Reggio Emilia-Consiglio Comunale.jpg6 DICEMBRE 2017 - "La spaccatura del PD a Reggio Emilia sulla nuova legge urbanistica dimostra quello che il MoVimento 5 Stelle sostiene da tempo: ovvero che si tratta di una pessima legge che dietro lo spot dell'azzeramento del consumo di suolo dà le chiavi del nostro territorio ai cementificatori. Una contraddizione che è destinata ad emergere anche in Regione dove si certificherà ancora una volta che la maggioranza che sostiene la Giunta Bonaccini ormai non c'è più".


È questo il commento di Gianluca Sassi, consigliere regionale del MoVimento 5 Stelle, riguardo alla spaccatura del PD a Reggio Emilia sulla nuova legge urbanistica evidenziata dalla votazione di un ordine del giorno che proponeva alcune correzioni al testo che arriverà in Assemblea Legislativa il prossimo 19 dicembre. "


"La spaccatura nata all'interno del PD a Reggio dimostra come il loro partito sia ormai in piena crisi di identità - aggiunge Norberto Vaccari, consigliere comunale M5S. "A questo punto ci aspettiamo che anche i consiglieri dem che siedono in Regione abbiano un sussulto di dignità e blocchino l'approvazione di una legge che così com'è potrebbe essere molto pericolosa per il futuro del nostro territorio - conclude Gianluca Sassi - Ciò che è accaduto a Reggio è una proiezione di quello che avviene in Regione dove la composizione della maggioranza uscita dalle urne che ormai di fatto non esiste più visto il lavoro che Sinistra Italiana sta facendo proprio contro la legge regionale sull'urbanistica".

« Misano Adriatico, Sensoli (M5S): "No al nuovo centro commerciale. Regione fermi il progetto" | Blog Home | Archives | Disagi neve in Appennino: dai gestori scuse grottesche. Dal 2015 manutenzione insufficiente" »
RSS