre 2012 is the next archive.

Find recent content on the main index or look in the archives to find all content.

Partecipa ai nostri eventi


   © 2010 www.movimento5stelle.it - I contenuti di questo sito sono rilasciati sotto licenza Creative Commons  Creative Commons