Selezione della Categoria Salerno

06.11.15 14:22

Diffondi:

Diffondi nel tuo account Facebook Diffondi su OkNotizie Diffondi su Segnalo.com Diffondi su Technorati Diffondi su Digg Diffondi su Diggita

Una domenica all'insegna dell'ecosostenibilità, con Pranzo Vegan Ecosostenibile
8 febbraio 2015 - Via Vicinale Incartata,
Calvanico (Salerno)
Presso Residenza Rurale L'Incartata


L'associazione IMPATTO ECOSOSTENIBILE è dal 2009 attenta a queste scelte che mirano al ripristino dell'equilibrio del sistema natura che sia a vantaggio di tutti gli esseri viventi che popolano il NOSTRO PIANETA TERRA.

Portando dentro il nostro DNA la filosofia del Movimento per la Decrescita Felice ( MDF ) , l'Economia della Felicità e dell'Associazione Zero Waste Italy
Tra i temi previsti nel programma:
"ZERO WASTE CAMPANIA" , incontro con Paul Connet

Contatto Facebook

06.02.15 14:50

Diffondi:

Diffondi nel tuo account Facebook Diffondi su OkNotizie Diffondi su Segnalo.com Diffondi su Technorati Diffondi su Digg Diffondi su Diggita


Vittoria del MoVimento Cinque Stelle su decadenza ‎DeLuca‬: dopo 20 anni ‎Salerno‬ torna ad essere una città aperta al vero confronto democratico.

Nessuno può sfuggire alla legge. Neanche il sindaco decaduto Vincenzo De Luca, che da oggi è stato defenestrato dal suo trono da una sentenza della Corte d'Appello di Salerno.
Non possiamo che essere soddisfatti dell'esito della causa giudiziaria. Ed eravamo certi che in appello sarebbe stata confermata l'ordinanza di primo grado.
Nonostante il successo ottenuto grazie ai nostri avvocati Stefania Marchese e Oreste Agosto, resta il dato mortificante che sia stata, ancora una volta, la magistratura a prendere decisioni che sarebbero spettate per natura e per logica alla politica.

De Luca ha provato in tutti i modi di mantenersi stretta la poltrona, in dispregio a qualsiasi legge dello Stato e al rispetto per la sua città e i suoi stessi elettori.
Ha costretto un consiglio comunale a deliberare un atto (quello della cessata materia del contendere quando il governo Renzi non gli ha confermato la nomina di Sottosegretario attribuitagli da Letta) ritenuto illegittimo dai giudici.
Ha sollecitato cittadini e elettori a costituirsi in un procedimento che sapeva sarebbe stato un macigno per sé e per il suo operato.
Si è speso in spot elettorali e commenti pesanti contro quella parte della magistratura che ha applicato la legge che a lui non conveniva rispettare.

Adesso De Luca non è più un sindaco illegittimo. Adesso è un sindaco decaduto che neanche il recente decreto di reintegro del presidente del Tar di Salerno, dopo la sospensione derivata dalla condanna per abuso d'ufficio, può più salvare.
"Tante sono ancora le questioni giuridico-amministrative da affrontare - dichiarano gli avvocati Marchese e Agosto - ma ora c'è un dato certo, quello sulla decadenza che neanche un eventuale ricorso in Cassazione può annullarne gli effetti".

MoVimento Cinque Stelle Salerno

05.02.15 15:30

Diffondi:

Diffondi nel tuo account Facebook Diffondi su OkNotizie Diffondi su Segnalo.com Diffondi su Technorati Diffondi su Digg Diffondi su Diggita

Circa un anno e mezzo fa presentai 2 interrogazioni parlamentari (interrogazione1, interrogazione2) per segnalare l'indagine che pendeva sul presidente Edmondo Cirielli e chiesi al Prefetto Pantalone di salerno ed al Ministro degli interni Alfano di sciogliere la Giunta Provinciale. Esisteva uno stretto legame, in merito alle indagini ancora in corso, tra gli incarichi dei settori assegnati ai Dirigenti, ed anche ad alcuni funzionari, e l'ex presidente on. Cirielli, l'ex facente funzione, il "nominato" Antonio Iannone, e la Giunta.

Volevamo anticipare un evidente pericolo di intralcio e di possibile inquinamento delle indagini in corso.
A questa mia legittima richiesta arrivò rapida la risposta di Franco Annunziata:
«L'on. Angelo Tofalo ha perso l'ennesima occasione per tacere. Ancora una volta, infatti, si lascia andare a volgari strumentalizzazioni. Le sue parole sono diffamatorie ed offensive nei confronti del presidente della Provincia, della Giunta e dell'intero Consiglio provinciale e dovrà risponderne alla prova dei fatti. L'on. Tofalo parla con scarsa conoscenza dei fatti, rivelandosi politicamente inutile. Farebbe bene a documentarsi prima di intervenire e a lavorare concretamente per il territorio, come del resto fanno gli amministratori della nostra Provincia impegnati a dare risposte senza avere le risorse economiche necessarie a garantire i servizi. Al deputato grillino, finito in Parlamento grazie alle liste bloccate ed a un voto di protesta, e non certamente per consenso personale, desidero ricordare che l'Amministrazione provinciale di centrodestra è il primo ente del territorio per trasparenza e rigore»

Insomma questi grillini sono degli allarmisti, non capiscono nulla di politica, populisti e demagoghi, vogliono delegittimare le istituzioni..
Noi vogliamo delegittimare le istituzioni semplicemente perché facciamo un'interrogazione?
Ma poi il tempo scorre lento ed inesorabile e chi si è definito, in maniera totalmente autoreferenziale, "trasparente e rigoroso" finisce sotto accusa per voto di scambio politico-mafioso e i giudici gli impongono il divieto di dimora a Sarno.
Video e foto che ritraggono Annunziata in compagnia di un esponente di spicco del Clan Serino sono parte dell'impianto probatorio che i ROS hanno messo su durante le elezioni amministrative del 2014:

I 21 destinatari del provvedimento, emesso su richiesta della locale Procura distrettuale antimafia sono indagati per per associazione mafiosa, estorsione, scambio elettorale politico-mafioso e altri delitti aggravati dalle finalità mafiose, nonché per associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti. Al centro delle indagini del Ros i diversificati interessi illeciti del clan camorristico sarnese dei 'Serino', che andavano dal narcotraffico alla gestione di sale scommesse e videopoker. Accertato anche il sostegno elettorale fornito dal clan ad un candidato alle consultazioni amministrative del maggio dello scorso anno.I particolari dell'operazione, denominata 'Poker', sono stati resi noti nel corso di una conferenza stampa presso la Procura della Repubblica di Salerno. Nel mirino della procura di Salerno è finito Franco Annunziata, ex candidato a sindaco di Sarno, già consigliere provinciale e oggi vicino alle posizioni della Lega Nord. Secondo la Procura avrebbe avuto contatti con il clan che avrebbe tentato di garantirgli un sostegno nel suo tentativo di ascesa elettorale. Il gruppo criminale, pur di garantirsi un'attenzione della popolazione di Lavorate, frazione di Sarno, allestiva luminarie natalizie particolari soltanto in questa zona. Che è, peraltro, proprio quella dove vive Annunziata.

Angelo Tofalo
Camera Deputati
Movimento Cinque Stelle

15.01.15 12:37

Diffondi:

Diffondi nel tuo account Facebook Diffondi su OkNotizie Diffondi su Segnalo.com Diffondi su Technorati Diffondi su Digg Diffondi su Diggita

scafati_scuola2.gif
Il MoVimento 5 Stelle Scafati ha protocollato al Comune una proposta, per attività di doposcuola, rivolto agli alunni delle scuole elementari, con particolar riguardo a ragazzi provenienti da famiglie indigenti o svantaggiate. Il progetto porta il nome di "Doposcuola Solidale".
Le lezioni verranno tenute da personale volontariato qualificato, saranno completamente gratuite e comprenderanno, senza eccezioni, tutte le materie scolastiche. Il progetto mira ad assicurare l'accesso ad attività educative complementari da parte di soggetti altrimenti impossibilitati ad usufruire di lezioni private e, di contro, a contrastare fenomeni di dispersione abbandono scolastico. Destinatari del progetto saranno gli alunni delle scuole elementari del comune di Scafati. Il numero massimo di partecipanti 30 unità. Gli alunni destinatari dei corsi gratuiti verranno selezionati secondo due modalità:

-Segnalazione diretta dei casi critici da parte del Dirigente scolastico
-Richiesta diretta da parte delle famiglie ( sarà necessaria la presentazione del modello ISEE per verificare l'effettiva condizione di indigenza).

Il progetto avrà durata per tutto l'anno scolastico. Prevedrà cinque sedute settimanali per 2 ore ciascuna. Verranno impegnati Insegnanti in pensione volontari , Insegnanti senza cattedra, neo laureati volontari come supporto agli insegnanti.
In questi giorni avremo un incontro proprio per discutere sulla realizzazione di tale progetto. Speriamo di dare al più presto buone notizie!

MoVimento 5 Stelle Scafati

Contatto Facebook

12.01.15 15:14

Diffondi:

Diffondi nel tuo account Facebook Diffondi su OkNotizie Diffondi su Segnalo.com Diffondi su Technorati Diffondi su Digg Diffondi su Diggita

Durante i continui confronti con i cittadini, gli abitanti del quartiere Belvedere di Battipaglia hanno evidenziato una situazione di potenziale rischio dovuta ad una erronea irregimentazione delle acque piovane in prossimità di una cabina elettrica a MT che fornisce energia a parte del quartiere stesso.

In sostanza, un intero isolato del quartiere, come si evince dalle foto, viene servito da una unica caditoia che provvede a raccogliere l'acqua piovana proveniente dalle vie circostanti: le pendenze fanno sì che tutte le acque di pioggia confluiscano nella medesima caditoia che tra l'altro non è neanche allacciata alla rete fognaria pubblica ma scarica dette acque davanti alla suddetta cabina a MT.

Raccogliendo le segnalazioni dei cittadini, il MoVimento Cinque Stelle di Battipaglia ha inviato una comunicazione ai membri della Commissione Straordinaria segnalando la situazione di rischio affinché gli uffici tecnici provvedano a ripristinare nell'isolato una corretta irregimentazione delle acque piovane.

movimento5stellebattipaglia.it

09.01.15 12:14

Diffondi:

Diffondi nel tuo account Facebook Diffondi su OkNotizie Diffondi su Segnalo.com Diffondi su Technorati Diffondi su Digg Diffondi su Diggita

Si è svolto presso il Club Universitario Cavese, sabato 13 dicembre 2014 per il secondo anno consecutivo, l'atteso tour campano RIFIUTI ZERO, promosso dal gruppo cava5stelle.

L'incontro organizzato dall'associazione Impatto Ecosostenibile di Pino Apicella ha visto sul palco finalmente Rossano Ercolini presidente dell'associazione "Ambiente e Futuro" e vincitore del Goldman Environmental Prize 2013, prestigioso premio ambientale, che non veniva assegnato a un italiano dal 1998. All'incontro, svoltosi alla presenza di una curiosa platea di cittadini ma che ha registrato l'assenza dell'Amministrazione comunale pur invitata, si è avuto modo di ascoltare dal vivo in cosa realmente consiste la strategia Rifiuti Zero, alla quale già da tempo, molti comuni in Italia si sono avvicinati, qualcuno anche nelle nostre immediate vicinanze. La nostra attuale Amministrazione, a inizio del 2013, tentò anch'essa di avvicinarsi grazie al gruppo Cava 5 Stelle salvo poi, forse distratta dai suoi numerosi "rimpasti", a naufragare in un totale silenzio.
Il presidente Apicella, prima di dare voce ad Ercolini, ha spiegato con la sua solita carica ed energia cosa significa impegnarsi per un ambiente ecosostenibile e si è soffermato su i limiti che nella nostra regione vengono palesati, portando ad esempio il caso eclatante del sindaco Cenname del comune di Camigliano nel casertano che, per difendere i propri cittadini vessati da tasse sui rifiuti a fronte di un'ottima raccolta differenziata, si è visto commissariare la giunta nell'arco di brevissimo tempo. In ultimo, per dare concretezza a quanto sin qui ha svolto l'associazione Impatto Ecosostenibile, il prossimo passo sarà quello di creare una cooperativa ecostenibile per il recupero ed il riuso dei materiali.

Dopo i passaggi di Palescandolo attivista del movimento Cava 5 Stelle e co-organizzatore dell'evento; di Forte, rappresentante dell'associazione Impatto Ecosostenibile, la parola è passata a Rossano Ercolini il quale con una lunga disamina, in virtù delle sue esperienze e le sue collaborazioni a livello nazionale ed internazionale, ha illustrato il percorso da perseguire che deve essere incentrato sulla formazione, informazione ed informatizzazione. Tutto ciò, ha spiegato, ha permesso che la questione rifiuti, specialmente a Capannori in provincia di Lucca, la sua città, diventasse una splendida realtà che produce occupazione, con un brand che crea continui nuovi punti vendita e impiego stabile di lavoratori, e tutto grazie ad una differenziata giunta a livelli altissimi.
Diverse domande sono state poste ad Ercolini e tra le tante una in particolare è stata interessante sul come smaltire la piccola percentuale di residuo del RSU che non può essere riciclato. La risposta, lunga ed articolata, può essere sintetizzata in: ricerca, innovazione ed incentivazione alle industrie che producono alcuni manufatti che non si possono riciclare, affinché si impegnino ad azzerare questo che si può definire "errore progettuale". L'esempio che è stato fatto è quello della Lavazza nota azienda produttrice di caffè che si sta impegnando a costruire cialde riciclabili. Infine, altra domanda posta al margine dell'evento è stata quale fosse per una maggiore efficienza il sistema migliore per la filiera del rifiuto, che rendesse rintracciabile il cittadino conferitore; la risposta dopo altri approfondimenti è che il miglior sistema è quello del Rfid.

cava5stelle.it

18.12.14 15:30

Diffondi:

Diffondi nel tuo account Facebook Diffondi su OkNotizie Diffondi su Segnalo.com Diffondi su Technorati Diffondi su Digg Diffondi su Diggita

RISPETTO DELLE LEGGI IN OCCASIONE DELL'AFFIDAMENTO E DELLA GESTIONE DEI SERVIZI DI REFEZIONE SCOLASTICA.
L'Associazione Scafati In MoVimento ( MoVimento 5 Stelle Scafati ) non si ferma e protocolla al Comune la richiesta di adeguarsi al decreto LEGGE del 12 settembre 2013, n. 104 convertito in legge l'8 novembre 2013, n. 128, recante: «Misure urgenti in materia di istruzione, università e ricerca» E' stato affrontato il tema della salute nelle scuole, ed il MoVimento 5 Stelle, ha presentato alcuni emendamenti, approvati alla Camera, atti a migliorare l'alimentazione degli studenti. Il pasto consumato a scuola rappresenta sempre di più un altro momento formativo importante per i ragazzi, dove l'educazione alimentare è associata agli aspetti ambientali e culturali. Tra l'altro la sana alimentazione nelle scuole è sostenuta anche per legge Sostenere il consumo di prodotti agroalimentari di qualità, come quelli biologici fa bene alla nostra economia, all'ambiente e alla salute dei nostri studenti.


OGGETTO: RISPETTO DELLE LEGGI IN OCCASIONE DELL'AFFIDAMENTO E DELLA GESTIONE DEI SERVIZI DI REFEZIONE SCOLASTICA

In occasione del prossimo affidamento affidamento / gestione dei servizi di refezione scolastica del Comune di Scafati. Le segnaliamo che, nel decreto LEGGE del 12 settembre 2013, n. 104 convertito in legge l'8 novembre 2013, n. 128, recante: «Misure urgenti in materia di istruzione, università e ricerca», è stato affrontato il tema della salute nelle scuole, ed il MoVimento 5 Stelle, ha presentato alcuni emendamenti, approvati alla Camera, atti a migliorare l'alimentazione degli studenti.
Con precisione ci riferiamo ai seguenti comma aggiuntivi all'articolo 4:
5-bis. Il Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca adotta specifiche linee guida, sentito il Ministero della salute, per disincentivare, nelle scuole di ogni ordine e grado, la somministrazione di alimenti e bevande sconsigliati, ossia contenenti un elevato apporto totale di lipidi per porzione, grassi trans, oli vegetali, zuccheri semplici aggiunti, alto contenuto di sodio, nitriti o nitrati utilizzati come additivi, aggiunta di zuccheri semplici e dolcificanti, elevato contenuto di teina, caffeina, taurina e similari, e per incentivare la somministrazione di alimenti per tutti coloro che sono affetti da celiachia.
5-quater. Per le medesime finalità di cui al comma 5, nei bandi delle gare d'appalto per l'affidamento e la gestione dei servizi di refezione scolastica e di fornitura di alimenti e prodotti agroalimentari agli asili nido, alle scuole dell'infanzia, alle scuole primarie, alle scuole secondarie di primo e di secondo grado e alle altre strutture pubbliche che abbiano come utenti bambini e giovani fino a diciotto anni di età, i relativi soggetti appaltanti devono prevedere che sia garantita un'adeguata quota di prodotti agricoli e agroalimentari provenienti da sistemi di filiera corta e biologica, nonchè l'attribuzione di un punteggio per leofferte di servizi e forniture rispondenti al modello nutrizionale denominato «dieta mediterranea», consistente in un'alimentazione in cui prevalgano i prodotti ricchi di fibre, in particolare cereali integrali e semintegrali, frutta fresca e secca, verdure crude e cotte e legumi, nonchè pesce, olio extravergine d'oliva, uova, latte e yogurt, con una limitazione nel consumo di carni rosse e zuccheri semplici. I suddetti bandi prevedono altresì un'adeguata quota di prodotti per soddisfare le richieste di alimenti per coloro che sono affetti da celiachia.

In cui è stata accolta la riformulazione relativa alla presenza nelle mense scolastiche di un'adeguata quota di prodotti agricoli che, oltre a provenire da sistemi di filiera corta, siano "biologici".
Data la grave situazione di pericolo in cui si trovano diverse zone del nostro Paese, dove da tempo i cittadini, riunitisi in comitati e con l'appoggio di coraggiosi sacerdoti e vescovi, stanno conducendo una battaglia di civiltà per ottenere la bonifica e difendere il sacrosanto diritto alla salute - in territori devastati dall'inquinamento non basta la filiera corta per garantire una sana alimentazione ma è necessaria una tutela in più e il biologico può essere una risposta.
Proprio per questo, confidiamo nel Suo rispetto delle leggi che, particolarmente nell'ambito della tutela della salute nelle scuole, rimane un fondamentale presupposto di un comportamento responsabile ed eticamente corretto.

MoVimento 5 Stelle Scafati

17.12.14 15:17

Diffondi:

Diffondi nel tuo account Facebook Diffondi su OkNotizie Diffondi su Segnalo.com Diffondi su Technorati Diffondi su Digg Diffondi su Diggita



Dal 10 dicembre - 14 dicembre


L'associazione impatto ecosostenibile per il sesto anno consecutivo organizza il tour campano RIFIUTI ZERO.
Il nostro obiettivo, come ogni anno, è quello di organizzare appuntamenti, incontri, convegni, riunioni, seminari, concorsi, dibattiti informativi.
I nostri interlocutori sono prima di tutto i bambini, che rappresentano il futuro, i cittadini che ritraggono il presente, gli amministratori, che governano presente e futuro. Il nostro impegno è portare nei comuni campani, insigni personaggi come Paul Connett, prof. Università di New York, che per primo si è opposto all'incenerimento come metodo di gestione dei rifiuti solidi urbani; Rossano Ercolini vincitore 2013 "the Goldman Enviromental prize" ; Alessio Ciacci, personaggio ambiente 2012; e tanti altri.
Toccando tutte le province della Campania. Il nostro impegno è volto affinché sempre più persone acquistino consapevolezza, preparazione e coscienza che per la natura i rifiuti non esistono, pertanto non vanno bruciati.
Esistono le risorse che dopo essere state utilizzate, diventano materia prima seconda e pertanto, possono essere trasformate e riutilizzate. Il concetto di riciclo e di riuso deve entrare a far parte dell'immaginario collettivo di ogni singolo individuo. Il nostro obiettivo è soprattutto la riduzione dell'inquinamento, che porta automaticamente al miglioramento della salute di tutti gli abitanti, allo stesso tempo ad una riduzione degli attuali costi di smaltimento per i comuni e ad un risparmio per i cittadini.
Le risorse che oggi vengono impiegate per la raccolta e lo smaltimento, investite nell'informazione e nella creazione di nuovi posti di lavoro. Informare è il nostro motto, confrontarsi su nuovi metodi di gestione dei rifiuti è la nostra crescita ; eliminare ogni struttura adibita a discarica o inceneritore il nostro fine.

DETTAGLIO PROGRAMMA TAPPA PER TAPPA

09.12.14 12:35

Diffondi:

Diffondi nel tuo account Facebook Diffondi su OkNotizie Diffondi su Segnalo.com Diffondi su Technorati Diffondi su Digg Diffondi su Diggita

Nel settore turistico balneare sono impegnate oltre 30.000 PMI che costituiscono uno degli assi strategici dell'apparato produttivo italiano;
Dal 2008, la Commissione europea ha avviato la procedura d'infrazione n. 2008/4908 nei confronti dell'Italia per il mancato rispetto della direttiva Bolkestein, direttiva 2006/123/CE, a causa del meccanismo del rinnovo automatico delle concessioni e alla preferenza accordata al concessionario uscente;

La direttiva "Bolkestein" prevede la messa in asta delle concessioni balneari già gestite e avviate dalle PMI Italiane, le quali non potrebbero certo reggere offerte dalle multinazionali operanti nel settore finanziario;
Spagna, Portogallo e Croazia hanno prorogato le concessioni favorendo lo sviluppo delle imprese nazionali esistenti.

Il movimento 5 stelle è da sempre al fianco delle piccole e medie imprese e chiede al Governo maggiori garanzie per la tutela del tessuto imprenditoriale italiano pur consapevoli che esso deve garantire ai cittadini, veri proprietari del demanio marittimo, ciò che la legge prescrive in termini di costruzioni stagionali rimovibili, pulizia delle spiagge e sicurezza dei bagnanti sia all'interno della concessione che nelle zone adiacenti.
Il rispetto delle prescrizioni presenti nei PUA dei Comuni italiani a vocazione turistica sono la condizione imprescindibile per chi fruisce di una concessione e vuole rappresentare uno sviluppo del settore che sia credibile agli occhi dei cittadini perchè rispettoso del concetto stesso di bene comune e dell' ecosistema in cui esso opera

Ecco perché ho posto al governo i seguenti quesiti:


  • Se i Ministri interrogati non intendano improcrastinabile il riordino del settore, coordinato e realizzato con tavoli di lavoro insieme a tutti gli interessati.

  • Se i Ministri interrogati non intendano tutelare gli interessi delle PMI almeno per l'aspetto riguardante il rientro dei costi.

  • Se i Ministri interrogati intendano disporre direttive per la ristrutturazione delle strutture con criteri di autosufficienza energetica ed eco-compatibilità.

  • Se i Ministri intendano concedere in concessione delle aree marittime degradate tipo ex discariche, insediamenti militari, ex aree ferroviarie, da bonificare, e simili, per il recupero con risanamento e riconversione.

Angelo Tofalo
Camera dei Deputati
Movimento Cinque Stelle

04.12.14 15:25

Diffondi:

Diffondi nel tuo account Facebook Diffondi su OkNotizie Diffondi su Segnalo.com Diffondi su Technorati Diffondi su Digg Diffondi su Diggita