MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista

MoVimento 5 Stelle

PERTINENZE IMPERTINENTI - M5S Genova


Genova - 



Anziché con tradizionali fuochi d'artificio, Genova ha salutato il terzo millennio con un più profittevole (per partiti e costruttori) bombardamento a grappolo di autorimesse in città.
Tra gli anni novanta ed oggi sono stati pubblicati numerosi bandi d'assegnazione di aree comunali per la realizzazione di parcheggi privati (box e/o posti auto) in diritto di superficie per 90 anni.
Le società costruttrici, con apposita gara, potevano ottenere la concessione se rispettavano, tra gli altri i seguenti paletti:

  • - almeno il 50% dei box/posti poteva essere venduto solo se reso pertinenziale ad un immobile collocato entro 300mt. pedonali dal silos (pertinenziale=vendibile solo assieme all'appartamento);
  • - il resto poteva essere venduto liberamente ma solo a proprietari d'immobili entro 600mt. sempre pedonali.


34 aree assegnate; 31 cantieri completati per un totale di 1.760 box/posti. 2 cantieri "inchiodati" (Via Montezovetto e Via Cervetto) ed 1 ancora in istruttoria (Via Montaldo), che non rientrano tra i conti della delibera.
Stimando un prezzo di vendita prudenziale (probabilmente sottostimato) di €30.000,00 a box fanno quasi 53milioni di valore commerciale.
A fronte di un incasso per il Comune di 1,8milioni (3,5%, tra l'altro solo parzialmente incassato) che spalmato in 90 anni significa 11 (undici!) euro all'anno per box/posto auto.
Sono rimasti invenduti 205 box/posti (13%).
Certamente un fastidio per le aziende ma nulla di drammatico, tenuto conto che il profitto delle operazioni immobiliare è stimato 35-40%.
Tutti le autorimesse realizzate hanno, cioè, permesso di coprire i costi di costruzione e prodotto un profitto per le società assegnatarie. L'invenduto costituisce tranquillamente un immobilizzo di profitto che rientra nel normale rischio d'impresa. (Riepilogo generale indicazione Municipi con invenduti.pdf)

Tra i tanti problemi di grande portata che affliggono la città, Giunta e maggioranza hanno, però, avvertito l'urgenza di soccorrere i costruttori e permettere loro di sbloccare anche questa tranche di guadagno.
Hanno perciò proposto una delibera che elimina praticamente tutti i vincoli dei bandi originari e permette la vendita di box/posti pertinenziali anche legati ad immobili che distano chilometri dal silos.
Tutto questo, già poco comprensibile, è diventato insopportabile (ed inaccettabile) quando abbiamo scoperto che il Comune non chiede nulla in cambio di questo aiuto.


Ci sarebbe sembrato normale, per esempio, chiedere ai costruttori (per le nuove vendite) un maggior contributo al Comune in cambio della cancellazione dei vincoli.
Macchè, non solo Sindaco ed assessori; persino i tecnici ci hanno rimbalzato dicendo che no, proprio non si poteva.
E non riesco a rendere la passione con cui questi funzionari difendevano la delibera: sembrava quasi che i box fossero del Comune e loro proprio si spendevano per venderli.

Abbiamo lavorato in molte direzioni per migliorare la delibera.
Tutti i ns emendamenti sono stati bocciati.

Niente da fare: quando c'è di mezzo un'operazione immobiliare tutto è consentito e chi s'oppone, o anche solo è perplesso, non capisce le esigenze compassionevoli dei costruttori.

Abbiamo votato contro e ne abbiamo spiegato le motivazioni nel video.
Siamo stati battuti con voto bi-partisan (larghe intese/pretese nella variante locale al pesto...).
Ci siamo però tolti alcuni sassolini dalle scarpe perché siamo stufi di politici 8e funzionari) che tutelano interessi privati; ma ancor più di facce pulite che fanno da palo agli affaristi.
Chi doveva capire ha capito...

Ciao, Andrea

(di Andrea Boccaccio)

I candidati a Genova

  • user-pic
    Fabio Ceraudo
  • user-pic
    giuseppe immordino
  • user-pic
    Luca Pirondini
  • user-pic
    MARIA TINI
  • user-pic
    stefano giordano

About this Entry

This page contains a single entry by cristiano panzera published on 25.01.14 10:42.

Scarpino: comunicato GCR e Acqua bene comune was the previous entry in this blog.

Le domande alle quali il Sindaco, nonché Presidente della Fondazione Carlo Felice, dovrebbe dare una risposta - M5S Genova is the next entry in this blog.

Find recent content on the main index or look in the archives to find all content.

Partecipa ai nostri eventi


   © 2010 www.movimento5stelle.it - I contenuti di questo sito sono rilasciati sotto licenza Creative Commons  Creative Commons