strage-Bologna-Bonaccini.jpg2 AGOSTO 2017 - Inserire nell'ordine del giorno della Conferenza Stato-Regioni, convocata in seduta straordinaria giovedì 3 agosto, le legittime rivendicazioni dei famigliari delle vittime della strage della stazione di Bologna in merito ai mancati benefici previdenziali e agli indennizzi promessi dal governo ma non inseriti nella manovra correttiva del maggio scorso.

È quanto richiesto da Silvia Piccinini alla Giunta regionale, ricordando in un'interrogazione come ad oggi, nonostante la risoluzione approvata dall'Assemblea legislativa il 31 maggio scorso che impegnava l'esecutivo regionale a interessare della questione la Conferenza Stato-Regioni, oltre che a fare pressione sul governo affinché procedesse alla desecretazione dei documenti relativi alla strage, non si sia ottemperato.

« Caos ambulanze, Piccinini (M5S): "I cittadini devono poter contare su servizi sicuri e professionali" | Blog Home | Archives | Sanità, Sensoli (M5S): "Terapia iperbarica, riminesi costretti a migrazione sanitaria" »
RSS