MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista

MoVimento 5 Stelle

Firenze - 

Carcere di Sollicciano: totale inerzia del governo PD; la struttura rimane fatiscente e inadeguata per tutti, detenuti e agenti.

Il Consiglio Comunale di oggi al carcere di Sollicciano ha inteso accendere un faro sul problema del carcere. I dati relativi alle nuove assunzioni degli agenti di custodia illustrati dal Ministro Orlando saranno tutti da verificare in questo scorcio di legislatura, visto che il 2 ottobre scorso il decreto Madia ha tagliato a livello nazionale altre 600 agenti quando già c'era una carenza di organico di 1000 unità.
Si sa che la carenza di organico produce effetti negativi per tutti: per i poliziotti, costretti a turni massacranti, per la popolazione, per il rischio di evasioni, per i detenuti, che non possono usufruire dei pochi servizi di assistenza e attività, non avendo poliziotti che li accompagnino.
Il Sindaco ha ribadito che era un occasione di ascolto, ma nel frattempo, Ministro e Sottosegretario, sono stati richiamati da faccende più importanti e non hanno potuto ascoltare gli interventi dei consiglieri comunali. I rappresentanti delle guardie carcerarie non sono potuti intervenire e questo è un fatto grave, perché anche loro vivono il carcere e le sue criticità; sicuramente avrebbero avuto cose importanti da dire alla città e ai suoi rappresentanti.
Presente per tutto il consiglio comunale invece la senatrice Laura Bottici del Movimento 5 Stelle.
Il precedente Consiglio Comunale in carcere a Sollicciano si era svolto nel 2011 e già allora erano apparsi chiaramente i problemi.
Ad oggi nessun problema è stato risolto.
I detenuti sono sempre molti di più di quanti la capienza del carcere prevederebbe, 700 su 363, il carico elettrico rimane un problema, come anche la disponibilità di acqua calda e docce, cibo di scarsissima qualità, endemica carenza di organico della polizia penitenziaria, carenza di insegnanti, il cambiamento di ben 4 direttori in due anni, l'alto tasso di recidività (rimasto al 70%), la possibilità di curarsi adeguatamente, la possibilità di parlare con un assistente sociale ecc. ecc.
La relazione del garante comunale è una relazione, non su quello che è stato fatto, ma su quello che forse sarà fatto: "nei prossimi mesi... nelle prossime settimane... nei prossimi giorni...".
L'inerzia del governo PD sul problema carceri è la stessa del governo precedente, quella che l'assessore Saccardi criticava nel 2011.
Sono passati 6 anni da quel comunicato, era il 14 marzo 2011, un'intera legislatura del governo PD non ha cambiato nulla nella vita dei detenuti e della polizia penitenziaria di Sollicciano e delle altre carceri italiane.
Siamo a ridosso delle elezioni politiche e questo consiglio comunale racconta altre buone intenzioni su come risolvere i problemi già noti che non sono stati risolti.

Nessuno ormai crede più alle promesse.
Dal comunicato dell'assessore Maria Rosa Di Giorgi del 2011: "Rimane pesante e gravissima la situazione delle strutture edilizie e sanitarie di Sollicciano, non degna di un paese civile", niente ad oggi è cambiato.

Silvia Noferi
M5S Firenze
11/12/2017


Firenze - 

Questa Amministrazione considera gli alberi solo come arredo urbano senza tener conto delle loro più importanti funzioni ecologiche

Il progetto di riqualificazione di Piazza della Vittoria dev'essere sospeso. L'Assessore si è presa una settimana per capire se ci sono i tempi per accogliere le istanze emerse dall'incontro con la cittadinanza.
Speriamo che almeno questa volta l'Amministrazione prenda davvero in considerazione le richieste dei cittadini e quando parliamo di prenderle davvero in considerazione intendiamo dire accoglierle con studi di fattibilità reali, concreti

Non è tollerabile l'atteggiamento di alcuni Consiglieri del PD che con smisurata arroganza, invece di cercare di capire le criticità del progetto, non sanno altro che lodarsi, perché appartengono, a detta loro, ad un partito che le cose le fa. Peccato che la bravura di un'Amministrazione non stia nel fare qualcosa, ma nel fare progetti fatti bene. Cosa ormai rara in questa città
In ogni progetto di riqualificazione si prevedono ingenti abbattimenti.
La manutenzione del verde è più cara di abbattere e ripiantare, ma la salute e i benefici ecologici che derivano da un albero più grande non hanno prezzo. Cosa evidentemente non chiara a questa Amministrazione che tende a vedere gli alberi solo come arredo urbano, senza considerare le funzioni più importanti, ecologiche: di filtro per il sole, il vento, la polvere, l'inquinamento, i rumori; di attenuazione dei rischi e squilibri ambientali e di contribuzione alla salute fisica.
L'Amministrazione sottolinea entusiasta che abbatteranno 40 pini per piantare 102 nuovi alberi. Il titolare del più grande vivaio d'Europa però ha spiegato che per avere gli stessi benefici per un solo albero "anziano", come lo definisce il PD, tagliato se ne dovrebbero piantare 60 nuovi. Per avere gli stessi benefici quindi in questo caso dovremmo piantare 2400 alberi non 102

Arianna Xekalos - Movimento 5 Stelle Firenze


Firenze - 

Abbiamo fatto una domanda di attualità per capire se il Comune di Firenze sia in possesso dello studio di fattibilità del nuovo progetto in merito al Tunnel Tav e alla Stazione Foster, perché gli uffici competenti, con documento protocollato, a noi hanno confermato di non esserne ancora in possesso.
L'assessore Giorgetti però non solo non si è presentato in Consiglio, ma non ha neanche lasciato risposta scritta, come invece accade solitamente in questi casi. Cosa dobbiamo pensare? C'è qualcosa da nascondere?

L'Assessore poteva risponderci solo in due modi: o ci confermava di non possedere ancora lo studio di fattibilità ma in questo modo avrebbe ammesso che i proclami dei giorni scorsi sono ancora solo proclami, oppure ci avrebbe smentito affermando di esserne in possesso, ma in questo caso si verificherebbe un'omissione nei nostri confronti rispetto alla richiesta di accesso atti che abbiamo fatto nei mesi passati.
Entrambe le risposte non avrebbe fatto fare una bella figura al Comune fiorentino ed alla sua Giunta e forse è per questo che nessuno ci ha risposto.
Ripresenteremo comunque l'interrogazione, perché è fondamentale capire se il Comune sia in possesso dello studio di fattibilità, quando ritiene di poterlo ottenere e se intende sottoporlo a VIA (Valutazione d'impatto Ambientale).
È assurdo che si continui a parlare di un progetto che prevede un Hub ferro/gomma ma senza il passaggio di treni da quella stazione. Con quali treni allora saranno collegati i pullman?

Arianna Xekalos - Movimento 5 Stelle Firenze


Firenze - 

Apprendiamo che l'Ad di Ferrovie Renato Mazzoncini, avrebbe confermato che il tunnel e la stazione Foster saranno realizzati entro il 2022.
Non sarà un po' troppo ottimista dal momento che non esiste ancora lo studio di fattibilità, che a marzo era in fase di completamento?
Ad oggi siamo certi che il Comune non ne sia in possesso, visto che alla nostra richiesta di accesso atti, ci hanno rimbalzato da un ufficio ad un altro. Il Direttore Generale Dott. Parenti ci ha detto che " tutto il materiale documentale in possesso dell'AC è depositato e visibile/consultabile presso l'ufficio Nodo del Comune di Firenze". Questo ufficio però ci ha poi risposto che "non dispone dello Studio di Fattibilità".
Non vorremmo pensare che ne sia in possesso e non ce l'abbia volutamente fornito

Ancora una volta si fanno proclami e promesse senza i necessari documenti, senza niente di scritto nero su bianco.
L'Ad di Ferrovie quando afferma "Avevo manifestato una preoccupazione, la centralità di Santa Maria Novella, che difficilmente potrà essere messa in discussione Quindi, per riuscire a garantire alla Foster il numero adeguato di viaggiatori l'idea" avvalora la nostra tesi, per cui questo progetto non ha alcun senso, perché conferma che non sapendo come usare la stazione Foster hanno cercato una soluzione più utile possibile, facendola divenire la più grande stazione ferroviaria italiana di interscambio ferro-gomma.
Sarà questo il progetto definito? Quando sarà pronto il relativo studio di fattibilità? Il Comune ha valutato l'impatto che questa Stazione comporterà in termini di traffico e smog per la città?

Arianna Xekalos - Movimento 5 Stelle Firenze


Firenze - 

Soddisfazione per la mozione approvata ieri all'unanimità dalla Circoscrizione 5

"Grazie al provvedimento, a prima firma del M5S e alla disponibilità politica della maggioranza, l'area e il verde pubblico, recintata e dedicata ai cani, situata in Via Pisacane, potrà usufruire di una migliore e maggiore illuminazione. In virtù di un aumento di ulteriori lampade rispetto a quelle già esistenti, la cittadinanza potrà quindi usufruire di questo luogo in maniera più confortevole e sicura" affermano la Consigliera Comunale del M5S Arianna Xekalos e la Consigliera del Quartiere 5 Maria Luisa Cappelli.
"Oltre a rappresentare un'importante area di aggregazione e socializzazione, in quest'area, strutturata su più piani, si organizzano giornate di beneficenza per raccogliere alimenti e medicinali per gli amici a quattro zampe in difficoltà e incontri per promuovere comportamenti rispettosi e di civile convivenza fra questi, i relativi proprietari e la cittadinanza che frequenta l'area.
Bene dunque che tutte le forze politiche del Quartiere 5 si siano mostrate sensibili ad attuare una piccola ma doverosa e necessaria misura di civiltà e di sicurezza fortemente richiesta dalla cittadinanza, discussa grazie alla nostra iniziativa" concludono Xekalos e Cappelli.


Firenze - 


Sabato 2 dicembre a Firenze ci saranno due importantissimi appuntamenti.
Il primo è un Corteo, che inizia alle 15.00, contro Tav, aeroporto e inceneritore. Partirà da piazza della Stazione per poi attraversare il centro e concludersi in piazza Signoria dove verranno portati e quindi restituiti i 3 pacchi al Sindaco.
Un evento importante a cui non mancheremo. È importante che decisioni con questa portata siano prese con la collettività e soprattutto è fondamentale che siano prese tenendo in considerazione l'impatto che possono avere sulla salute e sull'ambiente. Ci sono soluzioni alternative migliori, dovrebbero almeno essere prese in considerazione e valutate.

L'altro appuntamento è un Convegno, che inizia alle 16.00 in Via delle Mantellate 2, e che tratta del verde pubblico e dei tagli effettuati quest'estate in tutta la città. Convegno organizzato da Italia Nostra, in cui si parlerà anche dei possibili effetti degli abbattimenti sulla salute umana, degli alberi nel contesto urbano e del caso delle alberature in città

Il M5S parteciperà ad entrambi gli appuntamenti. Sono due temi fondamentali che devono essere sempre più approfonditi e non dimenticati. La salute e l'ambiente dovrebbero essere sempre di più al centro dell'attenzione dell'uomo, sia a livello urbano che internazionale.

Arianna Xekalos - Movimento 5 Stelle Firenze


Firenze - 


Con voto unanime è stata approvata una nostra mozione, fatta propria dalle Commissioni competenti, con cui chiediamo che nel nuovo contratto con l'autorità d'ambito (ATO) e ALIA, si preveda un disciplinare che includa anche un congruo numero di ispettori ambientali per poter effettuare maggiori controlli nel territorio fiorentino di concerto con la Polizia Municipale.

È un passo importante per rendere la nostra città più pulita, nel centro e nelle periferie.
È stato l'Amministratore delegato di Alia spa, il Dott. Livio Giannotti, durante una Commissione Consiliare, ad aver riconosciuto che a Firenze ci sono ancora pochi ispettorati ambientali e che, allo stesso tempo, ci sono ancora troppe zone nelle quali i cittadini, residenti e non, gettano rifiuti malamente.
Siamo convinti che sia giusto che chi agisca correttamente venga premiato, ma allo stesso tempo pensiamo che si debba partire dal punire chi non agisce correttamente, così da poter avere una città più pulita e quindi anche più sana.

Arianna Xekalos - Movimento 5 Stelle Firenze


Firenze - 


Dopo che a marzo è stata manifestata la volontà di modificare il progetto della Stazione Foster, che dovrebbe divenire una grande Hub di interscambio ferro-bus-tram, il cui studio di fattibilità all'epoca era ancora in fase di completamento; abbiamo presentato una interrogazione per capire a che punto fosse lo studio di fattibilità e abbiamo fatto un accesso atti per poterlo visionare
Al primo accesso atti, il Direttore Generale Dott. Giacomo Parenti, con documento protocollato n. 0348909, ci ha detto che "come più volte comunicato, tutto il materiale documentale in possesso dell'AC è depositato e visibile/consultabile presso l'ufficio Nodo del Comune di Firenze".
Abbiamo quindi effettuato un secondo accesso atti, indirizzato al Responsabile Ufficio Nodo AV, il quale stamani ci informa, con documento protocollato n. 367739, che l'ufficio "non dispone dello Studio di Fattibilità relativo a modifiche del progetto originario approvato in Conferenza dei Servizi del 2003"

Invece che rimbalzarci da un ufficio a un altro, facendo perdere tempo a noi ed ai dipendenti Comunali che ci hanno seguito, il Comune non avrebbe fatto prima a dire la verità, cioè che ancora non sono in possesso di nessuno studio di fattibilità o che lo studio non esiste proprio? Capiamo che se lo avessero ammesso, avrebbero poi dovuto giustificare come mai i lavori alla Foster vadano avanti.
Un fatto scandaloso, i cui lavori si basano su cosa? Su dati statistici e presentazioni power point?

Arianna Xekalos - Movimento 5 Stelle Firenze


Firenze - 

Abbiamo votato contro la delibera che dà l'avvio al procedimento di acquisto di nuovi immobili da destinare ad uffici comunali, presso la ex Stazione Leopolda.
Con questa delibera non solo si rende incerto il finanziamento per il rifacimento della scuola Don Milani, ma si conferma la volontà di trasferire gli uffici della Direzione Ambiente da Villa di Rusciano alla ex Stazione Leopolda.

Abbiamo sempre detto e continueremo a ribadire che Villa di Rusciano è un bene che dev'essere tutelato e conservato e non svenduto.
Ricordiamo che sono già due le aste andate deserte, ogni volta di importo sempre minore. Alla fine a quale cifra sarà svenduta? Quale sarà il reale guadagno del Comune di Firenze? Perché non investire su questo patrimonio storico?

Arianna Xekalos - Movimento 5 Stelle Firenze


Firenze - 

Dopo le ultime notizie in merito alla richiesta di rinvio a giudizio di sette persone, compreso l'Assessore Vannucci, ci saremmo aspettati una comunicazione del Sindaco con cui informava tutta la città in merito alle dimissioni dell'Assessore.
Nessuno vuole puntare il dito contro nessuno, ma siamo di fronte a indagini per le quali, lo ripetiamo, è stato chiesto il rinvio a giudizio.
Non solo, qui stiamo parlando di accuse penali quali turbativa d'asta e falso in atto pubblico.
Ci auguriamo che possa essere fatta chiarezza al più presto, come ci auguriamo che l'Assessore sia estraneo ai fatti contestati, ma nel frattempo per la città è giusto che si dimetta.

Arianna Xekalos - Movimento 5 Stelle Firenze