MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista

MoVimento 5 Stelle

Energia, ambiente e territorio

Desenzano è NO TAV!


Desenzano del Garda - 

Desenzano è NO TAV, ci vediamo domani a Calcinato! Non mancate!!!

22221562_716097605236420_2603090689470037983_n.jpg

L'acqua non si vende!


Desenzano del Garda - 

Domani scadranno i termini per deliberare a favore del Referendum sulla gestione pubblica dell'acqua in Provincia di Brescia, il quorum di 25 comuni è stato superato da tempo, si corre addirittura verso quota 40, ribadendo ulteriormente la necessità di riflettere e rivedere le scelte finora intraprese.
Il Consiglio Comunale di Desenzano ha respinto, in data 11/09/17 la mozione del Movimento 5 Stelle con la proposta di delibera in favore di una gestione totalmente pubblica dell'acqua, perdendo in questo modo una enorme opportunità, ovvero quella di poter essere, in qualità di secondo Comune per dimensione della Provincia di Brescia e di socio di maggioranza relativa di Gardauno, il comune trainante nella infinita battaglia in difesa dell'acqua pubblica e punto di riferimento per tutta la Provincia.
In sede di Consiglio invece la maggioranza ha preferito inspiegabilmente astenersi, non esprimendo di fatto una chiara posizione sul tema, e spianando la strada al voto contrario della minoranza di centrosinistra, ostinatamente favorevole all'ingresso di un socio privato con maggioranza relativa (o per meglio dire maggioranza assoluta mascherata) a partire dal 2018, lo stesso centrosinistra che nel 2011 scese in piazza a favore del SI al referendum nazionale per l'acqua pubblica.
Fortunatamente un folto gruppo di piccoli e medi comuni bresciani, che ancora credono che un bene così prezioso non possa essere svenduto in cambio di promesse di investimenti che verrebbero comunque poi pagati dai cittadini, ha permesso che questa battaglia potesse continuare, speriamo con esito positivo.
Ora la palla passa alla Provincia, che deve prendere atto della volontà popolare e indire il referendum, non farlo sarebbe un grave atto antidemocratico.
Il Movimento 5 Stelle continuerà con passione a battersi in difesa dell'acqua, e se il referendum verrà ufficializzato, scenderemo in piazza come nel 2011 per informare i cittadini e consentire loro di difendere un bene prezioso ed imprescindibile come l'acqua.

20160322111300-Acqua_Bene_Comune.jpg

Eventi della settimana!


Desenzano del Garda - 

Due appuntamenti da non perdere questa settimana: giovedì sera a Visano si terrà una importante conferenza dove si discuterà del progetto del nuovo maxi depuratore del Garda, sabato sera invece a Brescia spettacolo di Marco Travaglio sui rapporti tra Stato e Mafia. Partecipate!

Manifesto_collettore.jpg

Manifesto_travaglio.jpg


Desenzano del Garda - 

"Il 22, 23 e 24 settembre a Rimini si svolgerà Italia 5 Stelle. Sarà la quarta edizione dopo gli eventi al Circo Massimo, a Imola e a Palermo. Sarà un momento di festa come tutti gli anni, ma sarà anche un momento per darci la carica che ci accompagnerà fino al giorno delle politiche. Sarà l'occasione per rivederci tutti insieme dopo un anno, ma anche l'occasione per aprire le porte a tutte le persone che vogliono collaborare alla creazione dell'Italia 5 Stelle. Ci confronteremo sulla nostra idea di Italia, sul sogno che abbiamo per il futuro del Paese. Sono sogni concreti, realizzabili e soprattutto condivisi."

ita5s2017.jpg


Desenzano del Garda - 

volantino_7_ottobre.jpg


Desenzano del Garda - 

Il Movimento 5 Stelle ritiene la risoluzione della questione scarichi a lago di primaria importanza per l'interesse e la salute del nostro lago, e conseguentemente per il benessere di tutti i cittadini desenzanesi, oltre che delle migliaia di turisti che ogni anno visitano e godono della bellezza del nostro territorio.
Crediamo sia necessario quanto prima creare occasioni di informazione e coinvolgimento della cittadinanza, in cui illustrare la situazione attuale e globale della problematica scarichi a lago, per fare il punto della situazione e discutere delle intenzioni di intervento future, che non possono essere ulteriormente procrastinate.

Con questo obiettivo abbiamo, in queste settimane, avviato un percorso di coinvolgimento dei Consiglieri di minoranza in Consiglio Comunale per richiedere, secondo quanto previsto dall'Art.19 Comma 1 del Regolamento del Consiglio Comunale, la convocazione di un Consiglio Comunale sul tema, in modalità aperta, come previsto dall'Art.40 del Regolamento, per consentire l'intervento diretto di associazioni, comitati di cittadini ed enti, interessati alla tematica.
La nostra richiesta ha trovato tuttavia accoglimento unicamente da parte del Consigliere Sergio Parolini, non consentendoci di raggiungere il numero minimo previsto dal regolamento.

Ritenendo comunque la necessità di un confronto pubblico non più rimandabile, chiediamo che sia l'Amministrazione comunale a farsi carico della convocazione di un Consiglio Comunale aperto sul tema scarichi a lago, coinvolgendo tutti i soggetti e i gruppi di persone che possano apportare un contributo tecnico, documentale o di conoscenza dello stato dei fatti, utile all'approfondimento e alla predisposizione di possibili soluzioni al problema.

Scarichi-sospetti-nel-lago-581b258b0bfe04.jpg



Desenzano del Garda - 

Domenica 10 settembre alle ore 20.30 si terrà il prossimo Consiglio Comunale a Desenzano.
In questa occasione, oltre alla nostra mozione per l'istituzione di un referendum provinciale per l'acqua pubblica, presenteremo anche una interrogazione e una interpellanza.

3.jpg

L'interrogazione tratterà il tema del TAV, argomento spesso trascurato e poco trattato, ma in continua evoluzione lontano dai riflettori, con il rischio costante che diventi realtà da un momento all'altro senza dare il tempo alle Amministrazioni di preparare eventuali iniziative. Chiediamo quindi se ci siano già stati contatti in questi mesi tra l'Amministrazione di Desenzano e i soggetti coinvolti nella realizzazione dell'opera, in particolare per quanto riguarda le opere compensative e l'esproprio dei terreni.
Chiediamo inoltre quale posizione e quali azioni intende intraprendere questa Amministrazione in merito all'opera in questione.

Qui il testo dell'interrogazione.

Cedimento_1.jpg

L'interpellanza farà invece il punto sulla questione del cedimento del lungolago in corrispondenza di Piazza Matteotti a Desenzano, avvenimento di cui si è parlato molto in queste settimane ma di cui non si hanno ancora notizie certe.
Chiederemo conto in particolare di quelle che sono state identificate come le cause di quanto accaduto, e quali saranno le azioni che l'Amministrazione intende intraprendere nei prossimi mesi per la messa in sicurezza e il ripristino dell'area.

Qui il testo dell'interpellanza.

Venite a seguire il Consiglio Comunale per ascoltare le risposte alle nostre domande!


Desenzano del Garda - 

434234544_93202_6521883534579474788.jpg


Oggi alle ore 19 abbiamo tenuto una conferenza stampa a Desenzano sul tema dell'acqua pubblica. Erano presenti con noi i Consiglieri Comunali del Movimento 5 Stelle Andrea Paccagnella per Padenghe, Rossella Magazza per Lonato, Gianluca Gorlani per Bedizzole e il nostro deputato Claudio V Cominardi.
Abbiamo illustrato il percorso che ci ha portato dai banchetti nel 2011 per il referendum nazionale per l'Acqua pubblica ad oggi, dove ci troviamo nuovamente a promuovere un referendum, questa volta a livello provinciale, per ribadire la necessità che la gestione di un bene essenziale e prezioso come l'acqua resti in mani pubbliche e non venga ceduta in modo subdolo in nome del profitto privato.
Questo impegno si concretizza con la presentazione nei vari Consigli Comunali in cui siamo presenti di una mozione a sostegno di questa proposta di referendum, che le varie giunte comunali potranno decidere di appoggiare o respingere.
A Desenzano abbiamo depositato il testo trovate a questo link:

Mozione Referendum Acqua Pubblica

A questo link trovate invece la registrazione della conferenza stampa:

Conferenza stampa 29/08/17

Continuate a seguirci per restare aggiornati su questa importante battaglia!


Desenzano del Garda - 

Dopo aver concluso il nostro primo mandato in Consiglio Comunale a Desenzano, ormai 2 mesi fa, con un totale di 54 interrogazioni e 23 mozioni presentate nell'arco dei 5 anni, riprendiamo il lavoro amministrativo di controllo e supervisione dell'operato dell'Amministrazione presentando nuove interrogazioni e mozioni che serviranno da un lato a vigilare sul funzionamento della macchina comunale e dall'altro ad avanzare proposte e suggerimenti che consentano di migliorare le condizioni del contesto in cui viviamo.
La prima interrogazione che abbiamo presentato (Documento PDF) riprende una mozione già presentata nel 2016 alla precedente Amministrazione, in tema di utilizzo sul territorio comunale di diserbanti tossici e dannosi per la salute umana:

glifosato-300x225.jpg

INTERROGAZIONE: Interruzione dell'utilizzo di glifosate sul territorio di Desenzano

PREMESSO CHE:

- In data 9 Agosto 2016 Il Ministero della Salute ha emanato un decreto, che alleghiamo(Allegato), riguardante le restrizioni relative ai formulati contenenti glifosate. Il provvedimento è conseguente al Regolamento di esecuzione europeo 2016/1313 pubblicato l'1 agosto 2016. Nello specifico il decreto ministeriale prevede:

- la revoca dell'impiego di prodotti fitosanitari contenenti glifosate nelle aree frequentate dalla popolazione o dai gruppi vulnerabili di cui all'articolo 15, comma 2, lettera a ) decreto legislativo n.150/2012 quali: parchi, giardini, campi sportivi e aree ricreative, cortili e aree verdi all'interno di plessi scolastici, aree gioco per bambini e aree adiacenti alle strutture sanitarie; o in pre-raccolta al solo scopo di ottimizzare il raccolto o la trebbiatura;
- prescrizioni supplementari in etichetta in caso di impieghi non agricoli, con la seguente frase:"divieto, ai fini della protezione delle acque sotterranee, dell'uso non agricolo su: suoli contenenti una percentuale di sabbia superiore all'80%; aree vulnerabili e zone di rispetto, di cui all'art.93, comma 1 e all'art.94, comma 4, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n.152";
- che le Imprese titolari delle autorizzazioni di prodotti fitosanitari contenenti glifosate devono o reetichettare, entro il 20 settembre 2016, i prodotti fitosanitari non ancora immessi in commercio oppure fornire ai rivenditori un fac-simile delle nuove etichette per le confezioni dei prodotti giacenti presso gli esercizi di vendita, al fine della loro consegna all'acquirente/utilizzatore finale;
- che a decorrere dal 22 agosto 2016 sia revocata inoltre l'autorizzazione all'immissione in
commercio ed impiego dei prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva glifosate ed il coformulante ammina di sego polietossilata (n. CAS 61791-26-2). L'elenco dei prodotti è riportato in allegato al presente decreto;
- che la commercializzazione e l'impiego delle scorte giacenti di questi prodotti siano consentiti, previa re-etichettatura, in conformità alle limitazioni riportate nei punti precedenti, secondo le seguenti modalità:
o 3 mesi, a decorrere dal 22 agosto, per la commercializzazione da parte del titolare delle
autorizzazioni e la vendita da parte dei rivenditori e/o distributori autorizzati;
o 6 mesi, a decorrere dal 22 agosto, per l'impiego da parte degli utilizzatori finali.

CONSIDERATO CHE:

- Il Movimento 5 Stelle nel corso della precedente Amministrazione Comunale, in data 17 maggio 2016, presentò una mozione con richiesta esplicita di sospendere l'utilizzo di prodotti contenenti glifosate sul territorio di Desenzano, chiedendo di attivarsi al più presto utilizzando tutti gli strumenti a disposizione per contrastare l'uso dei diserbanti chimici, delle sostanze tossiche anche di origine naturale e delle sostanze saline negli interventi di controllo delle infestanti al di fuori delle pratiche agricole a salvaguardia della salute dei propri cittadini, dell'ambiente e della biodiversità, senza esito positivo.

INTERROGA IL SINDACO E GLI ASSESSORI COMPETENTI:

- Sono state effettuate le opportune verifiche da parte degli uffici comunali competenti per verificare l'utilizzo o meno di prodotti contenenti glifosate sul nostro territorio?

- Persistono ad oggi sul nostro territorio casi di utilizzo di questa tipologia di prodotti?

- In caso di risposta affermativa, quali misure intende adottare questa Amministrazione per eliminarne tempestivamente l'impiego ottemperando a quanto previsto dal Decreto citato in precedenza?

A questo link (Risposta PDF) potete trovare la risposta ricevuta in forma scritta dall'Amministrazione.


Desenzano del Garda - 

In questi mesi si è parlato molto di passeggiate a lago, ed in particolare del nodo cruciale del superamento della darsena Lepanto per il definitivo collegamento a lago tra Desenzano e Rivoltella.

La soluzione progettuale proposta dalla precedente Amministrazione risultava a nostro avviso non ottimale, innanzitutto per una questione di costi, estremamente elevati se rapportati alla esigua lunghezza del tratto da percorrere, poi per l'elevato impatto paesaggistico ed ambientale della struttura che si intendeva realizzare, quasi interamente a lago e appoggiata su pali in cemento conficcati nel fondale.

Abbiamo quindi accolto la decisione di sospenderne la realizzazione come un'occasione per rivedere il progetto in essere, sviluppando soluzioni alternative e migliorative, riducendo l'impatto visivo e possibilmente contenendo i costi di realizzazione.

Premettendo che la realizzazione di questa opera risulta comunque per noi non prioritaria, soprattutto se rapportata a problematiche la cui risoluzione riteniamo essere molto più urgente, come la messa in sicurezza degli scarichi a lago, e che quindi se dovessero esserci a disposizione fondi da investire vorremmo la precedenza fosse data a quel tipo di interventi, abbiamo presentato direttamente al Sindaco pochi giorni fa un'idea progettuale alternativa rispetto a quelle fino ad ora emerse nel dibattito pubblico e sui giornali.

La nostra proposta si basa sulla realizzazione del collegamento tra i due tratti di passeggiata rimanendo sulla linea di costa, preservando quindi il concetto di "passeggiata a lago" e la continuità dell'esistente, questo tuttavia senza invadere lo specchio d'acqua ma realizzando il camminamento in corrispondenza della scogliera, sovrapponendosi alla massicciata che separa l'area privata della darsena dal lago, riducendo drasticamente l'impatto visivo dell'opera e annullando l'interferenza con il lago stesso.

Lo sviluppo in lunghezza del camminamento lungo il perimetro della nautica consentirebbe di realizzare le rampe di salita e discesa con le dovute pendenze necessarie a garantirne l'accessibilità, arrivando, in corrispondenza dell'accesso delle imbarcazioni ad una quota sufficiente a consentirne il passaggio. Il superamento di questo tratto avverrebbe tramite un ponte fisso a campata unica appoggiato sulle estremità del muro di cinta della darsena.

Auspichiamo che l'idea proposta possa essere presa in considerazione, dopo essere stata valutata e verificata da un punto di vista della fattibilità tecnica e della sostenibilità economica da parte dei tecnici competenti, per essere confrontata con le altre soluzioni proposte nel momento in cui si dovesse decidere di completare l'opera, preferibilmente ricorrendo alla consultazione e al coinvolgimento della cittadinanza per l'individuazione della soluzione ottimale.


Vista_3.png

Pianta.png

Vista_1.png

Confronto_1.png

Vista_2.png

Confronto_2.png