MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista

MoVimento 5 Stelle

Ugo non risponde....


Crotone - 


Il consigliere comunale di opposizione del gruppo M5S di Crotone, Ilario Sorgiovanni, denuncia la totale mancanza del rispetto del ruolo dell'opposizione e dei cittadini rappresentati dal suo gruppo consiliare. In particolare, in relazione alla Richiesta di convocazione di Assemblea pubblica sulla ''Bonifica SIN'', ai sensi dell'art. 15 dello Statuto comunale e dell' art. 55 del Regolamento per la partecipazione popolare, e alla Petizione Popolare per il "Contrasto all'azzardopatia'', ai sensi dell'art. 13 dello Statuto comunale e dell' art. 53 del Regolamento per la Partecipazione Popolare, per le quali non si è avuto alcun riscontro. La necessità dell'Assemblea pubblica sulla bonifica dell'area SIN è quanto mai attuale in questa fase cruciale, per avere un confronto schietto e trasparente tra gli enti competenti, i cittadini e le associazioni, sulle proposte di bonifica (Pob1 e Pob2) presentate dai tecnici di Syndial.
In relazione alla petizione popolare per il contrasto all'azzardopatia, sottoscritta da oltre 330 cittadini crotonesi, l'obiettivo è quello di sollecitare questa amministrazione ad attuare misure per arginare questo fenomeno dilagante attraverso la sensibilizzazione della popolazione sui costi sociali ed economici, causati dal fenomeno del gioco compulsivo e l'adozione di un regolamento sul funzionamento e la localizzazione delle sale da gioco, per limitarne la diffusione indiscriminata nel territorio cittadino.
A tali inadempienze si aggiungano le mancate o insufficienti risposte alle interrogazioni, proposte e Mozioni presentate dal M5S, tra cui quelle relative a:
• acquisizione in house di Crotone Sviluppo e del relativo contratto di servizi;
• cofinanziamento di Interventi per lo Sviluppo e la messa in Sicurezza di itinerari, percorsi ciclabili e pedonali nelle aree urbane;
• intervento di riqualificazione Via Panella - Via Manna;
• mancata attuazione del D.L. 14 marzo 2013 e s.m.i. da parte della Società Akrea Spa;
• incentivi economici per il vuoto a rendere;
• regolamento comunale per la tutela degli animali e la prevenzione del randagismo.
Il gruppo consiliare del M5s di Crotone, sentendosi responsabile di fronte a tutta la comunità crotonese ed interdetto davanti alla protervia ed all'arroganza di un'amministrazione che, in palese violazione delle norme, ignora le richieste dei cittadini e le istanze prodotte a tutela dei diritti e del bene comune, denuncia il fatto che questa gestione della cosa pubblica impedisce, di fatto, qualunque forma di controllo su tutti gli atti amministrativi che necessitano di monitoraggio e che, grazie a questo atteggiamento, sfuggono ad ogni verifica, in barba alla tanto decantata trasparenza.
Tutto ciò è stato riferito e circostanziato con una lettera indirizzata al Prefetto di Crotone, dott. ssa Di Stani, con comunicazione del 15 marzo u.s.
In attesa che si sviluppino, come sarebbe opportuno e giusto, dinamiche democratiche tali da rendere efficace e produttiva l'azione delle Commissioni e dei Consigli comunali, si chiede a questa Amministrazione di rivedere il proprio "modus operandi" ed aprirsi al dialogo ed alla comunicazione trasparente, accettando di rispondere alle proposte, alle mozioni, alle interrogazioni, strumenti necessari e fondamentali per la costruzione di decisioni condivise per il Bene della Comunità.


MoVimento 5 Stelle di Crotone
Ilario Sorgiovanni


Proposte concrete sul PSC


Crotone - 



psckr.png

In questo periodo, dopo anni di sonno, questa Amministrazione, con una inconsueta accelerata, sta portando ad approvazione il PSC (Piano Strutturale Comunale).

Il M5S vuole favorire la partecipazione di tutti i cittadini al processo di discussione di questo importantissimo strumento, in accordo con le norme regionali che stabiliscono che "la partecipazione allargata dei cittadini" è necessaria "alla definizione degli strumenti urbanistici e delle politiche di sviluppo e governo del territorio".

Abbiamo istituito l'indirizzo email psc@crotone5stelle.it per ricevere le osservazioni dei cittadini. Invitiamo tutti, soprattutto gli addetti ai lavori, a partecipare a questa discussione. A causa dell'accelerazione dell'iter, i tempi sono ristrettissimi ma cercheremo di farci vostri portavoce ed intavolare un confronto costruttivo.Sul sito del Comune di Crotone. Sul nostro sito web www.colrotone5stelle.it troverete tutta la documentazione relativa al PSC.

Intanto già nei giorni scorsi abbiamo provveduto a far recapitare agli assessori di riferimento alcune proposte di tipo tecnico sul PSC:

La prima proposta è stata quella di un allegato energetico ambientale al Regolamento Edilizio ed Urbanistico Comunale per trattare la materia sulla questione energetica in modo più preciso e diretto, recependo l'attuale normativa nazionale sulla prestazione energetica degli edifici, sia in merito alle nuove costruzioni, ma anche per le riqualificazioni energetiche e le ristrutturazioni parziali e totali degli edifici. L'allegato oltre a riportare le prescrizioni minime di legge dovrebbe contenere le istruzioni per le varie procedure tecniche per il rilascio e il controllo dei relativi documenti sulle prestazione energetica e le eventuali premialità per interventi migliorativi rispetto ai requisiti minimi di legge, di modo che si potesse promuovere l'efficienza energetica e la produzione di energia rinnovabile.

Già nel 2016 abbiamo presentato, come Gruppo Consiliare del M5S, alla giunta comunale il nostro piano d'azione comunale per l'energia che, purtroppo, è stato ignorato e, tra le varie azioni previste, avevamo suggerito la predisposizione di un piano energetico comunale.

Per ricordarlo anche a noi stessi, Il Piano Energetico Comunale è uno strumento per l'integrazione del fattore "energia" nella pianificazione del territorio. Esso è dunque un documento che si affianca agli strumenti di pianificazione del governo del territorio e che comporta la misura dei consumi di energia della città, suddivisi per settori, l'analisi di questi dati e l'individuazione degli interventi di risparmio di energia elettrica e di combustibili tradizionali (petrolio, benzine, carbone, metano) e la promozione dell'utilizzo delle fonti rinnovabili.

Avremmo auspicato, quindi, che tra la documentazione del PSC potesse esser presente tale documento, anche in virtù di un obbligo vigente ai sensi dell'art.5, comma 5 della legge 10/1991, in cui si dispone che "i piani regolatori generali di cui alla legge 17 agosto 1942, n. 1150 e successive modificazioni e integrazioni (e quindi il PSC).

E' nostra intenzione, pertanto, in occasione del dibattito che si sta aprendo intorno all'iter di approvazione del PSC, e che ha visto recentemente anche l'Ordine degli Ingegneri di Crotone scendere in campo, in un incontro col Sindaco Pugliese, proprio in favore della predisposizione di un piano energetico comunale, rilanciare il nostro "Piano d'azione comunale per l'energia", con l'approvazione di un allegato energetico-ambientale al regolamento edilizio comunale, che abbiamo trovato molto carente sotto il profilo della prestazione energetica degli edifici come indicato nella nostra precedente nota, la nomina un Energy Manager a capo di un Ufficio Energia e, per l'appunto, l'approvazione di un Piano Energetico Comunale coordinato e integrato al PSC.

Inoltre dopo aver segnalato l'esigenza di un piano energetico come previsto dalle norme, Il gruppo consiliare del Movimento Cinque Stelle ritiene che sarebbe virtuoso per il Comune di Crotone dotarsi di ulteriore strumento urbanistico integrato al PSC , stiamo parlano del Piano Regolatore dell'Illuminazione Comunale.

Di recente l'amministrazione comunale ha aderito alla convenzione Consip Illuminazione Pubblica, conferendo alla ESCO (società di servizi energetici) aggiudicataria il servizio di riqualificazione, manutenzione e gestione degli impianti comunali. Tale società, ovviamente, si limiterà a fornire tali servizi nell'ottica di soddisfare la propria committenza e conseguire il maggior risparmio energetico per massimare il suo profitto. Non compete alla stessa pianificare l'armonizzazione e lo sviluppo futuro dell'impianto contestualizzandolo con il territorio, tenendo conto di pregresse situazioni di progettazione e realizzazione per passi successivi, generalmente scollegati e disomogenei, che inevitabilmente hanno portato negli anni ad elementi di forte discontinuità all'interno del contesto notturno, o di tener conto della comunicazione tra gli spazi urbani, o ancora della valorizzazione estetica dei siti di interesse storico e culturale, ancor più alla luce della prossima, si spera, realizzazione del progetto "Antica Kroton".

Questo tipo di pianificazione con una visione di insieme del tessuto urbano spetta all'amministrazione comunale, che può conseguire tale obiettivo attraverso il Piano Regolatore dell'Illuminazione Comunale, da redigersi ad integrazione del PSC. Si tratta di uno strumento urbanistico affermatosi negli ultimi anni, anche se non obbligatorio, in grado di regolamentare tutte le tipologie di illuminazione per la città, un vero e proprio tracciato di come va progettata la città dal punto di vista illuminotecnico. Il suddetto presenta dei vantaggi fondamentali, poiché consente di rispettare in maniera generale la struttura dei tessuti urbani correlandoli a un tipo di illuminazione adeguata. Il risultato finale è l'ottenimento e l'ottimizzazione della rete di illuminazione comunale secondo le principali esigenze.

Il movimento 5 stelle invita tutta la cittadinanza a partecipare al dibattito sulla visione futura della nostra città, questo è un momento storico in cui nessuno deve essere escluso dalla discussione


MoVimento 5 Stelle di Crotone
Andrea Correggia




Crotone - 

-
assemblea (1).jpg


La settimana scorsa, in Prefettura, è stato firmato un importante Protocollo d'intesa di legalità per la prevenzione dei tentativi di infiltrazione della criminalità organizzata in relazione agli interventi di bonifica nel sito di interesse nazionale di Crotone.
Lo scopo dell'accordo è quello di monitorare le società esecutrici, sotto il profilo dell'assoggettamento alle informazioni antimafia, alla tracciabilità dei flussi finanziari, agli obblighi contributivi e retributivi verso i lavoratori e alle garanzie in tema di sicurezza degli ambienti di lavoro.
Siamo soddisfatti che le neo parlamentari del M5S, Margherita Corrado e Elisabetta Barbuto, abbiano presenziato alla firma. Finalmente la città di Crotone potrà contare su degli esponenti politici, di livello nazionale, realmente liberi da ogni interesse privato, e con il solo scopo di portare avanti gli interessi del territorio.
Ci dispiace constatare, ancora una volta, che da questo percorso sia rimasto fuori uno dei soggetti più importanti del processo di bonifica, cioè i cittadini crotonesi.
Sono passati diversi mesi dalla raccolta firme in cui i crotonesi hanno chiesto di confrontarsi in un'assemblea pubblica per discutere insieme ai tecnici di Syndial, al ministero e alla regione delle modalità con cui si svolgeranno le vari fasi della bonifica!
Il sindaco Pugliese non può ignorare la volontà dei cittadini che sentono la necessità di essere protagonisti in questo percorso, soprattutto in un territorio dove è forte la presenza della ndrangheta.
Siamo fortemente preoccupati da questa politica incapace di coinvolgere i cittadini in un processo decisionale così importante.
Viviamo nel paese della "Terra dei fuochi" e non sono lontani i tempi in cui nella vicina Campania la criminalità organizzata ha arrecato danni incalcolabili al paesaggio, al territorio, ai cittadini, alla loro Salute ed alla loro Economia: noi vogliamo evitare che ciò accada anche nel nostro territorio.
Il movimento 5 stelle è sempre stato dalla parte dei cittadini; quindi, le istituzioni hanno il dovere di confrontarsi in un'assemblea pubblica con la popolazione il prima possibile! Anche tenuto conto del fatto che tale strumento è previsto dal Regolamento Comunale.

MoVimento 5 Stelle di Crotone
Andrea Correggia




Crotone - 

.


festa.jpg



I Consiglieri Comunali del M5S di Crotone, Ilario SORGIOVANNI ed Andrea CORREGGIA, ringraziano i cittadini e gli attivisti di tutto il territorio, che hanno contribuito alla straripante vittoria della candidata Elisabetta BARBUTO, che nel Collegio 5 della Camera ha ottenuto 53.983 voti e della candidata Margherita CORRADO, che nel Collegio 1 del Senato ha ottenuto 97.097 voti, raggiungendo entrambe piú del 51% dei voti complessivi.

Si tratta di risultati piú rosei di ogni aspettativa, dal momento che entrambe le candidate hanno doppiato le percentuali di voto raggiunte dai rispettivi competitori del centro-destra, Giancarlo Cerrelli ed Emanuela Altilia.

Per non parlare dei candidati del PD, gli onorevoli Nicodemo Oliverio ed Antonio Scalzo, che hanno raggiunto, nella Provincia di Crotone, solo il 12%; da rilevare il fatto che tutti questi altri candidati si sono presentati con l'appoggio di ben 4 liste, mentre il M5s partecipa alle consultazioni senza accordi preelettorali.

Grande gratificazione per i risultati raggiunti nella città di Crotone, dove il lavoro dei due portavoce e quello degli attivisti del meet up 'Amici di Beppe Grillo', hanno dato i loro frutti. Si evidenzia il fatto che, quando i cittadini sono liberi da vincoli clientelari e ricattatori e possono esprimersi liberamente, cosa che non succede durante le consultazioni amministrative, i risultati del voto sono ben diversi...

Benché le elezioni politiche non abbiano un diretto collegamento con le amministrazioni locali, è fuori dubbio che esse siano la cartina tornasole della volontà di cambiamento espressa dai cittadini, stanchi dei soliti giochi di palazzo e delusi dalla situazione di stallo in cui versa la città di Crotone.

Ad una maggioranza adusa a metodi che non rispettano le procedure e non è abituata a rispondere democraticamente ed in maniera trasparente del proprio operato ai cittadini, si vuole comunicare che è finito il tempo delle decisioni manovrare ed imposte dall'alto.

In più occasioni si è palesata la mancata risposta da parte di questa amministrazione, sia dopo la raccolta firme dei cittadini per la richiesta di un'assemblea pubblica sul tema della Bonifica dell'area SIN, sia dopo la petizione popolare per una città 'no slot', sia in seguito ad interpellanze e mozioni dei portavoce depositate e mai discusse in Consiglio.

Il M5S, consapevole della grande responsabilità e della fiducia riposta nelle candidate Barbuto e Corrado, assolverà con il massimo impegno e la massima competenza il compito affidato dagli elettori.


MoVimento 5 Stelle di Crotone
Ilario Sorgiovanni e Andrea Correggia



Crotone - 

.


Oggi abbiamo inviato questa lettera, che vogliamo condividere con tutti voi, al Vescovo di Crotone.


Sua Eccellenza,
Ci permettiamo di scriverLe perché in città stanno avvenendo fatti incresciosi durante questa campagna elettorale, con particolare riferimento all'incontro avvenuto presso la chiesa di S. Chiara dal titolo "L'impegno politico dei cattolici", alla presenza di Don Giovanni Barbara. Magari l'intenzione era quella di parlare del coinvolgimento dei credenti nella vita politica, ma a nessuno è sfuggita la presenza del candidato della Lega Nord, che ha affermato l'opportunità che i cattolici sostengano la Lega dal momento che le altre forze politiche non rispettano, a suo dire, i principi della vita, della famiglia e della "libertà"!
Questa iniziativa appare una chiara indicazione di voto, legittimata dalla Chiesa per la presenza di Don Giovanni Barbera. E' più che giusto che la Chiesa inviti alla partecipazione alla vita politica e suggerisca di appoggiare forze politiche che si ispirino ai principi della dottrina della Chiesa, quando ciò risulti veritiero e suffragato da prove ed argomentazioni ma, onestamente, il Suo silenzio, in questa circostanza, potrebbe risultare colpevole davanti alla condotta scorretta di chi, come l'avvocato Cerrelli, si propone come candidato che vuole realizzare il "disegno di Dio", come fosse un profeta, mentre in realtà è esponente della Lega Nord, una compagine di persone che da anni in Italia professa una politica di odio e disprezzo verso gli extracomunitari, scatenando un duro contrasto tra poveri, tra rifugiati nel nostro paese e famiglie italiane meno abbienti.
E' risaputo che la Lega Nord si ispiri a politiche fasciste contrarie alla nostra Costituzione, basti pensare ai suoi alleati nella coalizione come "Fratelli d'Italia", partito che guarda al regime fascista con ammirazione. Che dire dell'altro alleato della Lega, Silvio Berlusconi, personaggio oramai famoso alle cronache per varie vicende giudiziarie? La cosa più spaventosa è che esistono sentenze secondo cui lo stesso avrebbe foraggiato Cosa Nostra per un ventennio!
Come è possibile che la Chiesa appoggi un candidato che dichiari di seguire "il progetto di Dio" a nome della Lega e della suddetta coalizione e lo faccia, soprattutto, all'interno di un luogo sacro, con il consenso del parroco e con un battage pubblicitario giunto persino nelle scuole?
Crediamo che abbia fatto bene l'arcivescovo di Milano, monsignor Mario Delpini, a prendere le distanze dal leader della Lega Nord che in piazza Duomo, a Milano, ha usato in maniera strumentale la Bibbia per il suo comizio elettorale, perchè un cristiano non deve invocare il nome di Dio invano nemmeno in politica.
Siamo semplici portavoce di fedeli che si sono sentiti smarriti e traditi, pertanto chiediamo un incisivo intervento da parte Sua, certi che vorrà porre rimedio a questa incresciosa, inopportuna ed imbarazzante situazione.
Voglia accogliere il senso della nostra rispettosa osservazione.
Buon operato pastorale!


MoVimento 5 Stelle di Crotone
Ilario Sorgiovanni e Andrea Correggia



Crotone - 

-

ugo pugliese e giuseppe frisenda.jpg

In riferimento alla vicenda dello stadio, tornata alla ribalta in questi giorni, alla scadenza dei due anni per l'autorizzazione all'ampliamento dello stesso, ci troviamo nella stessa situazione in cui ci si trovava due anni fa, appena insediati.

Ancora una volta ci siamo a commentare l'ennesima dimostrazione dell'incapacità di questa Amministrazione, priva di una visione del futuro della città. Noi restiamo basiti.

Crotone, da tempo, avrebbe bisogno di un nuovo stadio e neanche l'ascesa in serie A è stata da stimolo per iniziare a lavorare in questo senso.

Come mai l'assossore allo sport Frisenda non si occupa della questione stadio comunale? Quest'anno, non si è mai discusso, concretamente, di uno stadio nuovo, E poi perché non pensare anche al Palakrò (dove ci sono infiltrazioni d'acqua ad ogni pioggia) , Palamilone e tante altre strutture sportive in città, compreso quelle minori, penso a tutti i campetti da calcio abbandonati nei quartieri, dove i ragazzi potrebbero aggregarsi anzichè non avere un posto dove andare.

Eppure, non è un'utopia, come qualche giornalista vuol far credere per fare un favore a questa amministrazione! In tutta Italia si costruiscono nuovi stadi, sollecitati anche dalle nuova normativa sugli impianti. Infatti il D.L. 24 aprile 2017 n.50 ha previsto, con l'art.62, una serie di interventi normativi finalizzati a riformare la disciplina della costruzione di impianti sportivi dettata dal comma 304 della legge di stabilità 2014. Il testo del D.L. è stato definitivamente convertito con la legge n. 96 del 21 giugno 2017.

Prendiamo ad esempio gli stadi del Cagliari, Pescara e Frosinone, dove sono stati presentati i vari progetti per la costruzione dei nuovi impianti.

Non si dica che non ci sono i soldi! Perché la formula per coprire i costi si trova. Esiste l'istituto del credito sportivo che è stato creato per aiutare sia Enti pubblici che privati ad avere finanziamenti per creare strutture sportive nel territorio, questo è solo a titolo di esempio, la stessa cosa si potrebbe dire per eseguire gli scavi nella zona dello Scida, infatti i 65 millioni di euro per l'antica Kroton si potevano utilizzare per valorizzare proprio quella zona?

Insomma, quando si parla del Crotone Calcio, in Comune, sembrano un po' tutti distratti, come quando si tratta di farsi pagare il canone annuale per l'utilizzo dello stadio comunale dalla stessa società di calcio o chiedere gli incassi per le amichevoli che, da convenzione, dovrebbero servire per finanziare gli sport minori!

Il caro Frisenda anziché occuparsi degli affari di famiglia pensi allo sport Crotonese.


MoVimento 5 Stelle di Crotone
Andrea Correggia




Crotone - 

.

L'onda emozionale e l'eco del silenzio che ha accompagnato il feretro di Giuseppe Parretta rimbomba ancora nelle nostre coscienze. Tutti devono assumersi le proprie responsabilità, in particolare le istituzioni che governano il nostro territorio, dinanzi alle parole di cordoglio e nello stesso tempo di speranza profuse da tutti nei giorni trascorsi. Alle parole devono seguire le azioni, altrimenti le emozioni e le sensazioni condivise si tramuteranno inesorabilmente nel solito esercizio di retorica. L'assurdo delitto, che ha spezzato una giovane vita innocente per mano di un pregiudicato, 'sorvegliato speciale' che deteneva impunemente armi e munizioni, è maturata in un contesto urbano da troppo tempo violentato ed abbandonato al suo inesorabile destino di degrado. Il nostro centro storico, memoria della città nel corso degli anni, si è svuotato della sua anima per far posto spesso a traffici illeciti, spaccio e prostituzione. Quando calano le tenebre diventa la terra di nessuno e le caratteristiche viuzze tortuose e pittoresche diventano il regno delle ombre, per rianimarsi nei fine settimana nelle aree limitrofe a piazza Umberto, luogo di incontro della vita notturna crotonese. Conosco molto bene questo dedalo di viuzze, ho trascorso la mia infanzia percorrendoli con gioia e libertà tra la vivacità delle famiglie numerose che lo popolavano ed i suoni delle botteghe commerciali ed artigiane. Oggi molte di quelle abitazioni sono disabitate o sovraffollate di immigrati mentre le attività originarie sono cessate o delocalizzate in altre parti della città. Sono decenni che si annunciano piani di recupero ed interventi di riqualificazione urbana del centro storico, ma nel corso di quest'ultimo ventennio abbiamo assistito ad interventi sporadici e disorganici di solo arredo urbano, finanziati prevalentemente con i PSU, che non hanno inciso significativamente sul tessuto economico né sulla qualità della vita. L'attuale amministrazione comunale deve essere in grado di progettare ed attuare interventi per ampliare l'offerta culturale ed educativa attualmente insufficiente, insediando in modo diffuso e capillare nei vari immobili di pregio e alcuni di proprietà pubblica come palazzo Caloiro e palazzo Caminiti poli di socializzazione e centri di formazione culturale per combattere in modo lungimirante ed efficace il degrado sociale in cui allignano i fenomeni violenti che alcune volte degenerano in tragedia, come è successo il 13 gennaio con l'omicidio di Giuseppe. Per rivitalizzare e valorizzare questa risorsa fondamentale della città di Crotone è indispensabile anche adottare politiche di sviluppo economico e di agevolazione fiscale per coloro che intendono avviare attività commerciali ed artigiane nella miriade di locali inutilizzati ed abbandonati siti nei piani inferiori, è necessario promuovere con finanziamenti agevolati e fondi di garanzia la cultura degli alberghi diffusi. Altra misura urgente da attuare è l'istituzione della ZTL su tutta l'estensione del centro storico, per facilitare l'accesso ai mezzi di pronto soccorso o di protezione civile nel caso di calamità naturali e restituire alla città spazi storicamente dedicati al commercio come Piazza Villaroja, Piazza Pescheria, Piazza Castello ecc., garantendo nel contempo la mobilità interna con mezzi pubblici elettrici idonei alla rete viaria esistente. A queste azioni urbanistiche, da tenere in conto nella redazione del nuovo PSC, dovrebbero associarsi interventi per migliorare la sicurezza e l'ordine pubblico, come la videosorveglianza, il pattugliamento quotidiano da concordare con le forze di polizia e i presidi mobili di legalità. Questa visione del centro storico, parte integrante del programma elettorale del M5S, temo che non sia una priorità per questa amministrazione, visto il suo "modus operandi" e l'atteggiamento equivoco nella lotta all'illegalità.


MoVimento 5 Stelle di Crotone
Ilario Sorgiovanni




Crotone - 

-


"L'amministrazione comunale di Crotone si occupa con sconcertante superficialità di ambiente. Peraltro la commissione consiliare preposta, di cui sono membro, non vuole discutere delle priorità in materia, nonostante le nostre richieste". Lo afferma, in una nota, Andrea Correggia, consigliere comunale M5S di Crotone.
"Sulla modifica - prosegue Correggia - dell'autorizzazione ambientale per la discarica di rifiuti speciali di Santa Marina nel comune di Scandale, registriamo l'arroccamento del sindaco Pugliese e dei suoi, che rifiutano il confronto".
"Inoltre l'amministrazione di Pugliese - incalza il consigliere 5 stelle - mente quando dice che tutti i rifiuti della bonifica andranno via, mente quando dice che partirà la differenziata e nasconde che dal 2018 la tariffa regionale passa da 165 euro a tonnellata a 205 euro, poiché Crotone non ha raggiunto l'obbiettivo del 25% di differenziata".

"Per quanto riguarda la discarica da realizzarsi in località Santa Marina in Scandale - conclude Correggia - la confusione regna sovrana: mentre il municipio di Crotone porta avanti il gioco delle tre carte, i cittadini, ma soprattutto gli agricoltori di Scandale, vivono con una spada di Damocle sulla testa. Se da una parte ci sono gli interessi di aziende private nel sistema rifiuti e in alcuni casi anche della malavita, dall'altra parte ci sono gli interessi dei cittadini e di un territorio ormai esausto. Pugliese e la sua combriccola scelga da quale parte stare, consapevole, però, che il M5s sarà sempre con i cittadini a difesa dei diritti, della salute e del bene comune".




MoVimento 5 Stelle di Crotone



Andrea Correggia






Aeroporto, Ugo il giacobino


Crotone - 

.

pugliese-aereoporto-crotone.jpgDopo più di un anno di inerzia assoluta e promesse mancate, di ricorsi intrapresi e poi ritirati, Ugo sente il fuoco della rivolta e si propone come capo-popolo, convocando comitati, associazioni e sindacati.
Questo spirito giacobino arriva fuori tempo massimo. Il Sindaco, per dissimulare le sue responsabilità, ha fatto appello all'unità, convocando i capigruppo del Consiglio comunale, decisione che risulta intempestiva ed in contraddizione con la condotta sinora assunta. Il M5s non ci sta, perché è proprio questo modo di fare politica che ci ha portato nella situazione che stiamo vivendo. Noi non ci accomuniamo a queste azioni fumose ed inefficaci, messe in atto per prendere tempo ed ingannare ancora una volta i cittadini.
Il Sindaco propone di interpellare il governatore Oliverio, lo stesso personaggio con cui il 13 dicembre ha annunciato a reti unificate e in pompa magna la soluzione di tutti i problemi, compreso quello dell'aeroporto. La fiducia incondizionata di Pugliese nei confronti di "Super Mario" è stata solo di facciata ed opportunistica se, prima dello show mediatico, i due non hanno parlato tra di loro nemmeno del Piano Industriale di Sacal a tutt'oggi inesistente!
Tutto questo è il frutto di una classe politica che non sa affrontare in modo integrato il problema delle infrastrutture e dei trasporti, che non privilegia la meritocrazia e l'efficienza nella gestione delle società pubbliche, ma insegue costantemente i propri interessi, pronta ad accordarsi anche con chi appartiene a schieramenti opposti, non per amore civico e condivisione di valori, ma per fini elettorali ed accordi pregressi.
Il fallimento della questione dell'aeroporto è il regalo anticipato della Befana. Non ci resta, come già qualcuno diceva su Facebook, che aspettare la scopa di saggina e poter finalmente prendere il volo!
Nell'attuale situazione emergenziale, il Sindaco dovrebbe impegnarsi, come lui stesso ha annunciato in passato, a garantire un servizio immediato di navette frequenti con Lamezia, per alleviare le condizioni di isolamento assoluto in cui versa il nostro territorio.
I costi, in mancanza di un contributo della Regione o della stessa Sacal, potrebbero trovare un impegno di spesa nei Capitoli del Bilancio comunale finanziati con le Royalties, come si riesce a fare in modo sistematico per altre attività non di primaria necessità, per le quali si investono ingenti risorse.


MoVimento 5 Stelle di Crotone
Ilario Sorgiovanni e Andrea Correggia




Crotone - 

.

Scarriglia_Devona.jpg
La compravendita di poltrone e di pacchetti di voti, sdoganata dall'ex senatore Berlusconi, è una pratica tanto "normale" da avvenire alla luce del sole.
La Giunta Comunale inaugura il 2018 con l'assunzione, nello staff del sindaco, della dimissionaria consigliera comunale Scarriglia, eletta nella coalizione di opposizione.
L'ennesima vergogna di questa amministrazione era nell'aria. Appena consegnate le dimissioni, in favore di Devona, ci si è subito chiesti quale sarebbe stata la moneta di scambio.
Il giovane neoconsigliere Devona è, infatti, cugino del capostruttura del Presidente Oliverio.
La Scarriglia, quindi, lascia il suo posto a Devona, primo dei non eletti, ma conquista uno stipendio "pagato" dal Sindaco. Ma non dovevano essere su fronti opposti?
Si sa, il PD è una grande famiglia, allargata alla famiglia Sculco. In vista del 4 marzo, meglio tutti sotto la stessa coperta che divisi a contendersi i consensi del territorio.
Questa operazione è la concretizzazione di una grande manovra per spostare, alle prossime politiche, i pacchetti di voti che dai quartieri di Fondo Gesù e Papanice sono destinati al candidato prescelto da Sculco.
Questa politica dà un altro schiaffo in faccia a tutti i giovani crotonesi, anche quelli competenti e titolati, con un curriculum di tutto rispetto, che impegnano le proprie abilità a servizio di altri territori, dove vengono apprezzati per i loro meriti.
È proprio vero, noi del M5S siamo degli 'incompetenti politici', manovre del genere non le avremmo mai neanche immaginate!


MoVimento 5 Stelle di Crotone
Ilario Sorgiovanni e Andrea Correggia




Il portale ufficiale del Parlamento 5 Stelle con tutte le notizie, gli articoli, le attività e i video
Copia e incolla il codice nel tuo sito:



Newsletter Parlamento 5 Stelle

Iscriviti per rimanere aggiornato
  * campi obbligatori
* Email:
* Città:
Privacy: Ho preso visione della nota informativa.
Do il consenso al trattamento dei dati.



   © 2010 www.movimento5stelle.it - I contenuti di questo sito sono rilasciati sotto licenza Creative Commons  Creative Commons