MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista

MoVimento 5 Stelle

Adria - 


Adria - 


La produzione esasperata, le grandi opere, la cementificazione selvaggia, le spese militari, la deforestazione, lo spreco insensato di risorse, stanno portando il mondo intero alla catastrofe.
Se vogliamo andare avanti dobbiamo tornare indietro, se vogliamo crescere dobbiamo decrescere.
Soprattutto dobbiamo abbandonare al più presto questo modello di sviluppo per riportare la presenza dell'uomo ad un livello di sostenibilità con il resto del pianeta.
Venerdi' 20 gennaio alle 21,00 a Rovigo presso la sala del "museo dei grandi fiumi" , Maurizio Pallante, fondatore del Movimento per la decrescita felice, sarà con noi per affrontare insieme l'argomento proponendo, in alternativa al modello di società oggi dominante, la scelta di una crescita qualitativa o di una decrescita intelligente.
L'incontro è gratuito e rappresenta una grande opportunità per informarsi e conoscere.
Vi alleghiamo nel frattempo il manifesto-appello di Maurizio Pallante che vi darà degli spunti per approcciare questi temi.
Vi aspettiamo numerosi.

Ciao e a presto.


Adria - 
RISPONDI QUI
Cari amici e amiche,
vi invitiamo a partecipare all'incontro del Movimento 5 Stelle che si terrà mercoledì prossimo 18 gennaio alle ore 21,00 a Ceregnano (RO) presso la saletta messaci a disposizione dal bar Centrale.
Sarà un'occasione per rivedere insieme le tappe del 2011 che ci ha visti entrare nel consiglio comunale di Rovigo con due consiglieri e mancare per poco lo stesso traguardo ad Adria.

E' stato un anno impegnativo nel quale abbiamo investito tantissime risorse ed energie e ancora di più lo sarà il 2012 con le elezioni amministrative in molti comuni della provincia e quelle nazionali alle porte.

Sappiamo che uscire di casa in gennaio di sera non è impresa facile e sappiamo che molti di voi non risiedono nei paraggi di Ceregnano e dovranno farsi diversi kilometri per essere presenti, ma vi chiediamo questo sforzo con tutto il cuore.

Ve lo chiediamo perché il Movimento 5 Stelle sta crescendo in tutta Italia e dalle mail e da facebook riceviamo continui appelli a fare ancora di più per salvare la nostra provincia e il nostro Paese dal dilagare delle sanguisughe che stanno disfacendo ii tessuto economico e sociale  riducendoci in mutande.

Ma noi siamo dei cittadini come voi, abbiamo bisogno di nuove forze e nuove energie per essere pronti ad affrontare l'anno che verrà. Chi vorrà potrà impegnarsi come attivista e gliene saremo grati, chi non se la sente o non può, potrà sempre essere presente con una parola di incoraggiamento e gliene saremo grati in ugual misura.

Anche la sola presenza è una forma di sostegno per noi fondamentale.

Vi aspettiamo mercoledì prossimo a Ceregnano, bar Centrale ore 21,00

Le persone che non saranno presenti, potranno seguire la riunione in STREAMING dalle ore 21:30 sul canale :

http://www.ustream.tv/channel/rovigo5stelle

o sul nostro Blog :

http://www.movimento5stellerovigo.it

Grazie a tutti.

Rovigo 5 Stelle


Adria - 

 

Da pochi giorni è iniziato il nuovo anno e subito si ripropongono i problemi di sempre! Dopo le rassicurazioni SCRITTE dell'amministrazione a noi pervenute in data 03.12.11 con lettera puntuale  nella quale "si precisa che l'unico progetto relativo a centrali a biomasse presentato e sito nel territorio comunale è stato ritirato in data 22.11.2011", ecco che l'incubo ritorna!

Apprendiamo dalla stampa che è stato presentato poco prima di Natale un nuovo progetto di una centrale a palme e gusci di nocciole. Progetto assoggettato al rilascio di autorizzazione da parte della Regione Veneto, l'unica possibilità  per la pubblica amministrazione sarà quella di esprimere parere di competenza in sede di conferenza dei servizi.

Non vogliamo ora  fare del "facile terrorismo" elencando  i danni alla salute che questo tipo di centrali sicuramente portano con sé, non vogliamo fare del "populismo" spiccio spiegando che i palmeti vengono piantati al posto delle foreste pluviali di mezzo Sud-est asiatico con il risultato di  tonnellate di anidride carbonica e altri gas serra liberati nell'atmosfera, ma è innegabile che le piantagioni di palma stanno degradando la zona delle torbiere indonesiane, uno straordinario magazzino naturale di CO2 col rischio che miliardi di tonnellate custodite nel sottosuolo si riversino nell'aria.

Già oggi quasi la metà dei 22 milioni di ettari di torbiere indonesiane è stata eliminata e prosciugata: è la terza causa di emissioni di gas serra del pianeta, dopo gli Usa e la Cina.Non vogliamo aprire la solita "caccia alle streghe" dicendo che l'unica convenienza di queste Centrali è strettamente legata al meccanismo italiano di incentivazione delle fonti rinnovabili.

Perché l'olio di Palma è una fonte rinnovabile e da noi i cosiddetti "Cerificati Verdi", cioè i soldi che lo Stato versa a un'azienda in funzione dell'energia pulita prodotta, valgono il triplo della media europea.

Per questo, un impianto, che costa circa un milione di euro a MW, si ripaga velocemente e fa guadagnare molto.Con questo  intervento il Movimento 5 Stelle si rivolge all'amministrazione comunale con la proposta di un consiglio comunale aperto a Cavanella Po per INFORMARE i cittadini sugli scopi reali di questa Centrale, sulle sue caratteristiche, le qualità e gli eventuali problemi, invitando al confronto tutta la cittadinanza (chiaramente con diritto d'intervento), l'azienda proponente, i movimenti, i comitati gli enti affinchè tutti possano fugare dubbi e paure e crearsi un oggettivo pensiero critico.

Da questo incontro l' amministrazione stessa potrà trarre le proprie conclusioni e potrà farsi portavoce delle osservazioni dei cittadini in conferenza dei servizi.

Cristina Caniato

Movimento 5 Stelle

Adria


Adria - 

Tanti auguri a tutti quanti

Che sian santi oppur briganti

Tanti auguri disperati

Ai troppi uomini dimenticati.

Ancor anche sian sinceri

Gli auguri ai soli e ai prigionieri

Chiusi in gabbie di metallo

O tra gli ori di un castello.

Mandian baci a chi è lontano

Ed abbracci a chi è vicino

l'anno nuovo, noi speriamo

la giustizia porti in dono.

Sappiam già che porterà

dolori e gioie in quantità

ma che sian questi o quelle

che sia un anno a 5 stelle.

Auguri a 5 Stelle !


Adria - 
 
Sarà diventato un business, sarà una delle tante facce di questo consumismo esasperato che distrugge risorse per fabbricare denaro, sarà anche buonismo spicciolo che passa presto..... ma ragazzi, il Natale è sempre il Natale!
E allora anche il Movimento 5 Stelle di Rovigo, immerso nell'atmosfera fiabesca che ritorna puntuale ogni fine anno, vuole condividere con voi questi momenti che auspichiamo felici e sereni per tutti noi.
Un abbraccio forte carico di speranza e di energia da: Cristina, Michela F. Barbara, Michela G.,Vanni, Cristian, Danilo, Annalisa, Beba, Marco, Marco B, Vittorio, Andrea M., Laura, Secondo, Riccardo, Fabrizio, Francesco, Bruno, Lucilla, Lamine, Giorgio, Andrea O., Giacomo, Elena, Roberta, Michele, Michela Q., Nicola, e gli altri................. a tutti, ma proprio tutti, quelli che ci hanno sostenuto e ci sostengono ancora!
P.s. naturalmente noi non ci fermiamo e siamo pronti con nuove iniziative che partiranno subito dopo le feste!!

Adria - 



Tra i cittadini residenti ad Adria e frazioni, solo pochi hanno la fortuna di avere un impiego vicino a casa e poterci arrivare a piedi o in bici; la maggior parte si deve spostare 15 - 30 - 50 km.

Ogni giorno parte da Adria un trenino, i cui vagoni sono le automobili dei pendolari, spesso con un solo passeggero a bordo. Se ci appostiamo all'inizio delle principali direttrici lo possiamo riconoscere il trenino, formato dalla solita panda nera, la golf blu, la punto bianca e così via. Puntuale e preciso come un orologio svizzero.

Ogni vagone si ferma in un posto diverso: la Bassano Grimeca, la Solmec, la Carraro Div.Agritalia (tanto per dire le più famose e riconoscibili). Ogni tanto se ne perde uno per strada e lo ritrovi al ritorno accidentato o alla meno peggio, finito in mezzo al campo. Ma quanto costa ad operai ed impiegati questo viaggio quotidiano per andare a guadagnarsi il pane?

Considerati i costi di manutenzione auto e carburante, incide in media ¼ dello stipendio, tantissimo per una retribuzione che difficilmente supera i 1.300,00 euro mensili.

D'altra parte usare i mezzi pubblici nel nostro territorio per recarsi al lavoro è praticamente impensabile; gli orari delle aziende sono disomogenei e il trasporto pubblico locale non è pensato per dare servizio ai lavoratori.

Prendere l'automobile quindi, non è una scelta ma una necessità, una necessità che con i continui aumenti delle accise sui carburanti sta diventando, per molte famiglie, un costo insostenibile.

Siamo presi in una stretta dalla quale dobbiamo uscire al più presto e lo possiamo fare solo se: aziende, sindacati, rappresentanti dei lavoratori, gestori dei trasporti, siederanno insieme ad un tavolo con l'obiettivo di trovare proposte e soluzioni unitarie.

Come ha detto Susanna Camusso nel suo intervento al convegno dei delegati cgil, non può esserci crescita senza mobilità e noi vogliamo riprendere e sostenere questa affermazione.

Migliorare la mobilità abbassandone i costi non è più un servizio utile ma indispensabile e un tema da affrontare con urgenza.

Noi alcune proposte le facciamo: detraibilità dei costi sostenuti dai lavoratori per il carburante, la creazione di elenchi dei lavoratori che si spostano da e verso gli stessi luoghi per metterli in condizione di ottimizzare la spesa, la pianificazione di linee opportune di trasporti pubblici, l'uniformazione degli orari di lavoro.

Tutto questo tuttavia, non potrà essere senza la creazione di un tavolo di lavoro tra i diversi soggetti per analizzare la situazione sotto tutti i punti di vista in modo tale da arrivare a proposte efficaci e condivise.

Nicola Tescaro

Movimento 5 stelle


Adria - 



Da oggi è possibile essere informato sugli articoli di Rovigo 5 Stelle,
attraverso l' applicazione scaricabile gratuitamente (link qui sotto)
compatibile con tutti i telefonini (smartphone) ed i tablet che montano
come sistema operativo android.

Presto arriverà anche quella per il sistema
operativo IOS (Apple).

Buona lettura...

SCARICA l'App di Android

 

LA MANOVRA EQUA


Adria - 




Il 7 dicembre tutti quanti noi abbiamo avuto una brutta sorpresa: i prezzi dei carburanti, grazie alle nuove e pesanti accise introdotte dal governo Monti, hanno raggiunto livelli davvero allucinanti, tanto da rendere il pieno ormai un lusso per pochi e, come se non bastasse, su questa nuova imposta graverà anche un aumento dell'I.v.a., già al 21%, con l'assurdità di pagare ancor più cara un'imposta sulle imposte.
Dallo stipendio dovrà essere sottratta una somma non indifferente per i nuovi aumenti del carburante, che vanno ad aggiungersi alla crescita del costo di beni e servizi, alla reintroduzione dell'ici, all'aumento dei bolli sui conti correnti diminuendo ulteriormente il potere d'acquisto dei lavoratori.
Ora, non crediamo serva necessariamente una laurea in economia alla Bocconi per capire che aumentando la pressione fiscale e i costi alle famiglie, che sono già finanziariamente al collasso e diminuendo nel contempo gli stipendi, la domanda sui mercati calerà inevitabilmente; non per protesta ma perché effettivamente di risorse finanziarie non ne abbiamo più.
Se rapportiamo poi il tutto in un territorio come il Polesine, dove le aziende sono già poche, con molte di loro da tempo in sofferenza, temiamo che questa manovra, prodotta dai nostri luminari dell'economia, non sia che l'ultimo colpo ad un mercato già profondamente segnato e dagli equilibri ormai incerti.
Il decreto "salva Italia" servirà a poco se usato solo per tappare i buchi. Dobbiamo invece ridare forza alle aziende italiane per risollevarsi e ripartire recuperando capitali dall'evasione fiscale.
Ingredienti della ricetta: la tanto decantata, ma mai applicata, riduzione effettiva e drastica dei costi della politica, l'accorpamento dei comuni sotto i 10000 abitanti, l'eliminazione delle provincie, la diminuzione dei parlamentari, la riduzione fino al 50% degli stipendi di consiglieri regionali e parlamentari, con penalizzazioni per gli assenteisti. La riduzione di questi sprechi infiniti permetterà di recuperare quei miliardi di euro necessari per affrontare un riordino dei sistemi di controllo fiscale riducendo l'abnorme evasione (160 miliardi di euro annui è la stima ufficiale) e dando respiro ai cittadini consentendo loro di scaricare le spese sostenute pagando le imposte sul netto di quelle già pagate.
Una legislazione chiara e un recupero dell'evasione permetterebbero anche di abbassare la tassazione sul lavoro in favore di imprese e lavoratori rilanciando l'economia nazionale.
Si troverebbero in questo modo le risorse per incentivare il "made in Italy" e, magari, il commercio a km 0, dando nel contempo maggiori spazi a soluzioni alternative come i g..a.s. (gruppi di acquisto solidale).
Non si tratta di fantapolitica, sono tutte proposte che esistono da anni. Perché nessuno ha mai pensato di metterle in pratica?
Ormai hanno scavato il fondo del barile, non ce la facciamo più.
Abbiamo urgenza di una politica economica giusta e sostenibile, perché è ormai evidente che questa non è solo inefficace, ma addirittura dannosa per tutti.

Andrea Mazzuccato

Movimento 5 Stelle


Adria - 



 

Cena di Natale aperta a tutti gli attivisti e simpatizzanti
del Movimento 5 Stelle di Rovigo


 

Sabato 17 Dicembre 2011 ore 20:00


Il luogo è da definire.

Date qui sotto la vostra adesione

http://www.movimento5stellerovigo.it/forum/showthread.php?tid=108

I candidati a Adria

  • user-pic
    caniato cristina